La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Programmi e progettazione europea Prato 15 Aprile 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Programmi e progettazione europea Prato 15 Aprile 2014."— Transcript della presentazione:

1 Programmi e progettazione europea Prato 15 Aprile 2014

2 Argomenti  Cenni programma Erasmus+  Cenni programma Europa dei cittadini  Cenni FEI  Altri programmi e fondi  Le reti europee: Eurodesk, Europedirect, Eures, Euroguidadance  Cenni progettazione europea

3 Erasmus+ - Background  Crisi economica  Disoccupazione crescente: 6 milioni di giovani disoccupati nella UE  Richiesta di alte specializzazioni  Fenomeno abbandono scolastico e NEET in aumento  Gap ancora esistente fra formazione, istruzione, mondo del lavoro  Utilizzo TIC  Combinazione educazione formale, non formale e informale  Semplificare accesso ai precedenti programmi  Avere un forte impatto sulle politiche e propri obiettivi

4 Erasmus+ Obiettivi «Migliorare le competenze, lo sviluppo personale e l’occupabilità delle persone. Investire in istruzione di alta qualità e formazione per tutti è essenziale per raggiungere i nostri obiettivi di Europa 2020 per la crescita, i posti di lavoro e l’innovazione» Androulla Vassiliou – Commissario Europeo per l’Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù

5 Erasmus+ - Europa 2020 Ridurre l’abbandono scolastico al di sotto del 10% tra i giovani tra 18 e 24 anni; Conseguimento di titoli di istruzione terziaria (o equivalente): almeno il 40% delle persone tra 30 e 34 anni; Occupabilità: 82% dei laureati (età 20-34) con occupazione dopo tre anni dal conseguimento del titolo di studio.

6 ERASMUS+ ERASMUS PLUS combina il programma di apprendimento permanente (Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig), Gioventù in azione e cinque programmi di cooperazione internazionale (Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink e il programma di cooperazione con i paesi industrializzati). Attivo dal 2014 al Ha a disposizione 14 miliardi e 700 milioni di €uro.

7 Erasmus + priorità  Promuovere l’eccellenza nell’Istruzione e nella Formazione professionale;  Migliorare le performance di studenti a rischio di abbandono scolastico e con basse qualifiche di base  Rafforzare le competenze trasversali per l’occupabilità (spirito di iniziativa, linguistiche e digitali);  Ridurre il numero di adulti con basse qualifiche;  Sfruttare appieno le TIC, ampliare accesso ed uso di risorse educative aperte in tutto il percorso di istruzione  Rafforzare il profilo professionale di tutti i ruoli di insegnamento.

8 ERASMUS+ - Le 3 azioni Azione Chiave 1: Mobilità individuale a fini di apprendimento Mobilità degli studenti per studio o tirocinio; Mobilità del personale settore Istruzione o Formazione professionale; Mobilità per giovani ed operatori giovanili (vedi ad esempio ex. Scambi giovanili e SVE, formazione degli operatori e networking); Mobilità per staff educazione degli adulti; Diplomi congiunti di Master, Mobilità di studenti con Diploma di Master attraverso la Garanzia per i prestiti;

9 Erasmus+ - Le 3 azioni Azione Chiave 2: Cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche Partenariati strategici nel settore istruzione, formazione e gioventù; Alleanze per la conoscenza e Alleanze per le abilità settoriali; Capacità istituzionale nel campo dell’Alta formazione e della Gioventù Piattaforme tecnologiche ( ad esempio e-Twinning,)

10 ERASMUS+ - Le 3 azioni Azione Chiave 3: Riforme della politica Dialogo strutturato nel settore Gioventù, Studi e Ricerche nel settore Istruzione, Formazione e Gioventù, Azioni di sostegno all’agenda UE in tema di istruzione, formazione e gioventù, valorizzazione strumenti EU per il riconoscimento, disseminazione e valorizzazione delle competenze, sostegno a reti quali SALTO ed EURODESK, cooperazione con organizzazioni internazionali.

11 Erasmus+ -Jean Monnet e Sport  Jean Monnet: Moduli accademici, centri di ricerca su temi legati all’integrazione europea; dibattiti fra mondo politico e mondo accademico, attraverso costruzioni di reti e progetti innovativi; sostegno ad organismi ed associazioni che perseguono gli obiettivi di programma; organizzazione studi e conferenze.  Sport: Partenariati, eventi sportivi no-profit inclusa la formazione di atleti ed allenatori, studi, conferenze e ricerche, dialogo con gli stakeholders rilevanti per il tema/settore, sostegno agli eventi sportivi della Presidenza.

12 ERASMUS+ -innovazione  Maggiore collegamento con le priorità europee: eccellenza nell’istruzione e nella formazione; riduzione dell’abbandono scolastico; competenze trasversali per l’occupabilità (spirito di iniziativa, competenze digitali e linguistiche); riduzione del numero di adulti con basse qualifiche; TIC e risorse educative aperte; rafforzamento del profilo professionale degli insegnanti.  Partnership tra pubblico e privato; apprendimento sul luogo di lavoro.  Partenariati strategici per le scuole, in vista di sinergie con il mondo universitario e le imprese

13 Erasmus+ - innovazione  Prestiti d’onore destinati agli studenti dell’istruzione superiore iscritti al secondo ciclo  Migliore preparazione linguistica dei partecipanti alla mobilità  Maggiore sostegno a partecipanti provenienti da contesti socioeconomici difficili e gruppi svantaggiati  Nuove forme di mobilità (blended: fisica + virtuale)

14 Erasmus+ - valore europeo  Aiutare i cittadini ad acquisire migliori e maggiori abilità  Accrescere la qualità dell’insegnamento negli Istituti di Istruzione sia in UE che altrove  Sostenere gli Stati Membri e i paesi extra UE nella modernizzazione dei propri sistemi di istruzione e formazione, rendendoli maggiormente innovativi  Promuovere la partecipazione dei giovani alla società e la costruzione di una dimensione europea degli sport di base

15 Erasmus+ - come funziona  Essenziale registrarsi sulla piattaforma ECAS ed URF.  Per bandi (centralizzati o decentralizzati)- candidatura online.  Gli individui non possono candidarsi.  Si possono candidare –dipendentemente dal bando – tutti gli enti attivi nell’educazione, formazione, gioventù e sport, che hanno sede in un «Programme- Country»  Si stimola la costituzione di Consorzi e di partenariati multi-attoriali.

16 Erasmus+ - Contatti utili  SITO NAZIONALE ERASMUSPLUS:  SITO COMMISSIONE EUROPEA: plus/index_en.htm  SITO EACEA:

17 Europa per i cittadini – ob. generali Il programma mira ad avvicinare i cittadini all’Unione europea, cercando di colmare la distanza fra le persone e le Istituzioni. Il programma ha i seguenti obiettivi generali: - Contribuire alla comprensione, da parte dei cittadini, della storia dell’Unione Europea e della diversità culturale che la caratterizza; - Promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica a livello di Unione Europea.

18 Europa dei cittadini - ob. specifici - Sensibilizzazione alla memoria, alla storia, ai valori comuni dell’UE e sue finalità, stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti; - Incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini dell’UE, permettendo di comprendere meglio il processo di elaborazione politica e creare condizioni adeguate per l’impegno sociale, l’apprendimento interculturale e il volontariato.

19 Europa di cittadini - Azioni  1. Memoria Europea Attiva (per riflettere su temi quali anti-discriminazione, anti-semitismo, etc…)  2. Impegno democratico e partecipazione civica (ad es gemellaggi)  3. Azione orizzontale di valorizzazione ( per valorizzare progetti selezionati e incrementare impatto del programma)

20 Europa dei cittadini – come funziona  Gli individui o gruppi informali non possono partecipare  Possono partecipare enti pubblici e organismi non profit, stabiliti in uno dei paesi di programma  Le procedure sono definite per bandi

21 Europa dei cittadini - contatti Il bilancio disponibile è pari a 186 milioni di €uro. Per saperne di più:  Ministero per i Beni e le Attività Culturali Via del Collegio Romano 27 IT Roma Tel.: +39/  Web:

22 FEI – Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi  Il fondo fa parte del programma generale «Solidarietà e gestione dei flussi migratori» della UE.  Obiettivo generale è quello di sostenere gli Stati Membri per permettere ai cittadini di paesi terzi di soddisfare le condizioni di soggiorno e di integrarsi più facilmente nelle società europee.  Obiettivi specifici sono: - Agevolare sviluppo e applicazione di procedure di ammissione che facilitino il processo di integrazione dei cittadini di paesi terzi

23 FEI -Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi - Sviluppare e attuare il processo di integrazione dei cittadini di paesi terzi appena arrivati negli Stati membri; - Rafforzare le capacità degli Stati membri di sviluppare, applicare, sorvegliare e valutare le politiche e le misure di integrazione. - Perseguire lo scambio di informazioni, di buone pratiche e di collaborazione internamente agli Stati Membri e fra di essi per lo sviluppo, attuazione, monitoraggio e valutazione delle politiche e misure di integrazione.

24 FEI-Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi  Azioni ammissibili negli STATI MEMBRI attraverso un’AUTORITA’ DI GESTIONE, su base di programmazione multi-annuale;  Azioni comunitarie gestite dai servizi della Commissione Europea su base di programmazione annuale.  Per l’ITALIA le priorità e le azioni nel sono state le seguenti: - Attuazione di azioni destinate ad applicare i principi fondamentali comuni della politica di integrazione degli immigrati nell’UE: formazione linguistica e di orientamento civico; orientamento al lavoro e formazione professionale ;

25 FEI-Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi Programmi di accoglienza, orientamento ed inserimento scolastico di alunni extra-comunitari; Azioni di sensibilizzazione, informazione, comunicazione; Definizione e promozione della figura del mediatore culturale; Interventi a favore di donne, minori e delle «seconde generazioni»; Azioni per i processi di ricongiungimento; Azioni innovative. - Elaborazione di indicatori e metodi di valutazione per misurare i progressi, adeguare politiche e misure e agevolare il coordinamento dell’apprendimento comparativo:

26 FEI-Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi Strumenti di monitoraggio e valutazione, attività di ricerca.  Consolidamento della capacità politiche e di coordinamento, miglioramento delle competenze a livello interculturale negli Stati Membri a tutti i livelli e in tutti i settori delle PA: reti di coordinamento, miglioramento accessibilità servizi pubblici.  Scambio tra Stati Membri di buone prassi, esperienze ed informazioni sull’integrazione: scambi di informazioni, ricerche, reti.

27 FEI-Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi Azioni comunitarie: - ricerche, studi e analisi, reti, informazione e visibilità, campagne di sensibilizzazione, sviluppo e applicazione negli Stati membri di strumenti comuni. Chi può partecipare: I bandi indicano di volta in volta i soggetti partecipanti. In genere possono partecipare Enti Pubblici, ONG, Organismi non profit, parti sociali, enti di formazione, organismi internazionali.

28 FEI-Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi Per saperne di più: /it/temi/immigrazione/Fondo_Europeo_per_lxIntegrazione _di_cittadini_di_Paesi_Terzi.html Per i bandi: zi/bandi_gara/fondo_integrazione/index.html

29 Altri programmi e fondi Erasmus per giovani imprenditori: Il programma Erasmus per giovani imprenditori aiuta gli aspiranti imprenditori europei ad acquisire le competenze necessarie per avviare e/o gestire con successo una piccola impresa in Europa entrepreneurs.eu/page.php?cid=2#.U02afdtZqYM Europa Creativa: programma UE per i settori culturali e creativi Volantino: europe/pub/view/creative-europe-flyer_web_it.pdf Programma Cosme: Programma Quadro UE per le imprese

30 European Youth Foundation –Consiglio d’Europa La EYF eroga fondi per progetti giovanili. Per maggiori dettagli vedi:

31 EURODESK  Nasce nel 1990 in Scozia per favorire l’accesso dei giovani alle opportunità di mobilità.  Dal 1997 attiva anche in Italia.  Oggi conta 33 rappresentanze nazionali

32 EURODESK  Eurodesk è la struttura del programma comunitario Erasmus+ dedicata all'informazione, alla promozione e all'orientamento sui programmi in favore dei giovani e di chi opera con i giovani, promossi dall'Unione europea e dal Consiglio d'Europa.  Eurodesk opera con il supporto della Commissione europea e dell'Agenzia Nazionale per i Giovani.  Se volete saperne di più

33 EUROPEDIRECT  Europedirect offre un servizio centrale ed anche una rete di servizi locali di informazione.  Europedirect offre informazioni via , telefono ed anche in presenza (presso la rete di servizi locali) sui seguenti temi:  Quesiti generali su UE;  Fonti di informazione/Documentazione su UE, consigli e recapiti;

34 EUROPEDIRECT  Diritti e opportunità in quanto cittadino europeo (Es. come ottenere permesso di soggiorno, equiparare qualifiche);  Informazioni e documentazione su programmi, finanziamenti, processo di integrazione europea, simboli, logo UE, etc….;

35 EUROPEDIRECT  Si possono ricevere per posta, gratuitamente, alcune pubblicazioni europee;  Si possono richiedere interventi su programmi specifici o sull’Unione Europea;  Per maggiori informazioni: tm

36 EUROGUIDANCE  Euroguidance è un organismo promosso dalla Commissione europea - DG Istruzione e Cultura - e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - DG per le Politiche Attive e Passive del Lavoro al fine di promuovere la mobilità per motivi di studio e formazione tra i Paesi dell’Unione europea.

37 EUROGUIDANCE  Euroguidance porta a compimento la propria mission, attraverso le seguenti azioni:  elaborazione di materiali informativi sulle opportunità di studio, formazione e lavoro a livello nazionale e transnazionale;  divulgazione delle informazioni sui sistemi d’istruzione, di formazione e di orientamento dei Paesi europei;

38 EUROGUIDANCE  organizzazione e partecipazione ad eventi pubblici sui temi dell’orientamento e della mobilità  La diffusione dei materiali e documentazione avviene via posta,  La diffusione di informazione avviene attraverso la rete di sportelli territoriali per la diffusione, e attraverso attività di sportello  Euroguidance si rivolge a insegnanti, studenti, orientatori, utenti generici  Per maggiori informazioni:

39 EURES EURES è l’acronimo di EUROPEAN EMPLOYMENT SERVICES.  E’ una rete di cooperazione, istituita nel1993, coordinata dalla Commissione Europea, a sostegno della mobilità dei lavoratori nello spazio economico europeo (di cui fa parte anche la Svizzera).

40 EURES  Fra i partner della rete ci sono servizi pubblici per l’impiego, sindacati, organizzazioni dei datori di lavoro.  Obiettivi di EURES sono: - informare, orientare e consigliare i lavoratori candidati alla mobilità sulle possibilità di lavoro e sulle condizioni di vita e di lavoro nello Spazio economico europeo; -assistere i datori di lavoro che intendono assumere lavoratori di altri paesi;

41 EURES - fornire informazioni e assistenza a chi cerca e offre lavoro nelle regioni transfrontaliere.  EURES conta più di 850 consulenti che operano su tutto il territorio per fornire informazione, consulenza, incrocio domanda/offerta.  Per saperne di più: https://ec.europa.eu/eures/page/homepage?la ng=it

42 ENIC-NARIC -  ENIC – NARIC: per il riconoscimento dei titoli accademici e delle qualifiche professionali.  Per maggiori informazioni vedi:

43 PROGETTAZIONE EUROPEA Che cosa è un progetto? «Una serie complessa di attività, in uno spazio temporale definito, finalizzate al raggiungimento di un obiettivo e di un risultato specifico, a cui sono assegnate risorse limitate» (Stabilini – Bocconi).

44 Progettazione europea Cosa è un progetto? E’ una risposta ad un problema/opportunità e risponde alle seguenti caratteristiche: - Non è un’attività di routine - È finalizzato al raggiungimento di specifici risultati operativi - Ha determinati limiti di tempi e costi - Coinvolge più unità in team multifunzionale

45 PROGETTAZIONE EUROPEA Elementi essenziali - Conoscere i bisogni - Definire obiettivi da raggiungere - Definire i risultati attesi - Pianificare come raggiungere i risultati - Pianificare le azioni per raggiungere i risultati Elementi essenziali - Definire le risorse necessarie/disponibili per raggiungere i risultati - Definire con cura i partner locali ed internazionali e loro apporto - Definire i check point valutando i rischi - Effettuare controlli periodici, per correggere le azioni - Effettuare una valutazione dei risultati raggiunti

46 Progettazione europea  Caratteristiche di progetto: - Unicità - Temporaneità - Incertezza/Pianificazione e revisione progressiva - Gli obiettivi di progetto devono essere SIMPLE MEASURABLE ACHIEVABLE REALISTIC TIME FRAMED

47 PROGETTAZIONE EUROPEA Il progetto si può dividere in 3 fasi principali:  Ideazione e pianificazione  Realizzazione  Valutazione e chiusura, follow up

48 I VINCOLI DI PROGETTO  Un progetto è: « Un insieme di attività tra loro correlate e interdipendenti, volte al raggiungimento di un obiettivo preciso, con un limite di tempo determinato, un budget di risorse stabilite, che vengono avviate alla ricerca di aumento di valore per l’organizzazione o per il soddisfacimento delle esigenze del cliente/destinatario finale» (da Project e Project management Ing. Retrosi) Tre i vincoli di progetto: obiettivi, tempi costi. La qualità è la variabile derivata dai tre vincoli sopra indicati.

49 Il ciclo di progetto UN MODELLO DI CICLO DI PROGETTO

50 La Work Breakdown Structure – Struttura analitica di progetto: uno strumento per progettare Level Obiettivo Deliverables … Work packages

51 WBS “SPAGHETTI”_ UN ESEMPIO (Stabilini-Bocconi) Obiettivo: Preparare spaghetti al pomodoro, al dente, per due persone, in 30’! 1. Spaghetti al sugo di pomodoro 1.1 Spaghetti Bollire Salare Cuocere 1.2 Sugo Soffriggere Cuocere pelati 1.3 Mix Mantecare Informazioni su: - durata - costo

52 IL DIAGRAMMA DI GANTT- strumento per progettare e gestire i progetti

53 GRAZIE DELL’ATTEZIONE! Silvia Volpi


Scaricare ppt "Programmi e progettazione europea Prato 15 Aprile 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google