La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Premesse La globalizzazione 1 In una società globalizzata nessun paese è autosufficiente Tutti sono coinvolti nel processo economico, seppur a livelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Premesse La globalizzazione 1 In una società globalizzata nessun paese è autosufficiente Tutti sono coinvolti nel processo economico, seppur a livelli."— Transcript della presentazione:

1

2 Premesse

3 La globalizzazione 1 In una società globalizzata nessun paese è autosufficiente Tutti sono coinvolti nel processo economico, seppur a livelli differenti, per vendere quello che producono, acquisire ciò di cui non dispongono, produrre in modo più efficiente rispetto ai propri partner/competitor commerciali.

4 Mutano gli scenari competitivi, mutano le strategie: gli effetti della globalizzazione Per comprendere l’ascesa cinese, è interessante citare il caso PetroChina, azienda leader nel settore energetico, seconda al mondo per capitalizzazione di borsa (287 miliardi di dollari nel 2009) dopo Exxon Mobil (337 miliardi) e prima di General Electric (204 miliardi). Nel 2007, il valore di borsa di PetroChina ha raggiunto i miliardi di dollari, pari al Pil del Brasile. Secondo le previsioni dell’Ocse per il 2050, la Cina sarà al primo posto, in termini di PIL, prima degli USA, dell’India e dell’Europa. La globalizzazione 2

5 Il declino delle vecchie potenze ( )

6 La continua crescita delle nuove potenze ( )

7 Gli gnomi delle leggende irlandesi sanno fabbricare scarpe leggerissime e le fanno pagare in monete d’oro. Quest’oro lo mettono in una pentola, la pentola la collocano alle radici dell’arcobaleno; invano gli umani la cercano perché, come noto, quando ci si avvicina troppo alle radici dell’arcobaleno, l’arcobaleno scompare. La Crisi

8 RAQs (Rarely Asked Questions) ovvero le domande giuste che troppo raramente ci si pone Ciò che non si sa è molto più importante di ciò che si sa

9 RAQs (Rarely Asked Questions) Cos’è la logistica?

10 La Barbie Arabia Saudita Petrolio Taiwan Raffina il petrolio per ottenere pellet di plastica Stati Uniti Confezioni di cartone Modelli Pigmenti per vernici Cina Lavoro Cotone Abiti Giappone Capelli di Nylon Cosa è la logistica?

11 17/02/2012. Il sito annuncia che il fondo chiuso di investimento LF16 di Amburgo, creato dalla casa di emissioni Lloyd Fond, ha dichiarato lo stato di «Insolvenz»www.manager-magazin.de LF16 era un fondo specializzato in investimenti nel settore dello shipping, in particolare nell’acquisto di navi. Cosa è la logistica?

12 Nel modo ci sono solo due linee ad alta velocità in attivo: la Tokyo-Osaka e la Parigi-Lione. Tutte le altre sono in perdita Far viaggiare i treni merci su linee ad alta velocità non ha alcun senso. Primo perché i treni merci sono intrisecamente lenti, secondo perché hanno costi di mantenimento elevatissimi che inciderebbero pesantemente anche sul costo del trasporto merci. Cosa è la logistica?

13 Non è necessaria l’opera. Sono necessari i soldi che derivano da cantieri e progetti… Il Tav è un «momendol» economico. Come le olimpiadi. Diciamo che, grazie ai lavori olimpici imprese e località che erano allo stremo hanno trovato prospettive di sopravvivenza per almeno 5 anni. Cosa è la logistica?

14 Alla fine del 2012 la società Allianz ha condotto una vasta indagine presso esperti di diversi settori per stilare una classifica dei rischi maggiormente percepiti dalle imprese. Hanno risposto 529 esperti a livello mondiale. La «supply chain disruption» (perturbazione) ha conquistato la palma di rischio n.ro 1 (46% degli intervistati), seguita dai disastri naturali (43%) Cosa è la logistica?

15 NOTA: Secondo altre fonti l’impatto può arrivare al 20% del PIL con una definizione più ampia della logistica (ad es. includendo anche Real Estate…) Fonte: Interporto Marche LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL SISTEMA LOGISTICO ITALIANO

16 Abbiamo bisogno di un Piano Nazionale della logistica? RAQs (Rarely Asked Questions)

17 IL PORTO DI ROTTERDAM

18 IL NOSTRO PIANO DELLA LOGISTICA Università degli Studi di Parma Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Complementi di Logistica e Supply Chain Management

19 CONTESTO DI RIFERIMENTO GLOBALIZZAZIONE spostamento della ricchezza costo totale del prodotto influenzato dalla logistica DIFETTO DI COMPETITIVITA’ DEL MADE IN ITALY = CRISI MANCATA PERCEZIONE DELLA LOGISTICA COME LEVA COMPETITIVITA’ OBIETTIVI DEL LIBRO BIANCO DEI TRASPORTI EUROPEO entro il % delle merci su ferrovia

20 CRITICITA’ DELLA LOGISTICA ITALIANA SISTEMA DOGANALE BUROCRAZIA INFORMATION TECHNOLOGY INFRASTRUTTURE INTERMODALITA’ MODELLO DI BUSINESS «SOFTWARE » «HARDWARE» APPLICATIVO

21 RISCHIO.. BYE BYE ITALIA ISOLAMENTO DAL CONTESTO INTERNAZIONALE PERDITA DI VALORE AGGIUNTO MORTALITA’ INDUSTRIALE

22 OBIETTIVI STRATEGICI COMPETITIVITA’ SOSTENIBILITA’ EFFICIENZA INNOVAZIONE INTERMODALITA’

23 PIANO ATTUATIVO linea di intervento PIATTAFORMA LOGISTICA INTERMODALITA’ CITY LOGISTICS PIATTAFORMA LOGISTICA CABOTAGGIO INTEGRAZIONE INFRASTRUTTURALI VERSO LA PIATTAFORMA LOGISTICA = PORTO + INTERPORTO + AEROPORTO + FERROVIA SINGLE WINDOW ONE STOP SHOP CORRIDOI DOGANALI

24 PIANO ATTUATIVO linea di intervento INTERMODALITA’ INTERMODALITA’ CITY LOGISTICS PIATTAFORMA LOGISTICA CABOTAGGIO INTERMODALITA’ INCENTIVI: - aggregazione delle piccole imprese di trasporto - incentivi per l’acquisto di equipment intermodale - incentivi per la diffusione della modalita’ di vendita franco destino - adeguamento e utilizzo della linea ferroviaria «storica» per il trasporto merci INTERMODALITA’ DISINCENTIVI: -tassazione costi indiretti (Km percorsi a fine anno su gomma) -Creazione rete interscambio per evitare viaggi a vuoto di ritorno su gomma (round trip), sfruttare piattaforme telematiche per incentivare il pieno carico

25 PIANO ATTUATIVO linea di intervento CABOTAGGIO INTERMODALITA’ CITY LOGISTICS PIATTAFORMA LOGISTICA CABOTAGGIO CABOTAGGIO: -Incentivi al trasporto ferroviario accompagnato e non -Accordi bilaterali per determinare condizioni più stringenti per vettori stranieri che vogliono operare in regime di cabotaggio - maggiori controlli sulle condizioni degli autoveicoli in ingresso sul territorio nazionale

26 PIANO ATTUATIVO linea di intervento CITY LOGISTICS INTERMODALITA’ CITY LOGISTICS PIATTAFORMA LOGISTICA CABOTAGGIO CITY LOGISTICS: -Definizione di una politica nazionale per la city logistics Esempio: circolazione automezzi per la consegna delle merci dalle 22 alle 5

27 NOI VOGLIAMO FARLO E TU?

28 «Ecco dunque un principio essenziale: insegnare i dettagli significa portare alla confusione. Stabilire la relazione tra le cose, significa portare la conoscenza.» Maria Montessori

29 In bocca al Lupo!!!! Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi. Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto


Scaricare ppt "Premesse La globalizzazione 1 In una società globalizzata nessun paese è autosufficiente Tutti sono coinvolti nel processo economico, seppur a livelli."

Presentazioni simili


Annunci Google