La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

In molte parti del mondo non esiste ancora una vera cultura dei diritti umani. Eppure, il bene più prezioso per un essere umano, è il riconoscimento dei.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "In molte parti del mondo non esiste ancora una vera cultura dei diritti umani. Eppure, il bene più prezioso per un essere umano, è il riconoscimento dei."— Transcript della presentazione:

1 In molte parti del mondo non esiste ancora una vera cultura dei diritti umani. Eppure, il bene più prezioso per un essere umano, è il riconoscimento dei suoi diritti. L'uomo, in quanto individuo, chiede che vengano tutelati i diritti personali, morali, culturali, spirituali; in quanto cittadino, membro di una collettività, esige il rispetto delle libertà civili, politiche, sociali. Ma in passato i diritti alle libertà non erano per niente garantiti e dura è stata la lotta dell'uomo per vederseli riconosciuti, anche al prezzo di notevoli sacrifici e della perdita della vita stessa. Sono tanti gli eroi della storia e gli uomini comuni che sono morti per concedere, alle generazioni del proprio tempo ed a quelle successive, la possibilità di godere di quelle che allora erano delle necessità da rivendicare e che adesso sono delle conquiste acquisite da difendere e salvaguardare.

2 La legislazione dei diritti umani solitamente prevede: -Diritto alla sicurezza che protegge le persone contro crimini come assassini, massacri, torture e rapimenti. -Diritto alla libertà che tutela aree quali la libertà di pensiero e religiosa, la libertà di associazione, di riunione e di costituirsi in movimenti. -Diritti politici che tutelano la libertà di partecipare alla vita politica attraverso la libertà di espressione, di protesta, di voto e di cariche pubbliche. -Diritto all’uguaglianza sociale che garantiscono uguale accesso alla cittadinanza, uguale di fronte alla legge e abolizione delle discriminazioni. -Diritto al benessere o diritto economico-sociale che prevede l’accesso ad un adeguato sistema educativo e la tutela in caso di situazione di grave disagio o povertà. -Diritti collettivi che assicurano la tutela contro genocidi e saccheggio delle risorse naturali.

3 … IL LAVORO … “Non può esservi vero paradiso dove non esiste il lavoro” -IGNAZIO DI LOYOLA “Il lavoro allontana tre grandi mali: la noia, il vizio e il bisogno.” - VOLTAIRE “Felice colui che ha trovato un lavoro, non chieda altra felicità.” - ROUSSEAU “Il lavoro colma i vuoti che ci sono in ogni vita.” -GANDHI “Una civiltà è fondata su uomini che lavorano.” -JOHN KENNEDY “Il lavoro genera salute e ricchezza.” -BAUDELAIRE

4 La situazione dell’infanzia nelle diverse parti del mondo testimonia la scarsa protezione dei bambini. Una delle principali organizzazioni dell’ONU è l’UNICEF,il fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia e afferma che muoiono ogni anno 11 milioni di bambini per malattie che si potrebbero evitare, soprattutto nei paesi più poveri del mondo;14 milioni muoiono a causa dell’AIDS e 40 milioni non vengono registrati alla nascita. Una persona che non risulta presente all’anagrafe è come se non esistesse e non può essere adottato legalmente. Vengono venduti per essere sfruttati o sono vittime del mercato della prostituzione infantile o,ancora,sfruttati per il traffico d’organi. Lo strumento più completo ro trattato che stabilisce i diritti riconosciuti a bambini e adolescenti. Si possono classificare in : - diritti di base cioè il diritto alla vita,al nome,alla nazionalità,alle cure - i diritti per lo sviluppo della persona come l’istruzione, lo svago,il divertimento e il gioco - i diritti che assicurano protezione in caso di sfruttamento sessuale,droga,vendita,schiavitù,maltrattamenti - diritto all’assistenza - diritto alle libertà fondamentali - diritto al nome e alla cittadinanza. Un altro dato eclatante è il lavoro minorile.

5 PAKISTAN Latif ha 11 anni, cuce palloni da quando ne aveva 7. “Il lavoro minorile credo che sia vietato ma da queste parti non conosco un ragazzino che non lavori.” PERU’ Pedro ha 10 anni, lavora dall’anno scorso per 10 ore a giorno in una cava di pietre. “ Siamo quasi tutti ragazzi, a lavorare con martello e piccone.” NEPAL Guri ha 9 anni. Tesse tappeti di KATHMANDU, la capitale del Nepal. “Ci sorveglia un uomo, un adulto. Si accerta che lavoriamo in continuazione. Quando si arrabbia ci picchia con la bacchetta.”

6 Qual è il modo migliore di essere giovani oggi ? E’ una domanda generale, che potrebbe essere posta anche in modo diverso: come ci si prepara ad entrare nel mondo degli adulti? Come si realizzeranno i nostri progetti e i nostri ideali? Tutti questi interrogativi esprimono una speranza ansiosa di non sprecare una vita che ora sta sbocciando nella sua forma più Matura. Ognuno di noi ha un suo compito preciso da assolvere Nella vita; quale, forse, non sappiamo ancora, ma quello che Dobbiamo già volere, fin da oggi, è di essere il meglio di Qualunque cosa siamo o diventeremo. Non rinunciare mai ai sogni E farsi guidare dall’entusiasmo e dalla volontà, perché la vita è bella e vale sempre la pena essere vissuta.

7 Ragazzo mio, io non ho paura di morire Tuttavia, ogni tanto mentre lavoro Nella solitudine della notte, Ho un sussulto nel cuore, Saziarsi della vita, figlio mio, È impossibile. Godi tutti i beni terrestri, Del sole, Della pioggia, E della neve, Dell’inverno e dell’estate, Del buio e della luce, Ma prima di tutto Godi dell’uomo.

8 EDIT BY 3 A MAGGIORI RICONOSCIMENTI: DOMENICO ZEOLI FRANCESCO TINESSA ANTONELLA DI IORIO EMANUELE DE CRISTOFARO


Scaricare ppt "In molte parti del mondo non esiste ancora una vera cultura dei diritti umani. Eppure, il bene più prezioso per un essere umano, è il riconoscimento dei."

Presentazioni simili


Annunci Google