La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Antonella De Luca Psicologa – Psicoterapeuta - Ipnoterapeuta PhD Psicologia e Clinica dello Sviluppo Università di Roma TRE Educazione Emotiva.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Antonella De Luca Psicologa – Psicoterapeuta - Ipnoterapeuta PhD Psicologia e Clinica dello Sviluppo Università di Roma TRE Educazione Emotiva."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Antonella De Luca Psicologa – Psicoterapeuta - Ipnoterapeuta PhD Psicologia e Clinica dello Sviluppo Università di Roma TRE Educazione Emotiva

2 REBT = Rational Emotive Behavior Therapy Ideata da Albert Ellis verso la fine degli anni 50 LE NOSTRE EMOZIONI DERIVANO NON TANTO DA CIÒ CHE ACCADE, MA DA COME INTERPRETIAMO E VALUTIAMO CIÒ CHE CI ACCADE.

3 A BC Evento attivante Pensieri Reazione emotivo comportamentale

4 C. Reazione di natura emotivo- comportamentale: Consequences sentimenti causati dal punto B B. Pensieri (base mentale): Belief system insieme dei pensieri su ciò che è successo A. Evento attivante: Activating event, quello che succede, la situazione in cui ci troviamo

5 Assunti principali della RET: 1. Nella maggior parte dei casi le emozioni che proviamo e il modo in cui ci comportiamo sono la risultante di ciò che pensiamo 2. Un modo di pensare inadeguato (irrazionale) porta a reazioni emotive e comportamentali disfunzionali 3. I problemi emotivi possono essere superati imparando a sostituire i pensieri negativi e controproducenti con i pensieri più realistici e costruttivi

6 Fasi di rieducazione razionale-emotiva: 1. Individuazione delle proprie reazioni emotive inadeguate 2. Individuazione dei propri modi di pensare abituali 3. Correzione e trasformazione dei pensieri irrazionali 4. Pratica di nuovi modi di pensare più adeguati (razionali) con conseguente sperimentazione di nuove reazioni emotive e comportamentali

7 Le emozioni sono reazioni psicofisiologiche più o meno intense che insorgono in risposta a determinati stimoli

8 L’emozione è un fenomeno umano (e non solo) generalizzato, con una cruciale dimensione soggettiva che ne costituisce il significato (vissuto)

9 Soltanto attraverso la personale esperienza un individuo raggiunge la consapevolezza di cosa sia per lui una certa emozione

10 ….ne consegue che non è detto che più individui, che impegano gli stessi termini per descrivere la propria reazione emotiva stiano poi effettivamente vivendo la stessa emozione

11 Le emozioni si formano attraverso il vissuto psicologico di ciascuno di noi, perciò sono uniche, ma paradossalmente uguali per tutti

12 Sono “sentite” in modo soggettivo, ma dichiarate attraverso le stesse manifestazioni fisiche: espressioni del volto, reazioni fisiologiche quali rossore, sudorazione, batticuore agitazione di stomaco ecc…

13 L'ascolto di una melodia attiva in noi stati d'animo, che possiamo manifestare cantando suonando e componendo

14 Se una persona è coinvolta dalla musica che ascolta, se si commuove, se manifesta un'emozione deve essere passata attraverso quella fase cognitiva che implica la formazione di una rappersentazione interna astratta o simbolica di quella musica

15 C Registrazione della reazione emotivo - comportamentale Subito dopo la comparsa del comportamento Per un minimo di due mesi Condensare pian piano il diario

16 A Evento attivante 1. Interno 2. Esterno 3. Interno e esterno

17 B Pensieri 1. Razionali 2. Irrazionali

18 Pensieri razionali 1. Realistici ed oggettivi 2. Aiutano a raggiungere i propri scopi 3. Provocano reazioni emotive adeguate

19 Pensieri irrazionali 1. Irrealistici ed esagerati 2. Non aiutano a raggiungere i propri scopi 3. Provocano reazioni emotive eccessive

20 Principali pensieri irrazionali 1. Doverizzazioni o uso assolutistico del verbo dovere 2. Insopportabilità e intolleranza 3. Valutazioni globali 4. Catastrofizzazioni 5. Indispensabilità, bisogni assoluti

21 TRATTAMENTO Attaccare le convinzioni irrazionali A BC D E

22 1. Attaccare i pensieri e non l’emozione 2. Utilizzare argomentazioni realistiche e non false risposte consolatorie 3. Affrontare tutti gli elementi irrazionali presenti in un pensiero

23 Scheda per l’autoanalisi razionale 1. Cosa è successo A 2. Cosa ho pensato B 3. Come mi sono sentito C 4. Metti in discussione B D 5.Come posso trasformare i pensieri E

24 OBIETTIVI DELLA RET 1. Provare con minore frequenza, minore durata e minore intensità emozioni spiacevoli 2. Provare con maggior frequenza e durata uno stato d’animo positivo

25 ……NE CONSEGUE Migliore qualità della vita individuale Vita Sana

26 Educazione Razionale - Emotiva (ERE) Procedura psicoeducativa che mira a educare l'individuo (bambino o adulto) ad affrontare le proprie emozioni disfunzionali imparando ad utilizzare e potenziare la propria capacità di pensare in modo costruttivo e razionale

27 La prevenzione attuata è sia di tipo primario che secondario

28 Primario Interviene prima che si manifesti il disagio

29 Secondario Agisce sulle prime manifestazioni di disagio prima che questo si sia strutturato in un quadro psicopatologico vero e proprio

30 La ERE funziona di più su problematiche di tipo internalizzato

31 Manifestazioni di ansia, paura tristezza, bassa autostima

32 Nelle problematiche di tipo esternalizzato risulta utile per favorire un clima di classe di maggior accettazione e tolleranza

33 Grazie per l’attenzione Cell


Scaricare ppt "Dott.ssa Antonella De Luca Psicologa – Psicoterapeuta - Ipnoterapeuta PhD Psicologia e Clinica dello Sviluppo Università di Roma TRE Educazione Emotiva."

Presentazioni simili


Annunci Google