La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Guida alla lettura del Piano 26 gennaio 2015 Piano delle Performance 2015-2017.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Guida alla lettura del Piano 26 gennaio 2015 Piano delle Performance 2015-2017."— Transcript della presentazione:

1 Guida alla lettura del Piano 26 gennaio 2015 Piano delle Performance

2 Per rendere sempre più misurabile, coerente e trasparente l’azione della Camera di commercio di Torino Per rendere sempre più misurabile, coerente e trasparente l’azione della Camera di commercio di Torino Per conoscere le linee strategiche, gli obiettivi e gli strumenti per misurare i risultati della Camera di commercio di Torino Per conoscere le linee strategiche, gli obiettivi e gli strumenti per misurare i risultati della Camera di commercio di Torino Il Piano performance: perché scriverlo, perché leggerlo Il Piano performance: perché scriverlo, perché leggerlo 1 Guida alla lettura del Piano 26/01/2015

3 La struttura del Piano La struttura organizzativa e la composizione della Camera di commercio di Torino La mission delle Camere di commercio L’analisi del territorio di riferimento Prima parte Seconda parte La performance organizzativa: dalle linee strategiche ai 5 obiettivi di ente per il 2015 I 10 indicatori per monitorare l’ente nel tempo Il target garantito ogni anno Dalla performance organizzativa a quella individuale 2 Guida alla lettura del Piano 26/01/2015

4 Ente - Attività e Struttura - Persone Funzioni di interesse generale per le imprese e i consumatori Funzioni di interesse generale per le imprese e i consumatori La struttura del Piano: prima parte 3 Guida alla lettura del Piano 26/01/ La mission delle Camere di commercio Servizi anagrafico-amministrativi per le imprese Servizi di promozione del territorio e delle imprese (orientamento, internazionalizzazione, innovazione tecnologica, finanziamenti, studi, …) Servizio di conciliazione, servizi ispettivi e di metrologia legale Attività di regolazione del mercato Attività di promozione Attività amministrative

5 Ente - Attività e Struttura - Persone La struttura del Piano: prima parte 4 Guida alla lettura del Piano 26/01/ La struttura organizzativa e la composizione della Camera di Torino

6 Ente - Attività e Struttura - Persone La provincia di Torino La struttura del Piano: prima parte 5 Guida alla lettura del Piano 26/01/ L’analisi del contesto territoriale di riferimento – dati anno 2013 Popolazione Prodotto Interno Lordo* (mln di €) Export (mln di €) N. imprese ,8 % in PiemonteProv. di Torino ,0 51,5 50,8 54,2 48,1 Imprese suddivise per settori * Dati 2012 Commercio 25,6% -1,0% Alberghi e ristorazione 6,6% +0,7% Agricoltura 5,6% -3,9% Industria 9,9% -2,5% Costruzioni 15,9% -2,4% Servizi prevalentemente orientati alle imprese 24,7% +0,3% Sanità, istruzione ad altri servizi pubblici, sociali e personali 6,3% +0,6% Non classificate 5,5% -8,4%

7 Indice risorse umane Indice gestionale di assenteismo complessivo Indice gestionale di assenteismo complessivo 5 indicatori di salute Target Dato 2010 Dato 2011 Dato 2012 Dato 2013 organizzativa 5 indicatori di salute Target Dato 2010 Dato 2011 Dato 2012 Dato 2013 organizzativa Indicatore di equilibrio economico-finanziario Indicatore di equilibrio economico-finanziario Indicatore finanziario di rigidità 61,87 % Indice di riscossione diritto annuale Indice di riscossione diritto annuale < 80 % < 37 < 33 % < 8 % > 70 % 25,67 24,05 % 6,40 % 75,93 % 2.1 I 10 indicatori per monitorare l’andamento dell’ente nel tempo La struttura del Piano: seconda parte Guida alla lettura del Piano 26/01/ ,17 % 24,77 23,15 % 6,29 % 76,14 % Nota: gli indicatori di “salute organizzativa” sono conteggiati su base annuale quindi vanno riferiti al dato consolidato dell’anno precedente a quello in cui si effettua il monitoraggio (il monitoraggio nel 2014 prende in considerazione i dati consolidati del 2013) 65,11 % 24,75 22,98 % 6,53 % 74,48% 72,68 % 24,03 22,42 % 7,05 % 73,63%

8 Promozione e Sviluppo territorio: soddisfazione utenza per eventi Promozione e Sviluppo territorio: soddisfazione utenza per eventi Promozione e Sviluppo territorio: soddisfazione utenza per servizi Promozione e Sviluppo territorio: soddisfazione utenza per servizi 5 Indicatori di qualità dei servizi Target Dato Dato Dato Dato anno anno anno anno Indicatori di qualità dei servizi Target Dato Dato Dato Dato anno anno anno anno Accettazione e controllo Registro Imprese:tempi evasione pratiche Accettazione e controllo Registro Imprese:tempi evasione pratiche Anagrafe economica: tempi di attesa dell’utenza Anagrafe economica: tempi di attesa dell’utenza 8’ e 24’’ Tutela del mercato: partecipazione seminari Tutela del mercato: partecipazione seminari 15 min. 2 gg. 70 % 80 % 50 1,9 gg. 94 % 95 % 68 La struttura del Piano: seconda parte Guida alla lettura del Piano 26/01/ ’ e 29’’ 2 gg. 1,9 gg. 95 % 96 % 73 Nota: gli indicatori di “qualità dei servizi” sono conteggiati su base semestrale (il monitoraggio del 2014 prende in considerazione i dati del 2014) 6’ e 33’’ 95 % 96 % 82 10’ e 26’’ 96 % 98 % 87 1,9 gg.

9 Ente - Attività e Struttura - Persone - Evoluzione 2.2 La performance organizzativa Dalle 11 linee strategiche ai 5 obiettivi di ente per il 2015 Garantire la solidità e l’equilibrio economico dell’ente anche attraverso l’individuazione di nuovi servizi a pagamento per le imprese (linea 10 del Piano Strategico Pluriennale 2010 – 2014) Aggiornare l’organigramma dell’ente, razionalizzando i processi interni e individuando nuovi modelli per la ricollocazione di attività e competenze professionali (linee 10 e 11) Semplificare la vita delle imprese e garantire l'efficienza di gestione, anche attraverso l'applicazione e il monitoraggio delle nuove normative nonché l'informatizzazione delle procedure (linee 10 e 11) Garantire l’attività promozionale sul territorio nazionale ed estero (linee 1,2,3,4,5,6,7 e 8) Garantire servizi per imprese e cittadini in tema di regolazione del mercato e vigilanza sul mercato (linea 9) La struttura del Piano: seconda parte Guida alla lettura del Piano 26/01/2015 8

10 Risultati e prerequisiti: un obiettivo sfidante La struttura del Piano: seconda parte Indicatori di “salute organizzativa” 4 su Indicatori di “qualità servizio all’utenza” 4 su Obiettivi strategici annuali 4 su 5 = 80% 20% 80% 26/01/2015 9

11 La struttura del piano: la seconda parte 2.4 Dalla performance organizzativa a quella individuale Tabelle di collegamento fra linee strategiche, obiettivo e risultati attesi La struttura del Piano: seconda parte Guida alla lettura del Piano 26/01/


Scaricare ppt "Guida alla lettura del Piano 26 gennaio 2015 Piano delle Performance 2015-2017."

Presentazioni simili


Annunci Google