La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MA CHE FESTA E’ QUESTA SERA ? È LA FESTA DELLE COSE BUONE …. Le cose buone profumano di amicizia e di solidarietà.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MA CHE FESTA E’ QUESTA SERA ? È LA FESTA DELLE COSE BUONE …. Le cose buone profumano di amicizia e di solidarietà."— Transcript della presentazione:

1

2 MA CHE FESTA E’ QUESTA SERA ?

3 È LA FESTA DELLE COSE BUONE …. Le cose buone profumano di amicizia e di solidarietà

4 L’AMICIZIA LA LEGGE DELL’AMICIZIA E DELLE BUONE REGOLE ART. 1

5 A Santarcangelo di fanno cose buone … Come questa sera … Spazio dell’incontro, della comunità educante ed includente … Spazio dell’accoglienza …

6 Cosa buona è: lo star bene con se stessi e con gli altri … Art. 2 I genitori sono attenti ai cambiamenti nel comportamento quotidiano dei figli

7 L’incontro è: destino di relazione con l’ALTERITA’ Art. 3 I genitori non sottovalutano o banalizzano episodi di disagio relazionale tra coetanei

8  Stupore che l’altro esiste  È scoperta dell’altro portatore di interiorità L’incontro è … Art. 4 I genitori sono sempre disponibili ad ascoltare i racconti dei figli relativi alla loro vita a scuola e nel gruppo

9 L’incontro in amicizia è … un buon gelato … Desiderio dell’altro che comincia dentro di noi È avvicinarsi all’Altro È desiderio di conoscere l’Atro uscendo dal nostro limite È empatia

10 L’amicizia è «darsi identità» È fare spazio al pensiero dell’ALTRO È com-prensione dell’Altro Art. 5 Costruire in famiglia un clima basato sulla comprensione reciproca

11 L’incontro è «un assaggio di amicizia» conoscereconoscersiFarsi conoscere

12 Il bullismo è «fare male, farsi male … « Va oltre il rifiuto delle regole … Va oltre al vandalismo: attacco alle cose È attacco alla persona

13 IL BULLISMO RACCONTA IL DISAGIO O LO URLA ? … È LA NOSTALGIA DELLE RELAZIONI PENSATE PERDUTE, MANCATE O DETERIOREATE …

14 È IL PARADOSSO DELL’INVIDIA NEI CONFRONTI DELLE VITTIME

15 IL RUOLO DEI BULLI  SONO VITTIME DEL PROPRIO RUOLO  UN RUOLO CHE NON SEMPRE PIACE  SPESSO VOGLIONO CAMBIARE VITA MA NON POSSONO  CI CHIEDONO DI FERMARLI NEL CORSO DI INTERVENTI 14

16 È FATICA A STARE DENTRO LE EMOZIONI : mentre l’aggressività è «andare verso» il bullismo è «andare contro» e non saper con-dividere l’emozione profonda È l’aggressività per camuffare la «vergogna della tenerezza» per l’Altro e per Sé …

17 Le sette forme di bullismo  Il bullo  La vittima  L’aiutante del bullo  Il sostenitore del prevaricatore  Il difensore della vittima  L’esterno che è a conoscenza della prepotenza e non si lascia coinvolgere  Il telecronista

18 Bullismo a scuola: «esserci» piuttosto che «essere» alla ricerca del con-tatto Evitare di incoraggiare i figli in comportamenti competitivi- aggressivi Comunicare con le istituzioni scolastiche nel momento di racconti di bullismo Promuovere nei figli comportament i empatici e solidali

19 Quasi … qualche certezza … obiettivi operativi  Educare alla convivenza e alla cultura dell’accoglienza  Sostenere i valori di dialogo, comprensione e solidarietà  Sperimentare stili di vita per il «ben- essere»  Sostenere la cultura della legalità

20 Un sommesso suggerimento per la scuola …. Non sottovalutare e non tollerare le quotidiane sopraffazioni e umiliazioni di alcuni ragazzi a danno dei più deboli, come se fossero comportamenti “normali” Art. 6

21 vivere la legalit à vuol dire condividerla, riconoscendo che dimensione costitutiva della persona è la relazione con l'altro, con la comunit à pi ù vasta che ognuno contribuisce a realizzare con la propria libert à e responsabilit à 20

22 I.T.C. Adolescenti come granchi a primavera information and comunication technology 21

23 Socializzare in rete SNS social network sites  Si entra a far parte di gruppi  Si condividono interessi  Si condividono passioni  Si supera l’eventuale esclusione sociale  Si promuove il senso di appartenenza Sonia Livingstone: è un nuovo arcipelago simbolico dove si innerva l’identità e nel web si sedimentano pensieri,emozioni ed interessi 22

24 I.T.C.  Emergenza educativa e nuove tecnologie Sono accessori indispensabili ?  Non sono una agenzia educativa … ma un ambiente significativo  Esercitano influssi positivi e negativi  La rapidità e l’invasività della tecnologia provocano la riflessione degli adulti  Come utilizzarli al meglio per allargare le reti amicali 23

25 Bullismo e cyberbulling È atto vessatorio commesso nel reale ma immesso in rete con amplificazione degli effetti (disabile spintonato ) Cyberbulling improprio È una sorta di cyberstalking e consiste in atti intimidatori e minacce tramite la rete con video, foto ecc. o diffusione di informazioni riservate per arrecare danno Cyberbulling proprio 24

26 L’educazione, la cybereducazione è … Speranza di futuro: … né bulli né citrulli … 25

27 Il sogno del mio domani non può essere un desiderio malato, ma la speranza alla quale mi avete educato. … IO SOGNO POSITIVO … 26

28 27 Dott. Bartolucci …. Mangiamoci un buon gelato ….

29 Dott. Maurizio Bartolucci psicoterapeuta – formatore cell e.mail:


Scaricare ppt "MA CHE FESTA E’ QUESTA SERA ? È LA FESTA DELLE COSE BUONE …. Le cose buone profumano di amicizia e di solidarietà."

Presentazioni simili


Annunci Google