La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

XXI Congresso Nazionale S.I.C.Ob Cagliari, 25 – 27 Aprile 2013 M. Veltri, S. Scaringi, E.Facchiano, G.Quartararo, G.Liscia, M.Lucchese S.O.D Chirurgia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "XXI Congresso Nazionale S.I.C.Ob Cagliari, 25 – 27 Aprile 2013 M. Veltri, S. Scaringi, E.Facchiano, G.Quartararo, G.Liscia, M.Lucchese S.O.D Chirurgia."— Transcript della presentazione:

1 XXI Congresso Nazionale S.I.C.Ob Cagliari, 25 – 27 Aprile 2013 M. Veltri, S. Scaringi, E.Facchiano, G.Quartararo, G.Liscia, M.Lucchese S.O.D Chirurgia Bariatrica e Metabolica A.O.U. Careggi - Firenze Analisi delle complicanze precoci nel Bypass Gastrico sec. la classificazione Analisi delle complicanze precoci nel Bypass Gastrico sec. la classificazione di Dindo-Clavien

2 Morbidity scores „APACHE II: A severity of disease classification system.” Knaus W et al. Crit Care Med.1985; Knaus W et al. Crit Care Med.1985; “POSSUM: A scoring system for surgical audit.” Copeland G et al. Br J Surg “Accuracy of the surgeons’ clinical prediction of perioperative complications using a visual analog scale.” Woodfield JC, et al. World J Surg APACHE II VAS POSSUM

3 Dindo-Clavien Classification Ann Surg 2004 Eur Urol 2012 Ann Surg 2009

4 Dindo-Clavien Classification in letteratura “Single-stage laparoscopic sleeve gastrectomy: safety and efficacy in the super-obese.” Lemanu DPLemanu DP et al. J Surg Res Ep J Surg Res. Lemanu DP J Surg Res. “Use of Clavien-Dindo Classification in reporting and grading of complications after urologic surgical procedures; Analysis of ” Yoon PDYoon PD, et al. J Urol J Urol. Yoon PDJ Urol. “Morbidity and mortality after laparoscopic gastrectomy for advanced gastric cancer: results of a phase II clinical trial.” Lee JHLee JH,et al. Surg Endosc Surg Endosc. Lee JH Surg Endosc.

5 What is a complication?  Marker of quality surgery  ≠ failure to cure  ≠ sequelae “any deviation from the normal postoperative course”

6 grado I: ogni modifica del normale decorso post-operatorio che non determini l’utilizzo di trattamento farmacologico, o di intervento chirurgico, endoscopico o radiologico; sono ammesse le terapie con antiemetici, antipiretici, analgesici, diuretici, elettroliti e la fisioterapia. E’ incluso in questo grado il trattamento delle SSI mediante apertura della ferita al letto del trattamento farmacologico, o di intervento chirurgico, endoscopico o radiologico; sono ammesse le terapie con antiemetici, antipiretici, analgesici, diuretici, elettroliti e la fisioterapia. E’ incluso in questo grado il trattamento delle SSI mediante apertura della ferita al letto del malato ; malato ; grado II: necessità di trattamento farmacologico diverso da quello ammesso nel grado precedente; trasfusioni di sangue e nutrizione parenterale sono comprese in questo grado; trasfusioni di sangue e nutrizione parenterale sono comprese in questo grado; grado III: necessità di intervento chirurgico, endoscopico o radiologico : grado IIIa: intervento non in anestesia generale; grado IIIa: intervento non in anestesia generale; grado IIIb: intervento in anestesia generale; grado IIIb: intervento in anestesia generale; grado IV: life-threatening con necessità di ricovero in Unità di Terapia Intensiva (UTI) : grado IVa: disfunzione di organo singolo (compresa dialisi); grado IVa: disfunzione di organo singolo (compresa dialisi); grado IVb: disfunzione multi-organo; grado IVb: disfunzione multi-organo; grado V: decesso del paziente; Suffis.“d”: si aggiunge al grado in presenza di una complicanza che permanga al momento della dimissione (d = disabilità). Indica la necessità di un follow-up per valutare la complicanza. dimissione (d = disabilità). Indica la necessità di un follow-up per valutare la complicanza. Classificazione Dindo-Clavien Ann Surg 2004; 240(2):205-13

7 Materiali e Metodi  155 pazienti sottoposti a Bypass Gastrico per obesità grave dal Gennaio 2009 al Gennaio 2011 presso la S.O.D. Chirurgia Bariatrica e Metabolica dell’A.O.U. Careggi di Firenze  Parametri pre-operatori (peso, altezza, IMC, co-morbilità, ASA score, pregressi interventi chirurgici addominali)  Intervento chirurgico (VL-open, durata, interventi associati, complicanze intraoperatorie)  Outcomes post-operatori (Classificazione Dindo-Clavien)

8 Variabili pre-operatorie n = 155 (100%) Sesso (F)128 (82.6%) Età (anni)43±11.35 (20 – 69) BMI (kg/m 2 )47.25±6.78 (29.75 – 68.78) Co-morbilità Nessuna co-morbilità 26 (16.8%) 2 o più co-morbilità 73 (47.1%) Diabete tipo 228 (18.1%) in tp non-insulinica 18 (11.6%) in tp insulinica 6 (3.9%) Ipertensione arteriosa79 (51.0%) in terapia 62 (40.0%) Dislipidemia 13 (8.4%) in terapia 11 (7.1%) Cardiopatia ischemica2 (1.3%) Pregressa TVP-EP 4 (2.6%) OSAS 25 (16.1%) Disturbi psichiatrici 34 (21.9%) Esposizione tabagica 49 (31.6%) Alcolismo 2 (1.3%) BPCO 15 (9.7%) Dispnea da sforzo 9 (5.8%) Ipotiroidismo 16 (10.3%) Altre co-morbilità 41 (26.4%) ASA score ASA 1 52 (33.6%) ASA 2 85 (54.8%) ASA 3 18 (11.6%) Precedente chirurgia 88 (56.8%) di cui bariatrica 25 (16.1%)

9 Variabili legate all’intervento n = 155 (100%) Accesso VL 143 (92.2%) Conversione 6 (3.9%) Open 6 (3.9%) Durata (minuti) ± ( 85 – 360) Test blue di metilene (regolare) 154 (99.4%) Interventi associati 93 (60.0%) Biopsia epatica 63 (40.6%) Rimozione banding 21 (13.5%) Viscerolisi 35 (22.6%) 2 o più interventi 30 (19.4%)

10 Outcomes post-operatori n = 155 (100%) Utilizzo farmaci sintomatici 93 (60.0%) Utilizzo anti-ipertensivi 11 (7.1%) Utilizzo antibiotici 3 (1.9%) NPT 0 (0.0%) Trasfusioni di sangue4 (2.6%) Addensamenti polmonari 6 (3.9%) Febbre urinaria 1 (0.6%) SSI 3 (2.6%) Ascessi addominali 0 (0.0%) Altre complicanze 8 (5.2%) Life-treathening 2 (1.3%) Necessità di T.I. 1 (0.6%) Re-interventi 3 (1.9%) Fistole anastomotiche0 (0.0%) TVP – EP 0 (0.0%) Mortalità 0 (0.0%) Canalizzazione (gg p.o.) 2.8±1.0 ( 1 – 8) Degenza p.o. (gg) 7.6± 1.4 (6 – 16) ΔHb (g/dL) 2.0± 1.25 (0.1 – 8.2) Complicanze

11 Analisi Multivariata n = 155

12 Complicanze Grado n sanguinamenti SSI sepsi polmonari altre a 1 1 3b 2 1 4a b5 Totale Complicanze in relazione al grado Dindo-Clavien n = 23/155 (14.8%) 5/155(3,2%) 1 1

13 Conclusioni a Il campionamento non è ancora sufficiente per trarre conclusioni definitive. Il campionamento non è ancora sufficiente per trarre conclusioni definitive.  Il tasso di complicanze (14.8%) e quello di complicanze maggiori (3.2%) risulta in linea con i dati proposti in letteratura nelle serie che hanno utilizzato la classificazione D-C anche in altri tipi di chirurgia  Si conferma la validità della classificazione Dindo-Clavien per la standardizzazione delle complicanze in chirurgia bariatrica  Dai dati preliminari ipertensione arteriosa, OSAS e la precedente chirurgia bariatrica potrebbero rappresentare un fattore di rischio

14


Scaricare ppt "XXI Congresso Nazionale S.I.C.Ob Cagliari, 25 – 27 Aprile 2013 M. Veltri, S. Scaringi, E.Facchiano, G.Quartararo, G.Liscia, M.Lucchese S.O.D Chirurgia."

Presentazioni simili


Annunci Google