La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’amministrazione incontra il 2.0 esercitazione Elisabetta Gola e Valentina Favrin.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’amministrazione incontra il 2.0 esercitazione Elisabetta Gola e Valentina Favrin."— Transcript della presentazione:

1 L’amministrazione incontra il 2.0 esercitazione Elisabetta Gola e Valentina Favrin

2 SCRITTURA EFFICACE E SEMPLIFICAZIONE DEL LINGUAGGIO Prima parte:

3 Comunicazione efficace: elementi Destinatario AUDIENCE Mezzo Mittente PRESENTATORE Messaggio

4  Comunicare in modo efficace non significa solo usare correttamente il codice, condizione necessaria ma non sufficiente.  Andare oltre il modello del codice è qualcosa che va applicato (non è sufficiente essere genericamente d’accordo…)  La nostra comunicazione deve essere appropriata, adeguata al contesto, orientata al destinatario, in una parola: funzionale.  Per raggiungere la funzionalità il nostro testo deve anche massimizzare la leggibilità e la comprensibilità Alcuni concetti chiave Comunicazione efficace: oltre il codice

5 1.Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari 2.Prendi le misure del testo 3.Utilizza sempre il vocabolario di base quando puoi 4.Quando devi usare termini tecnici, introducili e/o spiegali 5.Preferisci parole ‘concrete’ se puoi Alcuni suggerimenti

6 Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari Utilizza preferibilmente frasi in forma attiva Utilizza quando puoi gli elenchi puntati Aggiungi titoli efficaci, aiutano la comprensione Evita di utilizzare frasi fatte e metafore logore Evita le negazioni non indispensabili Se un periodo è complesso, spezzalo in più frasi Utilizza più coordinate che subordinate Usa gli avverbi solo se indispensabili Evita di utilizzare frasi fatte e metafore logore

7 Passivo/attiv o  Ogni possibilità viene sfruttata da tutti i collaboratori per abbassare i costi.  I collaboratori sfruttano ogni possibilità per abbassare i costi.  In marzo è stato bandito un concorso di idee da parte dell’associazione Tecnici pubblicitari  L’associazione Tecnici pubblicitari a marzo ha bandito un concorso di idee I l mio primo bacio sarà sempre da me ricordato come il modo in cui fu iniziata la mia storia d’amore con Silvia  La mia storia d’amore con Silvia cominciò col nostro primo bacio. Non lo scorderò mai

8 Alcuni suggerimenti Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari Utilizza preferibilmente frasi in forma attiva Utilizza quando puoi gli elenchi puntati Aggiungi titoli efficaci, aiutano la comprensione Evita di utilizzare frasi fatte e metafore logore Evita le negazioni non indispensabili Se un periodo è complesso, spezzalo in più frasi Utilizza più coordinate che subordinate Usa gli avverbi solo se indispensabili Evita di utilizzare frasi fatte e metafore logore

9 Elenchi  Per ordinare le righe di un elenco: selezionare l’elenco occorre aprire la finestra di dialogo “Ordina testo”, fare clic sull’opzione crescente o decrescente e infine confermare con il pulsante OK.  Per ordinare le righe di un elenco: selezionare l’elenco, aprire la finestra di dialogo “Ordina testo”, fare clic sull’opzione crescente o decrescente, confermare con il pulsante OK.

10 Alcuni suggerimenti Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari Utilizza preferibilmente frasi in forma attiva Utilizza quando puoi gli elenchi puntati Aggiungi titoli efficaci, aiutano la comprensione Evita di utilizzare frasi fatte e metafore logore Evita le negazioni non indispensabili Se un periodo è complesso, spezzalo in più frasi Utilizza più coordinate che subordinate Usa gli avverbi solo se indispensabili Evita di utilizzare frasi fatte e metafore logore

11 Titoli  Per ordinare le righe di un elenco: selezionare l’elenco occorre aprire la finestra di dialogo “Ordina testo”, fare clic sull’opzione crescente o decrescente e infine confermare con il pulsante OK.  ELENCHI: ordinamento Per ordinare le righe di un elenco: selezionare l’elenco, aprire la finestra di dialogo “Ordina testo”, fare clic sull’opzione crescente o decrescente, confermare con il pulsante OK.

12 Alcuni suggerimenti Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari Utilizza preferibilmente frasi in forma attiva Utilizza quando puoi gli elenchi puntati Aggiungi titoli efficaci, aiutano la comprensione Evita le negazioni non indispensabili Se un periodo è complesso, spezzalo in più frasi Utilizza più coordinate che subordinate Usa gli avverbi solo se indispensabili

13 1.Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari 2.Prendi le misure del testo 3.Utilizza sempre il vocabolario di base quando puoi 4.Quando devi usare termini tecnici, introducili e/o spiegali 5.Preferisci parole ‘concrete’ se puoi Alcuni suggerimenti

14 Prendi le misure del testo Indice Gulpease 89 - (Lp / 10) + (3 x Fr) (100 × totale lettere) / totale parole (100 × totale frasi) / totale parole Alcuni suggerimenti

15 1.Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari 2.Prendi le misure del testo 3.Utilizza sempre il vocabolario di base quando puoi 4.Quando devi usare termini tecnici, introducili e/o spiegali 5.Preferisci parole ‘concrete’ se puoi Alcuni suggerimenti

16 1.P 2.Utilizza sempre il vocabolario di base quando puoi Alcuni suggerimenti

17 1.Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari 2.Prendi le misure del testo 3.Utilizza sempre il vocabolario di base quando puoi 4.Quando devi usare termini tecnici, introducili e/o spiegali 5.Preferisci parole ‘concrete’ se puoi Alcuni suggerimenti

18 Quando devi usare termini tecnici, introducili e/o spiegali Leggibilità Protoni, mesoni, raggi gamma Alcuni suggerimenti

19 1.Usa la grammatica per ottenere frasi chiare e lineari 2.Prendi le misure del testo 3.Utilizza sempre il vocabolario di base quando puoi 4.Quando devi usare termini tecnici, introducili e/o spiegali 5.Preferisci parole ‘concrete’ se puoi Alcuni suggerimenti

20 Preferisci parole ‘concrete’ se puoi Leggibilità ASTRATTO Risposte tempestive Processo selettivo Disponibile una prospettiva a 360° CONCRETO Risponderemo entro 24 ore Concorso Potrà guardarlo da tutti i lati Alcuni suggerimenti

21 SCRITTURE BREVI PER LA COMUNICAZIONE DIGITALE E SOCIAL Prima parte:

22 L’inizio… gli SMS Un testo da 160 chr (dal saggio “Scritture brevi di oggi”, di F. Chiusaroli e F.M. Zanzotto: orkarea_477/Chiusaroli%20e% 20Zanzotto%20- %20Scritture%20Brevi%20di% 20Oggi.pdf) Il primo sms fu inviato il 3 dicembre 1992 da un computer ad un cellulare sulla rete GSM Vodafone inglese e il testo del messaggio era il breve MERRY CHRISTMAS, un augurio natalizio lievemente anticipato, scritto tutto in caratteri maiuscoli. Il primo sms da cellulare a cellulare invece risulta inviato all’inizio del 1993 da uno stagistadella Nokia, il finlandese Riku Pihkonen.

23 Il declino dell’- … (Severgnini dal saggio “Scritture brevi di oggi”, di F. Chiusaroli e F.M. Zanzotto: orkarea_477/Chiusaroli%20e% 20Zanzotto%20- %20Scritture%20Brevi%20di% 20Oggi.pdf) Facebook, Twitter, chat, Skype, perfino gli immarcescibili sms sono più immediati, informali, gratificanti. L’ obbliga a un minimo di preparazione: un account di posta, un destinatario con un indirizzo, magari qualcosa nel «subject» (argomento). Bisogna aspettare che il destinatario risponda: e non sempre lo fa. Occorre evitare gli errori di ortografia, e magari fingere di essere educati. Nessuno, in Italia, chiude una con «In attesa di favorevole riscontro», se non ha assunto sostanze molto forti. Ma un saluto prima della firma lo usano tutti. È questa sovrastruttura che i ragazzi trovano pesante, in America come in Italia, a Londra come a Pechino

24 …a favore di chat e social network Scritture brevi di oggi (dal saggio “Scritture brevi di oggi”, di F. Chiusaroli e F.M. Zanzotto: orkarea_477/Chiusaroli%20e% 20Zanzotto%20- %20Scritture%20Brevi%20di% 20Oggi.pdf) La particolarità di questo tipo di scrittura è che è vincolata ad usare abbreviazioni e ‘sgrammaticature’ - che rappresentano lo standard negli scambi intimi- in contesti in cui i corrispondenti sono reciprocamente sconosciuti. Occorre pertanto che l’espressione sia comunque ‘sorvegliata’, anche quando il tratto è amichevole e l’approccio comunicativo e grafico spontaneo.

25 WEB 2.0 Dalla Rete dei contenuti alla Rete delle relazioni questa nuova dimensione della comunicazione dovrebbe permetterci di condividere le nostre conoscenze e di segnalarcele reciprocamente La Rete è un luogo da abitare, non più da consumare I cittadini digitali, attraverso l’approccio partecipativo alla Rete, costruiscono insieme quel villaggio globale che già i padri dell’Umanesimo auspicavano.

26 Facebook: come usarlo (dal vademecum sull’uso dei social nelle PA curato dal Formez) https://docs.google.com/file/d/ 0B- 9LwViHbVWkZXJCT0h5cXNMR 3M/edit?pli=1 Ma l'aspetto in assoluto più delicato nella gestione di un account istituzionale riguarda l'individuazione dello stile comunicativo da impiegare sia a livello di vocabolario sia di tono complessivo. Da una parte, infatti, è evidente la necessità di riaffermare la natura istituzionale dello spazio, offrendo sempre comunicazioni informative e rigorose. Dall'altra, però, nella misura del possibile, è opportuno raccordare la voce dell'Amministrazione agli stilemi e alle modalità caratteristici del Web sociale, facendo qualche concessione all'informalità e all'ironia propri di questi ambienti. Si tratta di un equilibrio non semplice da raggiungere, ma che risulta nondimeno necessario per garantire all'account una dote adeguata di pubblico e di credibilità.

27 Twitter: lo scritto breve per eccellenza (140 chr e molti #hashtag) (dal vademecum sull’uso dei social nelle PA curato dal Formez) https://docs.google.com/file/d/ 0B- 9LwViHbVWkZXJCT0h5cXNMR 3M/edit?pli=1 Ma l'aspetto in assoluto più delicato nella gestione di un account istituzionale riguarda l'individuazione dello stile comunicativo da impiegare sia a livello di vocabolario sia di tono complessivo. Da una parte, infatti, è evidente la necessità di riaffermare la natura istituzionale dello spazio, offrendo sempre comunicazioni informative e rigorose. Dall'altra, però, nella misura del possibile, è opportuno raccordare la voce dell'Amministrazione agli stilemi e alle modalità caratteristici del Web sociale, facendo qualche concessione all'informalità e all'ironia propri di questi ambienti. Si tratta di un equilibrio non semplice da raggiungere, ma che risulta nondimeno necessario per garantire all'account una dote adeguata di pubblico e di credibilità.


Scaricare ppt "L’amministrazione incontra il 2.0 esercitazione Elisabetta Gola e Valentina Favrin."

Presentazioni simili


Annunci Google