La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BILANCIO XBRL L'adempimento XBRL ed i soggetti interessati Bilancio XBRL: novità aggiornamenti Note operative Principali differenze Creazione prospetto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BILANCIO XBRL L'adempimento XBRL ed i soggetti interessati Bilancio XBRL: novità aggiornamenti Note operative Principali differenze Creazione prospetto."— Transcript della presentazione:

1 BILANCIO XBRL L'adempimento XBRL ed i soggetti interessati Bilancio XBRL: novità aggiornamenti Note operative Principali differenze Creazione prospetto Fasi operative Prospetto XBRL di confronto Bilancio XBRL Come fare la nota integrativa Creazione documento abbreviato con contesto ordinario Note deposito ed assolvimento bollo Fascicolo e deposito bilancio

2 L'adempimento XBRL Per le società di capitali tenute al deposito del bilancio va utilizzato il formato XBRL. XBRL è un linguaggio informatico standard che applica regole comuni, di conseguenza è in grado di garantire la fruibilità e la circolazione dei dati finanziari, in modo che risultino immediatamente leggibili ed utilizzabili da parte di tutti i soggetti che ne hanno interesse. XBRL applicato ai dati di bilancio ha lo scopo di definire voci di schema di bilancio e tabelle di nota integrativa rigidi (tassonomia XBRL) per i contesti di bilancio ordinario, consolidato ed abbreviato.

3 Tassonomie La tassonomia "Principi Contabili Italiani" è stata sviluppata da uno specifico Gruppo di Lavoro - costituito da soci di XBRL Italia - coordinato da Unioncamere e composto da rappresentanti del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, InfoCamere, Università di Trento (Dipartimento di Informatica e Studi Aziendali). Attualmente sono utilizzabili due versioni differenti: Versione Prevede la creazione di un solo file informatico contenente il Prospetto del Bilancio di esercizio e la nota integrativa. Versione n.1.10 Prevede la creazione di un file informatico contenente il solo Prospetto del Bilancio di esercizio.

4 Soggetti interessati Vediamo quali sono i soggetti che utilizzano la tassonomia 2011 e quali utilizzano la tassonomia 2014 In sintesi, coesistono due modalità di adempimento e deposito del bilancio in formato XBRL: deposito del bilancio XBRL (Prospetto di bilancio e Nota Integrativa) deposito del solo Prospetto di bilancio XBRL.

5 Bilancio XBRL: novità L'aggiornamento rilasciato da Sistemi contiene importanti novità in materia di adempimento XBRL. È stata definita la nuova versione di tassonomia integrata che consente di codificare in XBRL anche la nota integrativa al fine di ottemperare a quanto espressamente stabilito dalla normativa, che prevede l'obbligo di utilizzo del formato elettronico XBRL per la redazione dei bilanci completi. La nuova versione di tassonomia racchiude in un unico file informatico: – Bilancio di esercizio (in forma ordinaria o abbreviata) – Nota integrativa La nuova tassonomia si affianca alla precedente (v n.1.10) che prevedeva la generazione del file XBRL del solo prospetto di bilancio.

6 Bilancio XBRL: novità aggiornamento Novità introdotte in Bilanci - Tabelle: Gli schemi X2004 e X2004A presenti prima degli aggiornamenti, sono stati ricodificati negli schemi XBRL_O e XBRL_A Gli schemi di bilancio standard XBRL_O e XBRL_A ricalcano la struttura delle voci previste dalla nuova tassonomia. Sono collegati automaticamente alle voci degli schemi XBRL, i Piani dei Conti: – Standard: S1 – Correlati: ORD e BIL – Personalizzati (collegati allo Schema normativo).

7 Note operative In virtù di quanto indicato: -se risulta necessario elaborare un bilancio con approvazione bilancio entro 02/03 quindi con tassonomia Versione n.1.10, prima di procedere alla redazione dello stesso è necessario: Dopo aver indicato tale flag l’ iter operativo per la gestione del bilancio rimarrà invariata.

8 Bilancio XBRL: novità aggiornamento Novità introdotte in Bilanci - Elaborazione Dati di bilancio: Il prospetto XBRL viene creato direttamente con i nuovi schemi XBRL. Vengono distribuiti due nuovi modelli: - Il modello standard 18 - Bilancio XBRL rispecchia nei contenuti quanto richiesto da XBRL Italia. In particolare, la struttura (sezioni) e i dati anagrafici richiesti sono fissi, i paragrafi "Introduzione" e "Commento" sono privi di contenuto, solo i paragrafi che prevedono le tabelle risultano compilati con le nuove tabelle dati XBRL Il modello standard 19 - Bilancio XBRL (con formulari e tabelle dati) rispecchia nei contenuti quanto richiesto da XBRL Italia per ciò che attiene la struttura (sezioni) e i dati anagrafici, essendo fissi ed i paragrafi che prevedono le tabelle risultano compilati con le nuove tabelle dati XBRL. I paragrafi di "Introduzione" e "Commento" risultano compilati con i formulari previsti per il documento Nota integrativa. Adeguamento fascicolo di bilancio per inserimento della nuova tipologia di documento "Bilancio XBRL". Sono state introdotte nuove tabelle dati specifiche per XBRL. La gestione del documento è controllata, per garantire la corrispondenza con quanto richiesto dalla tassonomia XBRL (struttura fissa, tabelle dati XBRL fisse,ecc.) La generazione del file XBRL richiede versioni di MS Word superiori a 2003.

9 Gestione bilancio: confronto tassonomia 2014 e 2011

10 Elaborazione Dati di Bilancio - Gestione prospetto:

11 Gestione bilancio: confronto tassonomia 2014 e 2011 Redazione documenti:

12 Gestione bilancio: confronto tassonomia 2014 e 2011 Fascicolo di bilancio:

13 Creazione del prospetto La creazione del "Prospetto", avviene mediante l'utilizzo degli specifici schemi di bilancio standard SISTEMI. Gli schemi sono: XBRL_O - Schema di Bilancio XBRL (ordinario) XBRL_A - Schema di Bilancio XBRL (abbreviato). Il prospetto può essere derivato dal Bilancio di Verifica, digitato o copiato. Vediamo la creazione di un Prospetto derivato dal bilancio di verifica

14 Creazione del prospetto Simuliamo una nuova creazione con derivazione dal Bilancio di Verifica. Il prospetto può essere derivato dal Bilancio di Verifica, digitato o copiato.

15 Creazione del prospetto Simuliamo una nuova creazione con derivazione dal Bilancio di Verifica. Simuliamo una derivazione dal BdV. Impostiamo la derivazione dal Bilancio di Verifica. E indichiamo lo schema di Bilancio XBRL (qui scegliamo se il prospetto è ordinario o abbreviato).

16 Creazione del prospetto Simuliamo una nuova creazione con derivazione dal Bilancio di Verifica. Simuliamo una derivazione dal BdV. Impostiamo la derivazione dal Bilancio di Verifica. E indichiamo lo schema di Bilancio XBRL (qui scegliamo se il prospetto è ordinario o abbreviato). Qui vediamo i dati del nuovo prospetto. Qui indichiamo l'eventuale prospetto di confronto.

17 Creazione del prospetto Simuliamo una nuova creazione con derivazione dal Bilancio di Verifica. Simuliamo una derivazione dal BdV. Qui vediamo i dati del nuovo prospetto. Qui indichiamo l'eventuale prospetto di confronto. Vengono rilevati gli eventuali arrotondamenti.

18 Creazione del prospetto Simuliamo una derivazione dal BdV. Qui vediamo i dati del nuovo prospetto. Qui indichiamo l'eventuale prospetto di confronto. Al termine il prospetto viene memorizzato.

19 Prospetto XBRL di confronto Per poter effettuare il deposito è necessario che i prospetti di bilancio dell'esercizio corrente e dell'esercizio di confronto siano derivati con lo stesso schema XBRL. Le società che gestiscono per la prima volta il deposito di bilancio con la tassonomia 2014, nell'anno precedente hanno elaborato il bilancio XBRL con la modalità utilizzata con la precedente versione di tassonomia. In questa casistica, è necessario creare un prospetto dell'esercizio di confronto con lo schema XBRL utilizzato per la creazione del prospetto dell'esercizio corrente. Vediamo la creazione prospetto di confronto direttamente dal prodotto.

20 Prospetto XBRL di confronto Richiamate in gestione il bilancio della società interessata per l'esercizio/periodo di confronto.

21 Prospetto XBRL di confronto Richiamate il tab "Prospetto". Dalla funzione "Crea Prospetto" scegliete "Nuovo Prospetto XBRL per confronto". -

22 Prospetto XBRL di confronto Indicate lo schema di Bilancio XBRL.

23 Prospetto XBRL di confronto Verificate la correttezza dei dati. Dal prospetto è possibile gestire la separata indicazione ed i conti d'ordine.

24 Prospetto XBRL di confronto Verrà così creato nel tab "Prospetto" il nuovo prospetto XBRL.

25 Richiamate in gestione il prospetto di bilancio della società interessata per l'esercizio/periodo corrente. Prospetto XBRL di confronto

26 Dobbiamo ora associare il nuovo prospetto XBRL di confronto al prospetto di bilancio XBRL corrente. La modalità è diversa a seconda che: Il prospetto dell'esercizio corrente debba ancora essere creato Il prospetto dell'esercizio corrente sia già stato creato. Vediamo le due modalità direttamente dal prodotto. Prospetto XBRL di confronto

27 Se il prospetto dell'esercizio non è ancora stato creato create il nuovo prospetto.

28 Prospetto XBRL di confronto Se il prospetto dell'esercizio non è ancora stato creato indicate il prospetto di confronto.

29 Se il prospetto dell'esercizio è già stato creato senza prospetto di confronto... Prospetto XBRL di confronto... cliccate su e indicate il prospetto XBRL di confronto.

30 Il prospetto XBRL di confronto così creato serve esclusivamente come confronto con il prospetto dell'esercizio in corso ai fini del deposito. Questo prospetto non può essere utilizzato per altre elaborazioni (Redazione Documenti, Libro inventari ecc.). Prospetto XBRL di confronto

31 Il documento "Bilancio XBRL" Il documento "Bilancio XBRL" prevede la redazione di un file XBRL contenente sia il Prospetto che la Nota Integrativa, entrambi in formato XBRL. La creazione del documento "Bilancio XBRL" avviene con le stesse modalità previste per la creazione degli altri documenti di bilancio. La gestione del documento "Bilancio XBRL" è una gestione più guidata e maggiormente controllata rispetto a quelle presenti nella gestione degli altri documenti. Questa gestione controllata nasce dalla necessità di rispettare la struttura fissa obbligatoria prevista dalla normativa, al fine consentire una corretta generazione del file XBRL.

32 I modelli standard "Bilancio XBRL" I modelli di documento standard previsti per gestire il documento "Bilancio XBRL" sono: 18 - Bilancio XBRL 19 - Bilancio XBRL (completo). CaratteristicaModello 18 - Bilancio XBRL Modello 19 - Bilancio XBRL (completo) Contenuti Rispecchia nei contenuti quanto richiesto da XBRL Italia Struttura (Sezioni) e Dati anagraficiFissi Paragrafi "Introduzione" e "Commento"Senza contenuto Compilati con i formulati previsti per il documento Nota Integrativa Paragrafi che prevedono tabelleCompilati con le nuove tabelle XBRL Struttura Tabelle dati XBRL Non è possibile fare personalizzazioni alla struttura

33 Creazione di un modello "Bilancio XBRL" personalizzato Per guidare l'operatore nella corretta compilazione del modello, che prevede delle parti fisse (paragrafi, dati anagrafici e tabelle) che devono obbligatoriamente essere presenti, non è consentita la creazione manuale di un modello "Bilancio XBRL". L'operatore può creare un modello "Bilancio XBRL" personalizzato esclusivamente tramite la funzione di "Copia da", che può avere come origine: Un modello standard Un modello personalizzato Un documento. Vediamo la creazione del modello direttamente dal prodotto.

34 Creazione di un modello "Bilancio XBRL" personalizzato La creazione di un nuovo modello si effettua dalla funzione "Gestione Modelli".

35 Creazione di un modello "Bilancio XBRL" personalizzato La copia può essere eseguita da modello o da documento.

36 Creazione di un modello "Bilancio XBRL" personalizzato Definite se il nuovo modello vale solo per la ditta corrente o per tutte.

37 Creazione di un modello "Bilancio XBRL" personalizzato La copia può essere eseguita da modello o da documento.

38 Creazione di un modello "Bilancio XBRL" personalizzato Il modello così creato non può essere modificato nella struttura.

39 La creazione del documento "Bilancio XBRL" è del tutto analoga nell'impostazione alla creazione degli altri documenti di bilancio. Vediamo una creazione direttamente dal prodotto. Creazione del documento "Bilancio XBRL" MenùGestione Bilanci > Redazione Documenti di Bilancio > Gestione Documenti

40 Richiamate il menù "Gestione Documenti". Creazione del documento "Bilancio XBRL"

41 Scegliete la creazione del documento "Bilancio XBRL". Creazione del documento "Bilancio XBRL"

42 Impostate i dati di creazione Creazione del documento "Bilancio XBRL" Il modello da indicare è il modello relativo al tipo documento "Bilancio XBRL".

43 Viene così creato il documento "Bilancio XBRL". Creazione del documento "Bilancio XBRL" Gestione del documento. Struttura del documento. Funzioni di gestione.

44 Nella struttura del documento "Bilancio XBRL", le "sezioni" corrispondono ai paragrafi previsti dalla tassonomia che definiscono la struttura del documento. Le sezioni

45 Dal tab "Variabili" - "Sezioni" possiamo avere una visione di tutte le sezioni disponibili per il documento "Bilancio XBRL". Le sezioni

46 La struttura delle sezioni è una struttura ad albero, ci sono sezioni principali e sezioni di livello inferiore. Le sezioni Sezioni di livello inferiore che svolgono l'argomento: Sezioni "Introduzione" e "Commento". Sezioni "Tabella". Sezioni principali che introducono l'argomento.

47 L'icona grigia identifica il fatto che la sezione è già presente sul documento e non può quindi essere aggiunta nello stesso. Se l'icona è colorata significa che la sezione non è presente sul documento e può quindi essere aggiunta. Le sezioni Sezioni già presenti sul documento. Sezioni non ancora presenti sul documento.

48 Aggiungere una sezione nel documento "Bilancio XBRL" Le sezioni non generate direttamente dalla creazione del documento, possono essere aggiunte tramite le seguenti funzioni: Drag&Drop dall'albero Tasto funzione nuovo dalla gestione. Poiché le disposizioni normative prevedono che la struttura del documento sia fissa, le sezioni aggiunte vengono automaticamente collocate nella posizione stabilita dalla struttura del modello: non è possibile collocare le "sezioni" in posizioni diverse da quelle stabilite dalla struttura del modello. Vediamo la gestione direttamente dal prodotto.

49 Drag & Drop Aggiungere una sezione nel documento "Bilancio XBRL" + Selezionate la sezione da inserire e trascinatela nel testo in corrispondenza delle immobilizzazioni immateriali.

50 Drag & Drop Aggiungere una sezione nel documento "Bilancio XBRL" La procedura colloca la sezione nella sua giusta posizione.

51 "Nuovo" - "Sezione" Aggiungere una sezione nel documento "Bilancio XBRL"

52 "Nuovo" - "Sezione" Gli elementi già presenti sul testo sono grigi e non possono essere inseriti, infatti il bottone "OK" è disabilitato.

53 "Nuovo" - "Sezione" Aggiungere una sezione nel documento "Bilancio XBRL" Gli elementi non ancora presenti sul testo sono colorati e possono essere inseriti cliccando su "OK".

54 "Nuovo" - "Sezione" Aggiungere una sezione nel documento "Bilancio XBRL" Anche con questa modalità la procedura colloca la sezione nella sua giusta posizione.

55 È possibile anche eliminare una sezione dal documento, tramite la funzione "Utilità" – "Elimina singolo elemento" L'eliminazione di una sezione di livello più alto, elimina in automatico: Tutte le sessioni di livello inferiore Il loro contenuto (formulari, tabelle dati, tabelle dati XBRL). Eliminare una sezione nel documento "Bilancio XBRL"

56 "Bilancio XBRL": gestione controllata La gestione del documento "Bilancio XBRL" prevede dei controlli necessari per poter guidare l'operatore nella corretta gestione del documento, in modo da ottenere il file XBRL così come richiesto dalla normativa. Analizziamo quali sono i controlli nella gestione dei vari elementi che compongono il documento "Bilancio XBRL": Dati anagrafici Paragrafi "Introduzione" e "Commento" Tabelle dati XBRL.

57 Dati anagrafici Le informazioni anagrafiche previste dalla normativa sono quelle presenti nel documento. I dati anagrafici non possono essere modificati editando il documento, ma solo richiamando l'apposita gestione "Dati anagrafici" (tasto funzione "XBRL"). Vediamo la gestione direttamente dal prodotto.

58 Dati anagrafici Gestione dati anagrafici: Anche la gestione dei dati anagrafici è bloccata e la modifica deve avvenire attraverso la funzione "XBRL - Dati anagrafici".

59 Dati anagrafici Variazione dati anagrafici.

60 Dati anagrafici Confronto con i dati anagrafici della ditta. La funzione "Differenze" segnala eventuali differenze tra i dati anagrafici qui memorizzati e quelli presenti in gestione ditte.

61 Sezioni "Introduzione" e "Commento" Le sezioni "Introduzione" e "Commento" sono libere, possono accogliere tutto quanto l'operatore ritiene necessario per una maggior chiarezza e comprensione del bilancio: Testo fisso Formulari Variabili semplici Tabelle dati (non XBRL). Vediamo la gestione direttamente dal prodotto.

62 Sezioni "Introduzione" e "Commento" Sezioni "Introduzione" e "Commento". Sono sezioni personalizzabili. L'inserimento dei testi deve avvenire dentro il bookmark "Inserisci testo". Per le versioni di MS Word 2007 e successive, le porzioni di documento NON bloccate e quindi editabili, vengono evidenziate in giallo.

63 Sezioni "Introduzione" e "Commento" Inserimento di un testo. Per inserire un testo: 1.Posizionatevi all'interno del segnalibro "Inserisci testo" 2.Con la sequenza "doppio click" e "canc" potete selezionare e successivamente cancellare il testo "Inserisci testo" 3.Effettuate l'inserimento (editando direttamente il testo, richiamando l'apposita gestione "Nuovo", oppure tramite drag & drop).

64 Sezioni "Introduzione" e "Commento" Inserimento di un testo. Il carattere speciale < presente nel bookmark non può essere eliminato perché delimita la porzione di documento sbloccata. Non sarà visibile in stampa/archiviazione del documento.

65 Sezioni "Introduzione" e "Commento" Funzioni di editazione attive. Le funzioni di editazione del testo, come le firme e l'incolla speciale o l'inserimento di nuovi formulari o variabili, possono essere utilizzate solo nelle sezioni "Introduzione" e "Commento".

66 Sezioni "Introduzione" e "Commento" Eliminazione delle sezioni "Introduzione" e "Commento". Se volete eliminare ad esempio la sezione "Introduzione", usate dalle utilità la funzione "Elimina singolo elemento".

67 Tabelle dati XBRL La modifica dei dati di una tabella XBRL e la sua eliminazione possono avvenire dall'apposita gestione, non è consentito infatti fare modifiche direttamente sul documento. Vediamo la gestione direttamente dal prodotto.

68 Tabelle dati XBRL Modifica del contenuto delle tabelle dati XBRL. Non è possibile modificare il contenuto della tabella direttamente dal documento occorre richiamarla in gestione.

69 Tabelle dati XBRL Editazione del contenuto delle tabelle dati XBRL. Dalla gestione possiamo agire sui dati della tabella.

70 Tabelle dati XBRL Eliminazione di una tabella dati XBRL. Per eliminare una tabella si richiama dalle utilità la funzione "Elimina singolo elemento".

71 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa L'introduzione della nuova modalità di deposito presuppone il deposito di un file XBRL contente le informazioni espressamente richieste dalla normativa identificate con le sezioni previste nei modelli standard XBRL, dove le uniche sezioni personalizzabili sono le introduzioni e i commenti. Qualora i modelli standard non fossero totalmente rispondenti alle esigenze è possibile creare un modello XBRL personalizzato acquisendo nello stesso, le eventuali personalizzazioni gestite negli anni precedenti nei modelli della Nota Integrativa.

72 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa Per poter creare agevolmente un modello "Bilancio XBRL" personalizzato acquisendo nello stesso le eventuali personalizzazioni gestite negli anni precedenti nei modelli della Nota Integrativa è possibile utilizzare le funzioni: "Altri documenti" per consultare i modelli/documenti da cui si vuole effettuare la copia. "Incolla speciale" per incollare quanto copiato nel modello personalizzato (in una sezione "Introduzione" o "commento"). La creazione di un modello personalizzato è stata trattata nell'unità "Il documento "Bilancio XBRL". Vediamo ora l'acquisizione delle personalizzazioni.

73 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa Richiamate la gestione dei modelli.

74 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa Dopo aver selezionato la ditta, richiamiamo in gestione il nostro modello personalizzato.

75 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa La funzione altri documenti consente di scegliere il modello/documento da cui si vuole effettuare la copia. Si possono richiamare sia modelli che documenti interni/esterni.

76 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa La funzione altri documenti consente di scegliere il modello/documento da cui si vuole effettuare la copia. Si richiama in visualizzazione il modello/documento prescelto.

77 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa Selezione del testo da copiare. Si seleziona il testo che si vuole copiare e, cliccando con il tasto destro del mouse, si procede con la copia.

78 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa Tornare nel modello "Bilancio XBRL" personalizzato sulla sezione introduzione/commento che si vuole personalizzare. Posizionatevi sull'introduzione/commento che si vuole personalizzare.

79 Caso d'uso: come non perdere le personalizzazioni fatte al modello Nota Integrativa Incollare il testo utilizzando la funzione "Incolla speciale". Incolla speciale: per incollare il testo copiato.

80 Caso d'uso: come inserire in un documento abbreviato sezioni con contesto ordinario La generazione del documento "Bilancio XBRL" crea il documento con le sezioni e le tabelle coerenti con la forma di bilancio del prospetto indicato per la creazione del documento (ordinario/abbreviato). È comunque possibile inserire in un documento abbreviato sezioni specifiche dell'ordinario. Vediamo la gestione direttamente dal prodotto.

81 Caso d'uso: come inserire in un documento abbreviato sezioni con contesto ordinario Dalla gestione documenti richiamate in gestione il "Bilancio XBRL" relativo ad un prospetto abbreviato. Abbreviato.

82 Caso d'uso: come inserire in un documento abbreviato sezioni con contesto ordinario Nel documento vengono visualizzate le sezioni valorizzate in fase di creazione/gestione.

83 Caso d'uso: come inserire in un documento abbreviato sezioni con contesto ordinario Per inserire una nuova sezione utilizzate la funzione "Nuovo - Sezione". Nuova sezione.

84 Le sezioni proposte per l'inserimento sono quelle con contesto utilizzo "abbreviato". Caso d'uso: come inserire in un documento abbreviato sezioni con contesto ordinario Sezioni con contesto utilizzo "abbreviato".

85 Per inserire una sezione con contesto utilizzo abbreviato, utilizzate la funzione "Visualizza tutti". Caso d'uso: come inserire in un documento abbreviato sezioni con contesto ordinario Per vedere tutte le sezioni.

86 Caso d'uso: come inserire in un documento abbreviato sezioni con contesto ordinario In questo modo potete richiamare una sezione con contesto ordinario. Sezione con contesto utilizzo "ordinario".

87 Caso d'uso: come inserire in un documento abbreviato sezioni con contesto ordinario La sezione con contesto utilizzo ordinario risulta ora inserita nel documento abbreviato.

88 Note deposito In base a quanto disposto dalla Camera di Commercio di Torino, e agli approfondimenti forniti al convegno organizzato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Torino, con il contributo di CNDCEC, di INFOCERT, di InfoCamere e del Registro delle imprese della CCIAA di Torino, la non conformità del bilancio approvato rispetto al file XBRL dovrebbe essere indicata nel verbale dell'assemblea, soggetto deputato a decidere in merito all'approvazione. Con questa soluzione, l'inserimento della dichiarazione di non conformità nelle note risulterebbe superfluo. In particolare, l'interfaccia della gestione delle note di deposito è stata modificata per non richiedere più la dichiarazione di non conformità del bilancio approvato, rispetto al file XBRL

89 Revisione della dichiarazione di assolvimento del bollo In base a quanto comunicatoci da alcune Camere di Commercio, la dichiarazione relativa all'assolvimento dell'imposta di bollo non va più dichiarata in calce ai documenti in PDF/A, ma esclusivamente nella distinta di presentazione della pratica di bilancio. A conferma di quanto sopra, nella nuova tassonomia non è prevista alcuna sezione dedicata alla dichiarazione di assolvimento del bollo. In creazione di nuove note di deposito o in rigenerazione di note già esistenti, il default proposto sarà "Non gestita nel modello". È comunque possibile modificare tale impostazione, qualora alcune Camere di Commercio ne richiedessero l'esposizione: Ricordiamo che sul Bilancio XBRL tale dichiarazione non sarà inserita in automatico, non essendo prevista nella tassonomia una sezione specifica.È comunque possibile accodarla alla dichiarazione di conformità, digitandone manualmente il testo.

90 Fascicolo bilancio e deposito bilancio CHIUSURA BILANCIO E DATA APPROVAZIONETIPO DOCUMENTO PROPOSTO Deposito bilancio chiuso il 31/12/14 o successivamente e approvato fino al 02/03/2015 o chiuso prima del 31/12/ Prospetto XBRL Deposito bilancio chiuso il 31/12/14 o successivamente e approvato a partire dal 03/03/ Bilancio XBRL La gestione dei documenti propone la corretta tipologia del bilancio da allegare alla pratica di deposito ("99 - Prospetto XBRL" o "12 - Bilancio XBRL") a seconda della data di chiusura del bilancio e della sua data di approvazione:

91 Fascicolo bilancio e deposito bilancio Vengono resi disponibili due nuovi modelli di fascicolo di bilancio: 4 - Modello di fascicolo - Bilancio XBRL (PC +NI) conforme 5 - Modello di fascicolo - Bilancio XBRL (PC + NI) doppio deposito. Il modello 4 è da utilizzarsi per i bilanci chiusi il 31/12/14 o successivamente e approvati a partire dal 03/03/15, quando il bilancio d'esercizio in formato XBRL è conforme al documento approvato in assemblea. Il modello 5 è da utilizzarsi per i bilanci chiusi il 31/12/14 o successivamente e approvati a partire dal 03/03/15, quando il bilancio d'esercizio in formato XBRL non è conforme al documento approvato in assemblea. I modelli di fascicolo standard già presenti, continueranno ad essere validi per i bilanci chiusi il 31/12/14 o successivamente e approvati fino al 02/03/15 o chiusi prima del 31/12/14.

92 FINE Grazie per la partecipazione.


Scaricare ppt "BILANCIO XBRL L'adempimento XBRL ed i soggetti interessati Bilancio XBRL: novità aggiornamenti Note operative Principali differenze Creazione prospetto."

Presentazioni simili


Annunci Google