La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La rivoluzione russa Su youtube Istituto Luce - La Russia dai Romanov a Stalin

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La rivoluzione russa Su youtube Istituto Luce - La Russia dai Romanov a Stalin"— Transcript della presentazione:

1 La rivoluzione russa Su youtube Istituto Luce - La Russia dai Romanov a Stalin Per approfondire guarda i filmati!

2 Per un lungo periodo la rivoluzione russa è stata studiata più come un mito che come evento storico e la lettura di quell’avvenimento era strettamente legata più alle convinzioni politiche che all’analisi dei fatti. Oggi gli storici tornano a riflettere sulla sua interpretazione. In ogni caso la Rivoluzione bolscevica fu uno spartiacque nella storia d’Europa: dopo di essa cambiarono alleanze tra Stati le aspettative sociali fu messo in discussione il capitalismo. Ma fin dall’inizio la storia di tale evento è segnata da una indissolubile contraddizione ideali di libertà e di emancipazione carattere totalitario dei regimi

3 Russia nel XIX secolo arretratezza economica politica Monarchia assoluta Latifondi e servitù della gleba Nel 1861 abolizione della servitù della gleba da parte dello zar Alessandro II, ma povertà ed arretratezza

4 Industrializzazione Prevaleva l’agricoltura Industrie in poche città  Lo sviluppo industriale favorisce diffusione del movimento socialista  Pur perseguitato dal regime nasce il Partito Operaio Socialdemocratico Russo che si scinde in Bolscevichi (rivoluzione, abolizione della proprietà privata, collettivizzazione dei mezzi di produzione, abolizione delle differenziazioni tra classi sociali) Menscevichi (riforme, alleanza con la borghesia)

5 1905 domenica di sangue Dimostrazione pacifica di lavoratori e loro familiari che chiedono riforme Condotta dal prete Georgij Apollonović Gapon, capo dell’Unione dei lavoratori russi Il corteo, giunto davanti al Palazzo d’Inverno, fu affrontato dalla polizia e dalla guardia imperiale che fecero fuoco Vi furono un centinaio di morti e numerosi feriti Il massacro scatenò scioperi e sommosse in tutto il paese, duramente repressi dal governo; avvennero anche ammutinamenti nelle forze armate e insurrezioni a carattere nazionalistico in Polonia e in Finlandia.

6 Conseguenze Duma Lo zar Nicola II è costretto a concedere il Parlamento: la Duma soviet Nascono i soviet SOVIET consigli degli operai Il primo soviet nacque a Pietroburgo durante la rivoluzione del Con la rivoluzione del febbraio 1917 si svilupparono come sistema d'intervento politico delle correnti socialiste. Per i bolscevichi erano infatti strumenti di potere alternativo a apparato burocratico zarista governi provvisori borghesi (Tutto il potere ai soviet fu la parola d'ordine di Lenin).

7 La Duma Fu sciolta quasi subito Si tornò a convocare nel 1907 La legge elettorale fu modificata in modo sempre più classista Cresce il malcontento

8 LENIN Vladimir Uljanov detto LENIN Il fratello, dopo un complotto antizarista viene impiccato a 21 anni Si avvicina al pensiero marxista Viene arrestato, espulso dall’università, costretto all’esilio 1895 deportato in Siberia 1900 si rifugia in occidente Ideazione del Marxismo- leninismo (marxismo adeguato a situazione russa, dove prevalevano i contadini)

9 Febbraio 1917 Con la prima guerra mondiale precipita la situazione Rivoluzione russa  A Pietrogrado gli operai manifestano in massa  L’esercito si schiera con gli operai Lo zar è costretto ad abdicare Viene proclamata la repubblica

10 Il governo provvisorio e i soviet Assume il potere un governo provvisorio che ha come obiettivi  Proseguimento della guerra  Occidentalizzazione Appoggiato da: Cadetti Menscevichi socialrivoluzionari soviet I soviet tuttavia detengono un potere di fatto  Potere dal basso  Fine della guerra bolscevichi I bolscevichi si oppongono

11 Le tesi di aprile Documento diffuso da Lenin  Conquistare la maggioranza nei soviet  Uscire dalla guerra  Terra ai contadini poveri  Controllo della produzione da parte degli operai

12 Ottobre 1917 I bolscevichi guidati da Trotzkij conquistano il potere in modo incruento Nel congresso Panrusso Lenin fa approvare provvedimenti  Pace  Abolizione della grande proprietà terriera  Nuovo governo rivoluzionario Dittatura del proletariato Dittatura del proletariato Guerra civile Le elezioni per la costituente penalizzano i bolscevichi 1922 Nasce l’Urss Lenin non credeva nella democrazia parlamentare, ma voleva che fosse solo il proletariato a guidare la Russia Lenin non credeva nella democrazia parlamentare, ma voleva che fosse solo il proletariato a guidare la Russia

13 Dittatura del proletariato e guerra civile Le altre forze politiche vengono estromesse Emigrazione politica Trattato di Brest-Litovsk L’Intesa invia truppe ad alimentare la guerra civile La famiglia Romanov viene giustiziata Viene creata la Ceka (polizia politica) I partiti d’opposizione vengono messi fuori legge Armate bianche Armata rossa Armata rossa degli operai e contadini Monarchico- conservatori, socialrivoluzionari Organizzate da Trotzkij Truppe dell’IntesaPotente macchina da guerra, ferrea disciplina 1920 la guerra si conclude con la vittoria dell’Armata Rossa

14 La falce e il martello I due attrezzi vennero scelti come simboli della classe lavoratrice e rappresentano l'unità tra i lavoratori agricoli e industriali. Fu Lenin a decidere di sovrapporli nella maniera popolarmente conosciuta, mentre fu la vittoria della rivoluzione bolscevica a decretarne il successo.

15 1921 NEP I contadini divengono insofferenti: non vogliono più cedere tutte le eccedenze, nascondono la produzione, o cominciano a produrre meno. Nuova Politica Economica Nuova Politica Economica Più spazio all’iniziativa privata Miglioramento della produzione agricola Nel 1922 nasce l’URSS Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche Crisi della produzione

16 Stalin al potere Alla morte di Lenin (1924) Stalin e Trotzkij si contendono il potere Industrializzazione forzata mediante i Piani Quinquennali Interruzione della NEP e collettivizzazione della terra Sacrifici (stakanovismo) e repressione violentaStalin Uomo d’acciaio Trotzkij Segretario organizzativo del partito Prestigio personale: aveva guidato l’armata rossa Socialismo in un solo paese Rivoluzione permanente PrevaleÈ costretto ad espatriare, assassinato in Messico

17 Piani Quinquennali Scopo: decollo industriale Era lo stato a dover programmare la crescita economica del paese  No libera iniziativa privata Ritmi di lavoro irraggiungibili  Comunque grande aumento della produzione

18 L’uomo di ferro Agricoltura  Eliminazione dei Kulaki  Creazione di grandi aziende agricole Kolcoz aziende agricole cooperaive, ogni contadino ha un piccolo appezzamento personale Sovcoz aziende agricole interamente statali  I kulaki cercano di reagire, ma Stalin reagisce violentemente Uccisi Deportati nei campi di lavoro in Siberia Eliminazione delle opposizioni (epurazioni o purghe) Confessioni estorte con le torture Culto della persona di Stalin Controllo da parte del partito di:  Arte  Stampa  Cultura  Economia

19 Gulag Campi di lavoro forzati Per la fatica e gli stenti morirono migliaia di persone Altre forme di repressione  imprigionamento psichiatrico, al fine di isolare i prigionieri politici Nel novembre 1991 il nuovo parlamento russo emanò la "Dichiarazione dei diritti e delle libertà dell'individuo" che garantì, in punto di principio, tra le altre libertà, il diritto di dissentire dal governo.

20


Scaricare ppt "La rivoluzione russa Su youtube Istituto Luce - La Russia dai Romanov a Stalin"

Presentazioni simili


Annunci Google