La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

380 pz. POLIPOSI NASALE ALLERGICI 30.6% NON ALLERGICI 69.3% Cl. ORL II Bari- 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "380 pz. POLIPOSI NASALE ALLERGICI 30.6% NON ALLERGICI 69.3% Cl. ORL II Bari- 2005."— Transcript della presentazione:

1 380 pz. POLIPOSI NASALE ALLERGICI 30.6% NON ALLERGICI 69.3% Cl. ORL II Bari- 2005

2 Test di provocazione congiuntivale Test di provocazione nasale: - aspecifico (TPNA) - specifico (TPNS) Test di provocazione bronchiale: - aspecifico (TPBA) - specifico (TPBS) TEST DI PROVOCAZIONE

3 RINITI VASOMOTORIE

4 RINITE VASOMOTORIA NEUTROFILA

5 POLIPOSI NASALE COMPLICANZECOMPLICANZE Rinite Mastocitica Rinite Eosinofila Rinite Neutrofila RINO-SINUSITIRINO-SINUSITI S. RINO-BRONCHIALE

6 380 pz. POLIPOSI NASALE ALLERGICI 30.6% NON ALLERGICI 69.3% Cl. ORL II Bari- 2005

7 Test di provocazione congiuntivale Test di provocazione nasale: - aspecifico (TPNA) - specifico (TPNS) Test di provocazione bronchiale: - aspecifico (TPBA) - specifico (TPBS) TEST DI PROVOCAZIONE

8 Test di provocazione Vengono riservati ai casi in cui vi è discordanza tra storia clinica e risultati dei test. Il test di provocazione nasale, congiuntivale e bronchiale specifici devono essere eseguiti con estratti allergenici standardizzati a concentrazioni crescenti

9 Local IgE production and positive nasal provocation test in patients with persistent nonallergic rhinitis. Rondon et al, JACI 2007 Oltre il 50% dei pazienti con diagnosi di rinite persistente non allergica (skin test e CAP-RAST negativi), risponde al challenge nasale specifico. Si ipotizza la produzione locale di IgE che non sono dosabili a livello sistemico

10 Indagini rinologiche : Rinomanometria Valuta la funzionalità respiratoria nasale attraverso il rilievo dei flussi e delle resistenze nelle singole narici. Test poco standardizzato se usato da solo ma estremamente significativo se associato alla reversibilità con vaso-costrittore (test di decongestione) o al test di provocazione nasale specifico con allergene.

11

12

13

14 Esplorazione delle cavità nasali con rinofibroscopio per la diagnostica differenziale della ostruzione nasale Diagnosi di poliposi Diagnosi di Sinusite Indagini rinologiche : Rinofibroendoscopia

15 VANTAGGI DELL’ENDOSCOPIA DELLE V.A.S. POTER ESAMINARE REGIONI ANATOMICHE CHE PRIMA ERA IMPOSSIBILE OSSERVARE POTER ESAMINARE REGIONI ANATOMICHE CHE PRIMA ERA IMPOSSIBILE OSSERVARE POTER STUDIARE, GRAZIE AL SUPPORTO DEL VIDEOREGISTRATORE, L’ESAME CON LA MASSIMA CALMA E CONFRONTARE LE VARIE VISITE POTER STUDIARE, GRAZIE AL SUPPORTO DEL VIDEOREGISTRATORE, L’ESAME CON LA MASSIMA CALMA E CONFRONTARE LE VARIE VISITE

16 FIBRE OTTICHE Le Fibre Ottiche possono essere:  Rigide  Flessibili

17 FIBRE OTTICHE RIGIDE 30° 4 e 2,7 mm NASO - ORECCHIO - OROFARINGE

18 FIBRE OTTICHE 90° 4 e 10 mm LARINGE-RINOFARINGE

19 FLESSIBILE FLESSIBILE LARINGE-RINOFARINGE

20 MODALITÀ DI ESECUZIONE L’ESAME VIENE PRATICATO AMBULATORIALMENTE L’ESAME VIENE PRATICATO AMBULATORIALMENTE PAZIENTE SEDUTO O SEMISEDUTO PAZIENTE SEDUTO O SEMISEDUTO BUONA VASOCOSTRIZIONE DELLA SUPERFICIE MUCOSA (ADULTI O BAMBINI Più GRANDI) BUONA VASOCOSTRIZIONE DELLA SUPERFICIE MUCOSA (ADULTI O BAMBINI Più GRANDI) PAZIENTE A BOCCA APERTA PER RIDURRE AL MINIMO L’APPANNAMENTO PAZIENTE A BOCCA APERTA PER RIDURRE AL MINIMO L’APPANNAMENTO

21 Quando è un esame di PRIMA SCELTA? NelleRinosinusiti (valutazione del COM-RSE). Solo successivamente si praticherà la TAC dei Seni Paranasali in sezione coronale ed assiale. Nelle Rinosinusiti (valutazione del COM-RSE). Solo successivamente si praticherà la TAC dei Seni Paranasali in sezione coronale ed assiale. Nelle Adenoiditi acute e croniche Nelle Adenoiditi acute e croniche Nella valutazione chirurgica di eventuale Adenoidectomia Nella valutazione chirurgica di eventuale Adenoidectomia FIBRO-ENDOSCOPIA del distretto R.S.F.T.T.

22 Indagini Pneumologiche : Spirometria Permette di misurare il volume di aria mobilizzato dall’apparato respiratorio e i flussi respiratori, di individuare la presenza di ostruzione delle vie respiratorie, di valutare la gravità e il grado di risposta ai farmaci.

23 Spirometria

24

25

26 Test di broncoreversibilità Consiste nell’esecuzione dell’esame spirometrico prima e dopo l’assunzione di un broncodilatatore per via inalatoria E’ utile: se il paziente si sottopone alla spirometria per la prima volta in presenza di una riduzione del rapporto FEV 1 /FVC per valutare il grado di risposta al farmaco

27 Curva flusso-volume espiratoria in un paziente con ostruzione bronchiale completamente reversibile dopo 20’ dalla somministrazione di salbutamolo spray Dopo broncodilatatore Deficit ostruttivo V V

28 Test di Reattività Bronchiale Aspecifica Consiste nell’esecuzione dell’esame spirometrico prima e dopo l’inalazione di Metacolina o Mannitolo per via inalatoria E’ utile: per valutare il grado di reattività bronchiale aspecifica

29 F V Spirogramma basale Dopo Metacolina o Mannitolo Reattività Bronchiale Aspecifica

30 I PAZIENTI CON RINITE PERSISTENTE DEVONO SEMPRE ESSERE INDAGATI PER L’EVENTUALE PRESENZA DI ASMA Anamnesi Esame obiettivo Spirometria Se positivi o suggestivi ostruzione normale TEST DI REVERSIBILITA’ TEST DI PROVOCAZIONE ASPECIFICA

31 Citotest (prime test) Vega test Dria test Hair analysis Kinesiologic test Electroacupuncture Biorisonance E PER FINIRE… OLTRE LA SCIENZA… I TEST “ALTERNATIVI”


Scaricare ppt "380 pz. POLIPOSI NASALE ALLERGICI 30.6% NON ALLERGICI 69.3% Cl. ORL II Bari- 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google