La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 NORME COMUNITARIE NEL SETTORE EDILE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 NORME COMUNITARIE NEL SETTORE EDILE."— Transcript della presentazione:

1 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 NORME COMUNITARIE NEL SETTORE EDILE

2 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Immobili e Direttiva IVA 2006/112/CE ( rifusione Sesta direttiva comunitaria n. 77/388/CEE) ART. 12 Gli Stati membri possono considerare soggetti passivi d’imposta chiunque, anche a titolo occasionale, effettui la cessione di un fabbricato o di una frazione di fabbricato e del suolo attiguo, anteriormente alla prima occupazione NB - Nell’ordinamento nazionale questa disposizione non è stata recepita

3 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Immobili e Direttiva IVA 2006/112/CE ( rifusione Sesta direttiva comunitaria n. 77/388/CEE) ART. 135 ART. 137 REGOLA GENERALE Le locazioni e le cessioni di beni immobili sono sempre esenti da IVA (conseguente limitazione della detrazione per l’imposta assolta sugli acquisti) OPZIONE E DEROGA Gli Stati membri possono accordare ai soggetti passivi il diritto di optare per l'imposizione (per poter recuperare l’IVA sugli acquisti)

4 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Immobili e Direttiva IVA 2006/112/CE ( rifusione Sesta direttiva comunitaria n. 77/388/CEE) ART. 199 Estende l’uso dell’inversione contabile (senza specifica autorizzazione) alle seguenti operazioni:  prestazioni di servizi di costruzione, inclusi i servizi di riparazione, pulizia, manutenzione, modifica e demolizione relative a beni immobili nonché la consegna di lavori immobiliari, considerata cessione di beni (contratti di appalto)  messa a disposizione di personale per l’esecuzione delle attività di cui sopra  cessioni di beni immobili qualora il cedente abbia optato per l’imposizione dell'operazione

5 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 NORME NAZIONALI PER LOCAZIONI E CESSIONI DI FABBRICATI EVOLUZIONE NEL TEMPO

6 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Disciplina IVA immobili nel corso degli anni /1996  Favorite imprese di costruzione  Imponibili tutte le cessioni di immobili  Esenti solo le locazioni di abitazioni  Agevolazioni per prima casa, a favore della cooperazione e ai fini sociali e di solidarietà (terremoti e calamità naturali ecc.)  Eliminate barriere architettoniche a favore dei portatori di handicap  Aliquota agevolata per recupero centri storici e urbani

7 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Disciplina IVA immobili nel corso degli anni 1996 DL 323 del 20 giugno Introdotta esenzione IVA per vendite di fabbricati abitativi da parte di imprese non di costruzioni e per immobiliari di rivendita “… le misure introdotte costituiscono un primo intervento del più ampio disegno di razionalizzazione del delicato settore, volto ad evitare elusioni di imposta o distorsioni di mercato”

8 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 NORME INTRODOTTE DAL 4 LUGLIO 2006  Decreto Legge n. 223 del 4 luglio 2006  Legge di conversione n. 248 del 4 agosto 2006  Legge 296 del 27 dicembre 2006 (Finanziaria 2007)  Legge 244 del 24 dicembre 2007 (Finanziaria 2008)  Legge 220 del 13 dicembre 2010 (Stabilità 2011)  Decreto legge n. 83 del 22 giugno 2012  Legge di conversione n. 134 del 7 agosto 2012

9 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 SOCIETA’ IMMOBILIARI, TIPO DI IMMOBILI E SINTESI DELLE REGOLE

10 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 SOCIETA’ IMMOBILIARI E TIPI DI FABBRICATI SOGGETTI IMMOBILIARI DI COSTRUZIONE E DI RIPRISTINO SONO QUELLE CHE HANNO COSTRUITO/RIPRISTINATO O FATTO COSTRUIRE/RIPRISTINARE DA TERZI L'IMMOBILE ANCHE SE L'ATTIVITA' E' OCCASIONALE IMMOBILIARI DI RIVENDITA SONO QUELLE CHE PREVALENTEMENTE EFFETTUANO LE CESSIONI DI IMMOBILI IN VIA ABITUALE IMMOBILIARI DI GESTIONE E IMPRESE DI ALTRO TIPO SONO LE IMMOBILIARI CHE PREVALENTEMENTE DANNO IN LOCAZIONE GLI IMMOBILI E LE ALTRE IMPRESE CHE OCCASIONALMENTE VENDONO O LOCANO IMMOBILI FABBRICATI ABITATIVI RILEVA L'ACCATASTAMENTO E NON LA DESTINAZIONE DEL FABBRICATO RIENTRANO I FABBRICATI COMPRESI NELLA CATEGORIA DA A/1 AD A/11 ESCLUSO A/10. STRUMENTALI FABBRICATI ACCATASTATI IN ALTRE CATEGORIE (AD ESEMPIO GLI UFFICI, I NEGOZI, GLI STABILIMENTI ECC.) INDIPENDENTEMENTE DALL’UTILIZZO

11 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 NORME NAZIONALI PER FABBRICATI - TABELLE DI SINTESI -

12 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 LOCAZIONE NON FINANZIARIA DI IMMOBILI TipoLocatoreConduttore Iva Registro Regime Detrazione per il locatore Abitativo Imprese di costruzione e di ripristino che hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) 10%AmmessaFissa 67 € Soggetti diversi dai precedenti o imprese di costruzione o ripristino che non hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa (o ammessa con pro-rata 2%

13 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 LOCAZIONE NON FINANZIARIA DI IMMOBILI TipoLocatoreConduttore Iva Registro Regime Detrazione per il locatore Alloggi sociali Tutti i soggetti passivi che hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) 10%AmmessaFissa 67 € Tutti i soggetti passivi che non hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa (o ammessa con pro-rata 2% Strumentali Tutti i soggetti passivi che hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) 22%Ammessa1% Tutti i soggetti passivi che non hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa (o ammessa con pro-rata 1%

14 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 LOCAZIONE FINANZIARIA DI IMMOBILI TipoLocatoreConduttore Iva Registro Regime Detrazione per il locatore Abitativo Imprese di costruzione e di ripristino che hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) 10%Ammessa Soggetto a registra zione solo in caso d’uso Soggetti diversi dai precedenti o imprese di costruzione o ripristino che non hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa (o ammessa con pro-rata Soggetto a registra zione solo in caso d’uso

15 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 LOCAZIONE FINANZIARIA DI IMMOBILI TipoLocatoreConduttore Iva Registro Regime Detrazione per il locatore Alloggi sociali Tutti i soggetti passivi che hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) 10%Ammessa Solo in caso d’uso Tutti i soggetti passivi che non hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa (o ammessa con pro-rata Solo in caso d’uso Strumentali Tutti i soggetti passivi che hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) 22%Ammessa Solo in caso d’uso Tutti i soggetti passivi che non hanno optato per l’imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa (o ammessa con pro-rata Solo in caso d’uso

16 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 CESSIONI DI IMMOBILI DAL 12 AGOSTO 2012 TipoCedenteCessionario IVA Registro Ipotecarie catastali Regime Detrazione per il cedente Abitativo Impresa di costruzione o ripristino che vende entro 5 anni Chiunque (anche privati) 4% (prima casa) 10% 22%AmmessaFissa 200 € Fissa + - Impresa di costruzione o ripristino che vende oltre 5 anni e opta per imponibilità Chiunque (anche privati) 4% (prima casa) 10% 22%AmmessaFissa 200 € Fissa + - Altri soggetti passivi e Impresa di costruzione o ripristino che non opta per imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa o ammessa con pro- rata 2% (prima casa) Fissa 50 € + 9%

17 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 CESSIONI DI IMMOBILI DAL 12 AGOSTO 2012 TipoCedenteCessionario IVA Registro Ipotecarie catastali Regime Detrazione per il cedente Alloggi sociali - Tutti i soggetti passivi di imposta che optano per imponibilità Chiunque (anche privati) 4% (prima casa) 10% 22%AmmessaFissa 200 € Fissa + - Tutti i soggetti passivi di imposta che non optano per imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa o ammessa con pro- rata 2% (prima casa) Fissa 50 € + 9%

18 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 CESSIONI DI FABBRICATO TipoCedente Cessionario Iva Reg. Ipo/ catastale Regime Detrazione per il cedente Strumentale Impresa di costruzione o ripristino che vende entro 5 anni Chiunque (anche privati) 10% 22%AmmessaFissa 200 € 3% + 1% = 4% Soggetti passivi d’imposta diversi che optano per imponibilità Chiunque (anche privati) 10% 22%AmmessaFissa 200 € 3% + 1% = 4% Soggetti passivi d’imposta diversi che non optano per imponibilità Chiunque (anche privati) Esente Non ammessa (o ammessa con pro-rata ) Fissa 200 € 3% + 1% = 4%

19 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 INDETRAIBILITA’ OGGETTIVA 19 BIS 1 – SINTESI -

20 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Le immobiliari "di costruzione" e quelle "di ripristino" – cioè quelle che hanno acquistato per ricostruire o ristrutturare un immobile abitativo per la successiva rivendita - possono recuperare l'imposta sugli acquisti e i costi di tali beni Alle altre imprese (immobiliari di gestione, immobiliari di rivendita, società di leasing, società di ogni tipo, imprenditori individuali, artisti e professionisti) non è consentito recuperare l’IVA sull’acquisto di fabbricati abitativi (… vedi tabella successiva ) DETRAZIONE IMMOBILI ABITATIVI (solo per immobiliari di costruzioni e di ripristino) ART. 19-BIS 1

21 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Le "immobiliari di rivendita", le "immobiliari di gestione", le "società di leasing" e tutte le "altre imprese" (banche, assicurazioni, imprese di produzione o di vendita di beni diversi dagli immobili, enti ecc.) che non possono recuperare l'IVA sull'acquisto di fabbricati abitativi possono detrarre l'IVA se concedendo in locazione l'immobile abitativo in regime di esenzione devono procedere alla riduzione della percentuale di detrazione applicando il pro-rata a norma dell'articolo 19, comma 5 e dell'articolo 19-bis nell'anno di acquisto dell'immobile e nei nove anni successivi (Ad esempio, una immobiliare "di rivendita" che concede in locazione sia fabbricati abitativi in regime di esenzione che fabbricati non abitativi assoggettati ad IVA a seguito di opzione può detrarre l'IVA all'atto dell'acquisto di un fabbricato abitativo solo se applica il pro-rata di detrazione) DETRAZIONE IMMOBILI ABITATIVI (per immobiliari di rivendita, gestione, leasing e altre imprese) ART. 19-BIS 1

22 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 SEPARAZIONE DELLE ATTIVITA’

23 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Immobiliari - separazione delle attività Articolo 36, comma terzo Separazione permessa  vendita fabbricati abitativi esenti  vendita fabbricati strumentali imponibili  locazione fabbricati abitativi esenti  locazione fabbricati strumentali imponibili

24 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Immobiliari - separazione delle attività Codici ATECO 2007 Separazione permessa  Costruzione di edifici residenziali e non residenziali  Compravendita di beni immobili effettuata su beni propri compravendite esenti IVA compravendite imponibili IVA  Locazione immobiliare di beni propri locazioni esenti IVA locazioni imponibili IVA

25 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 REVERSE CHARGE E SISTEMA SANZIONATORIO PER ERRATA APPLICAZIONE

26 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Reverse charge sub-appalti edili dal 1 gennaio 2007 Inversione contabile obbligatoria per servizi resi da subappaltatori nei confronti di:  imprese di costruzione o ristrutturazione  appaltatore principale o altro subappaltatore Sia il subappaltatore che la controparte devono svolgere entrambi un’attività appartenente al settore “F-costruzioni” della tabella Ateco 2007 (codici da 41 a )

27 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Reverse charge sub-appalti edili Attività escluse  Fornitura con posa in opera  Prestazione dei professionisti  Prestazioni dirette di chi assume l’appalto principale  Consorzi  Associazioni temporanee di imprese  Noleggio ponteggi  Noli a freddo (senza operatore o senza montaggio/smontaggio dei beni)

28 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Reverse charge sub-appalti edili Agevolazioni per subappaltatori  Considerano con aliquota “zero” le fatture emesse ai fini del rimborso IVA  Possono effettuare compensazione infrannuale  Se nell’anno solare precedente il volume di affari sia stato pari o maggiore all’80% delle prestazioni in subappalto rese, elevato a € il limite della compensazione

29 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Reverse charge per cessioni immobili Inversione contabile per cessioni di fabbricati abitativi effettuate da imprese di costruzione o ripristino oltre 5 anni da ultimazione lavori Inversione contabile per cessioni imponibili su opzione di immobili strumentali

30 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Reverse charge per cessioni immobili Cessioni immobili abitativi e strumentali effettuate  da imprese di costruzione o ristrutturazione entro i 5 anni dall’ultimazione dei lavori  da chiunque nei confronti di privati Fatturazione ordinaria Locazioni di immobili abitativi o strumentali imponibili per opzione

31 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 LE SANZIONI PER L’ERRATA APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE/1 SoggettiViolazioneSanzione Cessionario o committente Mancato assolvimento dell’imposta relativa agli acquisti di beni o servizi, connessa all'errata applicazione del meccanismo dell'inversione contabile Dal cento al duecento per cento dell'imposta non assolta, con un minimo di 258 euro Cedente o prestatore Addebito irregolare dell’imposta in fattura senza effettuare il versamento Dal cento al duecento per cento dell'imposta non pagata, con un minimo di 258 euro. Il cessionario/committen te risponde in solido della sanzione e del pagamento dell’imposta non versata dal cedente/prestatore

32 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 LE SANZIONI PER L’ERRATA APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE/2 SoggettiViolazioneSanzione Cessionario o committente - Cedente o prestatore Irregolarità nell’applicazione del reverse charge, ma regolare assolvimento dell’imposta Tre per cento dell'imposta irregolarmente assolta, con un minimo di 258 euro e un massimo di euro per i primi tra anni di applicazione del nuovo regime ( ). Al pagamento delle sanzioni sono tenuti solidalmente entrambi i soggetti obbligati all'applicazione del meccanismo dell'inversione contabile Cedente o prestatore Mancata emissione della fattura senza applicazione dell’imposta Dal 5 al 10 per cento dell’imponibile non fatturato. Il cessionario o committente è obbligato a regolarizzare l'omissione applicando, comunque, il meccanismo dell'inversione contabile

33 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 ALIQUOTE

34 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 PRIMA CASA – ALIQUOTA IVA 4% IMMOBILE Casa non di lusso secondo i criteri di cui al DM 2 agosto 1969 OGGETTO Si può acquistare: A) la piena proprietà; B) la nuda proprietà; C) quote di comproprietà; D) una pertinenza, per ciascuna categoria, anche successivamente e con atto separato ACQUIRENTESolo persona fisica

35 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 PRIMA CASA – ALIQUOTA IVA 4% UBICAZIONE DELL’IMMOBILE Comune in cui: A) l'acquirente risiede o stabilisce la residenza entro 18 mesi dall'atto di acquisto, ovvero B) l'acquirente svolge la sua attività senza avervi la residenza, ovvero C) esercita l'attività il soggetto da cui dipende l'acquirente che si è trasferito all'estero, ovvero D) qualsiasi altro comune sito nel territorio italiano se l'acquirente è immigrato all'estero PREGRESSA TITOLARITA’ L'acquirente non deve essere: 1. titolare esclusivo o in comunione con il coniuge del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di altra casa di abitazione sita nello stesso comune dove è acquistato l'immobile; 2. titolare lui o il coniuge, neppure per quota o in comunione legale di altra abitazione acquistata in proprietà, 3. usufrutto, uso e abitazione usufruendo della agevolazione sulla prima casa, in qualsiasi parte del territorio nazionale

36 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 PRIMA CASA – DECADENZA E SANZIONI DECADENZA Constatata falsità della dichiarazione di sussistenza dei requisiti Abitazione acquistata con i benefici della prima casa se ceduta entro cinque anni dall'acquisto (a meno che entro un anno dalla cessione non si riacquisti una prima casa avendone i requisiti) SANZIONI Recupero minori imposte versate Soprattassa del 30% sulla differenza tra la somma dovuta senza agevolazioni e la somma versata utilizzando le agevolazioni per: A) imposta di registro, B) imposta ipotecaria; C) imposta catastale Interessi moratori calcolati per ogni semestre compiuto N.B. Le sanzioni non si applicano qualora il beneficiario ceda la prima casa entro cinque anni dall'acquisto, ma entro un anno dalla data di vendita, provveda ad acquistare un'altra abitazione con i benefici della "prima casa"

37 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 CESSIONI FABBRICATI - ALIQUOTE IVA %IMMOBILENORMA 4% “ Prima casa” per l’acquirente venduta da imprese di costruzione o di ripristino entro 5 anni dalla fine della costruzione o dell’intervento di recupero o su opzione n. 21 parte II tabella A … …

38 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 CESSIONI FABBRICATI - ALIQUOTE IVA %IMMOBILENORMA 10% 1)Interi fabbricati abitativi e non, aventi le caratteristiche di cui all’articolo 13 della legge n. 408 del 1949, ceduti dall’impresa costruttrice n. 127-undecies, parte III tabella A 2)Porzione di fabbricati a destinazione diversa da quella abitativa (negozi, uffici, depositi, laboratori, autorimesse, ecc.) compresi in edifici “Tupini” cedute dall’impresa costruttrice 3)Abitazioni non costituenti “prima casa” purché non di lusso, indipendentemente dal tipo di fabbricato (“Tupini” o non) cedute da imprese di costruzione o di restauro 4)Interi fabbricati abitativi e non, sui quali sono state eseguite opere di restauro o ristrutturazione edilizia, ceduti dalle imprese che hanno eseguito gli interventi n quinquiesdecies, parte III tabella A … …

39 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 CESSIONI FABBRICATI - ALIQUOTE IVA %IMMOBILENORMA 10% 5)Porzioni di fabbricati a destinazione diversa da quella abitativa (negozi, uffici, depositi, laboratori, autorimesse, ecc.) compresi in edifici restaurati o ristrutturati, cedute dalle imprese che hanno eseguito gli interventi n quinquiesdecies, parte III tabella A 6)Opere di urbanizzazione primaria e secondaria n. 127-quinquies, parte III tabella A 7)Impianti di produzione e reti di distribuzione di calore-energia (teleriscaldamento) 8)Linee di trasporto metropolitane, tranviarie e altre linee di trasporto a impianto fisso 9)Impianti di produzione e reti di distribuzione di energia elettrica da fonte solare fotovoltaica ed eolica 10)Impianti di depurazione destinati ad essere collegati a reti fognarie, anche intercomunali, e ai relativi collettori di adduzione … …

40 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 CESSIONI FABBRICATI - ALIQUOTE IVA %IMMOBILE 22% 1)Interi fabbricati (abitazioni, negozi, uffici, depositi, ecc.), che non abbiano le caratteristiche della “legge Tupini”, anche se contengono un’unità immobiliare non di lusso destinata a costituire “prima casa” per l’acquirente, ceduti da chiunque 2)Porzioni di fabbricato non destinate ad uso abitativo (negozi, uffici, depositi, laboratori, autorimesse, ecc.), site in un edificio privo delle caratteristiche di cui alla “legge Tupini” cedute da chiunque 3)Porzioni di fabbricato non destinate ad uso abitativo site in un edificio avente le caratteristiche della “legge Tupini”, cedute da soggetti diversi dalle imprese costruttrici 4)Case di abitazione di lusso cedute da imprese costruttrici o di ripristino entro 5 anni dall’ultimazione dei lavori o su opzione a favore di chiunque (anche se per l’acquirente si tratta della “prima casa”) … …

41 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 PRESTAZIONI DI SERVIZI - ALIQUOTE IVA % OGGETTONORMA 4% 1)Appalti relativi alle nuove costruzioni dei fabbricati di cui all’art. 13 della legge n. 408 del 1949 (legge “Tupini”) nei confronti di: a)soggetti che svolgono attività di costruzione di immobili per la successiva rivendita; b)cooperative edilizie e loro consorzi anche se a proprietà indivisa n. 39 parte II tabella A 2)Appalti per la costruzione di nuove “prime case” …

42 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 PRESTAZIONI DI SERVIZI - ALIQUOTE IVA %OGGETTONORMA 10% 1)Appalti relativi: a)alla costruzione di case di abitazione di cui al n undecies b)alla realizzazione degli interventi di recupero di cui all’art. 31 della legge 5 agosto 1978, n. 457, esclusi quelli di cui alle lettere a) e b) del primo comma dello stesso articolo. Pertanto sono compresi nell’aliquota ridotta i lavori di cui alle lettere c), d) e e) di tale primo comma (restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, ristrutturazione urbanistica dei centri abitati) nonché gli interventi di demolizione e fedele ricostruzione di immobili esistenti che non possono essere ricondotti alle ipotesi di nuova costruzione sicché scontano sempre l’aliquota del 10%; n quaterdecies, parte III tabella A 2)Appalti relativi alla realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria di cui all’art. 31, comma 1, lett. b) della legge 5 agosto 1978, n. 457, sugli edifici di edilizia residenziale pubblica n duodecies, parte III tabella A 3)Appalti relativi alle opere di urbanizzazione primaria e secondaria nonché alle altre opere (teleriscaldamento, linee di trasporto, impianti di depurazione, ecc.) di cui alla voce 127-quinquies n septies, parte III tabella A …

43 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 BENI - ALIQUOTE IVA %OGGETTONORMA 4% 1)Beni, escluse le materie prime e semilavorate, forniti per le costruzioni, anche in economia, dei fabbricati di cui all’articolo 13 della legge n. 408 del 1949, ivi comprese le “prime case” n. 24 parte II tabella A 10% 1)Beni, escluse le materie prime e semilavorate, forniti per la realizzazione degli interventi di recupero di cui all’art. 31 della legge 5 agosto 1978, n. 457, esclusi quelli di cui alle lettere a) e b) del primo comma dello stesso articolo n terdecies, parte III tabella A 2)Beni, escluse le materie prime e semilavorate, forniti per le opere di urbanizzazione primaria n sexies, parte III tabella A

44 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 TIPODESCRIZIONENOTE IMMOBILI INTERESSATI Categorie da A1 a A11 (escluso A10) Indipendentemente dall’utilizzo INTERI FABBRICATI con prevalenza utilizzo abitativo 1) Anche le parti comuni (per intero) 2) No unità diverse da quelle abitative EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA con prevalente destinazione abitativa Edifici assimilati alle case di abitazione Si: orfanotrofi, ospizi, brefotrofi e conventi. No: caserme, scuole ospedali. Pertinenze immobili abitativi (box, cantine…) Anche se poste in fabbricati diversi, senza prevalente destinazione abitativa MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SU FABBRICATI ABITATIVI - LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N ALIQUOTA IVA 10% …

45 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 TIPODESCRIZIONENOTE MANUTENZIONE ORDINARIA Mantenimento elementi di finitura e degli impianti tecnologici con riparazione dell’esistente 1) Piccole riparazioni 2) - Manutenzione obbligatoria di impianti elevatori e riscaldamento - compresi canoni periodici e sostituzioni parti FORNITURA CON POSA IN OPERA L’aliquota del 10% spetta anche per le forniture di beni con posa in opera se i beni vengono forniti dallo stesso soggetto che esegue la prestazione. Se i beni vengono forniti da un soggetto diverso o vengono acquistati direttamente dal committente, si applica l’aliquota del 22% … MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SU FABBRICATI ABITATIVI - LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N ALIQUOTA IVA 10%

46 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre Ascensori e montacarichi - Infissi esterni ed interni - Caldaie - Videocitofoni - Apparecchiature di condizionamento e riciclo dell’aria - Sanitari e rubinetterie da bagno - Impianti di sicurezza BENI SIGNIFICATIVI - DM 29 DICEMBRE REGOLA - CM n. 71/E del 7 aprile 2000 In presenza di interventi con impiego di beni significativi, gli stessi sono soggetti al 10% fino al limite massimo della differenza tra il prezzo della prestazione complessiva e il valore dei beni medesimi Il valore residuo sconta l’IVA del bene ceduto (22%) MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SU FABBRICATI ABITATIVI - LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N ALIQUOTA IVA 10%

47 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre ° CASO – BENI SIGNIFICATIVI DI VALORE INFERIORE AL 50% DELL’INTERO INTERVENTO LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N. 488 Intervento di manutenzione straordinaria sull’impianto di riscaldamento con sostituzione della caldaia e rifacimento bagno per un importo totale complessivo di euro , di cui A) Caldaia, sanitari e rubinetteria4.000 B) Materie prime impiegate (collanti, maioliche ecc.)3.000 C) Mano d’opera3.000 …

48 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre ° CASO – BENI SIGNIFICATIVI DI VALORE INFERIORE AL 50% DELL’INTERO INTERVENTO Beni e serviziImponibile%Imposta Mano d’opera + materie prime (3.000 mano d’opera beni impiegati) Beni (*) significativi (caldaia, sanitari e rubinetteria) TOTALE LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N. 488 (*) In caso di beni significativi di valore inferiore al 50% dell’intero intervento su tutto il valore dei beni significativi si applica l’IVA del 10% …

49 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Intervento di manutenzione straordinaria sull’impianto di riscaldamento con sostituzione della caldaia e rifacimento bagno per un importo totale complessivo di euro , di cui A) Caldaia, sanitari e rubinetteria6.000 B) Materie prime impiegate (collanti, maioliche ecc.)2.000 C) Mano d’opera ° CASO – BENI SIGNIFICATIVI DI VALORE SUPERIORE AL 50% DELL’INTERO INTERVENTO LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N. 488 …

50 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Beni e serviziImponibile%Imposta Mano d’opera + materie prime (2.000 mano d’opera beni impiegati) Beni significativi * ( valore complessivo – valore beni significativi) (6.000 valore beni significativi – beni soggetti al 10%) TOTALE ° CASO – BENI SIGNIFICATIVI DI VALORE SUPERIORE AL 50% DELL’INTERO INTERVENTO (*) In caso di beni significativi di valore superiore al 50% dell’intero intervento l’importo della fattura va scisso e si applica l’aliquota ridotta del 10% sulla mano d’opera, sulle materie prime e su una parte di valore dei beni significativi LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N. 488 …

51 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 A) Acquisto di caldaia, sanitari e rubinetteria presso il commerciante Alfa B) Esecuzione dei lavori di sostituzione della caldaia e rifacimento del bagno eseguiti dall’impresa Beta ° CASO – BENI SIGNIFICATIVI ACQUISTATI DA UNA DITTA DIVERSA DA QUELLA CHE ESEGUE I LAVORI LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N. 488 …

52 Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 Acquisti di beni e servizi Imponibile%Imposta Commerciante Alfa Impresa Beta TOTALE complessivo Alfa + Beta ° CASO – BENI SIGNIFICATIVI ACQUISTATI DA UNA DITTA DIVERSA DA QUELLA CHE ESEGUE I LAVORI In caso di beni significativi forniti da un soggetto diverso da quello che esegue l’intervento, si sconta un carico fiscale maggiore, non essendo agevolato l’acquisto dei beni soggetto all’aliquota propria del bene (22%). Resta ferma l’aliquota agevolata per i soli lavori di esecuzione della prestazione LEGGE 23 DICEMBRE 1999 N. 488 …


Scaricare ppt "Dott. Giuseppe Romano Convegno ODCEC Caltanissetta, 23 ottobre 2014 NORME COMUNITARIE NEL SETTORE EDILE."

Presentazioni simili


Annunci Google