La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Associazione Due Fiumi Luigi Padovese “QUANDO L’INCONTRO CI CAMBIA” EVOLVERE NEI RAPPORTI: UN’ESPERIENZA DI APPRENDIMENTO ATTIVO ALL’UNIVERSITA’ DI FIRENZE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Associazione Due Fiumi Luigi Padovese “QUANDO L’INCONTRO CI CAMBIA” EVOLVERE NEI RAPPORTI: UN’ESPERIENZA DI APPRENDIMENTO ATTIVO ALL’UNIVERSITA’ DI FIRENZE."— Transcript della presentazione:

1 Associazione Due Fiumi Luigi Padovese “QUANDO L’INCONTRO CI CAMBIA” EVOLVERE NEI RAPPORTI: UN’ESPERIENZA DI APPRENDIMENTO ATTIVO ALL’UNIVERSITA’ DI FIRENZE Sala del Consiglio Villa Vogel - Quartiere 4 25 gennaio 2013 ASSOCIAZIONE DUE FIUMI

2 Associazione Due Fiumi 1 1.DI COSA PARLIAMO, IN QUALE CONTESTO CI COLLOCHIAMO? UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FIRENZE Corso di laurea in “Scienze della formazione continua e tecnologie dell’istruzione” CORSO DI SOCIOLOGIA DELLA FORMAZIONE STUDENTI FREQUENTANTI: GRUPPO DI APPRENDIMENTO DI 12 STUDENTI 5 INCONTRI DI 3 ORE CIASCUNO APPROCCIO DIDATTICO E METODOLOGIE:.Partecipazione attiva e con- fronto.Incontro con “testimoni esterni”.Metodi attivi e introspettivi ESAME “PARTNERSHIP E COOPERAZIONE” Una possibilità di evoluzione per le persone e per le organizzazioni “PARTNERSHIP E COOPERAZIONE” Una possibilità di evoluzione per le persone e per le organizzazioni

3 Associazione Due Fiumi 2 2.PERCHE’ QUESTO CORSO “PARTNERSHIP E COOPERAZIONE” UN CORSO DEDICATO A MARIA GINA MEACCI. UN CORSO DEDICATO ALLE DONNE (IN LARGA MAGGIORANZA A SCIENZE DELLA FORMAZIONE). UN CORSO DEDICATO AI RAPPORTI TRA DONNE E UOMINI. UN CORSO DEDICATO A QUESTO MOMENTO STORICO DI FORTE TENSIONE TRA COMPETIZIONE/DOMINIO E COLLABORAZIONE/ PARTNERSHIP (NELLE ORGANIZZAZIONI, NEI RAPPORTI, NELLA VITA).

4 Associazione Due Fiumi 3 3.IL PERCORSO DI APPRENDIMENTO PROPOSTO Corso di Sociologia della Formazione “PARTNERSHIP E COOPERAZIONE” Una possibilità di evoluzione per le persone e per le organizzazioni III Modulo “EVOLUZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI. IL MODELLO DELLA DOMINANZA, IL MODEL- LO DELLA PARTNERSHIP, LA COOPERA- ZIONE POSSIBILE” RIFERIMENTI MARIA GINA MEACCI (M.C.E.) RIANE EISLER (trasformazione culturale) ROBERTO ASSAGIOLI (psicosintesi) GIANPIERO QUAGLINO (formazione) 1° incontro “EVOLUZIONE D’IMPRESA E RAPPORTO CON IL MERCATO: COMPETITIVITA’, INNO- VAZIONE, COOPERAZIONE, ETICA E RE- SPONSABILITA’ SOCIALE” 2° incontro “EVOLUZIONE NELLE RELAZIONI: MODEL- LO DELLA COMUNICAZIONE EVOLUTIVA E PARTNERSHIP” 3° incontro 4° incontro “EVOLUZIONE PERSONALE: IN CAMMINO VERSO SE STESSI, IN CAMMINO VERSO L’ALTRO” 5° incontro “EVOLUZIONE CULTURALE E APPRENDI- MENTO: IL CONTRIBUTO DELLA FORMA- ZIONE…ALLA SCUOLA DELLA VITA”

5 Associazione Due Fiumi 4 3.IL PERCORSO DI APPRENDIMENTO PROPOSTO (segue) ALLA BASE DEL PERCORSO DI APPRENDIMENTO PROPOSTO… “NAVIGARE” NELLA COMPLESSITA’ (sociale, organizzativa, interpersonale, personale, formativa, ecc.) COSTRUIRE ARMONIA, ESSERE INTERI INCONTRARE “TESTIMONI” DI VITA VISSUTA COLLEGARE “SAPERI” DIVERSI METTERE LE “MANI IN PASTA”

6 Associazione Due Fiumi 5 3.IL PERCORSO DI APPRENDIMENTO PROPOSTO (segue) TESTI D’ESAME (per studenti frequentanti) Una scelta di cinque letture tra quelle di seguito indicate: Partnership, cooperazione e comportamenti organizzativi.Eisler R., (2006), Il calice e la spada, Frassinelli Dispensa riassuntiva del libro realizzata da Claudia Daurù, pp Eisler R., Il piacere è sacro, Frassinelli “I modelli della dominanza e della partnership”, pp Padovese L., (2009), Etica, impresa e responsabilità sociale: dall’infelicità della competizione alla forza della gentilezza, Relazione XXXVIII Congresso Nazionale AIDP, Torino Evolvere nelle relazioni: il modello comunicativo evolutivo.Meacci M.G., (2005), Il modello comunicativo evolutivo, Dispensa pubblicata dal Comune di Firenze, pp Meacci M.G.., (2000), L’essere umano e le sue possibilità di evoluzione nelle relazioni, Dispensa pubblicata dal Comune di Firenze, pp Meacci M.G., Il modello comunicativo evolutivo nella complessità delle relazioni nel mondo del lavoro, Dispensa pubblicata dal Comune di Firenze, pp Evoluzione personale e modello psicosintetico.Ferrucci P., (1994), Introduzione alla psicosintesi, Edizioni Mediterranee, Roma, pp Evoluzione culturale e apprendimento: il contributo della formazione.Quaglino G.P., (2011), La scuola della vita, Raffaello Cortina Editore, Milano, pp e

7 Associazione Due Fiumi 6 3.IL PERCORSO DI APPRENDIMENTO PROPOSTO (segue) PROGRAMMI, LETTURE, DISPENSE SI POSSONO TROVARE E CONSULTARE… DOCUMENTAZIONE Scaffale pubblicazioni Scaffale inediti Scaffale dei doni 2011 “PARTNERSHIP E COOPERAZIONE” L. PADOVESE UNA POSSIBILITA’ DI EVOLUZIONE PER LE PERSONE E PER LE ORGANIZZAZIONI

8 Associazione Due Fiumi 7 4.EVOLVERE NEI RAPPORTI…ALLA SCUOLA DELLA VITA LEZIONE/STUDIO, APPRENDIMENTO, INCONTRO, VERIFICA “STUDIO PER AVERE UN ‘PEZZO DI CARTA’ O STUDIO PER LA VITA?” …NEL PRIMO CASO MI PORTERO’ VIA SOLO UN PEZZO DI CARTA UNIVERSITA’ ASCOLTARE E INCONTRARE L’ALTRO CI TRASFORMA. POSSIAMO EVOLVERE, POSSIAMO INVOLVERE…E QUESTO SUCCEDE ANCHE ALL’UNIVERSITA’! “C’E UN LUOGO PRIVILEGIATO NELLA NOSTRA VITA DOVE POSSIAMO ‘NASCERE DI NUOVO’, OGNI GIORNO. QUESTO LUOGO SI CHIAMA ‘INCONTRO’, SI CHIAMA RELAZIONE”. E’ UN LUOGO, UN LABORATORIO SEMPRE PRESENTE, DOVE SI GENERA VITA E APPRENDIMENTO.

9 Associazione Due Fiumi 8 (segue) 4.EVOLVERE NEI RAPPORTI…ALLA SCUOLA DELLA VITA IN QUALI RAPPORTI VIVIAMO?  RAPPORTI “FERTILI”  RAPPORTI “STERILI”  RAPPORTI “TOSSICI” Rapporti che ci fanno bene, ci nutro- no, ci fanno crescere… Rapporti che appesantiscono la no- stra vita legati alle paure, alle abitu- dini, alle ripetizioni… Rapporti che ci fanno male, che ci avvelenano la vita, rapporti che feri- scono…rapporti da cui è necessario allontanarsi in fretta… QUALI RAPPORTI FRENANO, BLOCCANO LA NOSTRA EVOLUZIONE? QUALI RAPPORTI, INVECE, LA POSSONO SOSTENERE? …E QUESTO E’ VERO IN OGNI MOMENTO DELLA NOSTRA VITA…E VALE ANCHE IN UN AMBIENTE, QUELLO DEDICATO ALLO “STU- DIO”, DOVE PER DEFINIZIONE DOVREBBERO CREARSI CONDIZIONI NECESSARIE OTTIMALI PER GENERARE VITA, EVOLUZIONE, APPRENDIMENTO…

10 Associazione Due Fiumi 9 (segue) 4.EVOLVERE NEI RAPPORTI…ALLA SCUOLA DELLA VITA LA FORMAZIONE DIVENTA SEMPRE DI PIU’ UN’ATTIVITA’ FINALIZZATA A SVILUPPARE APPRENDIMENTO E AGGIORNAMENTO PERMANENTE, IN UNA LOGICA DI “ACCOMPAGNAMENTO” NEL TEMPO, SIA DELL’INDIVIDUO CHE DELL’ORGANIZZAZIONE. DIVENTA SEMPRE PIU’ STRUMENTO INDISPENSABILE PER SOSTENERE LO SVILUPPO DELL’ORGANIZZAZIONE E DELLE PERSONE, SIA PER QUANTO RIGUARDA LE COMPETENZE PIU’ SPECIFICHE RELATIVE AL RUOLO ED ALLA PROFESSIONALITA’ ESPRESSA CHE, PIU’ IN GENERALE, PER QUANTO RIGUARDA QUELLA “CULTURA PERSONALE” SEMPRE PIU’ NECESSARIA AL “SAPER ESSERE”, CIOE’ AL MODO DI “STARE” NELLE ORGANIZZAZIONI E NELLA COMUNITA’ SOCIALE DI CUI SI FA PARTE. IL PERCORSO DI STUDIO ALL’UNIVERSITA’ PUO’ ESSERE UN PERCORSO SOLO ACCADEMICO/FORMALE OPPURE UN PERCORSO DI “VITA”, OCCASIONE DI INCONTRI, DI NUOVO, DI CURIOSITA’, DI APPRENDIMENTO AUTENTICO, DI SCOPERTA DI SE’ NELLA SOCIETA’ DELLA CONOSCENZA CAMBIA ANCHE LA FORMAZIONE…NON SOLO COME METODI E TECNICHE, MA SOPRATTUTTO COME ATTEGGIAMENTI E MODI DI PORSI…

11 Associazione Due Fiumi 10 (segue) 4.EVOLVERE NEI RAPPORTI…ALLA SCUOLA DELLA VITA ALLA SCUOLA DELLA VITA SE VOGLIAMO CHE LA SOCIETA’ DELLA CONOSCENZA CONTRIBUISCA A SVILUPPARE QUALITA’ DELLA VITA…DOBBIAMO “IMPARARE DALLA SCUOLA DELLA VITA” “LA VITA DI OGNI UOMO E’ UNA VITA VERSO SE STESSO, IL TENTATIVO DI UNA VITA, L’ACCENNO DI UN SENTIERO” - HERMANN HESSE - - HERMANN HESSE -

12 Associazione Due Fiumi 11 (segue) 4.EVOLVERE NEI RAPPORTI…ALLA SCUOLA DELLA VITA “IO SONO DELL’AVVISO […] CHE NEPPURE CHI HA TERMINATO LA SCUOLA E PERSINO L’UNIVERSITA’ ABBIA COMPLETATO DEL TUTTO LA SUA EDUCA-ZIONE. DOVREMMO AVERE NON SOLTANTO CORSI DI PERFEZIONAMENTO PER I GIOVANI, MA ANCHE SCUOLE PER ADULTI, DOVE SI POTESSSE PROSEGUIRE LA LORO FORMAZIONE. NOI EDUCHIAMO LE PERSONE SOLO FINO A CHE SONO IN GRADO DI FARE IL LORO MESTIERE E SPOSARSI. DOPO PERO’ TERMINA QUALSIASI EDUCAZIONE, COME SE A QUEL PUNTO LA GENTE FOSSE BELL’E PRONTA. LA SOLUZIONE DI TUTTI GLI ALTRI E BEN PIU’ COMPLICATI PROBLEMI DELLA VITA E’ LASCIATA ALL’ARBITRIO DEL SINGOLO E ALLA SUA INESPE- RIENZA. INNUMEREVOLI MATRIMONI FALLITI E INFELICI, INNUMEREVOLI DELU- SIONI PROFESSIONALI DIPENDONO UNICAMENTE E SOLTANTO DALLA MANCANZA DI UN’EDUCAZIONE DEGLI ADULTI, CHE RISPETTO ALLE COSE PIU’ IMPORTANTI VIVONO SPESSO NELLA PIU’ PROFONDA IGNORANZA”. E PIU’ TARDI AGGIUNGEVA: “VI SONO FORSE SCUOLE IN QUALCHE LUOGO, SCUOLE NON DICO SUPERIORI MA DI GRADO ANCOR PIU’ ELEVATO, CHE PREPARINO I QUARANTENNI AD AFFRONTARE IL LORO DOMANI CON LE SUE ESIGENZE, COME LE SCUOLE SUPERIORI COMUNI CONFERISCONO AI GIOVANI UNA PRIMA CONOSCENZA DEL MONDO E DELLA VITA? NON VE NE SONO”. CARL GUSTAV JUNG SCRIVEVA ALLA SCUOLA DELLA VITA…

13 Associazione Due Fiumi 12 (segue) 4.EVOLVERE NEI RAPPORTI…ALLA SCUOLA DELLA VITA “PER SEMPLICE IPOTESI, O MODESTA PROPOSTA, POTREMMO TENTARE DI IMMAGINARLA ANZITUTTO COME LO SPAZIO IN CUI CI SI DOVREBBE OCCUPARE DI TUTTO CIO’ CHE CI E’ PIU’ VICINO, CHE VERAMENTE CI RIGUARDA, CHE PIU’ CI “STA A CUORE”; COME UNO SPAZIO IN CUI LA NOSTRA STESSA VITA POSSA ESSERE PENSATA E RIPENSATA PER TUTTO CIO’ CHE CERCA E VUOLE, ATTENDE E PRETENDE, INTERROGA E SFIDA, FATICA E CONQUISTA: PER TUTTO CIO’ CHE ACCETTA E RIFIUTA, SOTTRAE E RESTITUISCE, CONTRASTA E SOSTIENE, FERISCE E LENISCE, SOCCORRE E ABBANDONA. UNA SCUOLA COSI’, IN ALTRE PAROLE, DOVREBBE POTER E SAPER PARLARE DI TUTTE LE INFINITE VICENDE E VICISSITUDINI CHE COSTELLANO LA NOSTRA VITA”. G.P. QUAGLINO…LA SCUOLA DELLA VITA PUO’ ESSERE DEFINITA…

14 Associazione Due Fiumi 13 (segue) 4.EVOLVERE NEI RAPPORTI…ALLA SCUOLA DELLA VITA LA SCUOLA DELLA VITA MANIFESTO DELLA 3^ FORMAZIONE LA SCUOLA DELLA VITA MANIFESTO DELLA 3^ FORMAZIONE 1. LA TERZA FORMAZIONE E’ PER TUTTI COLORO CHE CERCANO NON LA SCUOLA DEI SAPERI, MA QUELLA DEI PENSIERI: NON IL LUOGO DI CIO’ CHE E’ BENE SAPERE, MA PIUTTOSTO QUELLO DI CIO’ CHE E’ BELLO PENSARE. 2. LA TERZA FORMAZIONE E’ PER TUTTI COLORO CHE FANNO, DELL’AP- PRENDERE, NON UN ESERCIZIO DI SEVERA RAGIONE E RIGOROSA LOGICA, MA PIUTTOSTO DI ERRATICA E NOMADE RICERCA, DI IMPREVISTA E INATTESA SORPRESA. 3. LA TERZA FORMAZIONE E’ PER TUTTI COLORO CHE HANNO POCO INTERESSE VERSO CIO’ CHE SI DEVE APPRENDERE E MOLTO VERSO CIO’ CHE SI PUO’ E SI VUOLE APPRENDERE: CHE NON “ESEGUONO” L’APPRENDERE, MA PIUTTOSTO LO INSEGUONO. ALCUNI PRINCIPI… ECC…

15 Associazione Due Fiumi 14 (segue) 4.EVOLVERE NEI RAPPORTI…ALLA SCUOLA DELLA VITA CONCLUDE, QUAGLINO, RIGUARDO ALLA SCUOLA DELLA VITA… IN CONCLUSIONE, VERAMENTE, IL MODELLO E’ TUTTO QUI: NELL’INVITO A FARE DEL CORSO DELLA VITA IL CAMMINO DEL PROPRIO APPRENDERE, IL CORSO DELLA SCUOLA DELLA VITA, LA COLTIVA- ZIONE DELLA TERZA FORMAZIONE. NIENT’ALTRO, DUNQUE, CHE VIVERE SE STESSI IN FORMAZIONE E TRASFORMAZIONE.

16 Associazione Due Fiumi 15 5.EVOLVERE NELLE RELAZIONI: CONCLUDENDO… “L’OBIETTIVO ESISTENZIALE DI TUTTE LE RELAZIONI E’ L’EVOLUZIONE…” (M.G. MEACCI) CON L’ESSERE UMANO, PER LA PRIMA VOLTA SULLA TERRA, LA VITA HA GENE- RATO SOGGETTI CAPACI DI EVOLVERE A LIVELLO INDIVIDUALE, RELAZIONALE, CULTURALE E SOCIALE. POSSIAMO DIRE CHE OGNI ESSERE UMANO NASCE CON UNA “SCINTILLA VIRTUALE” DI EVOLUZIONE INFINITA. OGNI ESSERE UMA- NO CHE NASCE E’ UN POTENZIALE COSTRUTTORE DI MONDI NUOVI. E’ UN’IM- MENSA POSSIBILITA’ CHE CI OFFRE LA VITA IN TERMINI DI EVOLUZIONE, MA, COME GIA’ RICORDATO, ESSA PRESENTA ANCHE LA POSSIBILITA’ E IL RISCHIO DI INVOLUZIONE. IN DEFINITIVA: “… L’ESSERE UMANO CHE SI TROVA ‘DENTRO’ E COINVOLTO IN RELAZIONI INVOLUTIVE VIENE SOSPINTO VERSO L’INVOLUZIONE E VICEVERSA, ESSERE ‘DENTRO’ A RELAZIONI EVOLUTIVE GLI PERMETTE DI REALIZZARE LE SUE CAPACITA’ PIU’ COMPLESSE” …TRA EVOLUZIONE E INVOLUZIONE

17 Associazione Due Fiumi 16 5.EVOLVERE NELLE RELAZIONI: CONCLUDENDO… (segue) “ABITARE LA VITA”, ANCHE SUL LAVORO, SIGNIFICA INNANZITUTTO “ABITARE SE STESSI” ATTRAVERSO LA CONSAPEVOLEZZA E LA PADRO- NANZA DI CIO’ CHE CI APPARTIENE (COMPETENZE, MOTIVAZIONI, DIRITTI E DOVERI, VALORI, ECC.). PERCHE’ QUESTO SI REALIZZI TRE CAMMINI SI APRONO DAVANTI A NOI: TORNARE ALLA “VERITA’”, ESSERE PIU’ VERI, PIU’ AUTENTICI TORNARE ALLA “VERITA’”, ESSERE PIU’ VERI, PIU’ AUTENTICI, SENZA NASCONDERCI DIETRO LE MASCHERE E LE CORAZZE DEL RUOLO; TORNARE ALLA “FEDELTA’” VERSO NOI STESSI TORNARE ALLA “FEDELTA’” VERSO NOI STESSI, PRIVILEGIARE CIOE’ UN CAMMINO DI EVOLUZIONE E CRESCITA PERSONALE PIUTTOSTO CHE IL CONFORMISMO DI UNA CARRIERA CHIUSA IN SE STESSA; TORNARE AD “INNAMORARSI” DEL PROPRIO LAVORO TORNARE AD “INNAMORARSI” DEL PROPRIO LAVORO, RICERCANDO QUEGLI SPAZI DI MOTIVAZIONE E DI CORAGGIO CHE POSSANO SOSTENERE UNA PERSONA NEL CERCARE DI SEGUIRE IL PROPRIO “SOGNO”, PIUTTOSTO CHE PROTEGGERSI DALLE PAURE E DALLE INSICUREZZE, USANDO L’INDIGNAZIONE E LA PROTESTA…QUANDO NECESSARIO. TORNARE ALLA “VERITA’”, ESSERE PIU’ VERI, PIU’ AUTENTICI TORNARE ALLA “VERITA’”, ESSERE PIU’ VERI, PIU’ AUTENTICI, SENZA NASCONDERCI DIETRO LE MASCHERE E LE CORAZZE DEL RUOLO; TORNARE ALLA “FEDELTA’” VERSO NOI STESSI TORNARE ALLA “FEDELTA’” VERSO NOI STESSI, PRIVILEGIARE CIOE’ UN CAMMINO DI EVOLUZIONE E CRESCITA PERSONALE PIUTTOSTO CHE IL CONFORMISMO DI UNA CARRIERA CHIUSA IN SE STESSA; TORNARE AD “INNAMORARSI” DEL PROPRIO LAVORO TORNARE AD “INNAMORARSI” DEL PROPRIO LAVORO, RICERCANDO QUEGLI SPAZI DI MOTIVAZIONE E DI CORAGGIO CHE POSSANO SOSTENERE UNA PERSONA NEL CERCARE DI SEGUIRE IL PROPRIO “SOGNO”, PIUTTOSTO CHE PROTEGGERSI DALLE PAURE E DALLE INSICUREZZE, USANDO L’INDIGNAZIONE E LA PROTESTA…QUANDO NECESSARIO.


Scaricare ppt "Associazione Due Fiumi Luigi Padovese “QUANDO L’INCONTRO CI CAMBIA” EVOLVERE NEI RAPPORTI: UN’ESPERIENZA DI APPRENDIMENTO ATTIVO ALL’UNIVERSITA’ DI FIRENZE."

Presentazioni simili


Annunci Google