La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Miriyan Subasinghe e Celotto Giuliana. Gli stati di Pakistan, Nepal, Bhutan, Bangladesh, Sri Lanka, India e Maldive formano il Subcontinente indiano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Miriyan Subasinghe e Celotto Giuliana. Gli stati di Pakistan, Nepal, Bhutan, Bangladesh, Sri Lanka, India e Maldive formano il Subcontinente indiano."— Transcript della presentazione:

1 Miriyan Subasinghe e Celotto Giuliana

2

3 Gli stati di Pakistan, Nepal, Bhutan, Bangladesh, Sri Lanka, India e Maldive formano il Subcontinente indiano. Confinano a nord con Afghanistan e Cina, a est con Birmania e a ovest con Iran. È bagnata a ovest dal Mar Arabico e a est dall’ Oceano Indiano.

4 Le principali catene montuose sono: Hindukush, Ghati, Karakoram e Himalaya. I fiumi più importanti sono: Indo, Gange e il Brahmaputra. Quando le acque delle abbondanti piogge monsoniche si sommano a quelle derivate dallo scioglimento delle nevi, possono verificarsi disastrose inondazioni. Prevalgono litorali sabbiosi ma non mancano lunghi tratti rocciosi e scogliere. L’ unica grande isola della regione è lo Sri Lanka. L’ arcipelago più famoso è quello delle Maldive. Il clima è condizionato dai monsoni, durante i mesi invernali è arido e durante i mesi caldi le precipitazioni sono frequenti con veri e propri cicloni tropicali. Vegetazione lussureggiante con fitte foreste di mangrovie.

5 Abitano circa un miliardo e mezzo di persone. Il territorio comprende alcune delle città più popolose del mondo. La sovrappopolazione costituisce un problema. I conflitti religiosi ed etnici sono molto frequenti. Ogni stato ha la sua lingua ufficiale,sono parlati anche numerosi dialetti e lingue locali. L’inglese è parlato ovunque, essendo la lingua dei colonizzatori. Lo sviluppo industriale è in aumento. Si punta sulla coltivazione intensiva. L’alimento principale è il riso. Si allevano ovini e caprini. Le industre sono in forte crescita. Principali sono quelle tessili, alimentari, automobilistiche, meccaniche, elettronica, e informatica. Il turismo è intenso soprattutto alle Maldive.

6 Abbiamo scelto di viaggiare con la compagnia aerea internazionale “Emirates”. Per un viaggio a Delhi con partenza 14 marzo e ritorno il 21 marzo. PERSONEPARTENZA 14 marzo ARRIVO 15 marzo DURATAPREZZO 2 ADULTIROMA Sabato DELHI Domenica 11hCLASSE ECONOMY 10:5502:351 SCALO586,54

7 Abbiamo prenotato per sei notti e per due persone all’Ibis Delhi Airport Hotel. Nel centro di Nuova Delhi. PERSONESOGGIORNOPREZZO 2 ADULTIDA SABATO 14/03 PER SEI NOTTI A SABATO 21/03 € 385,51

8

9 Il 5 maggio 1947 l’ India riceve l’ indipendenza dal Regno Unito. Gandhi ( ) è stato leader morale, politico spirituale dell’ India moderna; introdusse un nuovo metodo di lotta politica basata sulla non violenza, guidando l’India alla conquista dell’ indipendenza.

10 « Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre. » Mahatma Gandhi Gandhi viene assassinato il 30 gennaio 1948 con tre colpi di pistola da Nathuram Godse, un fanatico indù radicale che ha legami anche con il gruppo estremista indù Mahasabha. Godse riteneva Gandhi responsabile di cedimenti al nuovo governo del Pakistan e alle fazioni musulmane, non da ultimo il pagamento del debito dovuto al Pakistan. Oggi la sua tomba è un luogo di preghiera e di incontro di molti suoi sostenitori. « Se qualcuno dovesse porre fine alla mia vita trapassandomi con una pallottola - come qualcuno tentò di fare con una bomba l'altro giorno - e io ricevessi la sua pallottola senza un gemito ed esalassi l'ultimo respiro invocando il nome di Dio, allora soltanto allora giustificherei la mia pretesa. »

11 New Delhi è una metropoli caotica e colorata che travolge ogni viaggiatore: tra torri, moschee, templi e giardini curatissimi si innalzano i grattacieli della new economy, i centri commerciali e palazzi che ricordano Londra e le grandi capitali europee, dove però palme e risciò riportano al mondo orientale. Più che una città, Delhi è una megalopoli di più di 14 milioni di abitanti che vivono nei nuovi condomini ma anche nella città vecchia, tra giardini e templi, tra mercati e vie secondarie. La religione più praticata è l’induismo. È una delle più antiche religioni. Spesso viene considerata politeista per le sue 330 divinità, ma in realtà c’è una divinità principale: Brahma. OM Principale simbolo della religione induista

12 Negli ultimi anni l’India si è industrializzata sempre di più. Al momento è la quarta potenza economica mondiale. Nonostante questa rapida crescita economica, ci sono numerose diseguaglianze sociali. Il livello di istruzione è basso malgrado le prestigiose università. Le condizioni igienico- sanitarie sono pessime.

13 Un problema grave è la sovrappopolazione. MUMBAI: 18 milioni di abitanti; CALCUTTA e NUOVA DELHI: 15 milioni; MUMBAI è il centro economico dell’India. Il suo panorama, però, è terribile: migliaia di persone vivono in estreme baraccopoli a poca distanza dai grattacieli più moderni.

14 l’industria è molto sviluppata, in quasi tutti i settori. L’industria mineraria comprende: ferro, rame, bauxite, diamanti, titanio, uranio in ambito siderurgico e meccanico. Fonti energetiche come petrolio, carbone e gas naturale, che però non soddisfano il bisogno interno. Le centrali nucleari si stanno raddoppiando. Il settore tessile è molto artigianale, guidato da imprese familiari.

15 L’agricoltura è ancora molto praticata in India, soprattutto nelle regioni più povere. La presenza di dighe e canali garantisce acqua sufficiente alle coltivazioni. Il fiume più importante è il Gange, scorre per la maggior parte in India e poi sfocia sulle coste del Blangadesh. Il clima è caratterizzato dai monsoni. Spesso queste piogge durano mesi. Possono essere favorevoli all’agricoltura, ma se troppo abbondanti rischiano di causare danni alle coltivazioni o provocare terribili inondazioni con migliaia di morti.

16 L’India è al secondo posto al mondo per la produzione del riso. Il paese con il più grande numero di bovini, il secondo per i caprini e il terzo per gli ovini. È al primo posto anche per la produzione di latte e burro. Le risorse naturali vengono principalmente esportati La zone interna indiana è prevalentemente desertica con boscaglia e savane quindi l’agricoltura viene praticata specialmente sulle coste o nelle regioni più esterne dove il clima è tropicale. In montagna La zona desertica è poco abitata, coloro che vivono qui, allevano cammelli ed estraggono sale e gesso.

17

18 Col termine Bollywood, fusione di Mumbay e Hollywood, si intende il cinema popolare e in lingua hindi proiettando sempre più film nella quale in alcune parti del film possono apparire canzoni. Alcuni artisti possono essere: sharukhan, aishwaya, … Aishwarya Rai, famosa attrice di Bollywood

19 È ormai una tradizione annuale festeggiare la festa dei colori in India. Durante questa festa è tradizione colorare il viso del proprio innamorato. Si festeggia quindi la vita, l’amore e la felicità.

20 https://www.youtube.com/watch?v=04k6guPY-AQ


Scaricare ppt "Miriyan Subasinghe e Celotto Giuliana. Gli stati di Pakistan, Nepal, Bhutan, Bangladesh, Sri Lanka, India e Maldive formano il Subcontinente indiano."

Presentazioni simili


Annunci Google