La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia."— Transcript della presentazione:

1

2 Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia. Classe III B

3 Distingue la conoscenza sensibile da quella intellettiva. Ne indaga l’origine. Determina se sia possibile raggiungere la verità. Riconosce i limiti dell’uomo. Filadelfio Scavone, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia. Classe III B

4 Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia. Classe III B

5 Per l’origine della conoscenza si distinguono due indirizzi contrapposti: Il razionalismo ( Platone il fondatore) L’empirismo(Aristotele il fondatore) Il primo ritiene che l’anima possieda sin dalla nascita i concetti, e considera l’esperienza come uno strumento per liberare questi concetti ( anamnesi). Il secondo parte dall’esperienza e concepisce l’anima come un tabula rasa dove tutto è da scrivere. Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia. Classe III B

6 Considera la ragione fondamento del vero conoscere, in quanto possiede principi innati (innatismo). Il metodo è DEDUTTIVO ovvero dall’universale al particolare e il giudizio analitico a priori (trascendente). Pregio: universalità. Difetto: dogmatismo. Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia. Classe III B

7 Considera l’esperienza sensibile unica fonte di conoscenza e di conseguenza rifiuta l’innatismo. Il metodo è DEDUTTIVO-SPERIMENTALE dal particolare all’universale e il giudizio è sintetico a posteriori (immanente). Pregio: oggettività. Difetto: scetticismo. Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia. Classe III B

8 I due tipi di giudizio hanno entrambi dei difetti e dei pregi. Risolverà i loro difetti Immanuel Kant attraverso un nuovo giudizio che sintetizza i loro pregi eliminandone i difetti. Tale giudizio sarà SINTETICO A PRIORI ovvero TRASCENDENTALE. Sintesi: deriva dall’esperienza. A priori: tale esperienza è dettata dalla ragione. Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia. Classe III B


Scaricare ppt "Scavone Filadelfio, Marino Benedetta, Marino Mariagrazia, Mondello Maria Teresa, Lando Annalisa, Lo Balbo Giuseppe, Mollica Benedetta, Tripodi Rosalia."

Presentazioni simili


Annunci Google