La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nutrire il pianeta energia per la vita L'Expo 2015 avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre L'esposizione è organizzata da Expo 2015 spa società.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nutrire il pianeta energia per la vita L'Expo 2015 avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre L'esposizione è organizzata da Expo 2015 spa società."— Transcript della presentazione:

1 Nutrire il pianeta energia per la vita L'Expo 2015 avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre L'esposizione è organizzata da Expo 2015 spa società costituita dal Governo, Regione Lombardia, dal comune e provincia di Milano e dalla Camera di Commercia di Milano. Tema è "Nutrire il pianeta, energia per la vita", e vuole includere tutto ciò che riguarda l'alimentazione, dal problema della mancanza di cibo per alcune zone del mondo a quello dell'educazione alimentare, fino alle tematiche legate agli OGM. Milano è stata già sede dell'Esposizione Internazionale nel 1906 con il tema dei trasporti. Expo 2015 vedrà la partecipazione di 147 partecipanti ufficiali: 144 Paesi più tre organizzazioni internazionali: l'ONU, il CERN e la Commissione Europea [. Sono altresì coinvolte 11 organizzazioni della società civile (in particolare organizzazioni non governative) tra queste figura anche Caritas Internazionale e 13 aziende (tra cui quelle partner) in veste di partecipanti non-ufficiali.

2 L'area espositiva è organizzata come un'isola circondata da un canale d'acqua ed è strutturata secondo i due assi perpendicolari della World Avenue (decumano) e del cardo, ripresi dall'architettura delle città romane. Secondo un principio di uguaglianza, tutti i padiglioni nazionali sono affacciati sul grande viale principale, lungo 1,5 km e largo 35 metri

3 Info e News su Expo Credo che molti di noi provano un senso di smarrimento non solo per il significato e l’importanza, ma anche per cercare di focalizzare gli interessi e finalizzare la partecipazione agli eventi che saranno tantissimi … Infiniti. Ultima stima del Corriere della Sera è di 70 mila eventi concentrati in giugno e ottobre (45% spettacoli - 18% arte – 9% benessere; 5% stile di vita e creatività – 3% scienza) Saremo in buona compagnia 7,5 milioni di biglietti venduti Un immenso fiume mediatico I giornali e le tv sono già partite e presto ognuno avrà lo speciale, la rubrica, l’agenda

4

5 Info e News su Expo L’invasione mediatica potrà diventare … Expo iterativa - I social – la partecipazione Ognuno manderà in onda su Istagram- FB – twitter - foto video – frasi … impressioni I social saranno cassa di risonanza di Expo degli eventi La partecipazione e i progetti: Short Food Movie ( i visitatori potranno inviare video da 30” a 1 minuto) I contributi formeranno un’opera d’arte virale e globale fatta da centinaia di migliaia, di immagini, di lingue, di culture, che si arricchirà gradualmente online: ogni singolo video potrà essere cliccato e aperto a tutto schermo e l’utente della piattaforma potrà quindi ideare il proprio percorso e scegliere la propria storia.

6 Fra i progetti: Laboratorio Expo è un progetto di Expo Milano 2015 e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli curato da Salvatore Veca. Il progetto, nato per studiare le tematiche legate a Expo Milano 2015, consiste in formazione e raccolta delle opinioni più autorevoli della ricerca ed è dedicato a studiosi, istituzioni e pubblico. Laboratorio Expo crea un network di collaborazioni, partendo da quelle delle università milanesi e lombarde con enti e istituzioni nazionali e internazionali, allo scopo di coinvolgere la comunità scientifica in una riflessione sul mondo dell’alimentazione e dello sviluppo sostenibile. Il progetto vuole anche coinvolgere il pubblico in un percorso di avvicinamento all’evento, con incontri e iniziative didattiche che approfondiscono gli argomenti specifici. Il fine ultimo è quello di arrivare nel 2015 con una Carta di Raccomandazioni della Scienza per Expo Milano 2015: i suggerimenti del mondo della scienza per un futuro più sostenibile.

7 Info e News su Expo L’organizzazione l’accoglienza I media e già lo fanno accenderanno i riflettori su l’accoglienza e lo stato dell’arte. Immaginiamo i problemi che vivrà Milano e i milanesi e tutta la cintura comprese le provincie lontane BG BS … Parlare e informare su questo è semplice e nelle regole del giornalismo facilita le vendite!!! E’ la dinamica classica della stampa di casa: cercare un fatto e trovare la polemica e poi … A contro B … Milanisti-interisti – guelfi-ghibellini !!! Parentesi: una logica che non ha favorito la crescita della comunità Il rischio è di ricevere una comunicazione semplificata e superficiale

8 Info e News su Expo L’organizzazione l’accoglienza Esempio: Milano chiede agli Uffizi l’Annunciazione di Leonardo Firenze risponde picche … Il corriere ne parla e con lui tutti i giornali

9 LE POLEMICHE E LE PAURE il dualismo dell’informazione L'organizzazione dell'evento è stata caratterizzata da numerose vicende giudiziarie legate a reati quali associazione a delinquere, turbativa d'asta e truffa, nelle quali sono stati coinvolti i vertici aziendali e numerosi esponenti politici. Parliamo dai volontari. Forse non tutti lo sanno, ma si tratta di persone che scelgono volontariamente di fare qualcosa. Un po’ come quelli che non lavorano gratis per Expo scelgono volontariamente di non fare qualcosa. Entrambi hanno delle motivazioni. Quelle dei volontari possono essere varie. Le riassumerei così: ti vedi gratis e spesato (un pasto al giorno, alloggio, abbonamento ai mezzi pubblici, viaggio da casa tua fino a Milano) un grande evento, avendo la possibilità di seguire quello che succederà all’interno del sito espositivo (incontri, presentazioni, spettacoli) e portandoti a casa un tablet a fine manifestazione (sì, quello che usi per dare indicazioni ai turisti te lo lasciano). In più incontri gente, il che non deve essere male in un ambiente internazionale, tendenzialmente giovane

10 Buon esempio di comunicazione: Il sito web di Expo Una guida iniziale all’Expo in grado di mostrare l’emozione e la grandiosità dell’evento e al tempo orientarsi nella stratosferica offerta di eventi progetti padiglioni da non perdere La tecnologia ci aiuta a andare direttamente alla fonte delle notizie

11 Lo scarto fra la realtà e l’enfasi mediatica L’emozione della visita L’emozione della visita Padiglione Zero il Padiglione Zero introduce la visita del Sito Espositivo di Expo Milano Quanto l’uomo ha prodotto dalla sua comparsa sulla Terra fino a oggi, le trasformazioni del paesaggio naturale, la cultura e i rituali del consumo, sono il punto di partenza per qualsiasi progetto futuro. Il Padiglione Zero è il luogo in cui raccontare questo straordinario percorso con un linguaggio emotivo e immediato.

12 Cosa rimane di Expo, rimarrà di Expo? Speriamo di smentire questa vignatta

13 Expo 2015 La carta di Milano https://www.youtube.com/watch?v= vnxxcoK3jOQ

14 A Milano, in occasione di Expo 2015, ci sarà un confronto vero su alcuni nodi cruciali della sfida alimentare globale che ci accompagnerà per i prossimi anni. Un dibattito che culminerà nella Carta di Milano, una sorta di Protocollo di Kyoto dedicato al cibo che vuole essere: - il documento che esprime la proposta dell’Italia sui temi dell’Esposizione Universale - lo strumento per guidare il dibattito che si svolgerà nei prossimi mesi, e per tutte le iniziative che diventeranno eventi nel semestre dell’Expo (a partire dal Padiglione Italia) - la dichiarazione conclusiva dell’Esposizione Universale, da consegnare al Segretario Generale dell’ONU Ban Ki-moon quale atto di indirizzo internazionale e quale contributo alle riflessioni che saranno svolte in sede di discussione sui Millennium Goals a novembre Per la prima volta, quindi, un’Esposizione universale propone una carta di responsabilità e impegni concreti e misurabili rivolta a cittadini, governi, istituzioni, associazioni e imprese. Il documento sarà sottoposto infatti anche alla firma dei visitatori dei padiglioni per responsabilizzare ciascuno su questioni come lo spreco alimentare, il diritto al cibo, la sicurezza dei prodotti, l’agricoltura sostenibile. Tutto questo in vista dell’aggiornamento degli Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite, che proprio quest’anno saranno sostituiti dai nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, nel quale l’Italia ed Expo saranno protagonisti. Il percorso verso la Carta di Milano è iniziato con la giornata “L’Expo delle Idee”, che il 7 febbraio 2015 ha riunito oltre 500 esperti all’Hangar Bicocca di Milano. Suddivisi in 42 tavoli di lavoro, gli esperti hanno iniziato a porre le basi per la stesura della Carta42 tavoli di lavoro

15 Tavolo 1: Il Mondo che ha fame: vecchi e nuovi poveri e diritto al cibo Tavolo 2: Fino all’ultima goccia d’acquaIl Mondo che ha fame: vecchi e nuovi poveri e diritto al ciboFino all’ultima goccia d’acqua Tavolo 3: La Nostra Madre Terra Tavolo 4: Sviluppo Sostenibile: modelli a confronto Tavolo 5: Una casa per la società civile: Cascina TriulzaLa Nostra Madre TerraSviluppo Sostenibile: modelli a confrontoUna casa per la società civile: Cascina Triulza Tavolo 6: Ricettività e Turismo: obiettivo 20 milioni di visitatori Tavolo 7: Un’occasione unica per lavoro e imprese Tavolo 8: Quota 50 miliardi: l’export dell’agroalimentare italiano Tavolo 9: La lotta alla contraffazione Tavolo 10: Agromafie Tavolo 11: La sfida delle indicazioni geografiche Tavolo 12: Expo 2015: la cultura come seme per l’età della conoscenza Tavolo 13: Patrimonio Unesco: dalla Dieta Mediterranea agli stili di vita Tavolo 14: Educazione alimentare: un investimento per il futuro Tavolo 15: Vietato sprecareRicettività e Turismo: obiettivo 20 milioni di visitatoriUn’occasione unica per lavoro e impreseQuota 50 miliardi: l’export dell’agroalimentare italianoLa lotta alla contraffazioneAgromafieLa sfida delle indicazioni geograficheExpo 2015: la cultura come seme per l’età della conoscenzaPatrimonio Unesco: dalla Dieta Mediterranea agli stili di vitaEducazione alimentare: un investimento per il futuroVietato sprecare Tavolo 16: Aggiungi un posto a tavola: la ristorazione di domani Tavolo 17: WE – Women for Expo Tavolo 18: Il cibo dello spiritoAggiungi un posto a tavola: la ristorazione di domaniWE – Women for ExpoIl cibo dello spirito Tavolo 19: Cibo, sport e benessere Tavolo 20: Un incrocio di culture: le comunità straniere ad Expo 2015 Tavolo 21: Il Padiglione Italia: il Paese in vetrina Tavolo 22: I Paesi partecipanti: un’agenda internazionale Tavolo 23: I Cluster: un modello innovativoCibo, sport e benessereUn incrocio di culture: le comunità straniere ad Expo 2015Il Padiglione Italia: il Paese in vetrinaI Paesi partecipanti: un’agenda internazionaleI Cluster: un modello innovativo Tavolo 24: La Cooperazione Internazionale allo Sviluppo Tavolo 25: La biodiversità salverà il mondo Tavolo 26: Mondo obeso e malnutrito: salute, malattie e disturbi alimentari Tavolo 27: Sai cosa mangi? La sicurezza alimentare Tavolo 28: Mare Magnum Tavolo 29: La ricerca in campo agroalimentare Tavolo 30: AgriLAB: Innovazione in agricoltura Tavolo 31: La logistica del cibo Tavolo 32: Milano, la città che ospita l’Expo Tavolo 33: Regione Lombardia, terra dell’Expo Tavolo 34: I Territori in Expo Tavolo 35: La città nella città Tavolo 36: Expo: una smart city che guarda al futuro Tavolo 37: Per un’esposizione universale sostenibile Tavolo 38: Open Expo Tavolo 39: Legalità: un valore non negoziabile. Un best practise per il futuro Tavolo 40: Post Expo: che fare?La Cooperazione Internazionale allo SviluppoLa biodiversità salverà il mondoMondo obeso e malnutrito: salute, malattie e disturbi alimentariSai cosa mangi? La sicurezza alimentareMare MagnumLa ricerca in campo agroalimentareAgriLAB: Innovazione in agricolturaLa logistica del ciboMilano, la città che ospita l’ExpoRegione Lombardia, terra dell’ExpoI Territori in ExpoLa città nella cittàExpo: una smart city che guarda al futuroPer un’esposizione universale sostenibile Open ExpoLegalità: un valore non negoziabile. Un best practise per il futuroPost Expo: che fare? Tavolo 41: 1 novembre 2015: l’eredità politica di Expo novembre 2015: l’eredità politica di Expo 2015 Tavolo 42: Guerra alla povertàGuerra alla povertà

16 Cosa rimane di Expo, o cosa rimarrà di Expo? Secondo la visione agostiniana del tempo, passato, presente e futuro coesistono nell’animo: il presente del passato è la memoria, il presente del presente la visione, il presente del futuro l’attesa. Ecco, ciò che l’esperienza di questo percorso intende lasciare nei visitatori è proprio la necessità di una tensione verso qualcosa di nuovo, diverso, altro.

17 Recuperare la Bellezza – dare a tutti il pane quotidiano Quello della salute e del ben vivere anzitutto per prevenire le patologie - le malattie che sono i grandi nemici del’umanità Puntare sulla cultura, il sapere rimodulare il nostro stile di vita all’essenziale, scoprire le bellezze delle nostre città per condividerle.


Scaricare ppt "Nutrire il pianeta energia per la vita L'Expo 2015 avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre L'esposizione è organizzata da Expo 2015 spa società."

Presentazioni simili


Annunci Google