La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Provvista del fattore lavoro Prof. Alessandro Scaletti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Provvista del fattore lavoro Prof. Alessandro Scaletti."— Transcript della presentazione:

1 Provvista del fattore lavoro Prof. Alessandro Scaletti

2 Fattore lavoro L’acquisizione dei servizi delle risorse umane necessarie alla gestione avviene con l’instaurazione di due tipologie di rapporti lavorativi: 1. Lavoro dipendente 2. Lavoro autonomo

3 Lavoro dipendente Obblighi del datore di lavoro:  Corrispondere le retribuzioni mensili;  Assolvere agli obblighi assicurativi, previdenziali e tributari. Il datore di lavoro opera come sostituto d’imposta

4 Lavoro dipendente (2) Sostituto d’imposta Colui che si sostituisce temporaneamente allo Stato come percettore d’imposta, assumendo l’obbligo di versare quanto dovuto

5 Lavoro dipendente (3) I rapporti con gli enti previdenziali ed assicurativi:  Oneri sociali a carico del datore di lavoro (inps)  Oneri sociali a carico del lavoratore (trattenuti in busta paga)  Oneri sociali a carico dell’inps (assegni familiari, anticipati dal datore di lavoro)  Oneri assicurativi a carico del datore di lavoro (inail) Le imposte sul reddito: sono applicate mediante il meccanismo della ritenuta alla fonte

6 Lavoro dipendente – esempio In data 25/3/04 la società Alfa liquida le retribuzioni lorde ai dipendenti per il mese di marzo, pari a € 4.000, di cui € 500 per assegni familiari Analisi Debito verso i dipendenti (uscita assimilata) In contropartita Del credito verso l’Inps (entrata assimilata) e del costo (aspetto economico) DareAvere Dipendenti c/retribuzioni Inps c/competenze Salari e stipendi

7 Lavoro dipendente – esempio (2) In data 28/3/04 la società Alfa corrisponde in contanti gli stipendi del mese di marzo, al netto di ritenute previdenziali per € 350 e di ritenute fiscali per € 450. Analisi Riduzione del debito verso i dipendenti (entrata assimilata) In contropartita Dell’insorgere del debito verso inps (uscita assimilata), del debito verso l’erario (uscita assimilata) e l’uscita di cassa (uscita certa) DareAvere Dipendenti c/retribuzioni Inps c/competenze Erario c/ritenute Cassa

8 Lavoro dipendente – esempio (3) In data 16/4/04 la società Alfa registra in contabilità gli oneri sociali dovuti pari a € 200. Analisi Debito verso l’inps (uscita assimilata) In contropartita Del costo per oneri sociali (aspetto economico) DareAvere Inps c/competenze Oneri sociali200

9 Lavoro dipendente – esempio (4) Nello stesso giorno Alfa provvede ad effettuare il versamento dovuto all’erario (€ 450) Analisi Riduzione del debito verso l’erario (entrata assimilata) In contropartita Dell’uscita di cassa (uscita certa) DareAvere Erario c/ritenute Cassa 450

10 Lavoro dipendente – esempio (5) Nello stesso giorno si provvede ad effettuare il versamento dovuto all’inps, verificando il saldo del conto inps c/competenze (€ 50 Avere) Analisi Riduzione del debito verso inps (entrata assimilata) In contropartita Dell’uscita di cassa (uscita certa) DareAvere Inps c/competenze Cassa 50

11 Lavoro autonomo  Le prestazioni di servizi erogate nell’ambito dell’esercizio di arti e professioni rientrano nel campo di applicazione della disciplina iva;  Nel pagamento della prestazione ad un professionista è obbligatorio corrispondere in aggiunta al prezzo pattuito i contributi previdenziali nella misura prevista dalla legge;  Nel remunerare le persone fisiche, lo Stato chiede all’impresa acquirente dei servizi di operare come sostituto d’imposta, trattenendo una parte del corrispettivo dovuto a titolo di acconto sulle imposte dovute dal professionista (ritenuta d’acconto).

12 Lavoro autonomo Ritenuta d’acconto Si calcola nella misura del 20% del corrispettivo dovuto al netto dei contributi previdenziali.

13 Lavoro autonomo – esempio In data 20/1/04 la società Alfa riceve dal notaio dott. Caio la fattura per alcune prestazioni da questi effettuate. La fattura reca la seguente indicazione di importi: Onorari2.500 Contributi previdenziali (2%) 50 Imponibile iva2.550 Iva 510 Totale3.060 Ritenuta d’acconto (su 2.500) 500 Netto a pagare2.560

14 Lavoro autonomo – esempio (1) Analisi Debito verso Caio (uscita assimilata) e debito verso l’erario (uscita assimilata) In contropartita Del credito iva (entrata assimilata) e del costo per i servizi (aspetto economico) DareAvere Debiti v/fornitori Erario c/ritenute d’acconto Iva a credito Servizi professionali

15 Esercizi  In data 20/5/07 si corrispondono anticipi ai dipendenti per € 5.000;  In data 28/5/07 si liquidano le retribuzioni lorde ai dipendenti per € , oltre ad assegni familiari per € 3.000;  In data 30/5/07 si corrispondono a mezzo cassa le retribuzioni ai dipendenti, al netto di ritenute fiscali per € e ritenute previdenziali per € (si consideri l’anticipo di cui al punto 1);  In data 16/6/07 si registrano contributi previdenziali a carico dell’azienda per € 4.000;  In data 16/6/07 la società provvede ad effettuare il versamento dovuto all’erario e all’inps.

16 Esercizi (2)  In data 25/4/07 la società Alfa riceve la fattura del consulente legale, che chiede un onorario di € 3.000, oltre i contributi previdenziali del 2%, l’iva del 20%, al netto della ritenuta d’acconto.


Scaricare ppt "Provvista del fattore lavoro Prof. Alessandro Scaletti."

Presentazioni simili


Annunci Google