La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I 7 re di Roma Secondo la tradizione, i re furono sette. I re venivano eletti dai capifamiglia delle tribù (gentes) per governare la città. Regnarono dal.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I 7 re di Roma Secondo la tradizione, i re furono sette. I re venivano eletti dai capifamiglia delle tribù (gentes) per governare la città. Regnarono dal."— Transcript della presentazione:

1 I 7 re di Roma Secondo la tradizione, i re furono sette. I re venivano eletti dai capifamiglia delle tribù (gentes) per governare la città. Regnarono dal 753 a.C., anno della fondazione di Roma, al 509 a.C., quando fu instaurata la Repubblica. Nulla di certo si sa su questo periodo, poiché le fonti che ne parlano sono di parecchi secoli successive e hanno un taglio leggendario.

2 I 7 re di Roma Romolo Numa Pompilio Tullo Ostilio Anco Marzio Tarquinio Prisco Servio Tullio Lucio Tarquinio (il Superbo)

3 Romolo Primo re di Roma Nascita: 24 marzo del 771 a.C Morte: il 5 o il 7 luglio del 716 a.C. Consorte: Ersilia Regno: a.C Sucessore:Numa Pompilio

4 Cosa fece? Figlio del dio Marte e di Rea Silvia Tracciò il perimetro di Roma Uccise il fratello Remo perché varcò il confine di Roma Armato Divise il popolo tra coloro che potevano combattere e coloro che non potevano farlo Scelse i più nobili per formare il senato Dopo aver regnato per 40 anni Romolo fu rapito in cielo durante una tempesta. Fu divinizzato nella figura del dio Quirino. Di Chloe, Yassa, Chiara

5 NUMA PUMPILIO Nascita: 754 a.C. Morte: 673 a.C. Predecessore: Romolo Successore: Tullio Ostilio Regno: a.C. Origine: Sabina Il re sacerdote

6 Numa Pompilio riformò il calendario, basato sui cicli lunari, che passò da 10 a 12 mesi di 355 giorni, con l'aggiunta di gennaio, dedicato a Giano, e febbraio che furono posti alla fine dell'anno, dopo dicembre (l'anno iniziava con il mese di marzo, da notare tuttora la persitenza di somiglianze dei nomi degli ultimi mesi dell'anno con i numeri: settembre, ottobre, novembre, dicembre).gennaio Gianofebbraio Il calendario conteneva anche l'indicazione dei giorni fasti e nefasti, durante i quali non era lecito prendere alcuna decisione pubblica. Numa istituì i sacrifici, le cerimonie ed il culto degli Dei immortali a Roma. Creò i pontefici, gli auguri ed i Salii. La tradizione vuole che Numa abbia istituito, tra l'altro, anche la Festa di Quirino e la Festa di Marte. La festa prima si celebrava a febbraio, mentre la festa dedicata a Marte si celebrava a marzo. Numa partecipava di persona a tutte le feste religiose durante le quali era proibito lavorare. Secondo la tradizione il re seguì i consigli della ninfa Egeria, per attuare le sue riforme, sottolineando così il carattere sacrale di queste decisioni.ninfaEgeria Numa non fece nessuna guerra

7 Di Pietro, Alessandra, Dennis

8 Tullo Ostilio Il re guerriero Da: nick – selma – aurora

9 Chi era Tullo Ostilio? Nascita: ? Morte: 641 a.c. Predecssore: Numa Pompillo Succesore: Anco Marzio Regno: 673 a.c a.c. Dinastia: Re latino-Sabini

10 Tullo Ostilio va considerato semplicemente come il duplicato di Romolo. Entrambi sono eletti fra i pastori, continuano la guerra contro Fidene e Veio, aumentano il numero dei cittadini, organizzano l'esercito e spariscono da terra in una tempesta. Il re guerriero

11 L'evento distintivo di questo regno fu la distruzione di Alba Longa, che può essere considerato come un fatto storico. Secondo la tradizione, i rapporti amichevoli fra Romani e la popolazione di Alba Longa, nei colli vicino a Roma, si erano guastati ed erano sorte continue controversie. Alba Longa fu sconfitta e assoggettata allo stato romano. Quando poi però Alba Longa si rifiutò di aiutare Roma in un successivo conflitto contro la città di Fidenae, addirittura si schierò contro, Ostilio fece dilaniare il re degli Albani, Mezio Fufezio. Prima di distruggere la città, mai più ricostruita, ne trasferì tutte le ricchezze e ne deportò tutti gli abitanti sul Celio, ampliando così Roma. Tullo Ostilio si impegnò anche in una guerra contro i Sabini; fu durante il suo regno che fu costruita la Curia Hostilia, che divenne il luogo deputato alle riunioni dei senatori, che prima di allora si riunivano all'aperto. regno ( a.C.)

12 Morte La leggenda dice che Tullo era così occupato con una guerra dopo un'altra che aveva trascurato ogni servizio verso le divinità. Una peste terribile si abbatté sui Romani. Anche Tullo ne fu colpito. Pregò Giove per avere il suo favore ed il suo aiuto. La risposta del dio fu un fulmine che venne giù dal cielo, bruciò il re e ridusse la sua casa in cenere, dopo trentadue anni di regno.

13 ANCO MARZIO il re mercante Data di nascita: 675 a.C. Data di morte: 616 a.C. Origini: latino/sabino Predecessore:Tullo Ostillio Successore:Tarquinio Prisco Regno: a.C.

14 Anco Marzio è il re... È SOPRANNOMINATO IL RE MERCANTE Anco Marzio riprende l'espansione verso sud a danno dei Latini, guerra già avviata dal suo predecessore, portando alla schiavitù e alla deportazione di un certo numero di loro sull'Aventino e nella Valle Murcia, creando così il primo nucleo della plebe romana. Durante il suo regno sono realizzate numerose opere architettoniche tra cui la fortificazione del Gianicolo, la fondazione della prima colonia romana ad Ostia Morì di morte naturale Giorgia Giacomo Beatrice

15 TARQUINIO PRISCO DATA DI NASCITA: SCONOSCIUTA DATA DI MORTE: 579 a.C. REGNO: a.C. PREDECESSORE:ANCO MARZIO SUCCESSORE: TARQUINIO SUPERBO ORIGINE: ETRUSCO

16 COSA HA FATTO Nato a Tarquinia in Etruria, il suo nome era Lucumone Sposò Tanaquil, nobildonna etrusca ambiziosa e intelligente. Probabilmente su suggerimento della moglie, Lucumone decise di abbandonare Tarquinia e recarsi a Roma. Nel viaggio accadde un prodigio: un’aquila scese lenta su Lucumone, gli portò via il copricapo, si alzò nel cielo e tornò a riporglielo in testa. Tanaquil, che era esperta in auruspicia, interpretò: “l’uccello era il messaggero di Giove, giunto dalla parte migliore del cielo, gli aveva portato via il berretto per avvicinarlo al Dio, ridandoglielo divinizzato.” Giunto a Roma Lucumone cambiò il nome in Tarquinio Prisco, e stabilì una catena di amicizie importanti. Anco Marzio ne fu affascinato, nominandolo prima consigliere poi, nel testamento, tutore dei suoi figli.

17 COSA HA FATTO Combattè contro i Sabini, i Latini e gli Etruschi Costruì il Circo Massimo per le corse dei cavalli, istituendo i ludi (giochi) romani Iniziò la costruzione della Cloaca Maxima (la più antica condotta fognaria della città) Iniziò la costruzione del tempio di Giove sul colle del Campidoglio MORTE Il maggiore dei figli di Anco Marzio, nella speranza di ottenere il trono che riteneva gli fosse stato usurpato da Tarquinio, organizzò un complotto e lo uccise. I suoi piani furono però frustrati dall'abile Tanaquil, che fece in modo che il popolo romano eleggesse suo genero Servio Tullio come successore di Lucio Tarquinio Prisco. di Lorenzo, Antonino, Veronica

18 Servio Tullio Data di nascita: sconosciuta Data di morte: 539 a.C. Regno: a.C. Predecessore: Tarquinio Prisco Successore: Tarquinio il Superbo Origine: Etrusca

19 Cosa ha fatto? Deve la sua fortuna a Tanaquil, moglie del re Tarquinio Prisco, che gli diede in sposa la figlia e alla morte del marito fece in modo che Servio gli succedesse come re di Roma. Infatti, quando Tarquinio fu ucciso in una congiura messa in atto dai tre figli di Anco Marzio, ai quali aveva sottratto il trono, Tanaquil ne informò il popolo romano nascondendo la morte del re, dicendo invece che egli era rimasto ferito e che nel frattempo Servio Tullio ne sarebbe stato il reggente. Servio Tulio fu il sesto re

20 Cosa ha fatto? Modificò la struttura dell'esercito dividendo la popolazione in classi (patrizi e plebei) e permettendo l'accesso all'esercito anche ai plebei Ampliò il pomerium ed aggiunse alla città di Roma i colli Quirinale, Viminale e Esquilino, scavando intorno al nuovo tratto di mura un ampio fossato. Servio Tullio fu ucciso da Lucio Tarquinio (chiamato dal popolo Tarquinio il Superbo una volta al trono), che ebbe come complice la seconda moglie Tullia Minore, figlia minore di Servio di Alice Martina Salah

21 TARQUINIO IL SUPERBO NASCITA:SCONOSCIUTA MORTE:495 a.C. REGNO: 535 a.C.-509 a.C. ORIGINE: etrusca Predecessore: Servio Tullio Successore: nessuno, iniziò la Repubblica

22 Fu il VII ed ultimo re di Roma Chiamato superbo a causa dei suoi costumi Tarquinio fu esiliato da Roma per i suoi soprusi verso il popolo Morì mentre era in esilio a Cuma in Campania Figlio di Tarquinio Prisco e genero di Servio Tullio Cosa ha fatto: di Matteo Eduard Sara


Scaricare ppt "I 7 re di Roma Secondo la tradizione, i re furono sette. I re venivano eletti dai capifamiglia delle tribù (gentes) per governare la città. Regnarono dal."

Presentazioni simili


Annunci Google