La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Famiglia chiamata alla vita Per sapere, conoscere e decidere da che parte stare sull’”olocausto silenzioso” dell’aborto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Famiglia chiamata alla vita Per sapere, conoscere e decidere da che parte stare sull’”olocausto silenzioso” dell’aborto."— Transcript della presentazione:

1 La Famiglia chiamata alla vita Per sapere, conoscere e decidere da che parte stare sull’”olocausto silenzioso” dell’aborto

2 Che cos’è l’aborto e da quale legge è stato introdotto La medicina definisce “aborto” ogni interruzione di gravidanza che avvenga entro i primi 6 mesi: tempo in cui il nascituro non è ancora capace di vita extrauterina. L’aborto procurato o IVG – interruzione volontaria della gravidanza – è una pratica che interrompe la gravidanza direttamente e intenzionalmente attraverso la soppressione della vita del nascituro. In Italia l’aborto è consentito ai sensi della L. 22 maggio 1978, n “Norme per la tutela sociale della maternità e sull'interruzione volontaria della gravidanza”

3 1) Entro i primi 90 giorni dall’inizio della gravidanza “Per l'interruzione volontaria della gravidanza entro i primi novanta giorni, la donna che accusi circostanze per le quali la prosecuzione della gravidanza, il parto o la maternità comporterebbero un serio pericolo per la sua salute fisica o psichica, in relazione o al suo stato di salute, o alle sue condizioni economiche, o sociali o familiari, o alle circostanze in cui e’ avvenuto il concepimento, o a previsioni di anomalie o malformazioni del concepito….,,si rivolge ad un consultorio……..” art. 4 L 194/78. 2) Dopo i primi 90 giorni “puo’ essere praticata: a) quando la gravidanza o il parto comportino un grave pericolo per la vita della donna; b) quando siano accertati processi patologici, tra cui quelli relativi a rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro, che determinino un grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna” art. 6 L.194/78. Quando si può abortire?

4 Metodi abortivi 1)Tecniche di isterosuzione – frammentazione e aspirazione del concepito attraverso il canale cervicale della madre mediante cannule aspiranti – e del raschiamento – svuotamento della cavità uterina con pinza ad anelli – (metodo Karman) 2)farmaci contragestativi in grado di provocare il distacco, la morte e l’eliminazione dell’embrione già annidatosi. E’ il caso di contragestativi quali l’RU486 detta anche “pillola del mese dopo”, che provoca lo sfaldamento dell’endometrio uterino e il distacco e la morte del concepito 3)“pillola del giorno dopo” 4)Spirale (azione antinidatoria).

5 Quello che non viene detto e fatto vedere sull’aborto Video Dott Nathanson “Il Grido silenzioso” QUI PROIETTIAMO IL VIDEO IN QUESTIONE GRATUITAMENTE SCARICABILE DA YOUTUBE, PER LA DURATA DI 10 MINUTI CIRCA – INTERROMPIAMO LA PROIEZIONE NON APPENA FINISCE LA SPIEGAZIONE DELL’ECOGRAFIA DELL’ABORTO.

6 Solo Due Foto……………… NORMALMENTE NON FACCIAMO VEDERE LE FOTO (perché il video del dott. Nathanson è sufficiente a rendere una idea di che cosa parliamo), TUTTAVIA QUANDO SI RICONOSCE CHE I SPETTATORI POSSONO ESSERE PRONTI PER VEDERE DELLE IMMAGINI COSì FORTI, ADEGUATAMENTE PREPARATI Può ESSERE IL CASO DI MOSTRARLE. IN FONDO SI MOSTRA LA VERITA’ DI Ciò DI CUI PARLIAMO

7 ABORTO DOPO 2 MESI E 1 SETTIMANA

8 ABORTO DOPO 4-6 MESI

9 Ma la legge “funziona”? Funziona benissimo come macchina di morte.... Aborto libero a richiesta per i primi 90 giorni, anche per le minori. Costi aborti ( € ad aborto a carico dei contribuenti). Procedura squisitamente amministrativa. Scarsa informazione alla donna. Scarsi interventi istituzionali a favore della vita. Aborto come controllo delle nascite (aborti ripetuti). Mantenimento degli aborti clandestini, anzi il 32% delle donne che hanno abortito dichiara che se non ci fosse stata la L 194 a permetterlo, avrebbero tenuto il bambino “ricerca università di Trento, di Emilio Guis e Donatella Cavanna” In Italia dal 1978 ad oggi sono stati effettuati oltre 5 milioni di aborti con una media di (circa) aborti annui. La media nazionale è di un aborto ogni 4 nati.

10 Quando inizia una vita………

11 Il nocciolo della questione “ è lecito distruggere la vita del bambino che si sta sviluppando nel grembo della madre?” Romano Guardini – Teologo tedesco -1949

12 Siamo di fronte ad un dilemma etico nuovo? Assolutamente no………. Già 2500 anni fa il medico Greco Ippocrate di fronte a delle richieste di aborto aveva senza esitazione risposto che: “Il buon medico non fa aborti” Mario Palmaro in Aborto e & 194 ed Sugarco 2008

13 Ancora il nocciolo della questione “ è lecito uccidere un essere umano che non ha commesso alcun delitto nè usato violenza, ma che mette gli altri in pericolo con la sua esistenza?” Romano Guardini – Teologo tedesco -1949

14 La risposta “ se si comincia a considerare il danno come ragione sufficiente per violare la vita umana, non si può tener fermo alcun limite in maniera convincente” Romano Guardini – Teologo tedesco -1949

15 L’uomo non è una “COSA” “La vita dell’uomo rimane inviolabile perché egli è una persona …. E infine la personalità può anche rimanere nascosta come nell’embrione: ma essa è data sin dall’inizio in lui e ha i suoi diritti. È questa personalità a dare all’uomo la sua dignità; lo distingue dalle cose e ne fa un soggetto. Il divieto di uccidere l’essere umano esprime nella forma più acuta il divieto di trattarlo come se fosse una cosa. Il rispetto dell’uomo in quanto persona è una delle esigenze che non ammettono discussione: ne dipendono la dignità, ma anche il benessere e alla fine la durata dell’umanità. Se questa esigenza viene messa in forse, si cade nella barbarie” Romano Guardini – Teologo tedesco -1949

16 Come siamo giunti a tanta barbarie? Ogni anno nel mondo oltre 52 Milioni di vite distrutte… Nel Mondo oltre un Miliardo di vite umane già distrutte ……. In Italia dal 1978 oltre cinque milioni di bambini a cui non è stato permesso di nascere …..

17 Da New York a Sereso……. Stessa strategia stesse bugie …………. Attacco alla gerarchia ecclesiastica Falsificazione delle statistiche (2-3 milioni di aborti clandestini l’anno e 20 mila donne morte per aborto clandestino”??) Manipolazione delle coscienze Impedire la conoscenza delle tecniche con cui si pratica l’aborto Evitare che lo sguardo dell’opinione pubblica si posi sul concepito Mettere al centro dell’attenzione esclusivamente la donna convincere le persone contrarie all’aborto a tacere o comunque a dire cose accettabili dalla maggioranza. Con spunti tratti da Benard Nathanson “Aborting America” ed Amici della Vita Mario Palmaro Aborto & 194 ed Sugarco 2008

18 “Meglio rospi che bambini……..” Dalla legge Francese per la tutela delle uova di rospo verde, all’ideologia ecologista- animalista nazista degli anni 30……. Dall’ opposizione agli esperimenti sugli orsi al silenzio sul genocidio in Cina…. dal libro di Antonio Socci “Il Genocidio censurato – Aborto un miliardo di vittime innocenti”

19 Una battaglia contro chi …….. “penso che ci sia anche la sensazione e la percezione di una battaglia contro forze, secondo me, non umane; un tale odio per la vita umana e per l’essere umano in sè, soprattutto per l’essere umano più indifeso, ha qualcosa di più che umano, di peggio che umano, ha qualcosa di satanico” (intervista ad Antonio Socci a Radio Maria 22 Marzo 2006) Intervista Reperibile sul sito “voi che avete per padre il diavolo, e volete compiere i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna” (Vangelo di Giovanni cap.8 vers. 44)

20 San Paolo ci ricorda che ……… “La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti” Lettera agli Efesini Capitolo 6 versetto 12

21 Dalla Sacra Scrittura…. Si comprende come la vita umana, anche su questa terra, sia preziosa. Inspirata dal Creatore... Essa resta sotto la sua protezione: « Del sangue vostro anzi, ossia della vostra vita, io domanderò conto [...]. Chi sparge il sangue dell'uomo, dall'uomo il suo sangue sarà sparso, perché ad immagine di Dio egli ha fatto l'uomo » (Gn 9,5-6). Il comandamento di Dio è formale: “Non uccidere” (Es 20,13). « Avete inteso che fu detto agli antichi: "Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio". Ma io vi dico: Chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio » (Mt 5,21-22). (Congregazione per la dottrina della Fede 1974)

22 Il Catechismo della chiesa cattolica “La vita umana deve essere rispettata e protetta in modo assoluto fin dal momento del concepimento. Dal primo istante della sua esistenza, l'essere umano deve vedersi riconosciuti i diritti della persona, tra i quali il diritto inviolabile di ogni essere innocente alla vita. “ « Prima di formarti nel grembo materno, ti conoscevo, prima che tu uscissi alla luce, ti avevo consacrato » (Ger 1,5). « Non ti erano nascoste le mie ossa quando venivo formato nel segreto, intessuto nelle profondità della terra » (Sal 139,15). ( CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA)

23 Il Catechismo della chiesa cattolica “La cooperazione formale a un aborto costituisce una colpa grave. La Chiesa sanziona con una pena canonica di scomunica questo delitto contro la vita umana. "Chi procura l'aborto, se ne consegue l'effetto, incorre nella scomunica latae sententiae" (Canone 1398), “La Chiesa non intende in tal modo restringere il campo della misericordia. Essa mette in evidenza la gravità del crimine commesso, il danno irreparabile causato all'innocente ucciso, ai suoi genitori e a tutta la società.” ( CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA)

24 Alcuni pensieri…….. “E' un omicidio anticipato impedire di nascere.. E' già un uomo colui che lo sarà” (tertulliano) "Basterebbe un giorno senza nessun aborto e Dio concederebbe la pace al mondo fino al termine dei giorni.“ (SAN PIO da Pietrelcina- risposta ad una domanda del Dott.Lotti) "L'aborto procurato è l'uccisione deliberata e diretta, comunque venga attuata, di un essere umano nella fase iniziale della sua esistenza, compresa tra il concepimento e la nascita". (GIOVANNI PAOLO II - Evangelium Vitae, Città del Vaticano 1995, n. 58)

25 Alcuni pensieri…… «"[...] Sento che oggigiorno il più grande distruttore di pace è l'aborto, perché è una guerra diretta, una diretta uccisione, un diretto omicidio per mano della madre stessa. [...] Perché se una madre può uccidere il suo proprio figlio, non c'è più niente che impedisce a me di uccidere te, e a te di uccidere me. [...]"» (da "Nobel lectures", "Peace" , 11 dicembre 1979) " Noi combattiamo l’aborto con l’adozione. Se una madre non vuole il suo bambino, lo dia a me, perché io lo amo ". (BEATA MADRE TERESA DI CALCUTTA)

26 Giovanni Paolo II…………. “Anche nel terzo reich, i partiti che avevano raggiunto il potere per vie democratiche, se ne servirono per porre in atto perversi programmi dell’ideologia nazional-socialista con lo sterminio che ne venne di conseguenza…… ….permane lo sterminio legale degli esseri umani concepiti e non ancora nati, e questa volta si tratta di un sterminio deciso addirittura da parlamenti eletti democraticamente, nei quali ci si appella al progresso civile delle società i parlamenti che promulgano simili leggi devono essere consapevoli di spingersi oltre le proprie competenze e di porsi in palese conflitto con la legge di Dio e con la legge di natura” Giovanni Paolo II dal libro Memoria ed identità

27 Alcuni pensieri…. «Vorrei chiedere quale sorpresa ci può essere nel fatto che un laico consideri come valido in senso assoluto, come un imperativo categorico, il "non uccidere". E mi stupisco a mia volta che i laici lascino ai credenti il privilegio e l'onore di affermare che non si deve uccidere». «il diritto fondamentale del concepito, quel diritto di nascita sul quale, secondo me, non si può transigere. E' lo stesso diritto in nome del quale sono contrario alla pena di morte. Si può parlare di depenalizzazione dell'aborto, ma non si può essere moralmente indifferenti di fronte all'aborto » Norberto Bobbio

28 Testimonianza sopravvissuta all’aborto Gianna Jessen……... QUI PROIETTIAMO PER INTERO IL VIDEO IN QUESTIONE “sopravvissuta all’aborto” GRATUITAMENTE SCARICABILE DA YOUTUBE, PER LA DURATA DI 15 MINUTI CIRCA

29 L’aborto e le sue conseguenze psicologiche. come tutte le ESPERIENZE TRAUMATICHE, anche l’aborto volontario può avere conseguenze sulla salute mentale della donna sia nel breve che nel lungo periodo. A breve termine riduce l’ansia per il venir meno dell’elemento ansiogeno costituito dalla gravidanza indesiderata. A lungo termine invece costituisce un fattore di rischio significativo sulla funzionalità delle funzioni psichiche. Lettura testimonianza in Maternità Interrotte, ed. San Paolo pag. 31

30 PERCHE’ E’ UN ESPERIENZA TRAUMATICA? PERCHE’ SI VIVE L’UCCISIONE DEL PROPRIO FIGLIO. ED E’ LA DONNA CHE ABORTISCE LA PRIMA A SOFFRIRE! (Lettura testimonianza in Maternità Interrotte, ed. San Paolo pag. 131)

31 SINDROME POST - ABORTIVA Possibili conseguenze psichiche Stati d’ansia Forti cambiamenti d’umore, instabilità Agitazione e tensione interna, iperattività Difficoltà nella concentrazione e nella memoria Depressione Sensi di colpa, rimorso. Propositi di suicidio Senso di abbandono e vuoto interiore Senso di solitudine, emarginazione e isolamento Senso di indifferenza emotiva Abuso di farmaci, alcol, droghe Disordine nei rapporti con il partner -Disfunzioni sulla futura funzione materna (Lettura testimonianza in Maternità Interrotte, ed. San Paolo pag. pg 42 e 102)

32 ….. E i papà? (Lettura testimonianza in Maternità Interrotte, ed. San Paolo pag. pag 117)

33 Segni di speranza.…. un “popolo silenzioso” Centri per aiuto alla vita “ bambini strappati all’aborto” Pontificato di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI Caritas ecc

34 Prospettive di speranza “Gli dei del sangue” che hanno dominato la storia sino a un giorno di 2011 anni fa, hanno dovuto soccombere al Dio che con il suo sangue ci ha comprato” Antonio Socci e Padre Livio Friedrich Nietzsche “l’indivuduo fu tenuto dal Cristianesimo così importante, posto in modo così assoluto, che non lo si poté più sacrificare, ma la specie sussiste solo grazie a sacrifici umani” “Gesù è la vittima che è venuto a porre fine a tutti i sacrifici umani” Antonio Socci

35 PER CONCLUDERE “FEDE E LUCE” Qui mostriamo delle foto con accompagnamento audio del gruppo “Fede e Luce” che ritraggono momenti di vita quotidiana e di esperienze comunitarie delle famiglie e dei loro figli disabili.

36 Nessun diritto di questo lavoro è riservato, tutto per la maggior gloria di Gesù e della sua e nostra amata Madre, Maria Santissima Disponibile per qualsiasi chiarimento e/o approfondimento al seguente indirizzo


Scaricare ppt "La Famiglia chiamata alla vita Per sapere, conoscere e decidere da che parte stare sull’”olocausto silenzioso” dell’aborto."

Presentazioni simili


Annunci Google