La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RETE T.I.M.E. T op I ndustrial M anagers for E urope.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RETE T.I.M.E. T op I ndustrial M anagers for E urope."— Transcript della presentazione:

1 LA RETE T.I.M.E. T op I ndustrial M anagers for E urope

2 CHE COS’E’ T.I.M.E.? una rete comprendente 55 Scuole di Ingegneria e Universita ’ Tecniche, prevalentemente europee, di elevata qualificazione; offre la possibilita ’ agli studenti di conseguire doppi titoli in Ingegneria in due delle istituzioni aderenti alla rete attraverso un sistema di accordi bilaterali fra i suoi partners; promuove il mutuo riconoscimento di titoli accademici fra istituzioni di eccellenza.

3 CHE COS’E’ T.I.M.E.? Come sono coinvolti gli studenti? gli studenti sono scelti mediante selezione/concorso, fra gli iscritti alle universita’/facolta’ appartenenti alla rete conseguono due lauree di secondo ciclo impegnandosi presso due sedi convenzionate per un periodo di studi compreso fra 5 e 6 anni, due dei quali presso la sede straniera acquisiscono nelle sedi straniere una conoscenza approfondita di una lingua, una cultura e una realtà economica e sociale diverse dalla propria ottengono un’educazione di alto livello anche a livello manageriale: adattabile, mobile, biculturale e bilingue

4 CHE COS’E’ T.I.M.E.?. La “filosofia” di T.I.M.E. Il doppio titolo, con la richiesta di un periodo di studio prolungato e impegnativo in un’altro paese, la padronanza di una seconda lingua la conoscenza approfondita di un’altra cultura rappresenta il piu’ alto livello di educazione al quale uno studente possa aspirare alla conclusione del secondo ciclo di studi universitari e la migliore garanzia per un inserimento efficace nelle vita professionale. La diversita’ fra i sistemi di educazione rappresenta un valore. Pur apprezzando l’armonizzazione dei titoli superiori all’interno dell’Europa, i diversi sistemi educativi nazionali e regionali, con le loro specifiche tradizioni didattiche, i differenti linguaggi e le varie metodologie di affrontare i problemi, continueranno ad essere in uso: la loro varietà costituisce un patrimonio da non disperdere. Conseguentemente sarà sempre più necessario disporre di laureati di eccellenza, dotati di un ampio spettro di competenze, che siano in grado di lavorare a livello transnazionale e interculturale.

5 Modalita’ di realizzazione Gli scambi di studenti fra due sedi aderenti alla rete T.I.M.E. si svolgono sulla base di convenzioni bilaterali, liberamente negoziate entro una cornice normativa comune. Tale cornice richiede che 1.i programmi di studio conducano in ciascuno dei due paesi al livello di qualificazione piu’ elevato nell’area dell’ingegneria (i.e. a livelli equivalenti alla laurea magistrale italiana) 2.“no extra title without extra work”: il percorso complessivo nelle due sedi dovra’ portare al conseguimento di 360 cfu 3.la durata complessiva del percorso di studi eccederà al più di un anno la durata del curriculum di uno studente che consegua il singolo titolo magistrale nel proprio paese. Una volta che entrambe le istituzioni presso cui lo studente ha studiato gli hanno attribuito il proprio titolo, la rete T.I.M.E. assegna allo studente il "T.I.M.E. Certificate", e lo studente diventa un "T.I.M.E. Graduate" e un "T.I.M.E. Alumnus".

6 Un po’ di storia Il progetto T.I.M.E. è stato introdotto nel 1989 dall ’ Ecole Centrale Paris, una delle Grandes Ecoles Francesi di ingegneria; La rete aveva inizialmente 16 membri fondatori (in Italia i Politecnici di Milano e Torino), scelti fra le istituzioni di più alto livello nei paesi di appartenenza; Padova (e Trento) sono entrate a far parte della rete nel A seguito di convenzioni siglate con alcuni membri della rete, il primo bando per gli allievi di Padova e ’ stato emesso nel 2004 Nel 2009 la rete comprendeva 55 istituzioni, di 20 paesi diversi. Europea nelle sue origini e in quelle dei suoi fondatori, attualmente TIME ha accettato i suoi primi partners non europei (Brasile, Giappone, Turchia, Cina, … ) I nuovi membri accedono alla rete soltanto su invito: –proposta di ammissione da parte di un appartenente alla rete –verifica degli standard qualità –Approvazione da parte dell ’ assemblea T.I.M.E.

7 Un po’ di storia Nel 2004 T.I.M.E. ha celebrato il conferimento del esimo doppio titolo. Nel 2008 gli studenti che hanno conseguito il doppio titolo nell’ambito del progetto T.I.M.E. sono circa 2500 e svolgono la propria attivita’ in tutte le parti del mondo. Dal 2006, sono stati posti in essere alcuni progetti strategici: –TESS (Scuola estiva intensiva sulla Sostenibilita’: 5 ECTS credits), finanziato da ERASMUS –TEMP (Programma di Management : 30 ECTS credits) –Progetti di Master/PhD (Programmi congiunti): IMIM: International Masters in Industrial Management (2 anni)con la partecipazione di UP Madrid, Politecnico di Milano e KTH Stockholm, finanziato da ERASMUS MUNDUS.

8 PARTNERS DELLA RETE TIME NEL 2008 Austria Technische Universität Wien (AT-TUW) Belgium Faculté Polytechnique de Mons (BE-FPMS) Université Catholique de Louvain (BE-UCL) Université Libre de Bruxelles (BE-ULB) Université de Liège (BE-ULG) Vrije Universiteit Brussel (BE-VUB) Brazil Universidade de Sao Paulo (BR-USP) Czech Republic Ceské Vysoké Uceni Technické v Praze (CZ-CVUT) Denmark Danmarks Tekniske Universitet (DK-DTU) Finland Teknillinen Korkeakoulu (FI-TKK) France Ecole Centrale Paris (FR-ECP) Ecole Nationale des Ponts et Chaussées (FR-ENPC) École Centrale de Lille (FR-ECLi) École Centrale de Lyon (FR-ECLy) École Centrale de Nantes (FR-ECN) École Nationale Supérieure de Techniques Avancées (FR-ENSTA) École Nationale Supérieure de l'Aéronautique et de l'Espace (FR-Supaero) École Supérieure d'Électricité (FR-Supelec)

9 PARTNERS DELLA RETE TIME Germany Rheinisch-Westfälische Technische Hochschule Aachen (DE-RWTH) Technische Universität Berlin (DE-TUB) Technische Universität Darmstadt (DE-TUDa) Technische Universität Dresden (DE-TUDr) Technische Universität München (DE-TUM) Universität Erlangen-Nürnberg (DE-UEN) Universität Stuttgart (DE-UST) Greece Aristotle University of Thessaloniki (GR-AUTH) Ethniko Metsovio Polytechnio Athina (GR-NTUA) Hungary Budapest University of Technology and Economics (HU-BUTE) Italy Politecnico di Milano (IT-PoliMi) Politecnico di Torino (IT-PoliTo) Università degli Studi di Padova (IT-UniPd) Università degli Studi di Trento (IT-UniTn) Japan Keio University (JP-KEIO) Tohoku University (JP-TOHOKU) Norway Norges Teknisk-Naturvitenskapelige Universitet (NO-NTNU) Poland Wroclaw University of Technology (PL-WUT) Portugal Instituto Superior Técnico (PT-IST)

10 PARTNERS DELLA RETE TIME Russian Federation Bauman Moscow State Technical University (RU-BMSTU) Moscow State Technical University of Radio Engineering (RU-MIREA) Tomsk Polytechnic University (RU-TPU) Spain Universidad Politécnica de Madrid (ES-UPM) Universidad Politécnica de Valencia (ES-UPV) Universidad Pontificia Comillas (ES-UPCo) Universidad de Sevilla (ES-USE) Universitat Politécnica de Catalunya (ES-UPC) Sweden Chalmers Tekniska Högskola (SE-CTH) Kungl. Tekniska Högskolan (SE-KTH) Lunds Tekniska Högskola (SE-LTH) Switzerland Eidgenössische Technische Hochschule Zürich (CH-ETHZ) École Polytechnique Fédérale de Lausanne (CH-EPFL) Turkey Istanbul Teknik Üniversitesi (TR-ITU) United Kingdom Queen's University of Belfast (GB-QUB)

11 PARTNERS EXTRAEUROPEI DELLA RETE TIME * BRAZIL o Pontificia Universidade Católica do Rio de Janeiro o Universidade Estadual de Campinas - o Universidade Federal do Ceara (Fortaleza) o Universidade Federal do Rio Grande do Sul o Universidade Federal do Rio de Janeiro o Escola Politecnica da Universidade de Saõ Paulo * CANADA o École Polytechnique de Montréal o University of Waterloo * CHILE o Universidad Catolica de Chile o Universidad de Chile * INDONESIA o University of Indonesia (Jakarta) * JAPAN o Keio University of Tokyo o Doshisha University of Kyoto o Tohoku University * People's REPUBLIC of CHINA o Chengdu Jiao Tong UniversitY (SWJTU) o Shanghaï Jiao Tong University (SJTU) o Tsinghua University Beijing o Xi'An Jiao Tong University (XJTU) * SINGAPORE o National University of Singapore (NUS) * VIETNAM o Hanoi University of Technology o University of Da Nang o Ho Chi Minh City University of Technique o Ecole de Génie civil de Hanoi

12 Padova e T.I.M.E : entrata della Facolta’ di Ingegneria di Padova nella rete TIME CONVENZIONI DELLA FACOLTA’ DI INGEGNERIA DI PADOVA CON PARTNERS STRANIERI 2003 : convenzioni con o Ecole Centrale (4 sedi : Parigi, Nantes, Lyon, Lille) o ETSEIB (Barcellona) 2005: convenzione con DTU (Copenaghen) 2007 : convenzione con IST (Lisbona) FINANZIAMENTO DEGLI STUDENTI PADOVANI ALL’ESTERO  Il primo anno di permanenza all’estero e’ finanziato con borse ERASMUS  Il secondo anno e’ finanziato con borse a carico dei fondi messi a disposizione per l’iniziativa T.I.M.E dalla Fondazione CaRiPaRo

13 Padova e T.I.M.E. SELEZIONE DEGLI STUDENTI PADOVANI condizioni di merito nella carriera Votazione media non inferiore a 25/30 nel complesso degli esami universitari (sul primo e secondo livello) Numero minimo di crediti al momento della selezione Numero minimo di crediti e/o il conseguimento della laurea triennale al momento della partenza per la sede estera conoscenze linguistiche motivazione Le condizioni vengono verificate dalla commissione TIME in sede di selezione degli studenti che intendono partecipare al progetto e successivamente al momento della partenza.  la sede straniera accetta i candidati selezionati (se ne ritiene sufficiente il livello di conoscenze e le motivazioni)  viene predisposto interattivamente un piano di studi, adatto per il doppio titolo nelle due sedi. A Padova il piano viene valutato e approvato dalla Commissione TIME.

14 Padova e T.I.M.E. COMMISSIONE TIME Presidente: Prof. Brunello Area Informazione: Prof. Fornasini, Prof.ssa Valcher Area Civile: Prof. Salandin Area Industriale: Prof. Guglielmi, Prof. Scarso CONSEGUIMENTO DEL DOPPIO TITOLO  I due titoli non fanno necessariamente riferimento ad un’unica area dell’ingegneria, ma in taluni casi ad aree affini  viene svolta un’unica tesi magistrale, che viene discussa di norma in una delle due sedi, e talvolta in entrambe

15 Flussi in uscita da Padova sede 04/0505/0606/0707/0808/0909/10 10/1111/12 DTU Copenhagen EC Lille 01 1 EC Lyon EC Nantes 02 EC Paris ETSEIB Barcelona IST Lisbona TOTALE

16 Flussi in uscita da Padova Sedi Francesi (Ecole Centrale, sedi di Parigi, Lione, Lille, Nantes) Gli studenti si recano alla fine del secondo anno della laurea triennale presso l’Ecole Centrale, dove seguono due anni di studi a carattere generalistico (“central core”). Conseguita la laurea di primo ciclo al rientro in Padova, seguono a Padova un corso di studi magistrale, che viene riconosciuto dalla sede francese per il conseguimento del titolo francese di secondo ciclo. Partecipano alla selezione: studenti iscritti al secondo anno di una laurea. Triennale in Ingegneria media di almeno 25/30 negli esami sostenuti numero minimo di CFU: 75 Entro la sessione estiva lo studente dovra’ avere conseguito almeno 100 CFU della laurea triennale Periodo della selezione:maggio / giugno (vedi bando)

17 FlussI in uscita da Padova Sedi Francesi (Ecole Centrale, sedi di Parigi, Lione, Lille, Nantes) * S1 corresponds to the Fall of the 3rd year of post-high school education * S2 = Spring of the 3rd year * S3 = Fall of the 4th year * S4 = Spring of the 4th year The Fall semesters run from early September until the end of January. The Spring semesters are from February 1 to mid-June. International students in their 3rd or 4th year of post-high school education may choose to take courses from any of the programs offered in Semesters S1-S4. The first year semesters (S1 and S2) correspond to the common core of École Centrale Paris and the courses tend to be fairly theoretical, with heavy emphasis on Mathematics and Physics. The second year semesters (S3 and S4) offer more electives in engineering and are well suited for international students. Semester S4 may be best suited for students with limited knowledge of French as about 40% of the courses are offered in English.

18 FlussI in uscita da Padova DTU (Danimarca) La partenza avviene dopo il primo anno della laurea magistrale. Presso la sede straniera lo studente svolge la rimanente preparazione specialistica e la tesi di laurea magistrale. La tesi viene discussa anche nella sede di Padova, per il conseguimento del titolo italiano di secondo ciclo. Partecipano alla selezione: studenti iscritti al primo anno di una laurea magistrale in Ingegneria almeno 18 CFU (della magistrale) al momento della selezione media di almeno 25/30 negli esami della triennale e della magistrale Al momento della partenza lo studente dovra’ avere almeno 48 CFU della laurea magistrale Data della selezione: fine febbraio o primi di marzo (vedi bando)

19 FlussI in uscita da Padova MSc Programs Advanced and Applied ChemistryAquatic Science and Technology Architectural EngineeringBiotechnology Chemical and Biochemical EngineeringCivil Engineering Computer Science and EngineeringDesign and Innovation Digital Media EngineeringElectrical Engineering Engineering AcousticsEngineering Design and Applied Mechanics Engineering ManagementEnvironmental Engineering Food TechnologyMaterials and Manufacturing Engineering Mathem. Modeling and ComputationPetroleum Engineering Pharmaceutical Design and Engineering Physics and NanotechnologySustainable Energy Systems BiologyTelecommunication Transportation and LogisticsWind Energy DTU (Danimarca)

20 Flussi in uscita da Padova ETSEIB (Barcellona) e IST (Lisbona) La partenza avviene dopo il conseguimento della laurea triennale o dopo il primo anno della laurea magistrale. Presso la sede straniera viene svolta una parte cospicua della preparazione specialistica. Al rientro in sede, lo studente completa il curriculum di studi (se non ha seguito a Padova il primo anno della laurea magistrale) e completa la tesi di laurea magistrale. Partecipano alla selezione studenti iscritti (a) al terzo anno della laurea triennale (b) primo anno della laurea magistrale con (a) almeno 135 CFU della laurea triennale (b) almeno 18 CFU della laurea magistrale Per tutti e’ richiesta una media di almeno 25/30 nel complesso degli esami della triennale e della magistrale Alla partenza(a) dovranno aver conseguito la laurea (b) dovranno avere almeno 48 CFU Periodo della selezione:inizio maggio (vedi bando)

21 Flussi in uscita da Padova ETSEIB (Barcellona) SECONDO CICLO (2 YEARS) Industrial Engineering Chemical Engineering Materials Engineering Industrial Scheduling MASTERS (120 ECTS) Master in Logistics, Transport and Mobility (120 ECTS) Master in Materials Engineering (120 ECTS) Master in Chemical Process Engineering (120 ECTS) Master in Polymers and Biopolymers (120 ECTS) Master in Biotechnological Engineering (120 ECTS)

22 Previsioni flusso in uscita da Padova sede 2012/13 DTU-Copenhagen5 Ecole Centrale Lille1 Ecole Centrale Lyon1 Ecole Centrale Nantes1 Ecole Centrale Paris1 Ecole Centrale Marseille1 ETSEIB-Barcellona2 IST-Lisbona2 TOT14 Al DTU di Copenhagen i corsi si svolgono in lingua inglese, nelle altre sedi si sono prevalentemente nella lingua locale.

23 Flussi in entrata a Padova a.a.Univ.provenienzanazionalitàSpecialisticalaurea specialistica a PD ETSEIB -BarcelonaSpagnolaAerospaziale ETSEIB -BarcelonaSpagnolaMeccanica ETSEIB -BarcelonaSpagnolaMeccanica Ecole Centrale de Nantes FranceseGestionale Ecole Centrale LilleFranceseEdile

24 L’esperienza degli studenti di Padova ETSEIB BARCELLONA due anni e mezzo di permanenza, laurea specialistica in Ingeniería de Materiales Difficolta’ di adattamento iniziali, –per la lingua (alcuni corsi sono offerti solo in catalano), –per il metodo di insegnamento abbastanza differente rispetto all’università italiana. –ogni corso prevede pratiche di laboratorio con frequenza obbligatoria –esiste un unico appello per esame all’anno “il dover presentare di fronte a tutta la classe i lavori [svolti in laboratorio], sebbene io non sia una persona timida, ha aumentato moltissimo la mia capacità di parlare in pubblico con sicurezza”. “l’attività di gruppo svolta durante i due anni di corso a Barcelona mi ha insegnato a lavorare a stretto contatto con altre persone, spesso con esigenze e personalità molto diverse e a saper conciliare gli interessi di tutti”. “per il lavoro di tesi [….] ho trascorso sette mesi svolgendo una tesi sperimentale presso il dipartimento di Materiali dell’ Imperial College di Londra, prestigiosa università scientifica al settimo posto nella classifica delle migliori università del mondo in Italia ho discusso la tesi in una sessione congiunta realizzata apposta per noi come primi laureati T.I.M.E. dell’Università di Padova.

25 L’esperienza degli studenti di Padova ETSEIB BARCELLONA dopo due settimane è avvenuta la discussione in Spagna. La commissione è composta da tre professori, il relatore non fa parte della commissione. Mezz’ora di presentazione del proprio lavoro di tesi e mezz’ora dedicata alle domande della commissione. L’elaborato è stato scritto interamente in inglese. Le tempistiche per la consegna della tesi a Barcelona prevedono la consegna dell’elaborato un mese prima della discussione. Questo viene letto dai docenti prima della discussione per preparare le domande. L’ esperienza T.I.M.E. è stata fondamentale per la mia maturazione personale, mi ha insegnato ad adattarmi velocemente ad ogni tipo di situazione, mi ha dato la possibilità di conoscere persone eccezionali con cui sono sempre in contatto, ha aumentato sempre più la mia voglia di viaggiare, di conoscere e la mia curiosità e la mia apertura mentale. …… posso dire di dominare assolutamente lo spagnolo, …l’esperienza londinese pure mi ha dato modo di approfondire la mia conoscenza della lingua inglese e non ho avuto nessun problema a scrivere tutto il lavoro di tesi in inglese. Dopo essermi laureato mi sono dedicato principalmente a viaggiare, ho fatto pochi colloqui di lavoro, molto mirati in aziende multinazionali e devo dire che sempre il mio curriculum internazionale ha impressionato più che positivamente i responsabili della selezione del personale. Inizierò a lavorare a fine settembre presso l’ENI, come ingegnere corrosionista per le pipelines per l’estrazione offshore di gas e petrolio.

26 L’esperienza degli studenti di Padova ECOLE CENTRALE PARIS: L’IMPATTO INIZIALE Prologo: “…ad accogliermi c’erano dei ragazzi TIME del secondo anno. Le sere sono state dedicate ad attività di integrazione. Durante la giornata avevano luogo i corsi preparatori di matematica e fisica, il cui scopo non era di dare nuove nozioni, anche se per molti, me compreso, lo erano, ma di dare cenni essenziali di argomenti fondamentali per un buon inizio dei corsi successivi. …test di Francese per la divisione in classi per i successivi corsi di lingua. …attività sportive per i TIME. … primi incontri con i propri gruppi di tutorato. …weekend di integrazione passato assieme alla direzione in un luogo di villeggiatura” primo atto …i corsi del primo anno (terzo in Italia) sono iniziati a pieno regime: -probabilità e statistica; meccanica quantistica; gestione e contabilità; informatica e telecomunicazioni: lezioni teoriche, esercitazioni in gruppi di una trentina di studenti, laboratorio di programmazione. I controlli sono frequenti, uno al mese per materia.

27 L’esperienza degli studenti di Padova -ADEM: Activité de Découverte de l’Entreprise et des Métiers : in gruppi di 12 allievi Parte fondamentale : la visita di una azienda (nel mio caso Renault) e uno studio/ presentazione di un prodotto complesso, specifico dell’industria visitata -SH:Sciences Humaines : modulo correlato all’ADEM, tre giorni di lavoro in gruppo, per sensibilizzare i partecipanti alle problematiche del lavoro in gruppo stesso (comunicazione, condivisione di conoscenze, organizzazione, ruoli…). -Lingue: il minimo numero é due, al momento studio Francese e Inglese. -Sport: l’attività sportiva é materia di studio e la scelta é molto ampia: ci sono anche equitazione, golf, scalata, hockey, canottaggio…. Pratico l’atletica leggera (salto in alto). I centraliens vivono nel campus, un luogo pieno di vita, popolato da persone diversissime tra loro per cultura, aspirazioni e modo di vivere. L’arricchimento reciproco è eccezionale, la “vie associative” si manifesta in un impressionante numero di associazioni e club. Sono entusiasta dell’ “avventura” che ho iniziato [….] Tuttavia il TIME all’ ECP non è impresa semplice: l’inserimento sociale, la lingua, il metodo di insegnamento sono fattori che possono affaticare sensibilmente.

28 L’esperienza degli studenti di Padova Secondo atto : i corsi del primo semestre proseguono… - Probabilità e statistica, Analisi (sono stati affrontati temi per comprendere i quali avrei neceessitato di un corso complementare di analisi in Italia). -Meccanica quantistica e fisica statistica (la meccanica quantistica é una teoria tanto affascinante quanto difficile a capirsi, soprattutto se non si hanno nozioni di base riguardanti onde, equaz. differenziali non “scolastiche” e elementi di meccanica razionale) - Economie et gestion -Application I : Matière et Energie (applicazioni industriali della termodinamica partendo da basi di meccanica quantistica e di fisica statistica, con la realizazzione di un “progetto”) Durante gli esami i corsi non vengono sospesi, anzi ne vengono cominciati di nuovi: -Mécanique I: meccanica dei mezzi continui e dei solidi, meccanica delle strutture. (l’utilizzo di strumenti matematici é essenziale, tanto che in questo corso si impara qualche elemento di algebra ed analisi tensoriale) - Biologie et physiologie (basi di biologia molecolare, tecnologie utilizzate nella ricerca biologica e possibili applicazioni industriali) - Application II (fattori chiave di un turboreattore: combustione, materiali, progettazione...) - ADEM 1: visita ai laboratori di ricerca della scuola: come si svolge l’attività di ricerca in un laboratorio, come possono essere finanziati dei progetti, i rapporti con la aziende...

29 L’esperienza degli studenti di Padova - ADEM 2: piccoli gruppi di lavoro (tre allievi nel mio guppo) e interazione stretta con le aziende, interviste per comprendere come funziona un settore aziendale, relazioni e presentazioni del lavoro svolto di fronte ad una commissione. -AOC ( Activité d’ouvérture culturelle), frequento un corso in cui si trattano tematiche e problemi tipici degli ambienti multiculturali (i riflessi della propria cultura sul modo di lavorare, gli automatismi, la negoziazione, strumenti concettuali quali la contrapposizioni lineare/spaziale, analisi/soluzione...etc.) La velocità con cui vengono trattati gli argomenti è alta, gli esercizi proposti non sono mai semplici applicazioni, ma estensioni della teoria vista a lezione. L’esame finale: gli argomenti visti durante il corso sono solo prerequisiti, ad esempio il compito di analisi consisteva nella dimostrazione guidata di un teorema non visto a lezione. Come supporto didattico vengono usate le dispense, che in quasi tutti i casi sono l’unico documento sul quale effettivamente si studi. Questa scelta é quanto meno discutibile, ma trova giustificazione nella vastità degli argomenti trattati in un singolo corso, l’alternativa sarebbe studiare su varie parti di più libri, ma il tempo é la risorsa più preziosa... I primi mesi non sono stati una strada in discesa, a causa di considerevoli mie lacune nelle scienze fondamentali e di una scarsa conoscenza della lingua. Comunque, sto iniziando a capire un po’ meglio la filosofia dell’école e il metodo con cui affrontare lo studio.

30 L’esperienza degli studenti di Padova ESPERIENZA DI ALTRI ALLIEVI ALL’ECOLE CENTRALE Le differenze rispetto al sistema universitario italiano sono lampanti. All’ ECP il percorso di studi prevede un primo biennio (tronco comune). che e’ il periodo di studi che gli studenti TIME frequentano: non vi sono indirizzi ai quali iscriversi fin da subito nel momento in cui si è ammessi all’ ECP. Ci si trova a sostenere in gran parte esami obbligatori, gli stessi per tutti i membri della propria classe (dalla meccanica delle strutture alla meccanica quantistica, dall’elettronica alla fluidodinamica, dalla biologia molecolare all’analisi finanziaria: richiedono tutti in generale un buon livello di competenze di analisi matematica e di fisica pura). C’e’ poi un certo numero di esami a scelta che spaziano in tutte le discipline scientifiche (dai sistemi propulsivi alle nanotecnologie, dall’ingegneria genetica alla fisica delle particelle, dal Diritto Europeo alla Creazione di impresa) La formazione e’ definita generalista, ad indicare l’ampiezza dello spettro di materie studiate e delle competenze richieste ai suoi diplomati. Il sistema didattico permette agli studenti TIME di testare nuovi campi di studio mai nemmeno presi in considerazione e di allargare i propri orizzonti di studio e professionali.

31 L’esperienza degli studenti di Padova La valutazione e’effettuata sia in modo continuativo (attraverso esami in itinere) sia al termine di ogni corso (una prova finale). Le rispettive votazioni vengono ponderate con un peso del 30-40% e del 60-70% sul voto finale. La prova finale prevede la risoluzione di uno studio di caso da affrontare con qualunque documento ritenuto necessario, ivi compreso il computer. Si vuole mettere in evidenza la capacita’ dello studente di utilizzare il bagaglio teorico acquisito per affrontare in maniera autonoma la risoluzione di un problema reale piuttosto che soffermarsi su di un’interrogazione nozionistica della materia. Il voto viene determinato a partire da parametri di correzione assai specifici individuati dai docenti titolari del corso. La valutazione viene calibrata attraverso una gaussiana centrata sul 10, in cui un solo studente, il migliore, arriva al 20 ed un solo studente, il peggiore, prende 1. La valutazione e’ dunque di carattere comparativo su tutta la classe dell’anno (formata all’incirca da 400 studenti): l’attendibilità statistica è assicurata dalla selezione degli studenti che prima di potersi iscrivere all’ECP devono passare un concorso su base nazionale, garantendo quindi un livello degli studenti sempre molto elevato e omogeneo nel corso degli anni.

32 L’esperienza degli studenti di Padova Stretto legame con le imprese, nei cui quadri dirigenziali la maggior parte dei diplomati trova il suo sbocco naturale. La presenza delle imprese si ritrova -a livello di finanziamenti (dal settore privato arrivano sino al 25 ‐ 30% dell’intero budget dell’ECP) -a livello di peso nel consiglio d’amministrazione: sono presenti numerosi esponenti del mondo lavorativo ed imprenditoriale che concorrono alla determinazione degli obiettivi dell’Ecole, a livello del biennio generalista (anche se in modo meno marcato nell’indirizzo delle materie maggiormente importanti da studiare) e soprattutto nel successivo anno di applicazione. ll contatto con il mondo del lavoro e’ reso piu’ efficace attraverso la presenza di un’associazione studentesca (Forum Centrale Entreprises) che organizza ogni anno un forum con gli stand di 150 aziende mondiali, tavole rotonde per discussioni su diversi temi, conferenze, ecc. Questa occasione offre opportunità all’azienda partecipante di farsi pubblicita’ tra gli studenti, approfondire la conoscenza della loro preparazione, di promuovere stage e/o possiblta’ di impiego; allo studente l’opportunita’ di conoscere il mondo del lavoro, dialogare con gli attori principali dei diversi settori, potersi delineare un percorso professionale etc.

33 L’esperienza degli studenti di Padova Dal punto di vista umano, l’esperienza TIME all’ECP costituisce uno dei bagagli piu’ importanti che ci porteremo dietro nel mondo del lavoro ma soprattutto nella vita di tutti i giorni. L’esperienza di vita in un campus universitario a contatto giornaliero con persone provenienti da 30 paesi sparsi in tutto il mondo porta gli studenti ad abbandonare qualsiasi paura o diffidenza nei confronti del “diverso” per lingua o cultura ed alla nascita di un vero e proprio spirito internazionale. Le attivita’ didattiche di gruppo portano alla creazione di team che devono portare a termine progetti con una durata da pochi giorni a un intero anno accademico: poter partecipare a questi progetti lavorando fianco a fianco con studenti con formazione universitaria, cultura e metodologie di lavoro diverse ci hanno permesso di arricchire enormemente la nostra formazione. L’obiettivo primario del programma TIME e’ appunto quello di formare figure in grado di operare in tutta Europa e, data poi la reale ampiezza della rete di Universita’ aderenti, in tutto il mondo; la nostra esperienza ci permette di dire che, per quanto riguarda il TIME all’ECP, tale obiettivo e’pienamente raggiunto. Ora che la nostra esperienza e’ finita, infatti, possiamo dire di avere amicizie e contatti che vanno dall’Europa intera, al Cile, al Brasile, al Giappone,...

34 L’esperienza degli studenti di Padova Per quanto riguarda l’aspetto professionale, lo stretto contatto con importanti aziende del panorama europeo, e la padronanza del francese e dell’inglese ci hanno aperto numerose possibilità di stage e di impiego in numerosi settori, dal consulting alla finanza, dalla difesa alle costruzioni,... Insomma, in conclusione, ci sentiamo di consigliare questo programma a tutti gli studenti che abbiano un marcato spirito di adattamento e soprattutto una grande voglia di sperimentarsi e di mettersi alla prova. La durata del progetto (due anni) deve dissuadere chi non sia fortemente motivato dall’intraprendere questa esperienza, in quanto sebbene i risultati a fine corsa siano entusiasmanti, il percorso non è facile e solo una forte motivazione permette di superare i numerosi ostacoli iniziali; la multiculturalità, l’ampiezza dello spettro di materie, il livello impegnativo degli insegnamenti all’ECP rappresentano infatti un ostacolo iniziale non trascurabile, che deve essere affrontato e superato per poter trarne beneficio. Queste ultime raccomandazioni non vogliono essere scoraggianti o di carattere dissuasivo, ma ritenevamo ipocrita presentare gli innumerevoli vantaggi senza dare un’idea del loro costo in termini di stress e di impegno.


Scaricare ppt "LA RETE T.I.M.E. T op I ndustrial M anagers for E urope."

Presentazioni simili


Annunci Google