La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Trainer &Coach CORSO ORIENTATORE PROFESSIONALE CORSO ORIENTATORE PROFESSIONALE : Il nuovo mercato del lavoro globale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Trainer &Coach CORSO ORIENTATORE PROFESSIONALE CORSO ORIENTATORE PROFESSIONALE : Il nuovo mercato del lavoro globale."— Transcript della presentazione:

1 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Trainer &Coach CORSO ORIENTATORE PROFESSIONALE CORSO ORIENTATORE PROFESSIONALE : Il nuovo mercato del lavoro globale

2 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach L’ORGANIZZAZIONE NEL NUOVO MILLENNIO: CONTESTO COMPETITIVO 1.Globalizzazione 2.Deregolamentazione 3.Mercati Turbolenti 4.Ipercompetitività 5.Innovazione NUOVI MODELLI ORGANIZZATIVI  Azienda piatte  Diminuzione dei livelli gerarchici  Abbattimento delle rigide divisioni funzionali RUOLI :  Tramonto dei compiti parcellizzati  Maggiore discrezionalità, autonomia, creatività  Delega delle responsabilità,  Necessità di flessibilità  FOCUS :COMPETENZE TRASVERSALI

3 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LA FLESSIBILITÀ: UN CONCETTO VAGO E..MULTIUSO  FLESSIBILITA’ ORGANIZZATIVA: capacità dell’impresa di riadattare rapidamente i fattori di produzione (macchine e lavoratori) per cogliere le opportunità del mercato e per rispondere alle esigenze di innovazione tecnologica.  FLESSIBILITA’ DEL LAVORO:  de-standardizzazione e diversificazione delle diverse componenti del rapporto d’impiego. Evoluzione “sistema lavoro”  nei contenuti  nelle forme CARATTERISTICHE DEL MDL

4 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach IL MDL : QUALCHE DATO  Settembre 2010  Il tasso di disoccupazione si posiziona all’8,5 per cento.  Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) è pari al 28,2 %, con una crescita di 0,8 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4 punti percentuali rispetto a febbraio 2009.

5 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach MDL: E STIPENDI  I lavoratori italiani incassano ogni anno retribuzioni medie tra le più basse dei paesi industrializzati, mediamente il 17% in meno della media Ocse  Se invece come termine di paragone viene assunta l'Europa, lo stipendio italiano è inferiore del 23%

6 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach I PAESI CON IL MAGGIOR SALARIO MEDIO NETTO ANNUO 1.Corea del Sud ( dollari), 2.Regno Unito (38.147), 3.Svizzera (36.063), 4.Lussemburgo (36.035), 5.Giappone (34.445), 6.Norvegia (33.413), 7.Australia (31.762), 8.Irlanda (31.337), 9.Paesi Bassi (30.796) 10.Usa (30.774). 11.… 12.…  AL 23 °POSTO …L’ ITALIA ! con dollari (poco più di €), dopo quegli altri paesi europei con retribuzioni nette annue che si aggirano in media intorno ai dollari, tra i quali: Germania (29.570), Francia (26.010), Spagna (24.632),

7 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Volendo fare un paragone con gli altri cittadini europei… il lavoratore italiano percepisce un compenso salariale che è inferiore  del 44% rispetto al dipendente inglese,  del il 32% di quello irlandese,  del il 28% di quello di un tedesco,  del il 19% di quello greco,  del18% in meno del cittadino francese  del il 14% in meno di quello spagnolo…..!!! Fonte Eurispes

8 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach MDL: LE TASSE E I CONTRIBUTI  Con una percentuale del 46,5%, l’Italia si piazza al sesto posto dei Paesi dove il cuneo fiscale, cioè la differenza tra quanto pagato dal datore di lavoro e quanto il lavoratore effettivamente incassa, è più alto.

9 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach E I LAUREATI ?

10 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach INDAGINE ALMALAUREA 2011

11 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach INDAGINE ALMALAUREA 2011 Nb: nel 69% dei casi i laureati in corsi lunghi dichiarano di svolgere un lavoro per il quale era richiesto il titolo posseduto mentre tra i laureati di primo livello tale percentuale scende al 45,8%.

12 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach A quanti viene richiesta la laurea per lavorare? Tra i laureati in corsi triennali la quota di impiegati in lavori che richiedono la laurea è particolarmente elevata soltanto tra quanti si sono laureati nelle professioni sanitarie corsi lunghi corsi triennali

13 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach QUANTO GUADAGNANO?

14 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach INDAGINE ALMALAUREA 2011

15 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Guadagno in euro a 5 anni dalla Laurea..  Medico  Ingegnere  Credito/assicurazioni  Pubblica amministrazione/forze armate  Informatica  Progettazione edile/architettonica  Commercio  Consulente  Addetti allo sportello  Impiegato/contabile  Insegnante  Psicologo  Educatore  Avvocato 962  Media Fonte: Almalaurea 2011

16 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach COME VENGONO ASSUNTI ?

17 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LE CONDIZIONI CONTRATTUALI I DEI LAUREATI Tipologia del contratto di impiego per tipologia di laurea negli ultimi tre anni. I dati sono relativi alle condizioni dei laureati a un anno dal conseguimento del titolo di studio.

18 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Inser. inserimento

19 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Inserimento

20 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach la laurea garantisce ancora maggiore occupabilità?

21 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Qualche riflessione..  Per i giovani laureati tra i 25 e i 34 anni, il tasso di disoccupazione risulta pari all'11,2%, contro l'8% per i diplomati: il caso italiano e' unico in Europa.  tra i diplomati che hanno un lavoro a tre anni dal diploma, l'83% di quelli provenienti da istituti professionali e tecnici ha trovato lavoro a tempio pieno.  Inoltre questi ragazzi hanno retribuzioni piu' elevate: il 42% guadagna piu' di mille euro al mese…  NB .I laureati risultano comunque pagati di più nel lungo periodo…  i diplomati hanno remunerazioni più cospicue all'inizio è perché entrano prima nel mercato del lavoro, restano però ancorati a una stessa posizione per il resto della vita lavorativa.  2010: le immatricolazioni in calo del 5% nelle università, nonostante l’aumento dei diplomati (che solo nel 62% si è iscritto nel 2010 all’università contro il 66% del 2009). Tuttavia….

22 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach IL MDL E LE AZIENDE

23 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach QUALI TITOLI DI STUDIO RICHIEDONO ?

24 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CORSI DI LAUREA DI MAGGIOR “SUCCESSO”  Gruppo medico e professioni sanitarie (98 %),  Ingegneria gestionale (88,6% di occupati in modo stabile),  Ingegneria delle telecomunicazioni (87,5%),  Ingegneria informatica (84,7%),  Farmacia (79,6%)  Gruppo economico-statistico, di architettura (entrambi quasi 86 %)

25 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach ALTRO DATO..  Le aziende, nel 66% delle assunzioni previste per i laureati e nel 60% di quelle per i diplomati considerano indispensabile una precedente esperienza lavorativa, anche sotto forma di stage:  In realtà sono solamente il 31% dei laureati e il 27% dei diplomati ad aver maturato un’esperienza di lavoro durante gli studi.

26 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach QUALI SONO I SETTORI SU CUI PUNTARE?

27 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach SETTORI ECONOMICO-PROFESSIONALI IN CRESCITA  le nuove tecnologie: la comunicazione: comunicatore aziendale e pubblicitario;  la finanza: promotore finanziario, analista finanziario, broker;  il settore sociosanitario: esperto in psicomotricità, massofisioterapista, consulente famigliare, educatore sociale;  il turismo: direttore d'albergo, organizzatore di congressi, esperto in marketing turistico, guide naturalistiche, interprete e traduttore;  l'ambiente e i beni culturali: manager ecologico, tecnico della qualità ambientale, addetto al restauro, imprenditore di beni culturali;  i servizi alle imprese: consulente di direzione e organizzazione, consulente tributario, designer, esperto in gestione delle risorse umane, esperto in marketing;  la formazione e i servizi all'impiego: formatore e tutor a distanza.

28 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CRESCONO ANCHE I GREEN JOB….

29 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach I MESTIERI VERDI PIÙ RICHIESTI NEI PROSSIMI ANNI 1.Direttore di parco (a metà tra lo zoologo e il gestore di risorse umane): 2.Disaster manager (E’ un professionista che ci "difende" contro le calamità naturali (inondazioni, dissesto idrogeologico, incendi e terremoti 3.Auditor ambientale (E’ un ispettore che avrà il compito di verificare l’ottemperanza di tutte le disposizioni comunitarie applicate ai processi d’impresa. 4.Certificatore (è l’ingegnere della qualità che certifica i prodotti ecocompatibili 5.Consulente energetico è colui che propone un uso intelligente dell’energia a famiglie e imprese. Per legge, gli energy manager lavorano nelle grandi industrie o presso enti pubblici e privati, ma in futuro essi saranno a disposizione di piccole e medie imprese e degli utenti per un utilizzo più nazionale dell’energia. Il profilo professionale di questo specialista è quindi quello di un tecnico con una laurea in ingegneria o in architettura.

30 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach DOMANDA E OFFERTA DI LAVORO… un incontro ancora possibile? difficoltà di reperimento competenze richieste sistemi di recruiting

31 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach DIFFICOLTA’ DI REPERIMENTO

32 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach 1.carenza quantitativa  dirigenti  professioni intellettuali e tecniche,  figure high skill,  professioni qualificate del commercio e dei servizi. QUALI LE CAUSE? 1.assenza di strutture formative che preparino all’esercizio delle professioni richieste; 2.professioni “nuove”.

33 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach 2. carenza qualitativa (inadeguatezza dei candidati)  35% : all’insoddisfacente preparazione, imputabile carenze del sistema formativo;  28%, insufficiente esperienza, anche in questo caso in modo particolare per tutte le professioni di livello più elevato, ma anche per tutte le professioni operaie, sia specializzate che non specializzate.  21%: la mancanza di caratteristiche personali adatte allo svolgimento della professione ricercata,  12% aspettative dei candidati superiori o comunque diverse da ciò che viene loro offerto;

34 Le figure più difficili da reperire sul MdL Fonte: Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior

35 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach QUALI SONO LE COMPETENZE PIU’ RICHIESTE?

36 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Le competenze di base  si acquisiscono sia a scuola sia nelle esperienze di extrascuola e rappresenteranno in seguito attitudini permanenti dell ’ individuo anche nell ’ et à adulta.  La regina delle competenze di base, è “ imparare a imparare ” lungo tutto il corso della vita Rivestono un ’ importanza particolare le capacit à :  di lettura/ scrittura,  di calcolo e la conoscenza delle lingue straniere,  le competenze di tipo informatico,  le basi del diritto

37 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Competenze trasversali - competenze relazionali (saper comunicare, saper lavorare in gruppo) - competenze decisionali (saper risolvere problemi, saper valutare, saper decidere) - competenze diagnostiche (saper analizzare, saper controllare più variabili, saper reperire e trattare informazioni)

38 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Competenze tecnico – professionali  sono le pi ù specificamente attinenti al tipo di studi o di lavoro che si pratica;  l ’ acquisizione delle competenze tecnico - professionali avviene soprattutto attraverso esperienze fatte al di fuori dell ’ ambiente scolastico:  stages aziendali,  formazione professionale,  esperienze lavorative vere e proprie

39 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach QUALI TIPOLOGIE DI CONTRATTO UTILIZZANO? QUALI TIPOLOGIE DI CONTRATTO UTILIZZANO?

40 COME ASSUMONO LE AZIENDE ?  contratto a tempo indeterminato : per quelle figure già sufficientemente “mature” e che sono di difficile reperibilità sul mercato,  %forme di contratto “atipico” per le altre figure o per assunzioni di giovani alla prima esperienza lavorativa.

41 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach COME CERCANO PERSONALE LE AZIENDE ?

42 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LE AZIENDE E IL RECRUITING 1.conoscenza diretta/segnalazioni personali: 30,5%; 2.banche dati interne aziendali: 23,6%;1 3.quotidiani e stampa specializzata: 9,5%; 4.Apl 3,5%; 5.società di selezione, associazioni di categoria: 2,7%; 6.centri per l’impiego (ex collocamento): 6,4%; 7.Internet: 0,9%;2 8.altro: 4,8%. Ricerca di Unioncamere-Ministero del lavoro

43 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach

44 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LA FLESSIBILITÀ DEL LAVORO…

45 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LA LEGGE BIAGI (legge 30 del 14 febbraio 2003)  Art. 1: costruzione di una rete dei servizi pubblici e privati che accompagna il lavoro,  Art. 2: potenziamento delle attività di formazione e riqualificazione professionale,  Art. 3: creazione/instaurazione di un equilibrio tra le esigenze dei lavoratori di disporre ed organizzare il loro tempo per finalità diverse dal lavoro, e quelle delle imprese di ampliare o correggere il tempo di lavoro in relazione ai tempi della produzione.  Art. 4: adattabilità reciproca tra lavoratori e impresa, al fine di favorire l’ingresso o la permanenza al lavoro di coloro che devono rispondere anche ad altre esigenze quali famiglia e studio. Obiettivo: Obiettivo: distribuire la quantità di lavoro sul più alto numero possibile di persone, al fine di aumentare il tasso di occupazione regolare e diminuire il lavoro nero.

46 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach I CENTRI PER L’IMPIEGO PUBBLICI (EX UFFICI COLLOCAMENTO)  Svolgono compiti di:  promozione delle opportunità di lavoro  prevenzione della disoccupazione  reinserimento dei lavoratori svantaggiati  L’iscrizione ai Centri per l’impiego “Scheda professionale”,  L’utente viene inserito, nella “Borsa continua nazionale del lavoro, un sistema di incontro tra domanda e offerta di lavoro.  La “Borsa continua nazionale del lavoro” è liberamente accessibile da parte dei lavoratori e delle imprese e deve essere consultabile da qualunque punto della rete  Il Centro per l’impiego deve garantire obbligatoriamente a ciascun iscritto un colloquio di orientamento e/o offerta di lavoro o di formazione:  entro 6 mesi ai giovani in cerca di prima occupazione  entro un anno a chi è disoccupato da lungo tempo 

47 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach AGENZIE PER IL LAVORO -APL- (EX AGENZIE DI LAVORO INTERINALE)  Sono soggetti privati autorizzati a fornire servizi:  somministrazione di lavoro a tempo determinato/indeterminato  ricerca e selezione del personale  Target ?  Come funzionano ?  Le agenzie devono rispettare alcune regole fondamentali:  divieto di richiedere o percepire compensi dal lavoratore  divieto di effettuare indagini sulle opinioni personali (religione, gusti personali, …)  divieto di trattamenti discriminatori (colore della pelle, sesso, …)  tutela della privacy

48 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach FORMA.TEMP  Fondo per la formazione dei lavoratori in somministrazione  Autorizzato Decreto del Ministero del Lavoro che esercita sullo stesso un potere di vigilanza e controllo. CARATTERISTICHE :  Tutti i corsi sono a titolo gratuito e non prevedono quote di alcun genere a carico dei partecipanti..  Al termine dei corsi viene infatti rilasciato agli allievi un attestato di frequenza.  Per poter frequentare i corsi è necessario recarsi presso un’Agenzia per il Lavoro, informarsi dell’offerta formativa e, se iscritti all’Agenzia, candidarsi per la selezione ai corsi gratuiti presentando il proprio curriculum vitae.

49 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach La Formazione Professionale Assorbe l'80% delle risorse disponibili ogni anno candidati a missioni di lavoro temporaneo iscritti e selezionati presso le singole Agenzie per il lavoro;  lavoratori temporanei con una missione in corso, nei limiti previsti nella contrattazione collettiva tra le parti in materia di orario e fermo restante il limite legale; disoccupati di lunga durata il cui stato sia certificato dai Centri di servizio per l'impiego;  lavoratori iscritti in lista di mobilità;  disabili ai sensi della legge 68/99;  immigrati in Italia con regolare permesso di soggiorno.

50 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach La Formazione On the Job Assorbe il 6% della spesa annua del Fondo  i lavoratori temporanei nella prima fase di inserimento in un nuovo contesto produttivo,  attraverso attività didattiche in affiancamento con un tutor interno all'impresa utilizzatrice

51 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach NUOVE FORME CONTRATTUALI DEL PLACEMENT

52 TIPOLOGIA DI CONTRATTI LAVORO SUBORDINATO LAVORO PARA SUBORDINATO 1. APPRENDISTATO 2. CONTRATTO DI INSERIMENTO 3. TIROCINI ESTIVI DI ORIENTAMENTO 4. LAVORO A CHIAMATA 5. LAVORO RIPARTITO 6. LAVORO IN AFFITTO 7. CONTRATTO DI LAVORO PART-TIME  LAVORO A PROGETTO  LAVORO OCCASIONALE

53 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LAVORO SUBORDINATO

54 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach APPRENDISTATO  È uno speciale rapporto di lavoro che prevede un obbligo per il datore di lavoro di impartire all'apprendista la formazione necessaria perché possa conseguire le competenze tecniche e la qualifica per prestare opera nell'impresa.  L'apprendista ha un salario che corrisponde in media a una percentuale tra il 50 e l'80% di quello spettante a un lavoratore qualificato.  È una tipologia di contratto applicabile a tutti i settori produttivi.

55 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LE TRE FORME 1.Apprendistato per l'espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione; 2.Apprendistato professionalizzante per il conseguimento di una qualificazione attraverso una formazione sul lavoro e un apprendimento tecnico- professionale; 3.Apprendistato per l'acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione.

56 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach a. Apprendistato per l'espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione  IN COSA CONSISTE :  il conseguimento di una qualifica professionale attraverso una formazione sul lavoro  A CHI È RIVOLTO:  soggetti che abbiano compiuto 15 anni.  DURATA:  non superiore a 3 anni

57 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE:  a. forma scritta del contratto, contenente indicazione della prestazione lavorativa oggetto del contratto, del piano formativo individuale, nonché della qualifica che potrà essere acquisita al termine del rapporto di lavoro sulla base degli esiti della formazione aziendale od extra-aziendale;  b. la qualifica professionale conseguita attraverso il contratto di apprendistato costituisce credito formativo per il proseguimento nei percorsi di istruzione e di formazione professionale;  c. previsione di un monte ore di formazione, esterna od interna all’azienda, congruo al conseguimento della qualifica professionale;  d. riconoscimento sulla base dei risultati conseguiti all'interno del percorso di formazione, esterna e interna all’impresa, della qualifica professionale ai fini contrattuali;  e. registrazione della formazione effettuata nel libretto formativo;  f. presenza di un tutor aziendale con formazione e competenze adeguate.

58 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach b. Apprendistato professionalizzante  IN COSA CONSISTE :  conseguimento di una qualificazione attraverso una formazione sul lavoro e l’acquisizione di competenze di base, trasversali e tecnico-professionali.  A CHI È RIVOLTO:  soggetti di età compresa tra i 18 anni e i 29 anni.  DURATA:  non inferiore a due anni e non superiore a sei

59 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE:  almeno 120 ore di formazione per anno, per l’acquisizione di competenze di base e tecnicoprofessionali;  qualifica acquisita al termine del rapporto di lavoro sulla base degli esiti della formazione aziendale o extra-aziendale;  Tutor aziendale con almeno tre anni di esperienza nel settore ( non può affiancare più di cinque apprendisti formazione e competenze adeguate)  la qualifica professionale costituisce credito formativo per il proseguimento nei percorsi di istruzione e di istruzione e formazione professionale;

60 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach ES PROGRAMMA APPRENDISTA  Area trasversale  I ANNO : 40 h  II ANNO e successivi :20 h  Area tecnico professionale  I ANNO: 80 h  II ANNO e successivi: 100 h  da realizzare :  In azienda e presso Enti Accreditati

61 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach Apprendistato per l'acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione  IN COSA CONSISTE :  conseguimento di un titolo di studio di livello secondario, universitario e alta formazione,  Si attua attraverso la sperimentazione da realizzare nell'ambito di intese con Universita', istituzioni scolastiche autonome e altri organismi di alta formazione.  A CHI È RIVOLTO:  soggetti di età compresa tra i 18 anni e i 29 anni.  DURATA :  la regolamentazione e la durata dell'apprendistato per l'acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione e' rimessa alle regioni, in accordo con le associazioni territoriali dei datori di lavoro e dei prestatori di lavoro, le Università.

62 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CONTRATTO DI INSERIMENTO (sostituisce il vecchio Contratto di Formazione Lavoro)

63 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CONTRATTO DI INSERIMENTO  IN COSA CONSISTE :  l’inserimento o il re-inserimento nel mercato del lavoro, mediante un progetto individuale di adattamento delle competenze professionali del lavoratore a un determinato contesto lavorativo,  A CHI È RIVOLTO:  soggetti di età compresa tra il 18 e i 29 anni;  disoccupati di lunga durata da 29 fino a 32 anni;  lavoratori con più di 50 anni che siano privi di un posto di lavoro;  lavoratori che desiderino riprendere un’attività lavorativa e che non abbiano lavorato per almeno 2 anni;  donne di qualsiasi età residenti in regioni con alto tasso di disoccupazione;  persone con riconosciuto handicap fisico, mentale o psichico.  DURATA:  non inferiore a 9 mesi e non superiore ai 18 mesi.  Non è rinnovabile

64 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE:  progetto individuale di inserimento, finalizzato a garantire l'adeguamento delle competenze professionali del lavoratore stesso al contesto lavorativo;  la formazione effettuata durante l'esecuzione del rapporto di lavoro

65 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach TIROCINI ESTIVI DI ORIENTAMENTO

66 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach TIROCINI ESTIVI DI ORIENTAMENTO  IN COSA CONSISTE :  Percorso orientativo e di addestramento pratico.  A CHI È RIVOLTO:  adolescenti o giovani regolarmente iscritti a un ciclo di studi presso l'università o un istituto scolastico di ogni ordine e grado.  DURATA:  non superiore a tre mesi e si svolge nel periodo compreso tra la fine dell'anno accademico/scolastico e l'inizio di quello successivo.

67 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE:  a. eventuali borse lavoro erogate a favore del tirocinante non possono superare l'importo massimo mensile di 600 Euro;  b. non sono previsti limiti percentuali massimi per l'impiego di adolescenti o giovani al tirocinio estivo di orientamento.

68 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LAVORO SUBORDINATO A ORARIO RIDOTTO, MODULATO O FLESSIBILE

69 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach JOB ON CALL (LAVORO A CHIAMATA –INTERMITTENTE)  IN COSA CONSISTE :  il lavoratore si pone a disposizione del datore di lavoro, che ne potrà utilizzare la prestazione lavorativa "chiamandolo" di volta in volta, a seconda delle necessità, con un periodo minimo di preavviso.  A CHI È RIVOLTO:  disoccupati con meno di 25 anni di età, o lavoratori con oltre 45 anni iscritti nelle liste di mobilità e di collocamento.  DURATA:  il contratto di lavoro intermittente può essere stipulato anche a tempo determinato.

70 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE:  il contratto di lavoro intermittente..non può essere inferiore a un giorno lavorativo;  Due situazioni contrattuali:  il lavoratore dà la disponibilità a rispondere alla chiamata, senza esclusività alcuna e senza l’impegno di rispondervi;  il lavoratore si impegna a rispondere al datore (di fatto in esclusiva) a fronte di un’indennità mensile di disponibilità.(ccnl)  trattamento economico non inferiore a quello corrisposto ad altro lavoratore di pari livello. In ogni caso, la retribuzione dovrà essere proporzionata alla prestazione effettivamente eseguita dal lavoratore.  può essere "programmato" per periodi predeterminati nell'arco della settimana (fine settimana), del mese (le ferie estive) o dell'anno (le vacanze natalizie o pasquali).

71 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach JOB SHARING (LAVORO RIPARTITO)  IN COSA CONSISTE :  un'unica ed identica prestazione lavorativa è condivisa da due lavoratori.  A CHI È RIVOLTO:  a tutti i lavoratori e datori di lavoro interessati.  DURATA:  il contratto di lavoro ripartito può essere stipulato anche a tempo determinato.

72 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE:  vincolo di solidarietà: la possibilità per i lavoratori di determinare in qualsiasi momento, la sostituzione tra di loro oppure la modifica consensuale della distribuzione dell'orario di lavoro;  la dimissione o il licenziamento di uno dei lavoratori comporta l’estinzione dell’intero vincolo contrattuale.  se, su richiesta del datore di lavoro, l'altro prestatore di lavoro si renda disponibile ad adempiere l'obbligazione lavorativa, integralmente o parzialmente, il contratto di lavoro ripartito si trasforma in un normale contratto di lavoro subordinato.  trattamento economico e normativo non meno favorevole rispetto al lavoratore di pari livello, a parità di mansioni svolte.

73 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO

74 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO  IN COSA CONSISTE :  un'impresa, denominata utilizzatrice, potrà rivolgersi ad un'altra impresa, denominata somministratore, per "affittare“ forza lavoro.  prevede la stipula di due contratti: 1.contratto di somministrazione, fra utilizzatore e somministratore; 2.contratto di lavoro subordinato, tra somministratore e lavoratore.  A CHI È RIVOLTO:  a tutti i lavoratori e datori di lavoro interessati.  DURATA:  il contratto di somministrazione di lavoro può essere stipulato anche a tempo determinato a fronte di specifiche necessità.

75 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE  il lavoratore svolge la propria attività nell'interesse e sotto la direzione ed il controllo dell'utilizzatore;  il potere disciplinare, è riservato al solo somministratore.  I lavoratori dipendenti dal somministratore hanno diritto ad un trattamento economico e normativo complessivamente non inferiore a quello dei dipendenti di pari livello dell'utilizzatore, a parità di mansioni svolte.

76 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach APL IN ABRUZZO  ADECCO  MANPOWER  HUMANGEST  QUANTA  GI GROUP  RANSTAD  …

77 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CONTRATTO DI LAVORO PART-TIME

78 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CONTRATTO DI LAVORO PART-TIME  IN COSA CONSISTE :  instaurare un rapporto di lavoro subordinato di tipo flessibile caratterizzato da orario ridotto rispetto al normale orario di lavoro ( 8 ore giornaliere e 40 ore settimanali)  A CHI È RIVOLTO:  a tutti i lavoratori e datori di lavoro interessati.  DURATA:  il contratto di lavoro part-time può essere stipulato anche a tempo determinato.

79 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE:  Part-time orizzontale:  Part-time verticale:  Part-time week end  il datore di lavoro può modificare il contenuto temporale della prestazione lavorativa non solo con riguardo alla sua collocazione temporale nell'arco del giorno, della settimana, del mese o dell'anno, ma anche in ordine alla sua estensione temporale.  È necessario un periodo di preavviso in favore del lavoratore

80 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LAVORO PARASUBORDINATO

81 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LAVORO A PROGETTO  IN COSA CONSISTE :  contratto nel quale il collaboratore svolge la propria attività in base al progetto (o fasi del progetto ) assegnatogli dal committente.  il coordinamento con l’organizzazione del committente; mancanza di subordinazione.  A CHI È RIVOLTO:  a tutti i lavoratori e datori di lavoro interessati.  DURATA:  variabile a seconda della durata del progetto, del programma di lavoro, o fasi di esso.

82 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE  compenso proporzionato a qualita/quantità;  possibilità di più committenze;  riconoscimento diritto d’autore invenzione.  malattia ed infortuni sospendono il rapporto;  gravidanza sospende e proroga il rapporto per un periodo di 180  Il lavoratore assunto con contratto a progetto non ha l’ obbligo di avere una partita iva e le spese contributive verranno ricoperte per i due terzi del datore di lavoro e per un terzo dal lavoratore stesso.

83 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach LAVORO OCCASIONALE  IN COSA CONSISTE :  prestazione di lavoro autonomo resa a favore di uno o più committenti;  gestito senza vincolo di continuita’ e di coordinamento con l’azienda  A CHI È RIVOLTO:  studenti,pensionati, casalinghe,  disoccupati da oltre un anno;  disabili e soggetti in comunità di recupero;  lavoratori extracomunitari, regolarmente soggiornanti in Italia, nei sei mesi successivi alla perdita del lavoro.  DURATA:  non superiore ai 30 giorni complessivi nel corso di un anno solare.

84 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach CARATTERISTICHE  Attività lavorative di natura meramente occasionale  compenso non superiori a euro sempre nel corso di un anno solare  E’ un lavoro pagato con buoni (VOUCHER INPS)  La retribuzione del lavoratore per il lavoro occasionale è soggetta unicamente a un 20% di ritenuta d’ acconto.

85 D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Tariner &Coach FINE


Scaricare ppt "D.ssa Pina Sabatino HR Consultant Trainer &Coach CORSO ORIENTATORE PROFESSIONALE CORSO ORIENTATORE PROFESSIONALE : Il nuovo mercato del lavoro globale."

Presentazioni simili


Annunci Google