La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Design-for-all, usabilità, accessibilità G. Sommi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Design-for-all, usabilità, accessibilità G. Sommi."— Transcript della presentazione:

1 Design-for-all, usabilità, accessibilità G. Sommi

2 Design-for-all Significa la progettazione di prodotti e ambienti che possano essere usati da tutte le categorie di persone nel senso più ampio possibile, senza dover ricorrere ad adattamenti o a progettazione separata. E’ anche detta “progettazione universale” (universal design)

3 Universal design Termini simili, usati in contesti differenti, sono barrier-free design, inclusive design. transgenerational design The Center for Universal Design (fondato nel 1989, North Carolina University, USA) ha promosso l’uso del termine e ha prodotto una serie di Principi e Linee Guida

4 Principi dell’Universal design Sono 7, ciascuno consiste di nome del principio, concisa enunciazione del concetto chiave associato al principio definizione del principio, breve descrizione delle indicazioni primarie di progettazione contenute linee guida, lista di elementi chiave che dovreb- bero essere presenti in una progettazione conforme al principio

5 Principi dell’Universal design PRINCIPLE ONE: Equitable Use The design is useful and marketable to people with diverse abilities. Guidelines: 1a. Provide the same means of use for all users: identical whenever possible; equivalent when not. 1b. Avoid segregating or stigmatizing any users. 1c. Provisions for privacy, security, and safety should be equally available to all users. 1d. Make the design appealing to all users

6 Gli altri principi dell’Universal design PRINCIPIO DUE: Flessibilità d’uso Il progetto tiene conto di un ampia gamma di preferenze e abilità individuali PRINCIPIO TRE: Uso semplice e intuitivo L’uso del progetto è di facile comprensione, indipendentemente dalla esperienza, conoscenza, abilità linguistica, concentrazione dell’utente PRINCIPIO QUATTRO: Informazione percepibile Ik progetto trasmette all’utente in modo efficace l’informazione neces- saria, indipendentemente dalle condizioni ambientali o dalle abilità sensoriali dell’utente

7 Gli altri principi dell’Universal design PRINCIPIO CINQUE: Tolleranza all’errore Il progetto minimizza l’esposizione a rischi e le conseguenze avverse di azioni accidentali o non intenzionali PRINCIPIO SEI: Ridotto sforzo fisico Il progetto deve poter essere usato in modo comodo ed efficace e con il minimo affaticamento PRINCIPIO SETTE: Spazi e volumi per l’accesso e l’uso Si forniscono dimensioni e spazi appropriati per accostarsi, raggiungere manovrare e usare, indipendentemente dalla corporatura, postura e mobilità dell’utente

8 Documenti ISO/IEC Guide 71:2001(E) Guidelines to standards ISO/IEC Guide 71:2001 developers to address the needs of older persons and persons with disabilities Design-for-all and Assistive Technology Documento della Unione Europea

9 l EIDD European Institute for Design and Disability EIDD l EDeAN European Design for All e- Accessibility Network EDeAN l IDCnet Inclusive Design Curriculum Network IDCnet l DASDA Design for All Web site DASDA Collegamenti

10 Design-for-all e usabilità Quello che il design-for-all si propone è l’ottimizzazione della usabilità di un prodotto sull’insieme dei suoi potenziali utenti.

11 Usabilità L’usabilità è relativa al produrre prodotti e sistemi che siano facili da usare e svolgano le funzioni per le quali erano stati progettati E’ facile capire se qualcosa “non” è usabile. Più difficile è definire dove sta la usabilità e come la si misura. Efficacia, efficienza e soddisfazione nell’uso sono proposte come misure

12 Usabilità L’usabilità è uno dei molti aspetti della qualità l’usabilità di un prodotto, e più in particolare di un prodotto a base software, misura la distanza cognitiva fra il "design model" (modello del prodotto e delle sue modalità d'uso possedute dal progettista ed incorporati nel software) e lo "user model" (modello di funzionamento del prodotto che l'utente si costruisce e che regola l'interazione col prodotto): quanto più i due modelli sono vicini, tanto meno l'usabilità è un problema (Norman e Draper 1986).

13 Principi di usabilità  realizzare un dialogo semplice e naturale realizzare un dialogo semplice e naturale  semplificare la struttura dei compiti semplificare la struttura dei compiti  agevolare il riconoscimento piuttosto che agevolare il riconoscimento piuttosto che il ricordo  fornire feedback in modo da rendere fornire feedback in modo da rendere visibile lo stato del sistema  prevenire gli errori di interazione e prevenire gli errori di interazione e facilitarne il recupero

14 Principi di usabilità (2)  essere consistenti essere consistenti  parlare il linguaggio dell'utente parlare il linguaggio dell'utente  agevolare la flessibilità di utilizzo e agevolare la flessibilità di utilizzo e l'efficienza dell'utente  fornire help e manuali fornire help e manuali

15 Collegamenti l SSGRR Quaderni di usabilità SSGRR l Babel Servizi e consulenza per l’usabilità in rete Babel l Etnoteam Web usabile Etnoteam

16 Usabilità e accessibilità Possono apparire simili ma non sono la stessa cosa Diversità nella metodologia Non necessariamente l’usabilità è sinonimo di design-for-all L‘usabilità è un obiettivo che si evolve, l’accessibilità una verifica su una certa soglia

17 Usabilità e accessibilità Internet ha enfatizzato l’attenzione su entrambe, ma l’accessibilità è oggetto di normativa L’attenzione al problema vero rende gli strumenti e i principi dell’usabilità utili per la accessibilità


Scaricare ppt "Design-for-all, usabilità, accessibilità G. Sommi."

Presentazioni simili


Annunci Google