La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Samuele Colombo, Jessica Sala, Laura Gusatu. Il franchising (detto anche affiliazione commerciale) è un contratto atipico (in quanto non regolato dall’ordinamento)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Samuele Colombo, Jessica Sala, Laura Gusatu. Il franchising (detto anche affiliazione commerciale) è un contratto atipico (in quanto non regolato dall’ordinamento)"— Transcript della presentazione:

1 1 Samuele Colombo, Jessica Sala, Laura Gusatu

2 Il franchising (detto anche affiliazione commerciale) è un contratto atipico (in quanto non regolato dall’ordinamento) fra due soggetti (da una parte un’azienda commerciale consolidata detta affiliante e dall’altra una società o un singolo imprenditore detto affiliato) giuridici, economicamente e giuridicamente indipendenti, in base al quale una parte concede la disponibilità all'altra, verso corrispettivo, di un insieme di diritti di proprietà industriale o intellettuale, inserendo così l'affiliato in un sistema costituito da una pluralità di affiliati distribuiti sul territorio, allo scopo di commercializzare determinati beni o servizi. 2

3 Oggetto: trasferimento di un bene immateriale ad esempio marchi, denominazioni commerciali, insegne, modelli di utilità, disegni, diritti di autore, know-how, brevetti, assistenza o consulenza tecnica e commerciale a titolo oneroso. Forma: il contratto deve essere redatto per iscritto a pena di nullità (scrittura privata) e deve avere un contenuto minimo previsto dalla legge. Tempo: può essere a tempo indeterminato o determinato. In quest’ultimo caso non deve essere inferiore a 3 anni. 3

4 Elementi del contratto: 1.Ammontare degli investimenti iniziali 2.Royalties (percentuali sul fatturato) e fatturato minimo che l’affiliato dovrà conseguire 3.Zona o territorio nella quale l'affiliato potrà esercitare la propria attività 4.Know-how e manuale operativo fornito dall'affiliante 5.Elenco di tutti i servizi tecnici e/o commerciali erogati dalla casa madre 6.Condizioni di rinnovo, recesso, cessione. 4

5 1.Fornire all’affiliato (almeno trenta giorni prima della stipula) una copia del contratto di affiliazione. 2.Fornire i dati relativi alla ragione e al capitale sociale e solo su richiesta, copia dei bilanci degli ultimi tre anni o, se inferiore, dalla data di inizio attività. 3.Indicazione dei marchi utilizzati nel sistema o la documentazione comprovante l'uso concreto del marchio. 4.Obbligo di assistenza nei confronti dell’affiliato. 5.Esposizione degli elementi che caratterizzano l'attività. 6.Lista degli attuali affiliati e delle affiliazioni e dei recessi avvenuti negli ultimi tre anni. 7.Elenco di eventuali procedimenti giudiziari intestati alla società madre. 8.Impegno ad addestrare e mettere a disposizione dell’affiliato il personale adatto da impiegare presso l'impresa di quest'ultimo. 5

6 1.Obbligo alla riservatezza e segretezza. 2.Obbligo della preventiva comunicazione all'affiliante di un'eventuale trasferimento sede. 3.Correttezza nello svolgimento di tutti i passaggi del rapporto 4.Obbligo di adeguamento agli standard di qualità dell’affiliante 5.Obbligo alla corresponsione dei canoni 6

7 1. Naturale scadenza del contratto (se a tempo determinato) 2.Per giusta causa (in questo caso bisogna comunicarlo con un congruo termine di preavviso) 3. Mutuo accordo Se una parte ha fornito false informazioni, l'altra parte può chiedere l'annullamento del contratto ai sensi dell'articolo 1439 del codice civile nonché il risarcimento del danno, se dovuto. 7


Scaricare ppt "1 Samuele Colombo, Jessica Sala, Laura Gusatu. Il franchising (detto anche affiliazione commerciale) è un contratto atipico (in quanto non regolato dall’ordinamento)"

Presentazioni simili


Annunci Google