La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un passato che a cura del prof. Giovanni Di Luise.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un passato che a cura del prof. Giovanni Di Luise."— Transcript della presentazione:

1 Un passato che a cura del prof. Giovanni Di Luise

2 Parole chiave Fin dalle epoche passate, gruppi di persone I COLONI e da qui il termine L A POLITICA DI UNO S TATO CHE HA COME SCOPO LA CONQUISTA E LO SFRUTTAMENTO DI NUOVI TERRITORI abbandonano il proprio luogo di origine per andare a coltivare nuove terre COLONIALISMO Per tutto l’800 il colonialismo interessa le maggiori potenze europee e a partire dal 1870 diventa più aggressivo, entrando in una nuova fase… IMPERIALISMO LE COLONIE

3 CORSA ALLA COLONIZZAZIONE GUIDATA DAI GOVERNI IN ACCANITA COMPETIZIONE TRA LORO L’ ESTENSIONE DEI CONFINI NAZIONALI Principali terre di conquista: Africa, Asia OBIETTIVO

4 Stati impegnati nell’espansione coloniale IL MONDO NELL’ETA’DELL’IMPERIALISMO Luoghi della storia Francia Gran Bretagna GermaniaGiappone Stati Uniti Italia Russia Belgio

5 Perchè gli Europei vanno in Africa? Spinte Economiche Acquisizione materie prime a basso costo Ricerca di nuovi mercati di sbocco per i prodotti industriali: esportazione di manufatti di valore, forniture militari Ricerca di occasioni lavorative per cittadini della madrepatria Spinte politiche Esasperato nazionalismo: le conquiste coloniali diventano il simbolo di una nazione forte, potente e prestigiosa Spinte Culturali Supposta superiorità dell’uomo bianco Missione civilizzatrice dell’uomo bianco verso popoli ritenuti selvaggi

6 Africa, una torta da spartire una torta da spartire Nella vignetta satirica, l’Africa è rappresentata come “una torta da spartire” fra le potenze occidentali

7 “ZUFFA PER L’AFRICA” EgittoTunisiaCongo Ruolo fondamentale del Canale di Suez Presenza di risorse minerarie e di caucciù Rivendicazione italiana per la vicinanza con la Sicilia. Molti italiani già lavoravano nel Paese

8 Le direttrici dell’espansione Luoghi della storia

9 Una soluzione studiata a tavolino CONFERENZA DI BERLINO e sancisce il principio dell’occupazione di fatto = Lo Stato che per primo occupa un territorio ne diventa proprietario Africa occidentale tedesca Africa orientale tedesca Eritrea Somalia Libia Tenta di occupare l’Etiopia, unico Stato africano indipendente, ma viene sconfitta dagli Abissini nella battaglia di Adua (1896) Altri Stati europei si assicurano un pezzo d’Africa Organizzata per dirimere il conflitto sorto tra Belgio, Portogallo e Francia a proposito del LA CONFERENZA LO ASSEGNA AL

10 Le conseguenze del Colonialismo Imposizione confini arbitrari Uno stesso popolo è diviso fra 2 stati diversi Popoli ostili convivono sullo stesso territorio I colonizzatori intervengono pesantemente sul territorio Disboscamento di ampie aree Installazione di ampie piantagioni in cui coltivare prodotti destinati all’esportazione (cacao, caffè, arachidi ) I contadini africani sono costretti a lavorare nelle piantagioni L’economia di molti Stati finisce per dipendere dai pochi prodotti in cui si è specializzata L’artigianato locale viene distrutto Non si fa nulla per stimolare la nascita dell’industria

11 La fine dell’imperialismo La 2^ Guerra Mondiale Perdita della supremazia europea USA e URSS, nuove superpotenze, sono contrarie al colonialismo Mirano ad estendere la propria influenza su aree strategiche importanti DECOLONIZZAZIONE DECOLONIZZAZIONE

12 La decolonizzazione Le ex colonie ottengono l’indipendenza: 1960 anno dell’Africa DENOMINATORE COMUNE Movimenti nazionalistici guidati da persone educate secondo i modelli occidentali DENOMINATORE COMUNE Movimenti nazionalistici guidati da persone educate secondo i modelli occidentali P ACIFICAMENTE G UERRA DI LIBERAZIONE GRAN BRETAGNA FRANCIA ALGERIA NIGERIA Luoghi della storia

13 Africa senza pace DECOLONIZZAZIONE Neocolonialismo Instabilità politica Conflitti etnico-tribali Controllo indiretto da parte delle potenze occidentali dell’economia delle ex colonie Caratterizzata dalla nascita di vari regimi, violenza e corruzione Lo sfruttamento delle materie prime da parte delle multinazionali, proprietarie di immense piantagioni o bacini minerari, è continuato anche dopo gli anni ‘60 del 900 e caratterizza attualmente buona parte delle economie africane sottosviluppo migrazioni in massa di migliaia persone in fuga dalla fame e dalla guerra

14 La democrazia ancora lontana La costituzione dei nuovi Stati hanno previsto le forme della democrazia:  elezioni libere  governi basati sulla maggioranza  diritti di libertà personale  rispetto delle minoranze Dove sei mia Africa Africa, Africa Dove sei mia Africa Era grande e piena di sé Poi visi sconosciuti si accorsero di te Un lampo nella notte, ti squarciò, e con odio ti colpiva al cuore Africa, Africa Dove sei ora mia Africa Mille parole spese nel vento Mille sguardi persi nel tempo Paura, timore, barlumi di luce Poi la fine di un sogno remoto Pochi governi sono stati capaci di realizzarle in modo stabile e duraturo


Scaricare ppt "Un passato che a cura del prof. Giovanni Di Luise."

Presentazioni simili


Annunci Google