La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INDICE DELLE SLIDE  3 - 8 CHI SIAMO  9 - 15 L’OFFERTA FORMATIVA  16 - 32 I PIANI DI STUDIO  33 - 51 L’AREA DEI PROGETTI  52 - 58 ATTIVITA’ DI SUPPORTO,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INDICE DELLE SLIDE  3 - 8 CHI SIAMO  9 - 15 L’OFFERTA FORMATIVA  16 - 32 I PIANI DI STUDIO  33 - 51 L’AREA DEI PROGETTI  52 - 58 ATTIVITA’ DI SUPPORTO,"— Transcript della presentazione:

1

2 INDICE DELLE SLIDE  CHI SIAMO  L’OFFERTA FORMATIVA  I PIANI DI STUDIO  L’AREA DEI PROGETTI  ATTIVITA’ DI SUPPORTO,  SOSTEGNO E SVILUPPO

3 ALUNNI - CLASSI – DOCENTI - PERSONALE Nel presente A.S. gli alunni frequentanti il nostro Istituto sono Le classi sono 47 : 12 prime 10 seconde 9 terze 8 quarte 8 quinte Dirige l’Istituto il prof. Armando Izzo. I docenti sono 135 e i componenti del personale ATA 36. L’Istituto è ubicato su tre sedi viciniori,tutte nel Comune di Vico Equense

4 FUNZIONIGRAMMA D.S Armando Izzo F.S AREA III ZENONE SCHIRRIPA F.S. AREA III MICHELE CIMMINO F.S. AREA IV FRANCA DAMIANO F.S. AREA V ANNA ROMANO Vice Maria Gabriella De Lucia F.S. AREA I MARIA IMPERATO F.S. AREA II ANNA PIA PELELLA II collaboratrice Claudia Cinque Dirigente Scolastico ARMANDO IZZO Funzione Strumentale I MARIA IMPERATO Funzione Strumentale II ANNA PIA PELELLA Funzione Strumentale III MICHELE CIMMINO Funzione Strumentale III ZENONE SCHIRRIPA Funzione Strumentale IV FRANCA DAMIANO Funzione Strumentale V ANNA ROMANO Primo Collaboratore MARIA GABRIELLA DE LUCIA Secondo Collaboratore CLAUDIA CINQUE

5 LA SEGRETERIA D.S.G.A LUIGIA PARASCANDALO VICARIA LICIA MARIO UFFICIO BILANCIO ANNA MARIA CUOMO UFFICIO ECONOMATO ANTONELLA DEL PRETE UFFICIO PERSONALE MARIA LUISA LANGELLA UFFICIO PAGAMENTI PIETRO DE LUCA UFFICIO PROTOCOLLO NICOLA COZZOLINO UFFICIO DIDATTICA MARIA CRISTINA PUGLIESE

6 Sede centrale “SANTA MARIA DEL TORO” La sede ubicata a via S. Maria del Toro, cinque minuti dalla stazione della Circumvesuviana, ospita gli uffici di Presidenza e Segreteria, tutte le classi terze, due prime e due seconde. Codice meccanografico: NARH02000D Tel.-Fax

7 Sede succursale “VESCOVADO” La sede del “Vescovado” ubicata a via Vescovado si trova a poco più di cinque minuti dalla stazione della Circumvesuviana, nel centro del paese. Essa ospita tutte le classi prime e seconde. Tel.-Fax Responsabile di sede: Prof. Antonio Buonocore

8 La sede, ubicata in via R. Bosco, ospita tutte le classi quarte e quinte e una classe terza di Accoglienza turistica e una di Enogastronomia.Essa è dotata di due laboratori di cucina e due sale. Tel.-Fax: Responsabile di sede: Prof. Anna Romano Sede succursale “GANIMEDE”

9 Al fine di migliorare l’offerta formativa aprendola ad una dimensione Europea, la Scuola ha promosso, già dall’anno scolastico 2013/2014, l’implementazione del “Progetto qualità” secondo le norme UNI EN ISO 9004 : 2009

10 L’OFFERTA FORMATIVA Il curricolo della nostra scuola, a mente dell’art.8 del DPR 275/99 che regolamenta nello specifico, è così articolato:  Nodi fondanti di ciascuna disciplina, sviluppati in senso verticale (dalla 1^ alla 5^ classe)  Percorsi formativi sviluppati per aree disciplinari e declinati per conoscenze / abilità e competenze.  Programmazioni didattico- educative dei Consigli di Classe.

11 LA MISSION DELL’ ISTITUTO L’Istituto si prefigge di offrire a tutti gli studenti l’opportunità di raggiungere il pieno successo formativo, tutti gli interventi e le attività che mette in campo hanno come riferimento unitario il profilo educativo, culturale e professionale (PECUP), delineato per i NUOVI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI. Pertanto il POF promuove progetti ed attività che perseguono i seguenti obiettivi comuni ad entrambi gli indirizzi di studio:  promuovere l’acquisizione di competenze-chiave in campo linguistico, scientifico- matematico e storico-sociale adeguate a comprendere la realtà contemporanea e ad interagire con essa in un contesto europeo, internazionale e multiculturale;  promuovere l’acquisizione di competenze professionali specifiche, in linea con le richieste dell’attuale mondo del lavoro sia nel settore enogastronomico e dell’ospitalità alberghiera che nel settore turistico; LA MISSION DELL’ISTITUTO

12  promuovere l’acquisizione di competenze relazionali e trasversali necessarie agli studenti e alle studentesse per crescere come cittadini consapevoli e responsabili, criticamente autonomi e in grado di inserirsi nella complessità della società odierna;  motivare gli studenti e le studentesse ad essere aperti all’innovazione e alla gestione della complessità necessarie per un inserimento competente e creativo nel mondo del lavoro e della formazione superiore ed universitaria;  motivare gli studenti e le studentesse alla realizzazione di un progetto di vita fondato sulla valorizzazione di sé e nella direzione dell’imprenditorialità.

13 METODOLOGIE Individuazione di blocchi tematici per lo sviluppo delle conoscenze, competenze e capacità generali e specifiche di ogni disciplina. Strutturazione modulare degli argomenti, con esplicitazione degli obiettivi, dei tempi e delle metodologie adottate, nonché delle verifiche con relative griglie di valutazione Contestualizzazione culturale, sociale e storica di ciascun impianto formativo. Alternanza scuola lavoro e apprendimento on the job

14 La valutazione Il Collegio dei Docenti ha concordato di evidenziare i seguenti principi di riferimento: centralità dell’alunno nel processo valutativo centralità dell’alunno nel processo valutativo trasparenza e condivisione della valutazione sottoforma di contratto formativo valore formativo dell’intero iter valutativo valore formativo dell’intero iter valutativo

15 CRITERI DI VALUTAZIONE 1.Crescita personale di ciascun allievo nel percorso formativo e in rapporto al gruppo –classe. 2.Acquisizione da parte di ciascun allievo degli obiettivi prefissati nel rispetto dei diversi sistemi e livelli di apprendimento tenendo conto: a.dei progressi rispetto ai livelli di partenza; b.delle capacità individuali; c.dell’impegno mostrato nel corso dell’anno; d. della partecipazione al dialogo educativo; e.della collaborazione all’interno del gruppo classe; f.dell’acquisizione delle conoscenze e delle competenze necessarie in ciascuna disciplina.

16 I piani di studio

17 “Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera ” Articolazioni:“Enogastronomia” “Servizi di sala e di vendita” “Accoglienza turistica”

18 Il percorso scolastico Il percorso scolastico è quinquennale. Il percorso scolastico è quinquennale. Si articola in due bienni ed un quinto anno. Si articola in due bienni ed un quinto anno. Il primo biennio è finalizzato al raggiungimento dei saperi e delle competenze relativi all’obbligo di istruzione. Il primo biennio è finalizzato al raggiungimento dei saperi e delle competenze relativi all’obbligo di istruzione. Nel secondo biennio le discipline dell’Area di indirizzo assumono caratteristiche specifiche con l’obiettivo di accrescere le competenze professionali degli studenti Nel secondo biennio le discipline dell’Area di indirizzo assumono caratteristiche specifiche con l’obiettivo di accrescere le competenze professionali degli studenti Il quinto anno rappresenta il momento conclusivo di un percorso volto all’acquisizione di un' adeguata competenza professionale di settore spendibile direttamente sia nel mondo del lavoro, sia nel proseguimento degli studi universitari.

19 Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera” ha specifiche competenze tecniche, economiche e normative nelle filiere dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera.

20 Enogastronomia Nell’articolazione “enogastronomia” il diplomato è in grado di intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e presentazione dei prodotti enogastronomici; operare nel sistema produttivo promuovendo le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le nuove tendenze enogastronomiche.

21 Servizi di sala e di vendita Nell’articolazione “Servizi di sala e di vendita”, il diplomato è in grado di svolgere attività operative e gestionali in relazione all’amministrazione, produzione, organizzazione, erogazione e vendita di prodotti e servizi enogastronomici; interpretare lo sviluppo delle filiere enogastronomiche per adeguare la produzione e la vendita in relazione alla richiesta dei mercati e della clientela, valorizzando i prodotti tipici.

22 Nell’articolazione “Accoglienza turistica”, il diplomato è in grado di intervenire nei diversi ambiti delle attività di ricevimento, di gestire e organizzare i servizi in relazione alla domanda stagionale e alle esigenze della clientela; di promuovere i servizi di accoglienza turistico –alberghiera anche attraverso la progettazione di prodotti turistici che valorizzino le risorse del territorio. Accoglienza turistica

23 L’istruzione e la formazione professionale In regime di sussidiarietà, nel corso dei primi tre anni, la scuola realizzerà attività integrative per il conseguimento della qualifica professionale regionale (IeFP) secondo l’accordo siglato nella Conferenza Stato-Regioni il 29 aprile 2010 ed il relativo decreto interministeriale del 15 giugno In regime di sussidiarietà, nel corso dei primi tre anni, la scuola realizzerà attività integrative per il conseguimento della qualifica professionale regionale (IeFP) secondo l’accordo siglato nella Conferenza Stato-Regioni il 29 aprile 2010 ed il relativo decreto interministeriale del 15 giugno 2010.

24 I QUADRI ORARI Primo biennio, secondo biennio e quinto anno

25 DISCIPLINEI anno ore sett.II anno ore sett. Lingua e letteratura italiana 44 Storia22 Lingua inglese33 Matematica44 Diritto ed economia 22 Geografia22 Scienze della Terra 22 Scienze motorie e sportive 22 Religione11 Totale ore settimanali 22 Insegnamenti generali del Primo Biennio

26 DISCIPLINEI anno ore sett. II anno ore sett. Scienze integrate (Fisica)2/ Scienze integrate (Chimica)/2 Scienze degli alimenti22 Laboratorio di servizi enogastronomici – settore cucina. 22 Laboratorio di servizi enogastronomici – settore sala e vendita. 22 Laboratorio di servizi di accoglienza turistica. 22 Seconda lingua straniera (Francese) 22 Insegnamenti area d’indirizzo nel Primo Biennio

27 DisciplineIII anno IV anno V anno Seconda lingua straniera (Francese) 333 Scienza e cultura dell’alimentazione 433 Laboratorio di servizi enogastronomici – settore cucina 644 Laboratorio di servizi enogastronomici – settore sala e vendita /22 Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva 455 Totale ore settimanali17 Insegnamenti area d’indirizzo nel II biennio e nel V anno articolazione “ENOGASTRONOMIA”

28 DisciplinaIII annoIV annoV anno Seconda lingua straniera (Francese) 333 Scienza e cultura dell’alimentazione 433 Laboratorio di servizi enogastronomici settore cucina /22 Laboratorio di servizi enogastronomici settore sala e vendita 644 Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva 455 Totale ore settimanali17 Insegnamenti area d’indirizzo nel II biennio e nel V anno articolazione “ SERVIZI DI SALA E VENDITA ”

29 Insegnamenti area d’indirizzo articolazione “ACCOGLIENZA TURISTICA”

30 TECNICO SETTORE ECONOMICO Indirizzo “turismo”

31 Il Diplomato nel “Turismo” ha competenze specifiche nel comparto delle imprese del settore turistico e generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali. Il Diplomato nel “Turismo” ha competenze specifiche nel comparto delle imprese del settore turistico e generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali.  Interviene nella valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico ed ambientale.  Integra le competenze dell’ambito professionale con quelle linguistiche e informatiche per contribuire sia all’innovazione che al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa turistica.

32 “TECNICO PER IL TURISMO”: ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI OBBLIGATORI DISCIPLINE ore 1° biennio2° biennio5° anno secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario 1^2^3^4^5^ Scienze integrate (Fisica)66 Scienze integrate (Chimica)66 Geografia99 Informatica66 Economia aziendale66 Seconda lingua comunitaria99 Seconda lingua comunitaria99 Terza lingua straniera 99 Discipline turistiche e aziendali132 Geografia turistica66 Diritto e legislazione turistica99 Arte e territorio66 Totale ore annue di attività e insegnamenti di indirizzo Totale complessivo ore annue1056

33 L’offerta formativa opzionale L’area dei progetti

34 PROGETTI CURRICULARI A pieni polmoni cl. prime Analisi e sicurezza alimentare classi terze e quarte.biz classi terze e quarte.biz classi terze e quarte Diritto al cibo e finanza etica classi terze e quarte

35 PROGETTI CURRICULARI /EXTRACURRICULARI Bartender Classi seconde Bartender Classi seconde Insieme per cambiare Classi prime e seconde Insieme per cambiare Classi prime e seconde

36 PROGETTI EXTRACURRICULARI Aiuto allo studio classi I, II e Bes Incontro con l’opera letteraria cl. IV e V Progetto scambio culturale Accueil cl. III, IV e V Esperienze emotive e di apprendimento classi IV e V Build up your english classi IV e V Certificazione Trinity grade4 Classi III Certificazione Trinity grade4 Classi III Il sommelier e la degustazione classi IV e V Tradizione e capacità D.A. Tradizione e capacità D.A.

37 Viaggi d’istruzione Giochi sportivi studenteschi Ampliamento dell’offerta formativa

38 pp Lavoro e apprendo nel Regno Unito Lavoro e apprendo in Campania Lavoro e apprendo nel Regno Unito Lavoro e apprendo in Campania Improving English Progetti Pon Etudions Esemble

39 Progetti curriculari: testo e contesto……  A pieni polmoni Finalità: promuovere la disuassuefazione dal fumo. Destinatari: alunni classi prime  Analisi e sicurezza alimentare Finalità: Conoscere le principali tecniche di valutazione chimica e merceologica degli alimenti (coll. Istituto Zooprofilattico di Portici). Destinatari: alunni classi terze e quarte

40  Diritto al cibo e finanza etica Finalità: fornire gli strumenti per riflettere su uno stile di sviluppo non più sostenibile e sulla necessità di passare dal consumismo al consumo critico. Destinatari: alunni classi terze e quarte .biz Finalità: promuovere la cultura d’impresa, lo spirito di iniziativa e l’imprenditorialità. Destinatari: alunni classi terze e quarte

41 progetti curriculari / extracurriculari: testo e contesto …  Bartender Finalità: potenziare il settore Sala/Bar presentando tecniche innovative e valorizzando le figure professionali di riferimento. Destinatari: alunni di tutte le classi seconde  Insieme per cambiare Finalità: educare alla legalità, al rispetto delle regole, al rapporto interattivo con le istituzioni Destinatari: alunni delle classi prime e seconde

42 Progetti extracurriculari: testo e contesto…  Aiuto allo studio Finalità: offrire opportunità formative differenziate e complementari indispensabili per un organico sviluppo personale e professionale. Destinatari: alunni classi prime e seconde, alunni BES.  Build up your english 2 Finalità: conseguire la certificazione linguistica con esame GESE Trinity livello A2 – B1. Destinatari: alunni delle classi quarte e quinte

43  Certificazione Trinity (grade 4) Finalità: conseguimento certificazione Trinity (grade 4). Destinatari: alunni classi terze  Esperienze emotive e di apprendimento Finalità: gestione delle “emozioni” in funzione di un miglioramento delle relazioni e dell’apprendimento attraverso la drammatizzazione. Destinatari: alunni classi quarte e quinte  Il sommelier e la degustazione Finalità: potenziare le conoscenze della presentazione, delle tecniche di degustazione e abbinamento del vino. Destinatari: alunni classi quarte e quinte settore sala

44  Incontro con l’opera letteraria II annualità Finalità: potenziare attraverso la lettura l’acquisizione delle competenze di interpretazione e fruizione dell’opera letteraria. Destinatari: alunni classi quarte e quinte.  Progetto scambio culturale – Accueil Finalità: potenziamento linguistico attraverso interscambio di alunni di scuole e nazioni diverse. Destinatari: alunni classi terze quarte e quinte.  Tradizione e capacità Finalità: promuovere l’autonomia e la professionalizzazione alunni D.A.. Destinatari: alunni diversamente abili biennio e terzo anno

45 Ampliamento dell’offerta formativa Visite guidate e di studio Visite guidate e di studio Finalità: promuovere la crescita culturale e umana degli alunni, sensibilizzandoli alla conoscenza e alla salvaguardia del patrimonio ambientale, artistico e storico favorire una maggiore socializzazione con compagni ed insegnanti. Destinatari: alunni delle classi III e V(Viaggi di istruzione) alunni delle classi I, II e IV (Visite guidate) Giochi sportivi studenteschi Finalità: sviluppare capacità emotivo - affettive, quali perseveranza, auto stima, autonomia, consapevolezza delle proprie responsabilità, organizzazione di un sistema di valori e capacità socio- relazionali, quali il rispetto delle regole, comunicazione, collaborazione, cooperazione. Destinatari: alunni di tutte le classi

46 Progetti PON “La scuola che investe per il futuro”

47 PON C1 FSE04-POR CAMPANIA IMPROVING ENGLISH Competenze: comunicazione in lingua inglese adeguata alle abilità linguistiche richieste per il livello B1 del CEFR certificate dal Trinity College London. Destinatari: alunni delle classi quarte. Corso di 60 ore di lingua inglese finalizzato al conseguimento della certificazione, presso Ente Accreditato a Londra.

48 PON C1 FSE04-POR CAMPANIA ETUDIONS ESEMBLE Competenze: comunicazione in lingua francese adeguata alle abilità linguistiche richieste per il livello B1 soglia del QCER certificate dall’Istitut Francais. Destinatari: alunni classi quarte. Corso di 60 ore di lingua francese finalizzato al conseguimento della certificazione, presso Ente Accreditato a Parigi.

49 PON C5 FSE04-POR CAMPANIA LAVORO E APPRENDO NELREGNO UNITO Competenze: formazione on the job in contesti lavorativi nuovi. Destinatari: alunni classi quarte. Stage di 120 ore a Londra presso importanti aziende ristorative della city.

50 PON C5 FSE04-POR CAMPANIA LAVORO E APPRENDO IN CAMPANIA Competenze: formazione on the job. Destinatari: alunni classi quarte. Stage di 120 ore in Campania presso aziende ristorative della Penisola sorrentina.

51 L’alternanza Classi V curriculare Da anni l’offerta formativa del nostro istituto è stata arricchita dall’esperienza dell’alternanza scuola- lavoro nella convinzione che la formazione tecnica, pur basandosi su una solida cultura generale, necessita di applicazione e di verifica continua delle conoscenze tecniche e professionali alla luce dell’evoluzione economico-tecnica della società. Classi IV progettuale A tal fine si proporranno agli allievi simulazioni d’impresa, esercitazioni speciali interne ed esterne, partecipazioni a gare professionali, tirocini nel territorio regionale e nazionale, stage estivi, lezioni con la collaborazione di esperti esterni, visite guidate in realtà produttive ed aziendali di rilievo, orientamento in uscita, incontri mirati con esponenti di rilievo di categorie professionali del settore, collaborazioni per manifestazioni ed eventi inerenti il settore realizzate da Associazioni di categoria, enti territoriali ecc.

52 Dalla parte dell’alunno Attività di supporto, sostegno e sviluppo

53 Il recupero L’Istituto organizza interventi didattico - educativi di recupero per gli studenti che presentino insufficienze in una o più discipline. Tali interventi possono essere curriculari in itinere ( preferibilmente nel corso dell’anno ), con pause didattiche, fasi di ripetizione e approfondimento, lavori per gruppi omegenei, ecc. ed extracurriculari, al termine delle lezioni.

54 Ascolto e counselling L’Istituto, con la collaborazione di docenti specializzati, è a disposizione di alunni, famiglie e docenti per attività di ascolto e counselling su problematiche personali, scolastiche e/o di apprendimento, disfunzionalità nelle dinamiche di gruppo e di classe. A richiesta possono organizzarsi incontri personalizzati sia per allievi che per famiglie.

55 Integrazione alunni DA  In coerenza con l’obiettivo di individualizzarne l’insegnamento l’Istituto è continuamente impegnato per garantire agli alunni diversamente abili la fruizione ottimale delle attività scolastiche nella forma a loro più proficua, con proposte adeguate ai livelli di partenza, ai bisogni e alle reali potenzialità dei soggetti.  Lo scopo principale dell’intervento educativo – didattico è l’integrazione del disabile in un ambiente che favorisca la sua socializzazione e contribuisca a far emergere le sue potenzialità ed abilità, aiutandolo così a conquistare una sempre maggior autonomia e autostima.  Il soggetto disabile sarà pertanto coinvolto in tutte le attività proposte dalla scuola, compresi i viaggi di studi, visite guidate e nel limite del possibile, negli stage.

56 Istruzione domiciliare  L’Istituto si adopera per garantire il diritto allo studio dell'alunno ospedalizzato, favorendo la continuità con la sua esperienza scolastica e soddisfacendo il suo bisogno di apprendere e comunicare.  In tal senso sono avviate collaborazione con team di docenti della “scuola in ospedale” ed adoperati tutti i mezzi, anche informatici, per mantenere i contatti umani e formativi tra la scuola e l’allievo nei momenti del suo massimo bisogno.

57 Stage estivi Grazie a convenzioni con le Associazioni degli Albergatori dell’area, l’Istituto organizza e segue, attraverso propri docenti tutor, stage estivi per gli allievi delle classi III e IV. L’attività è finalizzata a : Grazie a convenzioni con le Associazioni degli Albergatori dell’area, l’Istituto organizza e segue, attraverso propri docenti tutor, stage estivi per gli allievi delle classi III e IV. L’attività è finalizzata a :  Attuare modalità di apprendimento flessibili che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l’esperienza pratica.  Arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l’acquisizione di competenze spendibili nel mondo del lavoro  Favorire l’orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi, gli stili di apprendimento individuali  Correlare l’offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

58 Contributi scolastici I contributi richiesti dalla scuola, a differenza delle tasse scolastiche, hanno carattere volontario; Alle famiglie spetta l'obbligo di rimborsare alla scuola alcune spese sostenute per conto delle famiglie stesse come, ad esempio, quelle della stipula del contratto di assicurazione individuale per gli infortuni e la responsabilità civile degli alunni o quelle per i libretti delle assenze o per le gite scolastiche; Le risorse raccolte attraverso i contributi scolatici sono indirizzate esclusivamente ad interventi di ampliamento dell'offerta culturale e formativa e non ad attività di funzionamento ordinario e amministrativo; Le famiglie che effettuano il versamento hanno la possibilità di avvalersi della detrazione fiscale di cui all'art. 13 della Legge del 2 aprile 2007, n°40.


Scaricare ppt "INDICE DELLE SLIDE  3 - 8 CHI SIAMO  9 - 15 L’OFFERTA FORMATIVA  16 - 32 I PIANI DI STUDIO  33 - 51 L’AREA DEI PROGETTI  52 - 58 ATTIVITA’ DI SUPPORTO,"

Presentazioni simili


Annunci Google