La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Technical Training Course PRESS C7000/C7000P/C6000 Color Centro (Color Management Application)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Technical Training Course PRESS C7000/C7000P/C6000 Color Centro (Color Management Application)"— Transcript della presentazione:

1 Technical Training Course PRESS C7000/C7000P/C6000 Color Centro (Color Management Application)

2 Argomenti trattati in questo corso: Course Objectives 1.Descrizione di Color Centro 2.Calibrazione 3.Regolazione Curva Tonalità 4.Spot Color 5.Colore alternativo 6.Gestione Profili 7.Impostazione predefinita Colore 8.Conversione Colore da driver di stampa 9.Impostazione configurazione Colore

3 Argomenti della lezione: Lezione1: Descrizione di Color Centro 1.1 Cos’è Color centro? 1.2 Ruolo di Color Centro 1.3 Requisiti di sistema richiesto per Color Centro 1.4 Installazione di Color Centro 1.5 Avvio e collegamento di Color Centro 1.6 Laboratorio

4 1.1 Cos’è Color Centro? Color Centro è un applicazione di gestione Colore per IC-601. Nota : Non disponibile per IC-306 e IC-307. Color Centro ha 7 tipi di funzioni. Oltre alle funzioni di “Calibrazione” e “Gestione Profili” simili ad altri modelli, è stata aggiunta una funzione specifica di “Configurazione Colore”. I controlli in questa sezione sono simili ad altre applicazioni e controller. Funzione specifica di Color Centro  Descrizione di Color Centro

5 1.2 Ruolo di Color Centro RIP Lavoro Stampa Conversione colore Regolazione colore Image Controller (IC-601) Macchina (C7000, ecc.) Processo Immagine ecc. ・ Gestione Profilo ・ Colori Spot ・ Colore Alternativo ・ Calibrazione ・ Curva tono ・ Imp. Default Colore ・ Gestione Configurazione Colore Color Centro Le impostazioni e funzioni di Color Centro sono valide solo per i lavori di stampa.  7 funzioni di Color Centro

6 1.3 Requisiti di sistema di Color Centro ComponenteRichiesto OSWindows 2000 / XP / Server 2003 / Vista / Server 2008 / 7 (incluso versione a 64 bit) CPUIntel Pentium4 3GHz o superiore HDD3GB o superiore Memoria1GB o superiore DriveCD-ROM Drive MonitorXGA(1024 x 768) o superiore Nota: Color Centro è compatibile solo con Windows.  Requisiti di sistema

7 1.4 Installazione di Color Centro Installazione tramite Setup.exe Color Centro e Color Centro installer è compatibile con JEFIGS. Selezionare il linguaggio desiderato dalla finestra di selezione. Di default, sarà istallato in C:\Programmi\KONICA MINOLTA\Color Centro. Il programma può essere avviato con: 1.Start > Programmi > KONICA MINOLTA 2.Tramite Icona sul desktop.  Color Centro Installer

8 1.5 Avvio e connessione di Color Centro Login con [Indirizzo IP di IC-601 : porta JSP ( default : 30081)]. (es :30081) Nota: Senza eseguire il login le funzioni di Color Centro non sono disponibili. Nota: Si possono collegare piu PC contemporaneamente a Color Centro. Nel caso siano collegati piu utenti allo stesso controller, le impostazioni dell’ultimo sovrascrivono le precedenti.  Metodo di avvio e connessione

9 1.6 Laboratorio Eseguire l’esercizio di installazione come segue: TitoloDescrizioneTempo 1Installazione e AvvioInstallazione Dopo l’installazione, connettere l’ IC-601. Confermare che piu utenti si possono collegare al controller. 10 min.  Esercizio pratico di installazione e avvio

10 Argomenti della lezione: Lezione 2: Calibrazione 2.1 Finestra di calibrazione 2.2 Procedura di Calibrazione 2.3 Colorimetri 2.4 Appunti per le funzioni di Calibrazione 2.5 Specifiche per la funzione di Calibrazione 2.6 Calibrazione del sistema completo 2.7 Laboratorio

11 2.1 Finestra di Calibrazione Da Color Centro, selezionare uno dei due metodi di calibrazione. A. Controllo Densità Colore Controllo automatico della densità da parte del corpo macchina con il sensore incluso nel RU. È necessario configurare il controllo densità sulla macchina. B. Calibrazione con Color Centro Controllo manuale della densità tramite controller con i1Pro, i1iSis, ecc. Nota: Per utilizzare la fase “B”, disabilitare il controllo densità nella macchina.  Selezione del metodo di calibrazione

12 2.2 Procedura di Calibrazione 1. Selezionare lo strumento. Sono disponibili 5 tipi ([Calibrazione Scanner] viene eseguita tramite pannello LCD.) 2. Stampare la chart. Eseguire almeno 5 copie e utilizzare l’ultima. 3. Misurare la chart. Interporre almeno 10 fogli di carta bianca tra la chart e il tavolo. 4. Controllare le curve di tonalità. Nel caso di differenze molto evidenti, creare un profilo carta.. 5. Misurare di nuovo la chart se necessario. Vengono memrorizzate le ultime 10 misurazioni. (Sono cancellate quando si chiude Color Centro.) 6. Selezionare il dato da applicare e registrarlo nel controller.  Procedura e punti di calibrazione

13 2.3 Colorimetri 5 tipi di colorimetri sono compatibili con Color Centro. ColorimetriDescrizione 1Calibrazione Scanner Scanner del corpo macchina. Utilizzo tramite pannello LCD senza PC. Conveniente ma meno accurato. 2i1Pro Spettrofotometro di misurazione manuale. Il filtro UV non è necessario. 3 i1iSis senza filtro UV Spettrofotometro di misurazione automatica. i1iSis “XL” è necessario per la lettura delle chart A3.. 4i1iSis con filtro UV 5SpectrolinoSpettrofotometro di misurazione manuale..  Colorimetri compatibili con Color Centro

14 2.4 Appunti per le funzioni di Calibrazione 1. Calibrazione deve essere eseguita con le seguenti tempistiche: - 30 minuti dopo l’accensione della macchina - ogni 1,000 stampe eseguite - prima di iniziare un lavoro importante che richiede colori accurati - quando si cambia la carta - quando le condizioni ambientali cambiano - quando è visibile una variazione dei colori 2. Color Centro può memorizzare solo un tipo di calibrazione. Assicurarsi di configurare le impostazioni del retino durante la calibrazione. 3. Quando si scelgono due tipi di retino per Testo e Grafica per il lavoro, viene utilizzata la calibrazione per il retino Immagine. 4. [Inizializza] ripristina le impostazioni ai valori di fabbrica.  Appunti per le funzioni di calibrazione di Color Centro

15 2.5 Specifiche delle funzioni di Calibrazione FaseSpecificheDescrizione Colorimetri compatibili5 tipi Scanner del corpo macchina, i1Pro, Spectrolino, i1iSis con e senza filtro UV Mssimo numero di dati memorizzati durante la calibrazione 10 set max. Numero massimo di dati memorizzati temporaneamente da Color Centro. Il primo dato è cancellato quando viene letto l’undicesimo. I dati non salvati vengono cancellati quando viene chiuso Color Centro. Nunero di dati che possono essere salvati 1 set Solo 1 set di dati viene utilizzato. È necessario ricalibrare se si cambia la carta o retino. Selezione tipo di retino durante la stampa della chart di calibrazione PossibileSelezionabile tra Punto 1, Punto 2, Linea 1, Linea 2, e Stocastico.  Specifiche della calibrazione

16 2.6 Calibrazione del sistema completo  4 argomenti relativi alla calibrazione  Calibrazione del corpo macchina  Controllo Densità Colore  Calibrazione del controller  Metodo di calibrazione raccomandato da KM per l’intero sistema  Vantaggi del ‘Controllo Densità Colore” con RU  Flusso raccomandato da KM

17 4 argomenti relativi alla calibrazione RUMacchinaController PC IDC Densitometro Dati di Calibrazione Color Centro 4 argomenti relativi alla calibrazione del sistema completo ・ Sensore IDC (Image Density Control): interno al corpo macchina ・ RU densitometro interno a RU ・ Dati di calibrazione interni al Controller ・ Color Centro: installato nel PC utente ‘Corpo macchina’ ‘Controller’

18 Calibrazione del corpo macchina RUMacchina IDC Densitometer Selezionare una delle tre impostazioni seguenti dal tasto Densità Colore nel menù Impostazione Carta. ‘Corpo macchina’ ・ Regolazione con sensore IDC: Esecuzione automatica (sempre ON). ・ Regolazione con densitometro RU: Necesstà di impostazioni in ‘Controllo Densità colore’ nel menù ‘Regolazioni’. (Consigliato: impostare in ON la regolazione automatica) L’ impostazione di Calibrazione da parte del corpo macchina, è selezionabile tramite il tasto Densità Colore nel menù di Impostazioni Carta. Dati di Default Tramite densitometro RU. Utilizzo dei dati di default del sensore. Categoria carta Senza densitometro RU. Impostazioni create con i1iSis ecc.. OFFCorrezione dati tramite sensore IDC Il densitometro dell’RU è più accurato del sensore IDC durante la correzione.

19 Controllo Densità Colore (1/4) RU Densitometer ‘Controllo Densità Colore’ con RU ha 2 tipi di impostazioni; ‘Regolazione di default’ e ‘Categoria Carta’. I dati di default del sensore configurati durante il processo da RU. Impostazione del sensore creata con i1 iSis / i1 Pro per la carta specificata. Controllo Densità Colore crea la curva di correzione Gamma leggendo le gradazioni dei tasselli CMYK sulla carta. Durante la lettura viene letto il valore del bianco carta che deve corrispondere al valore 0. Eventualmente utilizzare i1 iSis / i1 Pro e registrare il dato in Categoria Carta.  Informazioni Supplementari

20 Controllo Densità Colore (2/4) Utilizzare ‘Dati di Default’ e ‘Categoria Carta’, in accordo alle esigenze del cliente. * Di base utilizzare ‘Dati di Default’. Nel caso di problemi utilizzare ‘Registra Categoria Carta’. 1. Quando si utilizza uno speciale tipo di carta Si utilizza carta colorata > Il sensore RU non riesce a misurare correttamente la densità a causa del punto del bianco differente. 2. Quando le regolazioni di Default hanno una scarsa affidabilità. I dati di regolazione non sono creati in maniera corretta a causa di un deterioramento del sensore RU.  Informazioni Supplementari

21 Controllo Densità Colore (3/4) Controllo Densità Colore può essere automatico o manuale. Utilizzare la regolazione automatica come segue: Impostazione consigliata per la regolazione automatica ‘Livello di regolazione” = 8’ e ‘Intervallo di regolazione = 1000 o inferiore” - Perchè è consigliato il valore di Regolazione = 8 Con il,valore 10, se viene letto un valore non corretto, sarà visibile una notevole variazione cromatica.. (Esempio a causa di anomalie nel 2ndo trasferimento o nel fissaggio. - Perchè è consigliato un valore di intervallo = 1000 o inferiore Ipotizzando un volume medio di 50K ~ 100K stampe mensili (2K ~ 4K stampe al giorno), si prevede che la regolazione automatica venga fatta 1 o 2 volte al giorno. È consigliato eseguire la regolazione ad intervalli più corti possibili, tuttavia accordarsi con il cliente per decidere quale valore più idoneo impostare.. La modalità di intervento deve essere accordata con il cliente.  Informazioni Supplementari

22 Controllo Densità Colore (4/4) Controllo Densità Colore può essere automatico o manuale Nota che il controllo manuale di controllo densità è disponibile solo se registrato precedentemente.. 1. Deriva nelle tonalità colore Colore utilizzando la procedura automatica. 2. Non è possibile eseguire una regolazione al giorno tramite la procedura automatica. 3. I dati di regolazione automatica sono troppo datati. Spiegazione per il punto 3 I dati regolazione automatica, hanno un proprio contatore e la regolazione viene eseguita secondo un numero prefissato tra un lavoro e l’altro. Se l’ultimo lavoro è stato eseguito un mese fà e il contatore ha contato solo 500 fogli, il prossimo lavoro, dal 501mo in poi, sarà stampato con dei dati di calibrazione vecchi. In questo caso è consigliabile azzerare i dati calibrazione automatica ed eseguire la regolazione della densità manuale.  Informazioni Supplementari

23 Calibrazione del controller Controller PC Dati di Calibrazione Color Centro ‘Controller’ La calibrazione del controller può essere eseguita con Color Centro. I dati creati saranno memorizzati nel controller. La calibrazione, viene fatta tramite la lettura della patch di calibrazione stampate e lette quindi con l’apposito strumento. i1 Pro i1 iSis ( XL )

24 Metodo di calibrazione del sistema completo, consigliato da KM RUMacchinaController PC IDC Densitometro Dati di Calibrazione Color Centro Sia per stampe che per copie, ‘Controllo Densità Colore’ tramite densitometro RU configurato automaticamente. La calibrazione da parte del controller non è utilizzata. Copie: La correzione viene fatta dal sensore IDC. Stampe: La calibrazione viene fatta tramite il controller. ‘Corpo macchina’ ‘Controller’

25 Vantaggi del ‘Controllo Densità Colore’ con RU Il ‘Controllo Densità Colore’ tramite RU, è migliore rispetto alla calibrazione con il controller per i seguenti 3 punti. 1. Riduce il tempo di attesa e la manodopera. Controllo Densità Colore richiede meno tempo per eseguire la calibrazione. Inoltre, Controllo Densità Colore può essere eseguito automaticamente. - Tempo richiesto circa 40 secondi. (Scelta personale del tempo di intervallo.) - Calibrazione con il controller richiede circa 5 minuti. 2. È possibile memorizzare più di un set di calibrazione. Il controller può memorizzare solo un set di dati di calibrazione. Inoltre la calibrazione deve essere eseguita di nuovo se si modifica il tipo carta o retino. Controllo Densità Colore può memorizzare 15 set con differenti impostazioni di carta e retino. 3. È possibile miscelare i dati della nuova calibrazione. Tramite controller i nuovi dati di calibrazione riscrivono completamente i precedenti. Controllo Densità Colore, permette di selezionare un livello di miscelazione dei dati nuovi con quelli precedenti con un livello selezionabile tra il 10% - 100%. esempio, se si seleziona 10%. > crea il nuovo dato di calibrazione con 90% dei dati precedento e il 10% dei nuovi dati.

26 Flusso di impostazioni consigliato da KM (1/2) 1. Regolazione – controllo della macchina ・ Controllo Automatico Gamma ・ Controllo Bilanciamento Densità 2. Impostare a OFF il controllo calibrazione di Color Centro 3. Impostare Controllor Densità Colore (Dati di Default) ・ Nel menù ‘Regolazione’ ・ Nel menù ‘Imp. Carta’ 4. Eseguire il controllo manuale RU 5. Operazione con controllo RU automatico Eseguire per ogni carta di maggiore utilizzo e ogni retino. Eseguire il controllo manuale se necessario.  Calibrazione con RU (versione Standard)

27 Flusso di impostazioni consigliato da KM (2/2) 1. Regolazione – controllo della macchina 3. Impostare a ON il Controllo Densità Colore Nel menù ‘Regolazione’ 4. Eseguire la Registrazione categoria Carta 5. Applicare la Registrazione categoria Carta Per la carta utilizzata Nel menù ‘Impostazione carta’ 6. Eseguire il controllo manuale RU 5. Operazione controllo automatico RU

28 2.7 Laboratorio Eseguire l’esercizio di calibrazione come segue: ArgomentoDescrizioneTempo 1ON/OFF del Controllor Densità Colore Controllare le impostazioni sia sulla macchina che sul controller per la calibrazione automatica 10 min. 2Calibrazione con i1ProOperatività di utilizzo con i1Pro.30 min. Totale40 min.  Practica nella calibrazione

29 Argomenti della lezione: Lezione 3: Regolazione curva di tonalità 3.1 Finestra della regolazione tonalità 3.2 Procedura per la regolazione della curva di tonalità 3.3 Specifiche della regolazione della curva di tonalità 3.4 Laboratorio

30 3.1 Finestra della regolazione curva di tonalità Regolazione curva tonalità = regolazione della curva della densità input / Output per ogni colore CMYK Possono essere salvate 50 curve di tonalità. È possiblie l’esportazione e l’importazione in locale o rete. Controllo delle modifiche colore in base e tre tipi di immagini di esempio preimpostate.  Finestra della regolazione curva di tonalità

31 3.2 Procedura di regolazione della curva di tonalità 1. Selezionare una curva da regolare. Utilizzare lo stato di default per creare una nuova curva. E’ possibile creare una nuova curva direttamente. 2. Selezionare un’immagine campione. Sono disponibili 3 tipi di immagini Regolare la curva di tonalità per [Luminosità / Contrasto]. Regolazione per tutti e 4 i colori contemporaneamente Regolare la curva di tonalità per [Ogni colore]. Sono disponibili 3 tipi di regolazione; CMYK insieme, CMY insieme e K separato, e tutti e 4 i colori separatamente. Creare i punti di regolazione della curva durante la regolazione. Sono disponibili 2 metodi di regolazione dei punti; tramite il mouse e immissione dei valori. 4. Salvare Salvare non significa applicare. Per applicare configurare le impostazioni di default.  Procedura e punti per la regolazione della curva di tonalità

32 3.3 Specifiche per la regolazione della curva di tonalità ArticoloSpecificheDescrizione Numero di campioni3 tipiSolo quelli di default. (Aggiunta, modifica e cancellazione non disponibile.) Coda di attesa controller non disponibile Max. numero di curve salvate 50 curve max.Numero massimo di curve registrabili nel controller. La registrazione nr 51 non è accettata. Locazione di salvataggio delle curve. 3 locazioni3 locazioni; controller, locale, e rete Ingrandimento delle immagini campione 2x, 4x, 8x, e 16xRapporti di ingrandimento fissi Punti di regolazione delle curve di tonalità 13 punti max.Numero max. di punti di regolazione della curva tra lo 0% e il 100%. Se si aggiunge il 14mo, il più vecchio viene cancellato. Stampa di confermaNon disponibile Salavataggio1 tipoSolo 1 curva di tonalità può essere salvata.  Specifiche per la regolazione della curva di tonalità

33 3.4 Laboratorio Eseguire l’esercizio descritto di seguito: TitoloDescrizioneTempo 1Creazione della curva di tonalità e prova di utilizzo della stessa. Regolare la Luminosità, Contrasto, e ogni colore. - Controllare la curva dopo la modifica della Luminosità. - Controllare la curva dopo la modifica del Contrasto. - Modificare CMYK individualmente e creare delle curve. - Salvare le curve create, stampare un’immagine e controllare la resa. 30 min.  Practica per la curva di tonalità Totale30 min.

34 Argomenti della lezione: Lezione 4: Colori Spot 4.1 Cos’è il colore Spot? 4.2 Finestra del colore Spot 4.3 Procedura di regolazione e modifica dei colori Spot 4.4 Regolazione tramite la stampa delle Chart 4.5 Specifiche per la regolazione dei colori Spot 4.6 Laboratorio

35 4.1 Cos’è il colore Spot? colore spot = uno specifico colore solido. Chiamati anche ‘tinte piatte’, ogni colore ha un proprio nome. Controllare il colore attuale sulla scala stampate e scegliere il colore. 1. Specificare il colore spot dall’applicazione DTP es. Adobe Illustrator Specificare il nome del colore spot. Non con valori RGB o CMYK. 2. Convertire per ottimizzare i valori CMYK del controller. Convertire il valore CMYK del colore spot confrontando la scala delle tinte piatte. La tabella dei colori Spot del controller è modificabile con Color Centro. Stampa  Significato e utilizzo dei colori Spot

36 4.2 Finestra del colore Spot La finestra dei colori Spot è composta principalmente da 2 videate. A. Finestra di regolazione, modifica e aggiunta.delle tabelle colori Spot. B. Finestra di gestione, importazione ed esportazione tabelle colori spot.  Finestra di regolazione e modifica delle tabelle

37 4.3 Procedura di regolazione e modifica dei colori Spot 1. Selezionare una tabella colori spot da modificare. Selezionare una tabella di default o selezionare [Nuova Tabella]. 2. Selezionare un colore da modificare dalla tabella. E’ possibile modificare i colori esistenti o crearne di nuovi Regolazione manuale. Creare un colore editando i valori CMYK. [Test di stampa] disponibile Regolazione tramite stampa delle chart. Stampare la chart (81 tasselli) del colore CMYK che varia e scegliere un colore tra quelli stampati. 4. Salvare La tabella di default non può essere sovrascritta. Salvare con lo stesso nome. 5. Confermare le impostazioni di default di Color Centro. Per utilizzare il colore spot, abilitare colore Spot ON.  Procedura e punti di regolazione e modifica.

38 4.4 Regolazione tramite la stampa della chart (1/2) Chart completa K M A M C B M C C M C D M C E M C F M C G M C H C I M C Y La chart è composta da 9 gruppi x 9 tasselli = 81 tasselli. Gruppo : 9 gruppi (da A a I) - L’asse verticale : regola il valore Y - L’asse orizzontale : Regola il valore K Tasselli : 9 tasselli da (1 a 9) - Asse verticale : regola il valore C -Asse orizzontale : Regola il valore M Fare riferimento alla prossima diapositiva per i dettagli della variazione dei valori.  Come controllare la chart e selezionare il colore - 1

39 4.4 Regolazione tramite la stampa della chart (2/2) Valori Y e K eseguono la variazione per tutti i gruppi da A a I Y : +x K : +x Y : +x K:0K:0 K : -x A BC Y:0Y:0 K : +x Y:0Y:0 K:0K:0 Y:0Y:0 K : -x D EF Y : -x K : +x Y : -x K:0K:0 K : -x G HI K + - Y + - Valori C e M eseguono la variazione nei tasselli da 1 a C : +x C:0C:0C:0C:0C:0C:0 C : -x M : +x M:0M:0M:-xM:-x M:0M:0M:-xM:-x M:0M:0M:-xM:-x 7 65 M + - C + - La variazione dei valori (x: ) avviene in passi percentuale (%).  Come controllare la chart e selezionare il colore - 2

40 4.5 Specifiche di regolazione colori Spot FaseSpecificheDescrizione Tabelle di default3 tabelle 3 tipi; CF (TOYO), DIC, e HKS Pantone non supportato. Massimo numero di tabelle registrabili 50 tabelle Incluse le 3 tabelle di default. È permessa la registrazione con lo stesso nome. Scelta di priorità della tabella da utilizzare. Massimo numero di colori per tabella 5000 colori È possibile la registrazione di colori Spot multipli con lo stesso nome. Viene utilizzato il primo colore della lista. Colori CF (TOYO)1050 coloriTOYO Color Finder (1050 colori) Colori DIC1289 colori DIC Color Guide (652 colori) DIC Color Guide ver.2 (637 colori) HKS colori3520 coloriHKS 3000 plus K (3520 colori) Scala variazione valore colore0-100Valore minimo di variazione 1%. Tasselli per ogni chart81 tasselli9 tasselli (CM) x 9 gruppi (YK). Numero di passi per chart10 passi1% – 10%. Valore minimo di variazione densità 1%.  Specifiche di regolazione coloriSpot

41 4.6 Laboratorio Eseguire gli esercizi qui di seguito. TitoloDescrizionTempo 1Modificare una tabella colore Spot Selezionare una tabella esistente e modificare il colore Spot15 min. 2Registrazione di una nuova tabella Creare una nuova tabella ed assegnare un nuovo colore.15 min.  Practica per colori Spot Totale30 min.

42 Argomenti della lezione: Lezione 5: Colore Alternativo 5.1 Cos’è un colore alternativo? 5.2 Finestra del colore Alternativo 5.3 Modifica di un colore Alternativo 5.4 Specifiche per la modifica del colore Alternativo 5.5 Laboratorio

43 5.1 Cos’è un colore Alternativo? colore alternativo = funzione per sostituire uno specifico colore RGB / CMYK, in un altro colore CMYK. A differenza dei colori spot, i colori alternativi non necessitano di un nome. 1. Tramite l’applicazione DTP, specificare il valore RGB o CMYK. Es. Adobe Indesign Specificare il valore del colore RGB o CMYK E’ possibile modificare il valore tramite l’applicazione DTP. 2. Il colore stampato non rispetta le aspettative? 3-2. Impostare il colore alternativo sul controller. Modificare il valore CMYK = (90,50,10,5). Impostare CMYK = (95,55,15,15) Modificare CMYK = (90,50,10,5). Sostituire il valore di ingresso CMYK = (95,55,15,15) CON CMYK = (90,50,10,5). La tabella di sostituzione colore, viene chiamata colore alternativo.  Significato ed esempio di utilizzo del colore Alternativo OPPURE

44 5.2 Finestra del colore Alternativo Menù separati per RGB e CMYK Il colore alternativo può essere utilizzato per applicazioni che non supportano i colori Spot e che utilizzano lo spazio colore RGB, (es. MS-Office) Non è possibile eseguire test di stampa come per i colori Spot. È necessario preparare prima un test campione.  Disposizione finestra colore Alternativo

45 5.3 Procedura di modifica del colore Alternativo 1. Selezionare il menù per il tipo di colore alternativo da modificare. Selezionare RGB o CMYK. 2. Selezionare il colore da modificare dalla tabella. E’ possibile selezionare un colore già esistente o aggiungerne uno nuovo. 3. Configurare il colore alternativo. Impostare il valore originale (colore di input) ed impostare i nuovi valori di uscita. Il colore Alternativo di stampa accetta solo valori CMYK. 4. Registrazione e modifica della priorità. Se si utilizza lo stesso nome per diversi colori, modifcarne la priorità per l’utilizzo. 5. Controllare l’impostazione di default in Color Centro. Impostare in ON [Usa Colore Alternativo].  Procedura e punti di regolazione e modifica.

46 5.4 Specifiche per modifica colore Alternativo FaseSpecificheDescrizione Tabella colore Alternativoe 2 tabelle 2 tipi; per RGB e CMYK. Numero di colori alternativi possibili 64 colori ognuno Stessa quantità per entrambe le tabelle RGB e CMYK. Scala di variazione per RGB livelli. Scala di variazione per CMYK o Per la variazione da 0 – 100, valore minimo unità 1%. Per immettere valori da 0 – 255, impostare [Show Device Value] in ON.  Specifiche per colore Alternativo Nota: I colori Alternativi sono processati solo con i valori configurati. Non saranno processati se il valore differisce del 1%. Nota: Sia per RGB che CMYK, i valori con i decimali saranno arrotondati.

47 5.5 Laboraorio Eseguire l’esercizio per i colori alternativi come segue. TitoloDescrizioneTempo 1Modifica dei colori (RGB)Selezionare la tabella RGB. - Sostituire RGB = (100, 100, 100) con CMYK = (0, 255, 255, 0). - Eseguire delle stampe di esempio e controllare il risultato. 20 min.  Pratica con i colori Alternativi Totale20 min.

48 Argomenti della lezione: Lezione 6: Gestione Profili 6.1 Cosa è ppossibile fare nella finestra di gestione profili 6.2 Importazione ed Esportazione di Profili 6.3 Creazione di un nuovo Profilo 6.4 Punti per la creazioni dei Profili 6.5 UCR e GCR 6.6 Conservazione dei Toni Medi e Solidi 6.7 Modifica del Profilo 6.8 Punti per la regolazione Colore 6.9 Regolazione curva Profilo 6.10 Punti per la regolazione Colore e curva Profilo 6.11 Misurazione del Feedback 6.12 Specifiche per la gestione Profilo 6.13 Laboratorio

49 6.1 Cosa è possibile fare nella finestra di gestione Profilo (1/3) TipoImportazione / Esportazione CreazioneModifica Profilo sorgente RGBOKN/D Profilo Target CMYKOK N/D Profilo StampanteOK N/D Profilo Device Link RGB-CMYKOK Profilo Device Link CMYK-CMYKOK Principali funzioni di gestione Profilo. Color Centro permette la creazione di Profili Target, Stampante e profili Device Link Profile (DLP). Per le funzioni di copia, modifica e cancellazione, consultare la tabella qui sopra.  Funzioni di gestione Profilo di Color Centro

50 6.1 Cosa è possibile fare nella finestra di gestione Profilo (2/3) Necessario per convertire i valori RGB / CMYK di un dispositivo nel modo corretto. Qual’è lo spazio colore della macchina ? > Profilo Stampante Lavoro RGB CMYK Colore Spot Colore Alternativo Qual’è lo spazio colore del monitor ? > Profilo sorgente RGB Che tipo di dispositivo si desidera simulare ? > Profilo Target CMYK Spazio colore Conversione di un colore individuale in base alla tabella di riferimento. > Colore Alternativo / Spot Conversione Colore - Intento di Rendering - DLP Conversione Colore - Intento di Rendering - DLP Uscita  Informazioni aggiuntive – Cos’è un profilo ICC ?

51 6.1 Cosa è possibile fare nella finestra di gestione Profilo (3/3) DLP è una tabella fissa di conversione colore tra due Profili ICC. Conversione Colore in generale (es.): CMYK (4 dimensioni) > Lab (3 dimensioni) > CMYK (4 dimensioni) Il problema principale è che ‘la lastra K viene persa’. Inferiore capacità di riproduzione del colore K a causa della riproduzione del grigio con valori misti CMYK. Conversione Colore tramite DLP (es.): CMYK (4 dimensioni) > DLP (4 dimensioni) > CMYK (4 dimensioni) Mantenimento delle singole lastre dei colori. Importante per una riproduzione accurata dei colori. Vantaggi del DLP - Mantenimento delle impostazioni lastra. - Processo ad alta velocità. (non sono necessari calcoli complicati perchè la conversione colore fa riferimento ad una tabella fissa) Svantaggi del DLP - E’ necessario creare un nuovo DLP se vengono modificati i profili di Input e Output. (A causa della tabella fissa tra due profili.)  Informazioni aggiuntive – Cos’è un profilo Device Link (DLP) ?

52 6.2 Importazione ed Esportazione di Profili 1.Selezionare il tipo di profilo desiderato. 2. Selezionare dove salvare il profilo. 3. Importare ed esportare Viene visualizzato [Esporta] se è selezionato Controller. Viene visualizzato [Importare] se Locale o Network è selezionato. Il controller può memorizzare 50 profili ognuno per 5 tipi di profili. (250 profili in totale)  Procedura di Importazione ed Esportazione

53 6.3 Creazione nuovo Profilo Color Centro Profiler viene avviato facendo click sul tasto [Nuovo] dalla finestra di gestione Profilo. È possibile creare 4 tipi di profili (non possibile con profilo sorgente RGB). La creazione dei profili è aiutata da una procedura guidata di ColorCentro. Possono essere utiilizzati i seguenti strumenti di calibrazione.  i1Pro  i1iSis (con o senza filtro UV)  i1iO  SpectroScan i1Pro i1iSis i1iOSpectroScan  Creazione di nuovi profili con il Profiler di Color Centro

54 6.4 Punti per la creazione di nuovi Profili  La chart di misurazione deve essere prima stampata sulla macchina target.  Livello 1 per UCR/GCR è consigliato. (spiegato più avanti).  Configurare correttamente il tipo di carta utilizzato.  Selezionare il tipo di retino durante la stampa della chart.  Livello 1 per UCR/GCR è consigliato (spiegato più avanti).  Intento di Rendering solo per [Saturazione] o [Percettivo]. Priorità alle immagini RGB per la notevole differenza di conversione gamut.  Intento di Rendering solo per [Colorimetrico Relativo] o [Colorimetrico Assoluto]. Si prevede il maggiore utilizzo come proofing di stampe CMYK.  Per [Preserva Mezzi-Toni] e [Preserva Solido], si rchiede la conoscenza di tali funzioni.  Punti durante la creazione di profili

55 6.5 UCR e GCR UCR = Under Color Removal GCR = Gray-Component Replacement Entrambe le funzioni sono utilizzate per sostituire gli elementi CMY con l’ elemento K. UCR sopprime la quantità totale di toner utilizzato. Sostituendo la miscela CMY con il K, la stampa del colore richiede meno toner. Di base, ha effetto solo sulle ombre. GCR stabilizza il grigio che è difficile riprodurre con CMY. Sostituisce il grigio CMYK con il K + 2 colori (massimo). Ha effetto sull’ intera area delle alte luci e delle ombre per stabilizzare il grigio. Color Centro ha 5 livelli di impostazioni UCR/GCR. (Livello 1 è consigliato). Con il livello 1, l’ elemento K viene generato da circa il 40% dell’ area. Dopo di che, il punto di inizio dell’elemento K è accelerato del 10% ogni 10%, e gli elementi CMY sono sostituiti con il K in tutta l’area fino al livello 5.  Cosa significa UCR e GCR ?

56 6.6 Mantenimento dei Mezzi-Toni e dei Solidi (1/2) La funzione può essere configurata con CMYK-CMYK DLP. [Mantenimento Mezzi-Toni] = Se in ON, i colori mezzi-toni sono stampati solo con I colori selezionati. [Mantenimento Solidi] = Se in ON, i colori solidi sono stampati solo con i colori selezionati. Entrambe sono impostazioni per stampare senza miscelare altri colori. Sono disponibili le seguenti scelte; C, M, Y, K, R (M+Y), G (C+Y), e B (C+M). Quando [Intento di Rendering] = [Colorimetrico Relativo ], tutti i CMYKRGB possono essere configurati. Quando [Intento di Rendering] = [Colorimetrico Assoluto], solo il colore solido K è selezionabile. Nel caso di [Colorimetrico Assoluto], non possono essere miscelati altri colori. Il motivo è che il colore della carta viene simulata dai toner. Solo il colore solido K è selezionabile perchè viene considerato solo il livello del testo nero.  Mantenimento dei Mezzi-Toni e dei colori Solidi

57 6.6 Mantenimento dei Mezzi-Toni e dei Solidi (2/2) Nei seguenti casi, il risultato potrebbe non essere soddisfacente, a causa del tipo di conversione colore. I colori potrebbero essere inquinati da altri colori (es. magenta). La funzione risolve i seguenti problemi. - quando un colore molto tenue, (es. Ciano o Giallo chiaro), è utilizzato come fondo. - quando un colore molto tenue ( es. Ciano o Giallo chiaro), è utilizzato come testo Mantenimenti dei solidi, viene utilizzato principalmente per i seguenti casi: - Lastra K: Testo seghettato. - Lastra Y: i punti di altri colori (es.magenta) sono miscelati con i colori delle alte luci..  (Informazioni aggiuntive) Effetto e esempio di utilizzo della funzione di mantenimento dei Mezzi-Toni e dei Solidi.

58 6.7 Modifica dei Profili Il Profiler di Color Centro viene avviato facendo click sul tasto [Modifica] dalla finestra di Gestione Profili. Le regolazioni permettono di incrementare l’accuratezza dei DLP RGB-CMYK e DLP CMYK-CMYK tramite una procedura guidata. TipoRegolazioneDescrizione DLP RGB-CMYK Regolazione colore per punto Impostazione individuale uscita colori CMYK per ingresso RGB. Regolazione curva profiloModifica delle curve di tonalità. DLP CMYK-CMYK Misura del FeedbackTramite controllo delle chart. Punti per regolazione colore Impostazione individuale uscita colori CMYK per ingresso CMYK Regolazione curva profiloModifica delle curve di tonalità.  Modifica dei Profili tramite Color Centro

59 6.8 Punti regolazione Colori La regolazione dei punti Colore, permette di eseguire la regolazione in un punto preciso del profilo. Sono modificate direttamente la tabelle di conversione per DLP. La figura mostra la regolazione precisa di un punto DLP RGB-CMYK. [Palette Colore] è presente solo per RGB-CMYK. Possono essere configurati 256 punti colore per 1 DLP. [Scala di regolazione] 256-conversioni di gradazione. Ampio: 128/Normale: 50 / Piccolo: 25 Nota: Più punti sono definiti, maggiore è l’effetto. “Regolazione Punti Colore” e “Colore Alternativo” sono funzioni completamente differenti. Colore Alternativo non possiede una scala di regolazione.  Avvertenze per la regolazione punti Colore

60 6.9 Regolazione curva Profilo Regolazione curva Profilo permette di regolare le curve di tonalità di DLP. La figura mostra la curva di regolazione Profilo per DLP RGB-CMYK. (Ingresso è RGB) Le curve dei Profili. possono essere regolate individualmente per l’ingresso e uscita. Selezionare [Combinazione], [Vista], e [Reg.], ed eseguire la regolazione. Possono essere creati 21 punti di regolazione (dal 0% al 100%). I punti di regolazione possono essere spostati sulla curva trascinandoli.  Avvertenze per la regolazione curva Profilo

61 6.10 Punti di regolazione Colore curve di tonalità Profili La relazione della regolazione curva Profilo e del punto Colore è la seguente. InputOutput DLP Sono riflesse le variazioni di regolazione della Curva Profilo Sono riflesse le variazioni di regolazione della Curva Profilo Sono riflesse le variazioni di regolazione del Punto Colore In Out Di base, “Regolazione della curva Profilo” e “Regolazione punto Colore” interagiscono tra loro. Per modificare entrambi contemporaneamente, utilizzare la regolazione curva di tonalità.  Relazione di 2 regolazioni (Ruolo di assegnazione)

62 6.11 Misura del Feedback “Misura del Feedback” è una funzione disponibile nella regolazione DLP CMYK-CMYK. Ripetendo la regolazione, si diminuisce la differenza del colore. Il numero raccomandato di feedback è 3 volte. Prima di eseguire la quarta misura viene visualizzato un avvertimento. Nota: Applicando la misura del Feedback, vengono eliminate le regolazioni dei Punti e le Curve dei Profili. Il livello ottenuto viene espresso con: : La differenza colore è molto più grande del target. : La differenza colore è più grande del target. : La differenza colore è circa la stessa del valore teorico. (I valori teorici sono riservati) Sono disponibili i seguenti strumenti. - i1Pro - i1iSis (con o senza filtro UV) - i1iO - SpectroScan  Avvertenze per la misurazione del Feedback

63 6.12 Specifiche per la gestione dei Profili FaseSpecificheDescrizione Creazione profili4 tipiCMYK (Target e Stampante) DLP (RGB-CMYK e CMYK-CMYK) Modifica profili2 tipiDLP (RGB-CMYK e CMYK-CMYK) Strumenti di misura4 tipi- i1Pro - i1iSis (con o senza filtro UV) - i1iO - SpectroScan Numero di DLP che si possono registrare 50 DLP ognunoRGB-CMYK DLP e CMYK-CMYK DLP Regolazione punti colore256 colori ognuno Numero di punti colore modificabili con DLP RGB-CMYK e DLP CMYK-CMYK. Punti operativi sulla curva profilo 21 punti ognunoNumero di punti operativi per ogni curva di CMYK. (inclusi i 2 punti 0% e 100%) Numero di misure FB consigliate 3 volteAvvertimento prima della quarta regolazione. (è possibile continuare)  Specifiche per la gestione dei Profili

64 6.13 Laboratorio Eseguire l’esercizio per la gestione dei profili come segue: TitoloDescrizioneTempo 1Creazione dei profili StampanteCreare un profilo utilizzando i1Pro.30 min. 2Creazione e Regolazione di DLP CMYK-CMYK Confermare ogni impostazione durante la creazione DLP. Eseguire la misura FB per il DLP creato. Eseguire la regolazione del punto colore DLP, la regolazione della curva del profilo e della curva di tonalità. 30 min. Totale 60 min.  Practica con la gestione dei profili

65 Argomenti della lezione: Lezione 7: Impostazione di default Colore 7.1 Finestra di impostazione di default 7.2 Impostazione RGB 7.3 Dettagli per le impostazioni RGB 7.4 Impostazioni CMYK 7.5 Altre impostazioni 7.6 Collegamento tipo carta 7.7 Impostazioni relative alla lastra K (Nero) 7.8 Altro 7.9 Laboratorio

66 7.1 Finestra di impostazione default Colore La finestra di impostazione default colore, è divisa in 2 parti. A. Impostazione configurazione Default Colore B. Impostazione Default manuale Per la sola conferma del nome. Configurazione Colore è spiegata nella sezione 9. Impostazione di default sarà la base per l’impostazione manuale del driver di stampa.  Funzioni della finestra di impostazione Default

67 7.2 Impostazione RGB Le impostazioni di default RGB sono le seguenti. Impostazione Profilo per conversione colore RGB Selezionare una delle 3 possibilità. - Nessuna conversione Colore - Usa profilo Device Link RGB-CMYK - Usa profilo sorgente RGB Rendering Disponibile solo se si seleziona “Usa profilo RGB”. Selezionare Saturazione o Percettivo. Simulazione RGB Disponibile solo se si seleziona “Usa profilo RGB”. Selezionare per eseguire la simulazione CMYK.  Impostazione default RGB

68 7.3 Dettagli per le impostazioni RGB Selezionare una delle 3 impostazioni per la conversione colore RGB. A. Nessuna conversione Colore B. Usa profilo Device Link RGB-CMYK C. Usa profilo Sorgente RGB Viene utilizzato il profilo incorporato nel lavoro. Per configurare individualmente Immagine, Grafica, e Testo. Il metodo di giudizio si basa sul tipo di dati prima della conversione RIP. - Dati Bitmap = Immagine - Dati Vettoriali = Grafica - Dati Testo e font = Testo Nota: i testi sottolineati sono processati come immagini. Per assegnare uno spazio colore desiderato (es. sRGB) o un profilo monitor.  Punti sulla conversione colore RGB

69 7.4 Impostazioni CMYK Le impostazioni di default CMYK sono le seguenti. A. Nessuna conversione Colore Per utilizzare un profilo incorporato nel lavoro. B. Usare profilo Device Link CMYK-CMYK Configurazione individuale Immagine, Grafica, e Testo. Il metodo di giudizio è simile al metodo RGB. C. Usare profilo Target CMYK Per simulare uno standard di un altro dispositivo (es. ISO Coated). Simulazione Carta Disponibile solo se si seleziona usa profilo Target CMYK. Selezionare [Relativo (OFF)] o [Assoluto (ON)] come intento di rendering.  Impostazioni default CMYK

70 7.5 Altre impostazioni - Profilo Stampante - Collegamento tipo di carta - Curva di tonalità - Nero puro - Sostituisci grigio - Sovrastampa nero - Usa tinta piatta - Usa colore alternativo - Sovrastampa composita  Altre impostazioni

71 7.6 Collegamento tipo carta Collegamento Tipo Carta, permette di selezionare un profilo carta automatico. Preferibilmente. utilizzare la funzione di collegamento tipo carta quando si crea un nuovo profilo. Quando si crea un profilo carta, si prende come riferimento un profilo di default. In questo caso, viene considerato il profilo con la data più aggiornata. Le informazioni della carta di default non possono essere modificate.  Punti importanti per collegamento carta

72 7.7 Impostazioni relative alla lastra K (Nero) Funzione per stampare il dato RGB = (0, 0, 0) con il colore K = 100%. Attivo solo con i valori RGB = (0, 0, 0). 3 scelte. - OFF - Testo - Testo e Grafica Funzione per utilizzare il solo colore K quando i valori RGB hanno lo stesso valore ognuno. Attivo solo quando R = G = B. Funzione per sovrastampare il K100% sopra un colore di fondo. Quando è OFF, una parte del colore di fondo viene rimossa per stampare l’oggetto di colore nero.  Punti per le impostazioni della lastra K (Nero)

73 7.8 Altro Quando usa tinta piatta è selezionato, la stampa prende in considerazione la tabella dei colori registrata in Color Centro. Quando usa colore alternativo è selezionato, la stampa prende in considerazione le tabelle di colori alternativi registrate in Color Centro. Funzione per stampare un lavoro impostato per la sovrastampa. 3 scelte. - OFF: Nessuna sovrastampa. - Qualità Immagime : Viene eseguita una conversione colore dopo il processo di sovrastampa di tutti i dati. La riproduzione dei colori è migliore, ma richiede più tempo per il processo. - Velocità : Conversione colore per ogni oggetto e semplice sovrastampa. Riproduzione inferiore dei colori. Esempio di sovrastampa  Punti per l’impostazione delle tinte piatte, e sovrastampa composita.

74 7.9 Laboratorio Questo esercizio è descritto nella sezione 9. Sezione 9. Laboratorio : Impostazione manuale della conversione colore da driver di stampa.  Impostazione di default colore

75 Argomenti della lezione: Lezione 8: Conversione colore da driver di stampa 8.1 Finestra delle impostazioni di conversione colore da driver di stampa 8.2 Fase colore di driver di stampa 8.3 Stampa a 2 - colori 8.4 Barra colore e impostazione delle informazioni 8.5 Laboratorio

76 8.1 Finestra di impostazione della conversione colore da driver di stampa Sono disponibili l’impostazione manuale e configurazione colore (spiegata più avanti). Il contenuto delle impostazioni è simile a Color Centro. Le impostazioni di default di Color Centro possono essere acquisite tramite l’apposito tasto. Una spunta di colore verde, mostra se le impostazioni del driver coincidono con le impostazioni di default del controller. Combacia: colore verde Non combacia: colore giallo  Impostazioni conversione colore

77 8.2 Fase colore da driver di stampa Sono disponibili le fasi di modo colore e verifica colore. Sono disponibili le seguenti impostazioni. - Uscita colore - Stampa a 2-Colori - Uscita in separazione - Barra Colore - Stampa informazioni  Menù fase colore da driver di stampa

78 8.3 Stampa a 2-Colori La stampa a 2-Colori permette di stampare le lastre a due colori con delle tinte piatte. Selezionare [Colore Auto] come uscita colore. Nota: La stampa a 2-Colori è una funzione per le prove di stampa di lavori a due colori. Non è una fase di stampa con solo due tipi di toner. Nota: Specifcare la tinta piatta da utilizzare con ‘nome tabella + nome colore. (Fare riferimento alla figura a sinistra.) Lavoro di stampa = lastre CMYK Selezione di 2 lastre. (es. C e M) Ogni lastra viene stampata con uno specifico colore spot.  Stampa a 2-Colori

79 8.4 Barra colore e impostazione informazioni Stampa della barra colore di riferimento e delle informazioni sul file di stampa La barra colore è fissa (colori solidi CMYK). Selezionare le informazioni del file che si desidera stampare. Nota: Se vengono selezionate troppe informazioni, alcune di esse potrebbero non essere stampate. (Viene utilizzata anche l’area di stampa oltre i margini.) Nota: Le impostazioni delle informazioni possono essere specificate in Color Centro. [Impostazioni default Colore] -> [File] dal menù principale  Stampa della barra colore e impostazione di stampa delle informazioni

80 8.5 Laboratorio Eseguire l’esercizio di impostazione manuale della conversione colore come segue. TitoloDescrizioneTempo 1Modifica di ogni impostazione Modificare le impostazioni che si desidera e controllare l’effetto. 20 min. Totale20 min.  Impostazione manuale Conversione Colore da driver di stampa

81 Argomenti della lezione: Lezione 9: Impostazione configurazione Colore 9.1 Panoramica della gestione configurazione colore 9.2 Cos’è una impostazione Profilo ? 9.3 Impostazione di un profilo DLP 9.4 Esportazione del profilo da un gruppo profili 9.5 Cos’è la configurazione Colore ? 9.6 Punti per la configurazione Colore 9.7 Laboratorio

82 9.1 Panoramica della gestione configurazione colore La finestra di gestione configurazione colore è composta da 2 funzioni principali. A. Impostazione configurazione colore Sono disponibili 3 impostazioni. - Scelta Profili - Impostazioni Default - Impostazioni opzionali di conversione colore B. Gruppo Profili Si possono creare nuovi gruppi di profili e modificare le impostazioni.  Finestra della gestione configurazione colore

83 9.2 Cos’è un gruppo di Profili ? Un gruppo profilo è un insieme di tutti i profili (9 tipi) utilizzati per 1 carta. Informazioni carta ・ Tipo carta ・ Peso carta ・ Colore carta ecc.. Profili (9 tipi) ・ Sorgente RGB, Target CMYK e profilo stampante ・ DLP RGB-CMYK (Immagine / Grafica / Testo) ・ DLP CMYK-CMYK DLP (Immagine / Grafica / Testo) Gruppo profilo I gruppi di Profili sono creati con una procedura automatica di Color Centro Profiler. Anche i DLP sono creati tramite una procedura automatica. La differenza tra i “gruppi di profili DLP” e “DLP creati da [Gestione Profilo]”sono spiegate nella prossima diapositiva.  Composizione di un gruppo di Profili

84 9.3 Gruppo di profili DLP Fase Tipo DLP Gruppo profiliGenerale Rendering (RGB)Saturazione o Percettivo Rendering (CMYK)Relativo o Assoluto Mantenimento Mezzi-Toni Solo DLP CMYK-CMYK. Immagine / Grafica / Testo Impostazione individuale. Solo DLP CMYK-CMYK. Stessa regolazione per tutti gli elementi del lavoro. Mantenimento Solidi Misurazione Feedback Regolazione colore per punto Immagine / Grafica / Testo Impostazione individuale. Stessa regolazione per tutti gli elementi del lavoro. Regolazione curva profilo La peculiarità del gruppo profili DLP, è che la regolazione è individuale. Tabelle di riepilogo differenze tra i due tipi di DLP.  Differenze tra gruppi di profilo DLP e DLP in generale

85 9.4 Esportazione del profilo da gruppo profili Possono essere salvati 9 profili sulla rete o sul PC tramite la funzione di [Esportazione profili] dalla finestra di modifica del gruppo profili.  Esportazione profili

86 9.5 Cos’è una configurazione Colore ? Configurazione Colore è un’impostazione di gruppi di profili. Adatto per ambienti che utilizzano vari tipi di carta. Una configurazione colore può gestire diversi lavori. Informazioni carta ・ Tipo carta ・ Peso carta ・ Colore carta ecc.. Profili (9 tipi) ・ Sorgente RGB, Target CMYK eaprofilo Stampante ・ DLP RGB-CMYK (Immagine / Grafica / Testo) ・ DLP CMYK-CMYK (Immagine / Grafica / Testo) Gruppo multiplo di profili (per tipo di carta e max. 16 gruppi) + Impostazioni per colori - Impostazioni dati base colore (come imp. In [Altre imp.] di imp, default colore - Regolazione curva di tonalità ecc... Configurazione colore  Composizione della configurazione Colore

87 9.6 Punti per la configurazione Colore NON registrare gruppi di profilo che hanno lo stesso tipo di carta nella configurazione colore. (Si possono registrare se hanno differenti informazioni carta tipo il formato) Se registrata, viene utilizzato ‘il dato più vecchio’.  Avvertenze per la configurazione colore

88 9.7 Laboratorio Eseguire l’esercizio di configurazione colore come segue. TitoloDescrizioneTempo 1 Creazione e modifica di un gruppo profilo Creazione di un gruppo profilo. Confermare le impostazioni disponibili per Immagine, Grafica e Testo per DLP. Controllare la finestra di misura Feedback. Controllare la regolazione colore per punto / curva profilo. 30 min. 2 Creazione e modifica della configurazione colore Creazione e configurazione.30 min. Totale60 min.  Pratica per la configurazione colore

89 FINE


Scaricare ppt "Technical Training Course PRESS C7000/C7000P/C6000 Color Centro (Color Management Application)"

Presentazioni simili


Annunci Google