La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 GRAVIDANZA E INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA: ASPETTI PSICOLOGICI Dott.ssa Francesca Valencak.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 GRAVIDANZA E INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA: ASPETTI PSICOLOGICI Dott.ssa Francesca Valencak."— Transcript della presentazione:

1 1 GRAVIDANZA E INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA: ASPETTI PSICOLOGICI Dott.ssa Francesca Valencak

2 2 GRAVIDANZA: Che cosa rappresenta la maternità per una donna

3 3 GRAVIDANZA Cambiamento di identità

4 4 Il percorso verso la maternità comprende aspetti bio-psico-sociali E’ necessario che la donna possa offrire al bambino uno spazio di accoglienza Fisico Psichico

5 5 La donna e il suo vissuto, la relazione con il partner, con i familiari, le aspettative future, il posto che occupa il bambino, ecc INFLUENZERANNO LA RISPOSTA EMOTIVA ALLA GRAVIDANZA

6 6 Nelle donne straniere a questo si aggiunge la lontananza dal proprio Paese, la differenza di lingua, cultura, i principi su cui si basa l’essere donna e madre

7 7 INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA

8 8 CAUSE IVG LA GRAVIDANZA NON è DESIDERATA (problemi economici, di coppia, ecc.) GRAVI PATOLOGIE FETALI E/O MATERNE CHE RICHIEDONO L’IVG.

9 9 “Norme per la tutela della maternità e sull’interruzione volontaria di gravidanza” è stata approvata dal Parlamento Italiano nel 1978 e confermata dal referendum del 1981 LEGGE 194/78

10 10 ART. 4. –Aborto precoce- Qualsiasi donna che “accusi circostanze per le quali la prosecuzione della gravidanza, il parto o la maternità comporterebbero un serio pericolo per la salute fisica o psichica, in relazione o al suo stato di salute o alle sue condizioni economiche, o sociali o familiari, o alle circostanze in cui è avvenuto il concepimento, o a previsioni d’anomalie o malformazioni del concepito” può richiedere l’interruzione volontaria di gravidanza entro i primi 90 giorni di gestazione

11 11 ART.6 - Aborto tardivo- L'interruzione volontaria della gravidanza, dopo i primi novanta giorni, può essere praticata: a)quando la gravidanza o il parto comportino un grave pericolo per la vita della donna; b) quando siano accertati processi patologici, tra cui quelli relativi a rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro, che determinino un grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna.

12 12 La legge si proponeva di favorire la procreazione cosciente e di aiutare la maternità, tutelando la vita umana, quindi l’obiettivo della Legge era la salute della donna

13 13 La Legge non definisce il limite di tempo gestionale entro cui fare l’IVG 22 settimane di gestazione

14 14 IVG ENTRO I 90 GIORNI DI GESTAZIONE (art. 4) 1.Gravidanza indesiderata 2. Patologie fetali e/o materne CAUSE

15 15 IVG DOPO 90 GIORNI DI GESTAZIONE (art. 6) 1. rischio alla salute della donna 2. Patologie fetali e/o materne CAUSE rischio salute psichica della donna

16 16 Diverso vissuto psicologico IVG prima e dopo 90 giorni di gestazione: - diverso momento gestazionale - diverso processo di attaccamento madre-feto - diversa procedura abortiva Conseguenze psicologiche diverse

17 17 Diminuzione delle IVG in Italia ,8% in meno rispetto ,7% in meno rispetto 1982 Il valore in Italia è tra i più bassi di quelli osservati nei Paesi industrializzati efficacia della politica di tutela della salute della donna - Relazione Parlamento, Ministero della Salute 2013-

18 18 ALTA PERCENTUALE IVG DA PARTE DELLE DONNE STRANIERE 1/3 DELLE IVG TOTALI -Ministero della Salute 2013-

19 19 Tra i motivi dell’elevata frequenza di Ivg nelle donne straniere possiamo indicare : 1.l’ abortività è alta già nei paesi di origine e spesso effettuata clandestinamente e in modo insicuro per condizioni socio-economiche difficili quali: povertà, bassa istruzione, gravidanze precoci, disuguaglianze di genere, l’incapacità e/o impossibilità di gestire la capacità riproduttiva da parte delle donne.

20 20 2. Il processo migratorio la fase di adattamento, le difficoltà sociali (occupazione, abitazione, ecc.) civili (regolarizzazione, permessi di soggiorno) relazionali (lingua, amicizie, affetti) accentuano il problema delle gravidanze indesiderate e il successivo ricorso all’aborto;

21 21 3.Consapevolezza della propria sessualità, controllo della fecondità, valide scelte contraccettive le donne si scontrano con comportamenti riproduttivi differenti, spesso non capiti perché troppo lontani dalla cultura e dai principi di origine. Il controllo della capacità riproduttiva fa parte, di un lungo percorso, di una conquista che passa attraverso un serie di mutamenti sociali e di cambiamenti culturali.

22 22 CONTROLLO DELLA FECONDITA’ incontra /scontra con l’universo maschile e il potere decisionale del partner

23 23 Prosecuzione o interruzione gravidanza? spesso la scelta non è della donna Disparità di potere conseguenze psicologiche: ansia, depressione, problemi sessuali, perdita di stima di sé, isolamento ecc

24 24 Le conseguenze psicologiche rispetto alla non scelta sulla maternità sono molteplici e dipendono da fattori personali, relazionali, culturali religiosi. Ogni donna avrà una reazione diversa in funzione della sua unicità

25 25 CHE COSA PUO’ FARE L’OSPEDALE?

26 26 E’ importante prendere in considerazione : la modalità di comunicazione offrire uno spazio di ascolto la qualità dell’assistenza

27 27 E’ fondamentale offrire la possibilità di un sostegno psicologico La donna deve sapere che c’è la possibilità di avere uno spazio di ascolto e accoglienza.

28 28 Il Ruolo del Mediatore Non riguarda la sola traduzione linguistica Ma …

29 29.. svolge una funzione di PONTE tra due culture supporta la donna, la aiuta a comunicare e a capire aiuta gli operatori a comprendere la donna e la sua cultura favorendo l’alleanza terapeutica Diventa così alleato sia della donna che degli operatori sanitari

30 30 E’ FONDAMENTALE CHE IL MEDIATORE: abbia un atteggiamento accogliente e non giudicante nei confronti della donna;

31 31 aiuti la donna ad ottenere tutte le informazioni e la inviti a domandare se non ha capito ;

32 32 Favorisca la prevenzione degli aborti per evitare che l’IVG venga utilizzato come metodo contraccettivo.

33 33 E’ importante l’ascolto non giudicante, l’accoglienza, il sostegno facendo in modo che la donna, di origine e cultura diversa, si senta accolta e sostenuta dal Paese accogliente E’ NECESSARIO RINFORZARE LA RETE MULTIDISCIPLINARE PER : Informare, prevenire, sostenere

34 34 GRAZIE PER L’ATTENZIONE


Scaricare ppt "1 GRAVIDANZA E INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA: ASPETTI PSICOLOGICI Dott.ssa Francesca Valencak."

Presentazioni simili


Annunci Google