La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL Nazismo Dopo la prima guerra mondiale La Germania aveva fondato La Repubblica di Weimar, il cui governo era formato da deputati del Partito socialdemocratico,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL Nazismo Dopo la prima guerra mondiale La Germania aveva fondato La Repubblica di Weimar, il cui governo era formato da deputati del Partito socialdemocratico,"— Transcript della presentazione:

1 IL Nazismo Dopo la prima guerra mondiale La Germania aveva fondato La Repubblica di Weimar, il cui governo era formato da deputati del Partito socialdemocratico, liberamente eletto dalla popolazione. La vita democratica del paese fu difficile da difendere,, i movimenti nazionalisti e militaristi di destra erano ancora molto forti e rivendicavano la Pace infame che il governo aveva firmato. La perdita della regione mineraria determinò la mancanza di carbone e quindi la chiusura delle fabbriche, la disoccupazione determinò anche la caduta del marco,il ceto medio azzerò i risparmi e il proletariato si ridusse alla fame Gli operai scesero in piazza contro il governo anche se socialdemocratico e la destra manifestava contro i lavoratori

2 Adolf Hitler era stato caporale nella prima guerra mondiale e condivideva le idee del fascismo, esaltando il ceto medio e scrisse anche un libro, queste le sue idee di fondo:  esaltava la funzione purificatrice della guerra che faceva emergere gli eroi, eliminava le masse nelle trincee  Condanna della società di massa che condanna l’uomo alla solitudine, esaltando il cameratismo  condannava i banchieri che si arricchivano e i social-comunisti che miravano ad appiattire la società  esaltava l’anti-semitismo ossia l’odio di razza contro gli ebrei  Hitler riteneva di avere una grande missione, rifondare la società con una rivoluzione di destra e stabilire Nuovo Ordine Nel 1923 con le SA ( squadre d’assalto) organizzò un colpo di stato = putsch, ma fu imprigionato e subito dopo liberato Grazie agli aiuti economici degli Stati Uniti tra il 1923 e il 1930 la situazione in Germania migliorò, Lentamente ripartì l’ economia. L’equilibrio precario fu scosso quando gli Stati Uniti furono travolti dalla crisi del 1929, bloccando gli aiuti alla Germania e pretendendo la restituzione del denaro già prestato. Nel 1930 l’economia precipitò e nel 1932 tornò la disoccupazione e l’inflazione, operai in sciopero e violenze.

3  Uscito di prigione,Hitler fondò il partito Nazional socialista. Nel 1930 alle elezioni ottenne un grande successo con il suo programma:  Annientamento del pericolo bonscevico  Annullamento del trattato di Versailles  Abbattimento della disoccupazione e lavoro per tutti  Esaltazione della nazione tedesca  Difesa della razza ariana contro quella ebraica - semitica  Superiorità degli ariani e dei tedeschi su tutti gli altri ariani Nel 1932 le SA marciavano per le strade e tutti applaudivano,i militari erano tutti giovani con le divise pulite e il portamento marziale. Di giorno aiutavano i deboli,di notte organizzavano spedizioni punitive che Hitler aveva preso da Mussolini che ammirava incondizionatamente. Anche in Germania ‘’Le Camicie Brune’’ furono sostenute da industriali,agrari,polizie e magistratura,che le ritenevano i tutori dell’ordine mentre nel paese dilagava l’illegalità. Tra il 1932 e il 1933 alle elezioni i socialdemocratici persero e il partito nazista si affermò come primo partito tedesco. Nel 1933 il presidente della repubblica Hindenburg nominò Hitler cancelliere cioè presidente del Consiglio. Proprio come Vittorio Emanuele aveva fatto con Mussolini.

4 Nel 1933 avvenne l’incendio dl Reichastag, la sede del Parlamento, probabilmente il fuoco era stato appiccato dagli stesi nazisti, ma la polizia accusò un comunista, in questo modo Hitler :  scatenò la caccia ai comunisti che furono rinchiusi nei Lager: campi isolati di rieducazione,dichiarò la fine dell’attività parlamentare, varò le leggi eccezionali, eliminò le istituzioni democratiche rendendo lo Stato Totalitario  I sindacati sostituiti da un Fronte del lavoro come aveva fatto Mussolini  Il Partito Nazista divenne partito unico  fu imposta la censura  Furono creati due corpi di polizia militare le SS = squadre di difesa, assolutamente devote a Hitler, la Gestapo, polizia civile segreta che eseguiva gli ordini delle SS, i quali avevano diritto di vita o di morte su tutti i tedeschi. Hitler assunse l’appellativo di Fuhrer, ossia guida Nel 1934, il nazismo ebbe una ulteriore conferma da parte dei benpensanti perché furono assassinati i capi delle SA che sfoggiavano senza pudore la loro violenza durante la notte dei lunghi coltelli, da quel momento le SA furono sciolte

5 Con le leggi eccezionali Hitler proclamo la fine della Repubblica di Weimar e la nascita del Terzo Reich, che si fondava idealmente sul Sacro Romano impero germanico fondato da Ottone I. Il Terzo Reich era una comunità di popolo, sulla comune appartenenza alla razza ariana escludendo ebrei, zingari, slavi ecc. Era guidato dai giovani sulle impronte del passato germanico che aveva combattuto i romani. Era uno stato moderno, teso alla industrializzazione, ma era anche uno stato borghese, basato sulla famiglia, custodita da una donna dolce dedita alla famiglia e sottomessa all’uomo. I tedeschi tutti erano ormai dalla parte di Hitler, l’antisemitismo non indignava nessuno, sembrava che non dovesse avere vere conseguenze Tra il 1933° il 1937Hitler si propose al suo popolo come capo moderato e uomo di pace, nel 1933 ottenne dagli Alleati la sospensione del debito di guerra ottenendo anche l’idolatria delle folle. Ciò gli permise di assicurarsi enormi prestiti con le banche estere, in questo modo portò avanti opere pubbliche, le industrie producevano a pieno ritmo e la disoccupazione debellata, non aumentò i salari ma migliorò le condizioni di lavoro degli operai, i quali godevano anche di una serie di sconti e facilitazioni, il divario con la classe borghese era diminuito, tutti potevano andare all’opera o facilmente viaggiare, ottenendo il consenso del proletariato. All’estero si parlava di miracolo tedesco

6 Nel 1935 vara le leggi razziali, portando avanti una parte fondamentale del suo programma” la purezza della razza”, la prima prevedeva un trattamento sui malati che impediva loro di aver figli, le altre, note con le Leggi di Norimberga vietavano agli ebrei di sposarsi con ariani e di avere servitori ariani. Oltre ai limiti delle leggi, molti cittadini spontaneamente emarginavano gli ebrei Il 1938 tolse la maschera moderata e ordinò alle SS una rappresaglia, quella fu chiamata la Notte dei cristalli, molte vetrine furono infrante, sinagoghe devastate, case distrutte, cento ebrei uccisi e deportati. Inoltre gli ebrei furono costretti a ripagare i danni a loro spese e a svendere la proprie attività agli ariani. Da quella notte moli ebrei decisero di abbandonare la Germania, ma dovevano pagare una tassa sulla fuga esorbitante, che pochi potevano permettersi Dal 1941 nessuno riuscì più ad uscire per il divieto del governo di espatrio. Gli indesiderati aumentavano, ai comunisti, socialisti ed ebrei, si aggiungevano gli zingari, i malati di mente e i disabili, questi furono uccisi con una iniezione letale per non inquinare la razza

7 In tutta la Germania dilagava il regime del terrore portato avanti ad opera della gestapo, come in Russia, anche in Germania bastava un minimo sospetto per essere denunciati, la delazione incoraggiata anche tra i bambini. Il Fuhrer smise di presentarsi come uomo di pace e rese noto il suo vero programma: la realizzazione della Grande Germania, nella quale riunire tutti coloro che in qualunque luogo d’Europa parlassero tedesco, e la teoria dello spazio vitale secondo cui la Germania doveva espandersi ad est, conquistare l’Europa orientale e ridurre gli slavi in schiavitù perché di una razza inferiore, dovevano servire il popolo eletto nel 1938 invade l’Austria gli austriaci furono chiamati a votare in un plebiscito e l’Austria divenne politicamente tedesca. Mussolini, che aveva sempre diffidato di Hitler con l’intento di bloccarlo, decise di seguirlo, nel 1038, Mussolini per dimostrare al Fuhrer la sua fedeltà varò le leggi razziali


Scaricare ppt "IL Nazismo Dopo la prima guerra mondiale La Germania aveva fondato La Repubblica di Weimar, il cui governo era formato da deputati del Partito socialdemocratico,"

Presentazioni simili


Annunci Google