La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La crisi dei Sub -prime. Inizia nel 2007 come crisi finanziaria, poi colpisce l’economia reale Rappresenta l’effetto dei tentativi di trasformare il credito.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La crisi dei Sub -prime. Inizia nel 2007 come crisi finanziaria, poi colpisce l’economia reale Rappresenta l’effetto dei tentativi di trasformare il credito."— Transcript della presentazione:

1 La crisi dei Sub -prime

2 Inizia nel 2007 come crisi finanziaria, poi colpisce l’economia reale Rappresenta l’effetto dei tentativi di trasformare il credito in una merce La cartolarizzazione dà l’illusione che sia eliminato il rischio d insolvenza Ma c’è un’altra illusione: quella che i tutti i rischi siano calcolabili stocasticamente, è il frutto di una colossale ignoranza storica

3 Il mercato dei SP rappresentava il 15% del mercato dei mutui USA che a sua volta rappresenta il 15% degli investimenti a reddito fisso di Wall Street: le conseguenze sono state molto più estese Le prime vittime e il rischio contagio Lo stato tampona le falle: l’equazione capitalismo = mercato non funziona Gli elementi del capitalismo sono finanziari e reali: D-M-D Ogni Asset presenta una duplice natura che conferisce al capitalismo: flessibilità, dinamismo, fragilità Un mondo di bolle Un sistema che muore se si chiudono tutti i conti

4 E’ il frutto di una strategia deliberata per attirare capitali stranieri indipendenti Da Nixon ( ) a Clinton ( ) a Bush Jr ( ) Lo smantellamento della vecchia normativa L’elusione dei regolamenti sulla adeguatezza di capitale: le transazioni Over the Counter

5 Cartolarizzazione ovvero provvista fondi Cessionario ovvero Special Purpose Vehicle Asset backed Securities e Mortgage Backed securities Cartolarizzare il già cartolarizzato: Collateralizated Debt Obligations

6 Chi è un debitore SP? Cosa gli costa indebitarsi? Come spieghiamo la “strana” scelta delle banche e degli operatori finanziari? - ridare fiducia al mercato: la bolla delle Dot.com e l’11 settembre - uno strumentale approccio “medievale” - prestare quanto più possibile anche indebitandosi

7 Il cambio di paradigma e l’allentamento dei controlli Chi valuta cosa L’attivo migliora il suo look Il mercato viene forzato La tripla A Live Richly! Tra il 1996 e il 2006 un milione e mezzo di americani diventano proprietari della loro casa Il valore degli immobili aumenta e quello dei titoli anche L’effetto di trascinamento dell’economia reale

8

9

10 Debitore Presta/gestisce sofferenze Riceve interessi E capitale

11 Interesse e capitale Attivi Prezzo Titoli Prezzo Interesse e capitale

12

13

14

15 Dicembre 2008: -20% Valore (per rapporto al 2006) E le Agenzie di rating? Le opinioni 1 : la cartolarizzazione è una buona invenzione è solo stata realizzata male Le opinioni 2 : se il credito è diventato merce il prezzo lo fa il mercato. Se il mercato non vuole più i titoli non hanno più un prezzo La paralisi finanziaria: tutti i conti sono chiusi simultaneamente Resta il problema del Mark to market

16 Iniziano i salvataggi L’economia non riparte Il Quantitative Easing Dove vanno i soldi? Privatizzazione dei profitti e socializzazione delle perdite Le istituzioni finanziarie non sono riconoscenti Poi ci sono le Agenzie di rating Lo Spread La crescita del debito pubblico è affrontata in maniera ortodossa soprattutto nella UE A peggiorare le cose i paesi aderenti alla UE sono privi di sovranità monetaria Manca un prestatore di ultima istanza

17 La crisi evidenzia le contraddizioni insite nella dipendenza sempre più antagonistica tra lo stato e il capitale finanziario I due poteri rinegoziano il “contratto” che li unisce e si definiscono equilibri diversi E’ già successo negli anni Trenta e negli anni Settanta in due modi diversi C’è una domanda che dobbiamo porci: il capitale finanziario è coerente a sufficienza da riconoscere la sua dipendenza finale dagli stati e agire di conseguenza?


Scaricare ppt "La crisi dei Sub -prime. Inizia nel 2007 come crisi finanziaria, poi colpisce l’economia reale Rappresenta l’effetto dei tentativi di trasformare il credito."

Presentazioni simili


Annunci Google