La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RIUNIONE TECNICA DI AGGIORNAMENTO Lunedì 13 ottobre 2014 Milano – via Timavo A cura della Commissione Tecnica Regionale Relatori: Abate Alessandro – Agostani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RIUNIONE TECNICA DI AGGIORNAMENTO Lunedì 13 ottobre 2014 Milano – via Timavo A cura della Commissione Tecnica Regionale Relatori: Abate Alessandro – Agostani."— Transcript della presentazione:

1 RIUNIONE TECNICA DI AGGIORNAMENTO Lunedì 13 ottobre 2014 Milano – via Timavo A cura della Commissione Tecnica Regionale Relatori: Abate Alessandro – Agostani Luca

2 Numerazione Maglie e compilazione delle Liste Le maglie dei giocatori possono avere i seguenti numeri: 0 – 00 – tutti i numeri da 1 a 99 compresi  non ci sono più limitazioni Le liste che si presentano al refertista prima della gara devono: - essere stampate a computer - essere compilate in ogni punto, comprensive di tipo e numero documento - riportare i nomi dei giocatori in ordine numerico crescente Anno Sportivo

3 Art. 16Canestro: realizzazione e valore Precisazione Il valore di un tiro a canestro su azione è definito dal punto del terreno dal quale il tiro è stato rilasciato. Un canestro realizzato dall’area di tiro da 2 punti vale 2 punti, un canestro realizzato dall’area di tiro da 3 punti vale 3 punti. Le eventuali interferenze avvenute durante la parabola ascendente NON fanno cambiare lo status della palla, e conseguentemente NON cambia il valore del canestro realizzato. Un canestro è assegnato alla squadra che attacca il canestro avversario nel quale la palla è entrata.

4 Art. 17Rimessa in gioco Quando una rimessa in gioco è da effettuarsi dalla linea di fondo in zona d’attacco, l’arbitro attivo (cioè quello che amministra la rimessa) fischierà prima di mettere la palla a disposizione del giocatore. Tale procedura è solo una precisazione operativa data dall'Organo Tecnico. La direttiva data agli arbitri è stata quella di consegnare immediatamente la palla dopo il fischio ma rimane comunque valida la regola che il fischio non fa terminare l'opportunità per una sospensione e/o sostituzione, ma è solo un avvertimento dell'immediata successiva palla viva. L’opportunità per cambi e/o time-out termina quando la palla è a disposizione del giocatore per la rimessa Anno Sportivo

5 Art. 18Sospensione A ciascuna squadra possono essere accordate: -2 sospensioni durante la prima metà-gara -3 sospensioni durante la seconda metà-gara, con un massimo di 2 negli ultimi 2 minuti del 4° Periodo - 1 sospensione durante ogni tempo supplementare. Anno Sportivo NUOVO!

6 Quindi, se ad una squadra non viene assegnata nessuna sospensione prima che il cronometro indichi 2:00 al termine della gara, il segnapunti traccerà 2 linee orizzontali nella casella relativa al PRIMO time-out della seconda metà-gara. Anno Sportivo Attenzione: questa regola - si applica quando il time-out viene concesso, NON quando è richiesto dal coach! - si applica da 2.00 incluso - si applica ad entrambe le squadre! - rimane valida la regola dello STOP del cronometro su canestro realizzato …

7 Anno Sportivo Esempio: Con 2:09 sul cronometro di gara nel 4°periodo, l’allenatore della squadra A richiede la sua prima sospensione nella seconda metà-gara mentre il gioco continua. Con 1:58 sul cronometro di gara la palla finisce fuori campo ed il cronometro di gara viene fermato. La sospensione per la squadra A è ora accordata. Interpretazione: Il segnapunti traccerà sul referto 2 linee orizzontali nella prima casella relativa ai time-out della squadra A, poiché la sospensione è stata assegnata a 1:58 nel 4° periodo; il time-out sarà poi registrato nella seconda casella e la squadra A avrà soltanto una sospensione residua.

8 Art. 14Controllo della palla Precisazione: Il controllo di palla da parte di una squadra inizia quando un giocatore di quella squadra ha il controllo di una palla viva, poiché la trattiene o la palleggia. Esempio: La squadra A ha avuto il controllo della palla per 15 secondi. A1 tenta di passare la palla a A2 e la palla passa oltre la linea perimetrale. B1 nel tentativo di evitare che la palla finisca nel fuori campo, salta dall’interno del terreno di gioco sopra la linea perimetrale. Mentre B1 è ancora in volo, la palla: (a) è battuta con una mano da B1 (b) è presa da B1 con ambedue le mani per poi ritornare sul terreno di gioco dove è presa da A2. Interpretazione: (a) La squadra A rimane in controllo di palla. Il conteggio dei 24” continua. (b) La squadra B ha ottenuto il controllo della palla. Il conteggio dei 24” sarà resettato per la squadra A. Anno Sportivo

9 Art. 36Fallo tecnico – Sanzione Da quest’anno, il regolamento prevede che - per un fallo tecnico (T C B) - agli avversari debba essere assegnato 1 solo tiro libero, seguito da: - un salto a due nel cerchio centrale  per l’inizio del primo periodo - una rimessa in gioco dalla linea centrale estesa sul lato opposto al tavolo degli ufficiali di campo  durante TUTTA LA GARA

10 Art. 36Fallo tecnico - Registrazione Il fallo Tecnico deve essere registrato come segue: - T:Se assegnato ad un giocatore effettivo in campo - C:Se assegnato all’allenatore per SUA personale responsabilità - B:Se assegnato all’allenatore per responsabilità della panchina Anno Sportivo

11 STATUS DEL GIOCATORE Ricordiamo come possono essere definiti gli atleti iscritti a referto? Anno Sportivo G-GIOCATORI:sono i 5 in campo -S-SOSTITUTI:tutti gli atleti in panchina abilitati a giocare -E-ESCLUSI:gli atleti in panchina che hanno commesso 5 falli -E-ESPULSI:gli atleti «cacciati» dal gioco

12 Art. 36 Fallo tecnico – Espulsione Un giocatore deve essere espulso per il resto della gara quando viene sanzionato con 2 falli tecnici (anche non consecutivi) Stessa sanzione si applica al giocatore al quale vengono addebitati 2 falli antisportivi (art.37) e all’allenatore che è sanzionato di: - 2 falli tecnici per suo personale comportamento  C – C - 3 falli tecnici complessivi  C – B – B

13 Anno Sportivo Art. 38 Espulsione :Deve essere addebitato un fallo da espulsione a chi lo commette :Quest’ultimo, una volta espulso, deve recarsi e rimanere nello spogliatoio della propria squadra per il resto della gara, oppure, a sua scelta, lasciare l'impianto di gioco. Non è quindi previsto che il tesserato espulso sieda in tribuna, anche se si comporta correttamente.

14 Anno Sportivo Art. B.8.3 Espulsione dalla gara – Registrazione In tutti i casi precedenti, per l’Espulsione dalla gara non deve essere amministrata alcuna ulteriore sanzione e sarà registrata a referto facendo seguire la scritta «GD» nello spazio successivo. Il segnapunti ha il compito di avvertire immediatamente un arbitro. Non si sommano U con T ma solo T con T e U con U: devono essere gemelli. Anche per l’espulsione del Coach si usa la stessa modalità  GD

15 Anno Sportivo Registrazione 1° Fallo Tecnico (T 1 ) Registro il 2° fallo Tecnico (T 1 ) che comporta espulsione Con la penna rossa scrivo GD nella casella immediatamente successiva Al termine del periodo chiudo con la greca i falli, lasciando fuori GD Al termine della gara, chiudo con la linea nera tutte le caselle libere Esempio di registrazione per espulsione:

16 Anno Sportivo Art. B.8.3 Fallo da espulsione - Registrazione Un fallo da espulsione (art.38) deve essere indicato con una «D», seguita dai numeri 1, 2 o 3 a seconda di quanti tiri liberi saranno assegnati. D x Se è commesso da un giocatore rientra nei falli di squadra, poiché: Art : Un fallo di squadra è un fallo personale, tecnico, antisportivo o da espulsione commesso da un giocatore.

17 Anno Sportivo Prestiamo attenzione all’espulsione di un giocatore escluso: la registrazione è un tecnico alla panchina (va segnato come B) e quindi cambia anche la sanzione del numero dei tiri liberi (non 2 ma 1!) Attenzione alle compensazioni: sono possibili solo tra sanzioni uguali. Non si possono più quindi compensare un T ed un U ATTENZIONE!!

18 Anno Sportivo Art. 5 Giocatori – Infortunio Se un giocatore è infortunato o sembra infortunato, ed uno qualunque del personale di squadra presente in panchina entra sul terreno di gioco, quel giocatore viene considerato «soccorso» e DOVRA’ essere sostituito!! E’ sempre l’arbitro che autorizza il personale presente in panchina ad entrare in campo per prestare le cure al giocatore infortunato. Soltanto il medico può entrare in campo senza l’autorizzazione arbitrale se, secondo lui, esiste un pericolo di vita immediato per il giocatore.

19 Art secondi Quest’anno, la regola dei 24 secondi è stata modificata. Il regolamento, all’art , dice che: Dopo che la palla ha toccato l’anello del canestro avversario, l’apparecchio dei 24” dovrà essere resettato a: - 24 secondi se la squadra avversaria acquisisce il controllo della palla - 14 secondi se la squadra che riconquista il controllo della palla è la stessa che ne aveva il controllo prima che la palla toccasse l’anello Anno Sportivo

20 Nei nostri campionati, questa regola si applica solo nelle fasi finali, o dovunque sia previsto l’uso del cronometro dei 24’’ a bordo campo ATTENZIONE!! Durante la stagione regolare, anche in caso di doppio arbitraggio, il conteggio dei 24’’ è sempre demandato all’arbitro, e verrà da lui resettato sempre a 24 in seguito a fischi per violazione e/o fallo. La regola degli 8’’ – cioè il tempo massimo in cui una squadra deve far pervenire la palla nella sua zona d’attacco – è rimasta invariata.


Scaricare ppt "RIUNIONE TECNICA DI AGGIORNAMENTO Lunedì 13 ottobre 2014 Milano – via Timavo A cura della Commissione Tecnica Regionale Relatori: Abate Alessandro – Agostani."

Presentazioni simili


Annunci Google