La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STRUTTURA STABILIMENTO – EQUIPMENT TREE Nell’Equipment Tree viene riportata la struttura del Vs. stabilimento. L’albero permetterà di strutturare tutte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STRUTTURA STABILIMENTO – EQUIPMENT TREE Nell’Equipment Tree viene riportata la struttura del Vs. stabilimento. L’albero permetterà di strutturare tutte."— Transcript della presentazione:

1

2 STRUTTURA STABILIMENTO – EQUIPMENT TREE Nell’Equipment Tree viene riportata la struttura del Vs. stabilimento. L’albero permetterà di strutturare tutte le linee, isole di produzione, oggetti manutentivi presenti nello stabilimento.

3 OGGETTI MANUTENTIVI L’oggetto manutentivo è l’oggetto su cui viene fatta manutenzione. Nella scheda vengono riportati:  storia interventi (storico);  documenti allegati;  piano di manutenzione preventiva programmata;  aspetti legati alla sicurezza.

4 SICUREZZA E VALUTAZIONE DEI RISCHI L’analisi dei rischi può essere effettuata sull’oggetto manutentivo e/o sulle attività di manutenzione svolte su di esso. I rischi, con la relativa valutazione vengono riportati nella stampa dell’ordine di lavoro che viene consegnato al manutentore.

5 PIANI DI MANUTENZIONE Il piano di manutenzione è lo strumento in uso al responsabile di manutenzione, il quale ha evidenza delle scadenze più prossime e delle scadenze legate a dispositivi di sicurezza. Da questo scadenziario generale delle attività pianificate, il responsabile programma gli ordini di lavoro.

6 ORDINE DI LAVORO L’ordine di lavoro è lo strumento su cui il manutentore prende visione di cosa deve fare e dove lo deve fare. È sempre sull’OdL che viene riportata l’analisi dei rischi legati all’intervento da fare e dove egli stesso, come informazioni finali, riporterà i tempi ed i materiali utilizzati nel compiere l’intervento.

7 MODULO ESTERNO MANUTENTORI Il modulo esterno è stato realizzato appositamente per le aziende che vogliono delegare l’attività di inserimento dei dati direttamente agli operatori. Questa interfaccia può essere utilizzata indistintamente sia dal manutentore sia dal caporeparto che inserisce una richiesta di intervento.

8 MODULO ESTERNO MANUTENTORI L’interfaccia semplice ed intuitiva permette di velocizzare la procedura e di ridurre il margine di errore. Questo modulo, inoltre, può essere utilizzato su dispositivi hardware industriali (touch screen) evitando l’uso di tastiera e mouse.

9 RIPRISTINO COMPONENTI DI SICUREZZA Per aumentare la sicurezza aziendale il manutentore per eseguire il salvataggio del rapportino deve confermare il ripristino dei componenti di sicurezza installati sulla macchina. L’oggetto manutentivo viene così riconsegnato in ‘sicurezza’ all’operatore di macchina.

10 MAGAZZINO La gestione del magazzino in Ge.Man. è estremamente flessibile in quanto le nostre anagrafiche possono essere gestite sia in “autonomia”, che collegate ad un qualsiasi gestionale presente in azienda. L’applicativo evidenzia le parti in sottoscorta ed i relativi quantitativi di riordino.

11 INDICI E REPORTISTICA  M.T.B.F.: tempo operativo medio tra i guasti;  M.T.B.M.: tempo medio tra 2 interventi di manutenzione;  M.T.T.R.: valore atteso del tempo al ripristino;  COSTI: Costi sostenuti per cliente, struttura, macchina, centro di costo.

12 SOFTWARE DIPARTIMENTALI I ns. applicativi dipartimentali nel campo della produzione e logistica:  LEAN SAFETY: gestione sicurezza;  LEAN WAREHOUSE: gestione magazzino;  LEAN AUTOPARCO: gestione autoparco mezzi;  LEAN ECO: gestione rifiuti;  LEAN JOB COSTING: gestione commesse.

13 CONTATTI Lean Solutions Srl Via Benedetto Croce, Sant’Egidio alla Vibrata (TE) Tel / Fax


Scaricare ppt "STRUTTURA STABILIMENTO – EQUIPMENT TREE Nell’Equipment Tree viene riportata la struttura del Vs. stabilimento. L’albero permetterà di strutturare tutte."

Presentazioni simili


Annunci Google