La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VERSO IL DIRITTO DEI DIRITTI UMANI Il 7 Dicembre 1941 il Giappone attacca la base americana di Pearl Harbor. Il giorno successivo il Presidente degli Stati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VERSO IL DIRITTO DEI DIRITTI UMANI Il 7 Dicembre 1941 il Giappone attacca la base americana di Pearl Harbor. Il giorno successivo il Presidente degli Stati."— Transcript della presentazione:

1 VERSO IL DIRITTO DEI DIRITTI UMANI Il 7 Dicembre 1941 il Giappone attacca la base americana di Pearl Harbor. Il giorno successivo il Presidente degli Stati Uniti, Franklin Delano Roosewelt, pronuncia un famoso discorso “Sullo Stato dell’Unione”, noto anche come il discorso “delle quattro libertà”: Libertà di parola e di espressione; Libertà di culto; Libertà dal bisogno; Libertà dalla paura…..... Inizia il cammino del Diritto dei diritti umani

2 . L’Art. 6c della “Carta del Tribunale Militare Internazionale di Norimberga” definisce i: “Crimini contro l’umanità: assassinio, sterminio, riduzione in schiavitù, deportazione ed altri atti inumani commessi contro popolazioni civili prima e durante la guerra; persecuzioni per motivi politici, razziali o religiosi … che costituiscano, o meno, una violazione della legislazione nazionale del paese in cui sono stati perpetrati.”. VERSO IL DIRITTO DEI DIRITTI UMANI

3 Firmata dagli allora 51 Stati-parte dell’Organizzazione è adottata per acclamazione, a San Francisco, il 26 giugno 1945 Entrata in vigore, con il deposito del 29° strumento di ratifica, il 24 ottobre 1945 Ratificata dall'ltalia con Legge Costituzionale 17 agosto 1957, n 848, in Suppl. Ord. G.U. n. 238 del 25 settembre 1957 LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE

4 STATUTO DELLE NAZIONI UNITE Art. 55 Al fine di creare le condizioni di stabilità e di benessere che sono necessarie…le Nazioni Unite promuoveranno: …il rispetto e l’osservanza universale dei diritti umani e delle libertà fondamentali per tutti, senza distinzione di razza, sesso, lingua o religione

5 I “DUE FRATELLI NEMICI”” esistenza di un diritto naturale, un insieme di norme e di comportamenti dedotti dalla natura, insiti nella natura umana e non modificabili dalle leggi unico diritto possibile quello positivo, cioè quello prodotto dal legislatore; non vi è una correlazione necessaria tra diritto vigente e morale GIUSNATURALISMO GIUSPOSITIVISMO

6 universali inalienabili indivisibili irrinunciabili

7 10 dicembre 1948 Dichiarazione universale dei diritti umani

8 Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo; Dal Preambolo della DUDU Considerato che il disconoscimento e il disprezzo dei diritti umani hanno portato ad atti di barbarie che offendono la coscienza dell'umanità, e che l'avvento di un mondo in cui gli esseri umani godano della libertà di parola e di credo e della libertà dal timore e dal bisogno è stato proclamato come la più alta aspirazione dell'uomo;

9 LA STRUTTURA DELLA DUDU Artt. 1-2: Articoli base della Dichiarazione: ne fondano il senso profondo e il carattere universale; Artt. 3-21: Diritti civili e politici Artt :Diritti economici - sociali - culturali Artt : Fondano il diritto a un ordine sociale e internazionale e affermano l'esistenza di doveri dell'individuo nei confronti della Società Art. 30: Protegge la Dichiarazione da interpretazioni che ne contraddicano finalità e contenuti.

10 Gli Stati parti del presente Patto riconoscono il diritto di ogni individuo ad un livello di vita adeguato per sé e per la propria famiglia, … un’alimentazione, un vestiario ed un alloggio adeguati, nonché al miglioramento continuo delle proprie condizioni di vita. Gli Stati parti prenderanno misure idonee ad assicurare l’attuazione di questo diritto… Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali 16 dicembre 1966

11 Comitato per i diritti economici, sociali e culturali Rispetto Implica un atteggiamento di non disturbo Protezione Comporta un intervento in prima persona per fornire copertura giuridica contro le violazioni del diritto “messa in opera di adeguate misure” Richiede che lo Stato faciliti il godimento di un diritto Richiama gli Stati a:

12 Consiglio di Sicurezza dell’Onu- risoluzione 1674/2006 “…spetta a ciascuno Stato proteggere la popolazione civile dal genocidio, dai crimini di guerra, dalla pulizia etnica e dai crimini contro l’umanità”

13 CARTA AFRICANA DEI DIRITTI UMANI E DEI POPOLI Articolo 16 Ogni persona ha il diritto di godere del migliore stato di salute fisica e mentale che essa sia in grado di conseguire.

14 CARTA AFRICANA DEI DIRITTI UMANI E DEI POPOLI Articolo I popoli hanno la libera disponibilità delle loro ricchezze e delle loro risorse naturali. Questo diritto si esercita nell’interesse esclusivo delle popolazioni. In nessun caso un popolo può esserne privato 2. In caso di spoliazione il popolo danneggiato ha il diritto al legittimo recupero dei beni e ad un adeguato indennizzo.

15 NORME DELLE NAZIONI UNITE SULLA RESPONSABILITA’ SOCIALE DELLE IMPRESE Secondo l’art. 14, le società transnazionali sono responsabili dell’impatto sull’ambiente e sulla salute Secondo l’art. 18, le imprese debbono risarcire le persone o le comunità che hanno subito danni per il mancato rispetto delle norme ONU

16 MENO BENEFICENZA PIU’ DIRITTI

17 occorre anche agire affinché le leggi siano accompagnate da una vera evoluzione della mentalità corrente Patti, convenzioni e dichiarazioni non bastano:

18 “Dichiarazione sul diritto e la responsabilità di singoli individui, gruppi ed organi della società di promuovere e proteggere i diritti umani e le libertà fondamentali universalmente riconosciuti”, meglio nota come la. 9 dicembre 1998 Dichiarazione sui difensori dei diritti umani

19 Conflitti armati Espulsioni forzate Interessi economici Distruzioni di case VIOLAZIONI DEI DIRITTI FONDAMENTALI

20 Guerre dichiarate Guerre non dichiarate Conflitti interni Conflitti non “riconosciuti”

21 Più di un miliardo di persone lottavano per sopravvivere con meno di un dollaro al giorno Un bambino su cinque lasciava la scuola prima della fine delle elementari Più di 14 milioni di bambini perdevano almeno un genitore a causa dell’AIDS Circa 800 milioni di persone soffrivano di fame cronica Mezzo milione di donne morivano durante la gravidanza o il parto Mentre i loro governi acquistavano armi per il 66% del valore … totale delle esportazioni mondiali…

22 bambini e bambine soldato sono coinvolti in conflitti armati Tenere in mano un fucile non è buono per un bambino. Non puoi dormire, non hai cibo da mangiare…Adesso mi rendo conto che se fossi andato a scuola avrei un futuro

23 I diritti negati DIRITTO AD UN AMBIENTE SANO DIRITTO ALL’ISTRUZIONE DIRITTO ALLA SALUTE DIRITTO ALLA SICUREZZA DIRITTO ALL’IDENTITA’ CULTURALE

24 DIRITTO AD AVERE UN FUTURO

25 Messaggio del Children’s Forum all’Assemblea Onu 2002 Siamo i bambini del mondo Siamo le vittime di sfruttamento e abusi Siamo i bambini di strada Siamo i figli della guerra Siamo le vittime e gli orfani dell’HIV/AIDS Ci viene negata una buona scuola e una buona assistenza medica Siamo vittime di discriminazioni politiche, economiche, culturali, religiose e ambientali Vogliamo un mondo a misura di bambino, perché un mondo a nostra misura è un mondo a misura umana per tutti

26

27

28 8 marzo a Teheran

29 RENE' CASSIN, UNO DEI PADRI DELLA DICHIARAZIONE, PREMIO NOBEL PER LA PACE...la Dichiarazione è il vessillo di tutti coloro che sono vittime di persecuzione e abusi di ogni genere… La Dichiarazione impegna la responsabilità delle nazioni e degli individui, uno per uno…

30 La DUDU compie 60 anni… …e speriamo che non vada in pensione! Grazie dell’attenzione Circoscrizione Veneto-TrentinoAltoAdige Via Maroncelli, 65/3- Padova


Scaricare ppt "VERSO IL DIRITTO DEI DIRITTI UMANI Il 7 Dicembre 1941 il Giappone attacca la base americana di Pearl Harbor. Il giorno successivo il Presidente degli Stati."

Presentazioni simili


Annunci Google