La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

- Il numero di immigrati romeni iscritti all’anagrafe di Milano è andato crescendo col passare del tempo e se nel 1997 le registrazioni ammontavano a 734,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "- Il numero di immigrati romeni iscritti all’anagrafe di Milano è andato crescendo col passare del tempo e se nel 1997 le registrazioni ammontavano a 734,"— Transcript della presentazione:

1 - Il numero di immigrati romeni iscritti all’anagrafe di Milano è andato crescendo col passare del tempo e se nel 1997 le registrazioni ammontavano a 734, nel 2007 arrivano a Gli aumenti più consistenti si registrano nel passaggio dal 1997 al 1998 e soprattutto in quello tra il 2003 e il La causa di questo primo aumento è da attribuire al drastico peggioramento della situazione economica in Romania. Fino al 1996, infatti, vigeva nel paese un trend economico relativamente favorevole ma nel 1997 la Romania entra in una profonda crisi. - Il boom di registrazioni tra il 2003 e il 2004 è molto più consistente rispetto al precedente. Nel giro di un anno i cittadini romeni iscritti all’anagrafe di Milano passano dai del 2003 ai del I romeni infatti, nell’anno 2002, beneficiano in maniera massiccia della terza regolarizzazione per gli stranieri nel nostro paese con un totale di mila permessi di soggiorno rilasciati e mila migranti regolarizzati al 1 gennaio Nella provincia di Milano i romeni messi in regola dalla sanatoria ammontano a 8.687, preceduti solo dagli ecuadoregni, , e dagli egiziani, Sono tre le zone che nel 2007 raccolgono più di 1000 romeni come residenti: la due, la otto e la nove. - Le tre zone sono contigue geograficamente: esistono delle reti sociali che strutturano i fenomeni migratori. - Dal 2003 la presenza romena cresce soprattutto nel Gallaratese e a Quarto Oggiaro, quartieri periferici e degradati del milanese, che nel 2007 arrivano ad ospitare cittadini romeni. L’immigrazione romena nella città di Milano Benedetta Guerriero, Maristella Bergaglio, Dipartimento di Geografia e Scienze Umane dell’Ambiente, Università degli Studi di Milano I nuovi immigrati - A partire dal 2002, anno dell’allargamento di Schengen alla Romania, il numero di cittadini romeni presenti in Italia aumenta in maniera vertiginosa. - Da subito l’immigrazione romena si concentra in alcune aree italiane ben definite: Veneto, Piemonte, Lombardia e soprattutto Lazio. - Nel contesto lombardo e in particolare alla città di Milano è il 2003 l’anno in cui gli immigrati provenienti dall’Europa orientale si affermano come gruppo principale, superando asiatici e nord-africani. - Nel 2003 sono circa mila gli immigrati provenienti dall’Europa orientale con un aumento di circa presenze rispetto al Gi immigrati romeni presenti in Lombardia nel 2003 raggiungono le unità, di cui nella sola città di Milano. - Rispetto al 2002 si registra un aumento di persone, la crescita più ampia da un punto di vista numerico. Chi sono i romeni I romeni a Milano - Non esiste una supremazia di genere relativamente agli immigrati romeni: la quota degli uomini nel 2007 si aggira attorno al 51,2% e quella delle donne attorno al 48,8%. - Gli uomini risultano impiegati soprattutto come operai edili o addetti alla ristorazione, - Le donne trovano lavoro nel settore dei servizi domestici e sopratutto in quello di assistenza domiciliare. - Si tratta di un’immigrazione giovane: circa l’80% degli immigrati romeni ha un’età compresa tra i venti e i trentanove anni, con un’incidenza maggiore nella fascia tra i 25 e i 35 anni. - Dal 2003 l'età media femminile si attesta sui 31 anni, quella maschile sui Fino all’ingresso della Romania in Europa, avvenuto il 1° gennaio 2007, i romeni si sono contesi con gli albanesi il primato dell’irregolarità. - Rimane aperto il problema della segregazione spaziale: i romeni faticano a trovare alloggi dignitosi e spesso vivono in baracche nelle aree periferiche delle diverse città. - Istat, 2007, La presenza straniera in Italia: caratteristiche socio-demografiche, volume on-line in - CARITAS/MIGRANTES, Immigrazione. Dossier Statistico, Rapporti 2005, 2006, 2007, Centro Studi Idos, Roma. - Guerriero B., L’immigrazione romena in Lombardia, in Bergaglio M., (a cura di), Popolazioni che cambiano, FrancoAngeli, Milano, 2008, Guerriero, B., L’immigrazione romena nella città di Milano, in «Atti del Convegno di Studi: Geografie del Popolamento», Grosseto settembre 2008, in corso di stampa. - Ricci A., 2005, I flussi migratori dell’Est: il caso di Romania e Polonia, in Caritas/Migrantes «Immigrazione. Dossier statistico 2005», pp Bibliografia Zone a maggior concentrazione romena


Scaricare ppt "- Il numero di immigrati romeni iscritti all’anagrafe di Milano è andato crescendo col passare del tempo e se nel 1997 le registrazioni ammontavano a 734,"

Presentazioni simili


Annunci Google