La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di finanza e mercati finanziari internazionali I mercati finanziari internazionali: struttura e complessità Prof. Vittorio de Pedys.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di finanza e mercati finanziari internazionali I mercati finanziari internazionali: struttura e complessità Prof. Vittorio de Pedys."— Transcript della presentazione:

1 Corso di finanza e mercati finanziari internazionali I mercati finanziari internazionali: struttura e complessità Prof. Vittorio de Pedys

2 Attività sui mercati finanziari

3

4 4 Investment Banking Start-up Small Growth (Internal Growth) Big Growth (Acquisitions) Big Growth (Mergers and acquisitions) Big Growth (IPO) Big Growth (merger of equals) Big Growth (OPA cash vs. shares) De-leve Rage (Sale of not-core assets, Real Estate, etc.) Full Disposal De-leverage (Capital increase, Own or of a third party) Turnaround / Debt Restructuring Pre-default Sale assets disposal

5

6 Money e Capital Markets  Money market: mercati a breve per strumenti finanziari con vita di un anno o meno.  Capital market: mercati a lungo termine di strumenti finanziari con scadenze superiori ad un anno  Le aziende si avvalgono di entrambi, ricercando le condizioni più convenienti

7 Money markets

8 Fornitori di fondi ai mercati dei capitali. Es. USA

9 Il ruolo dei mercati degli strumenti finanziari  I mercati finanziari facilitano l’allocazione dei capitali fra i settori dell’economia e gli intermediari finanziari.  I mercati finanziari consentono a chi ricerca capitali di emettere titoli fornendo la necessaria liquidità per gli investitori in due modi :  a. Le aziende possono vendere titoli velocemente ed a un “giusto” prezzo.  b. I mercati consentono agli acquirenti dei titoli di convertirli in denaro con relativa facilità

10 Mercati finanziari internazionali 1.importanti: a.London b.New York c.Tokyo d. Frankfurt 2.Altri centri a.Singapore b.Hong Kong c.Bahamas

11 Mercati finanzari internazionali Prerequisiti per essere un centro finanziario globale : a.Stabilità politica b.Interventi governativi minimi c.Infrastruttura legale d.Infrastruttura finanziaria

12 Il mercato degli eurobonds Definizione “bonds venduti fuori del paese nella cui valuta sono denominati ”. 1.Enorme crescita dovuta anche all’utilizzo degli swaps. 2.Piazzamenti sottoscritti da un sindacato di banche 3.Crescente domanda dagli investitori 4.Rimborsi bullet, con fondo di ammortamento, a volte con clausole call 5.Spesso rated

13 EUROBONDS Eurobond vs. Eurocurrency Loans (prestiti) Differenze a. Euroloans hanno tassi variabili b. euroloans hanno scadenze più brevi c. euroBonds hanno volumi maggiori d. euroloans hanno maggiore flessibilità e. Euroloans si ottengono più in fretta

14 Finanziamenti a brevissimo Euronotes e Euro-Commercial Paper 1.Euronotes : titoli a brevissimo non garantito emessi da ziende e governi (in $). 2.Euro-commercial paper(CP) : cambiali non garantite ma “ sponsorizzate” non sottoscritti da banche

15 Il mercato dei cambi Partecipanti a 2 livelli 1.ingrosso (95%): major banks 2.dettaglio : clienti due tipi di mercato 1.Spot Market: - transazione immediata - liquidata 2 giorni di mercato dopo - attori : banche, brokers, clienti, banche centrali 2. Forward Market: - transazione ad una data specificata nel futuro - attori : arbitrageurs, traders, hedgers, speculators

16 Mercato SPOT Per clienti nonbank prezzo diretto : fornisce il prezzo della divisa di casa (al numeratore) di una unità di divisa starniera. EXAMPLE: $1.81/£ es. Sappiamo che in US$ una sterlina vale $1.81.

17 Costi di Transazione : spread Bid-Ask (offer). In italiano: denaro-lettera Bid = il prezzo al quale la banca è disposta a comprare Ask = il prezzo al quale è disposta a vendere la valuta Mercato SPOT

18 Cross Rates: il tasso di cambio fra due valute non - US$. Calculo del Cross Rates Supponi di voler calcolare il £/€ cross rate. sappiamo che £.5556/US$ e €.8334/US$ dunque £/ € = £.5556/US$  €.8334/US$ = £.6667/ € Mercato SPOT

19 Forex

20 Il mercato forward (termine ) Definizione : un accordo fra una banca ed un cliente di consegnare una specifica quantità di una valuta contro un’altra valuta in una specifica data futura ed ad un prezzo (cambio) prefissato

21 Il mercato forward (termine ) Prezzi Forward Rate 1. due metodi : a.Outright Rate:a clienti commerciali b.Swap Rate: usato nel mercato interbancario come premio o sconto Come calcolare il premio/sconto a termine = F-S x 12 x 100 S n dove F = il cambio forward S = il cambio spot n = il numero dei mesi nel contratto forward

22 22 Il mercato dei fondi d’investimento : Differenze tra hedge funds e fondi comuni HEDGE FONDI 1.Veicolo privato veicolo registrato presso la SEC 2. Puo usare leverage intensivamente limitato uso del leverage 3. Puo andare corto max 30 % dei profitti dallo short 4. Può usare derivati non può usare derivati 5. Investimento iniziale notevole investimento iniziale limitato 6. Restrizione alla pubblicità pubblicità libera

23 23 Differenze tra hedge funds e fondi comuni 7. Offerto tramite memo private placem. offerto tramite prospetto HEDGE FONDI 8. Liquidità mensile liquidità giornaliera 9. Gestore pagato a performance gestore pagato a stipendio 10. Gestore investe il proprio capitale gestore non investe proprio capitale 11. Flessibilità delle strategie d’invest. relativamente rigido nelle strategie 12. Obiettivo è ritorno assoluto obiettivo è battere un benchmark

24 24 Che cos’e’ un hedge fund? Principali strategie sottostanti Hedge Fund Universe Relative Value Convertible Arbitrage Equity Market Neutral Fixed Income Arbitrage Equity Long/Short Long bias Short bias Event Driven Risk Arbitrage Special situations Distressed Securities Merger Arbitrage Opportunistic Macro Emerging Markets Short Seller CTA

25 Le strategie degli Hedge Funds

26 26 Strategie attive DIREZIONALE L La strategia tradizionale, prende solo posizioni lunghe HEDGED L + S L>S o L

27 Sistemi di trading alternativi Electronic Communications Networks (ECNs) sono sistemi di trading elettronici che incrociano ordini di acquisto e vendita a prezzi specifici. Hanno commissioni più basse, esecuzione velocissima, minore liquidità, minore price discovery, consentono “after hours trading.” Dark pools: mercati paralleli, non regolati da alcuno, che incrociano fuori mercato grandi blocchi di titoli a prezzi non conoscibili dal resto del mercato

28 Efficienza dei mercati Gli accademici stabiliscono che l’efficienza dei mercati si misura in tre forme. –1. debole : l’informazione sui prezzi passati non hanno relazione con i prezzi futuri, i trend non possono essere previsti o sfruttati dagli investitori. –2. Semi-forte : i prezzi riflettono tutte le informazioni pubblicamente disponibili. –3. forte : i prezzi riflettono tutte le informazioni disponibili, sia pubbliche che private.

29 La agenzie di rating 29

30

31

32 COME REAGISCONO I MERCATI AI DATI

33 NOTE * PER OBBLIGAZIONARIO INTENDIAMO LE EMISSIONI A MEDIO LUNGO TERMINE, OSSIA CON SCADENZA SUPERIORE AI 12 MESI (TIPICHE DEL MERCATO MONETARIO). *CON IL SEGNO POSITIVO INDICHIAMO PER L’OBBLIGAZIONARIO UN RESTRINGIMENTO DEI RENDIMENTI, PER L’AZIONARIO UNA SALITA DEL CORSO, PER IL VALUTARIO UN APPREZZAMENTO DEL CAMBIO. DISCORSO ANALOGO, MA INVERSO, PER IL SEGNO NEGATIVO. *** INDICI DI FIDUCIA SONO QUELLI CHE TENDONO AD ANTICIPARE IL POSSIBILE LA POSSIBILE DIREZIONE DI UN ‘ECONOMIA (AD ES. IL SUPER INDICE USA) O DI UN SETTORE (AD ES. L’ISM-MANUFACTURING USA O L’IFO IN GERMANIA), IN BASE ALLA FIDUCIA ESPRESSA DAGLI OPERATORI INTERVISATI (AD ES. ANALISTI, ECONOMISTI, IMPRESE E CONSUMATORI) SULLE CONDIZIONI CORRENTI E ATTESE NEI SUSSEGUENTI 6 MESI.

34 OVER THE COUNTER MARKETS 1.BONDS - CORPORATE - HIGH YIELD - EMERGING 2. INTEREST RATE SWAPS 3. CREDIT DEFAULT SWAPS


Scaricare ppt "Corso di finanza e mercati finanziari internazionali I mercati finanziari internazionali: struttura e complessità Prof. Vittorio de Pedys."

Presentazioni simili


Annunci Google