La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le parole in azione Corso elementare di arabo moderno standard SeLdA 2015 - Università Cattolica di Milano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le parole in azione Corso elementare di arabo moderno standard SeLdA 2015 - Università Cattolica di Milano."— Transcript della presentazione:

1 Le parole in azione Corso elementare di arabo moderno standard SeLdA Università Cattolica di Milano

2 La sfida Dopo anni di studio, gli studenti lamentano spesso di non riuscire a esprimersi in arabo, comunicare in maniera efficace con gli arabofoni e comprendere le notizie di un telegiornale. Didattica ancora troppo legata al metodo della grammatica e della traduzione, non più adeguato alle esigenze comunicative moderne.

3 Metodi didattici Dopo il metodo della grammatica e della traduzione, altri metodi didattici sono stati sviluppati:  Metodo diretto  Metodo della lettura  Metodo audio-orale  Approccio cognitivo  Approccio comunicativo  Approccio integrato

4 L’approccio integrato Metodo che si muove nell’ambito dell’approccio integrato, cioè che fa uso dei punti di forza di tutti i metodi precedenti ed evita le loro criticità. Sviluppo del metodo per rispondere alle esigenze particolari dei madrelingua italiani.

5 Quattro principi guida Il nostro metodo è stato sviluppato per mettere in pratica I seguenti quattro principi fondamentali: 1. Sequenzialità 2. Continuità e gradualità 3. Complementarietà e completezza 4. Equilibrio

6 1- Sequenzialità EsperienzaRiconoscimentoApplicazioneTeoria

7 2 - Continuità e gradualità Conosciuto Semplice Tangibile Osservabile Sconosciuto Complesso Astratto Pensabile

8 Ascolto Comprensione Parlato Conversazione LetturaScritturaCulturaGrammatica 3 - Complementarietà e completezza

9 4 - Equilibrio

10 Parte II La parola +

11 Parte I: apprendere l’alfabeto facendo esperienza di tutti i suoni della lingua araba. Parte II: riconoscere suoni, lettere e parole apprese nella Parte I e applicarle in nuove semplici situazioni comunicative. Parte III: sviluppare in maniera equilibrata e armonica le abilità di comprendere, parlare, leggere e scrivere.

12 L’alfabeto e la fonetica

13 Il vocabolario

14 La grammatica

15 Testo: La famiglia Dialogo: La tua famiglia Ascolto: Un venerdì in famiglia Scrittura: La tua famiglia Cultura: la Sacra Famiglia in Egitto Grammatica: Coniugazione verbi Unità 5 Parte III

16 Esercizi e attività

17 La lettura

18 La proposizione nominale (jumla ismiyya)

19 La cultura

20 Il CD e il dizionario

21 Apprendimento funzionale, non teorico!

22 Metodo del corso Come si lavorerà in classe

23 La didattica araba in Italia Frequente difficoltà degli studenti a esprimersi in arabo e comprendere la lingua araba al di fuori della classe.

24 Dall’insegnamento dell’arabo all’apprendimento dell’arabo Cambio di prospettiva:

25 Comunicazione Oggetto del corso non è la lingua araba, ma l’abilità degli studenti di comunicare in lingua araba. Con questo metodo, lo strumento per apprendere non è la memoria, ma usare ciò che si conosce. L’apprendimento non riguarda la quantità di parole che si conoscono, ma il modo in cui le parole che si conoscono si usano per comunicare.

26 Interazione Comunicazione fra gli studenti in classe è fondamentale. L’errore è sacro! Sbagliare è la sola via per imparare… Insegnare non significa trasmettere nozioni e concetti, ma rispondere alle esigenze reali degli studenti, affrontare le difficoltà e superare le differenze culturali.

27 Continuità Il libro permette la pratica quotidiana della lingua araba, 30 minuti al giorno sono sufficienti! Il lavoro in classe è il completamento del lavoro a casa. La classe serve per affrontare e risolvere i problemi.

28 Imparare l’arabo in arabo Studiare l’arabo usando l’italiano non porta ad altro che a parlare l’italiano con voce araba. Ciò è un ostacolo per capire la cultura e comunicare con la gente. Esempio: la grammatica.  Quella italiana si occupa di “entità” (soggetto, complemento oggetto, aggettivo, ecc.). Quella araba si occupa delle relazioni fra le parole: una parola da sola non ha nessun significato.  Studieremo la grammatica “dall’interno”, senza uscire dalla logica araba facendo paragoni fuorvianti con la nostra grammatica.

29 Dall’informazione alla conoscenza Creare un’esperienza della lingua. Esempio: l’alfabeto.  Sentire i suoni, non imparare la fonetica.  Sentire il ritmo e la struttura delle parole.  Imparare alfabeto, morfologia e vocabolario, all’interno della stessa esperienza linguistica.

30 Regole del corso Arrivare puntuali (no quarto d’ora accademico) Spegnere i cellulari In classe, parlare solo l’arabo Mai trascrivere i suoni delle lettere arabe utilizzando le lettere latine Fare i “compiti” a casa


Scaricare ppt "Le parole in azione Corso elementare di arabo moderno standard SeLdA 2015 - Università Cattolica di Milano."

Presentazioni simili


Annunci Google