La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

© Donato Nitti 2015 | www.nitti.it Le reti di imprese per l’internazionalizzazione delle PMI Prato, 23 febbraio 2015 Avv. Donato Nitti Dottore di ricerca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "© Donato Nitti 2015 | www.nitti.it Le reti di imprese per l’internazionalizzazione delle PMI Prato, 23 febbraio 2015 Avv. Donato Nitti Dottore di ricerca."— Transcript della presentazione:

1 © Donato Nitti 2015 | Le reti di imprese per l’internazionalizzazione delle PMI Prato, 23 febbraio 2015 Avv. Donato Nitti Dottore di ricerca in diritto privato comparato

2 © Donato Nitti 2015 | 2 Il problema Mancanza di risorse economiche e culturali La soluzione Aggregarsi per unire i diversi punti di forza Lo strumento La rete di imprese Le barriere all’ingresso

3 © Donato Nitti 2015 | 3 Comunicazione Small Business Act 2008 L’UE e gli Stati membri devono promuovere l’aggiornamento delle competenze nelle PMI e ogni forma di innovazione. Essi devono incoraggiare le PMI …. ai raggruppamenti di imprese e alla gestione attiva della proprietà intellettuale Legge 9 aprile 2009, n. 33: contratto di rete Legge 30 luglio 2010, n. 122: beneficio fiscale Comunicazione Riesame dello SBA 2011: best practice europea Legge 11 novembre 2011 n.180: riserva fondi pubblici Legge 7 agosto 2012, n. 134: soggettività giuridica Il percorso delle reti

4 © Donato Nitti 2015 | 4 Il modello rete-contratto rete-soggetto Consorzi con attività esterna Consorzi con attività interna società Contratti associativi a.t.i. contratti di scambio

5 © Donato Nitti 2015 | 5 Struttura snella (collaborazione) Responsabilità limitata (modello consortile) Vantaggi fiscali: Sgravi IRAP: L.R. Toscana 24 dicembre 2013, n. 79 Sospensione d’imposta: Legge 122/2010 (fondo esaurito, 48 milioni) DEF 2014 (fondo programmato, 200 milioni o 50milioni?) Flessibilità del lavoro: distacco, codatorialità, assunzioni congiunte (artt. 30 e 31 D.Lgs. 276/2003) Partecipazione a gare pubbliche (artt. 34 e 37 Codice appalti) I vantaggi delle reti

6 © Donato Nitti 2015 | 6 Finanziamenti pubblici: lo Stato … provvede a creare le condizioni più favorevoli per la ricerca e l'innovazione, l'internazionalizzazione e la capitalizzazione, la promozione del «Made in Italy» e, in particolare: a) garantisce alle micro PMI e alle reti di imprese una riserva minima del 60% per ciascuna delle misure di incentivazione di natura automatica o valutativa, di cui almeno il 25% è destinato alle micro e piccole imprese (art. 16 Legge 180/2011) Finanziamenti bancari I vantaggi delle reti - 2

7 © Donato Nitti 2015 | 7 Reti vs. consorzi per l’internazionalizzazione Natura: contratto / soggetto Oggetto: scambio, collabo- razione, esercizio in comune Riserva finanziamenti pubblici (art. 16 L. 180/11) Benefici fiscali (es. sgravio IRAP Toscana, DEF 2014) Lavoro: distacco, codatorialità Natura: solo soggetto Oggetto: solo esercizio in comune Finanziamento pubblico specifico (art DL 83/12) Benefici fiscali: (art DL 83/12) Lavoro: regole ordinarie ReteConsorzio

8 © Donato Nitti 2015 | 8 Il contratto di rete Testo originario Testo vigente Con il contratto di rete due o più imprese si obbligano ad esercitare in comune una o più attività economiche rientranti nei rispettivi oggetti sociali allo scopo di accrescere la reciproca capacità innovativa e la competitività sul mercato. Con il contratto di rete più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare in forme e in ambiti predeterminati attinenti all'esercizio delle proprie imprese ovvero a scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica ovvero ancora ad esercitare in comune una o più attività rientranti nell'oggetto della propria impresa.

9 © Donato Nitti 2015 | 9 La struttura del contratto di rete Aumento innovazione e competitività Scopo-fine Scambio, Collaborazione, Esercizio in comune di attività Obiettivi strategici Come aumentare innovazione e competitività Scopo-mezzo Diritti e obblighi delle parti: come collaborano, cosa e come scambiano, come esercitano in comune attività Programma comune

10 © Donato Nitti 2015 | 10 Imprese italiane Imprese di Stati membri UE libertà di stabilimento Imprese extra-UE "1. Lo straniero è ammesso a godere dei diritti civili attribuiti al cittadino a condizione di reciprocità e salve le disposizioni contenute in leggi speciali. 2. Questa disposizione vale anche per le persone giuridiche straniere” (art. 16 disp. prel. Cod. Civ.) può partecipare alla rete l’impresa extra-UE di un paese che consente alle imprese italiane di esercitare un’attività economica nello stesso modo in cui la rete consente di operare all’impresa straniera trattati bilaterali sulla promozione e protezione degli investimenti I soggetti delle reti

11 © Donato Nitti 2015 | 11 Rete-contratto vs. rete-soggetto Rete-soggetto Rete-contratto non assume diritti/obblighi può avere fondo comune se ha fondo comune ha organo comune deposita bilancio organo comune rappresenta le imprese Anche firma digitale semplice assume diritti/obblighi deve avere fondo comune ha sempre organo comune deposita sempre bilancio organo comune rappresenta la rete Sempre intervento notaio

12 © Donato Nitti 2015 | 12 La responsabilità Art. 3 DL 5/2009 Art c.c. [I]. Per le obbligazioni assunte in nome del consorzio dalle persone che ne hanno la rappresentanza, i terzi possono far valere i loro diritti esclusivamente sul fondo consortile. [II]. Per le obbligazioni assunte dagli organi del consorzio per conto dei singoli consorziati rispondono questi ultimi solidalmente col fondo consortile. In caso d'insolvenza nei rapporti tra i consorziati il debito dell'insolvente si ripartisce tra tutti in proporzione delle quote. …al fondo patrimoniale comune si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli articoli 2614 e 2615, secondo comma, del codice civile; in ogni caso, per le obbligazioni contratte dall'organo comune in relazione al programma di rete, i terzi possono far valere i loro diritti esclusivamente sul fondo comune.

13 © Donato Nitti 2015 | 13 Obiettivi strategici Programma di rete Fondo comune Organo comune Decisioni Proprietà intellettuale Lavoro Recesso, esclusione, scioglimento Risoluzione delle controversie Gli elementi del contratto

14 © Donato Nitti 2015 | 14 Per approfondimenti: Grazie per l’attenzione!


Scaricare ppt "© Donato Nitti 2015 | www.nitti.it Le reti di imprese per l’internazionalizzazione delle PMI Prato, 23 febbraio 2015 Avv. Donato Nitti Dottore di ricerca."

Presentazioni simili


Annunci Google