La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTO COMPRENSIVO MOLTENO MOLTENO 17 gennaio 2015 Piano dell’Offerta Formativa Offerta Formativa 2015/2016 Tempo scuola 2015/2016 Insegnamento della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTO COMPRENSIVO MOLTENO MOLTENO 17 gennaio 2015 Piano dell’Offerta Formativa Offerta Formativa 2015/2016 Tempo scuola 2015/2016 Insegnamento della."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTO COMPRENSIVO MOLTENO MOLTENO 17 gennaio 2015 Piano dell’Offerta Formativa Offerta Formativa 2015/2016 Tempo scuola 2015/2016 Insegnamento della Religione cattolica Patto educativo di corresponsabilità Formazione classi prime

2 Il Piano dell’Offerta Formativa Si comunica solo ciò che si ama

3 Sviluppo della persona Sviluppo della persona Interesse e motivazione Essere consapevoli del proprio modo di imparare Autonomia e Responsabilità Autonomia e Responsabilità Impegno Cittadinanza attiva Relazioni positive e di collaborazione Approfondimento disciplinare Orientamento dalla scoperta delle potenzialità alla scelta consapevole Orientamento dalla scoperta delle potenzialità alla scelta consapevole Impegno Costruire un metodo di studio

4 Famiglia Assemblee di classe Colloqui individuali (orario mattutino e pomeridiano) Consigli di classe Famiglia Assemblee di classe Colloqui individuali (orario mattutino e pomeridiano) Consigli di classe Territorio: Associazioni varie Istituzioni Realtà territoriali Territorio: Associazioni varie Istituzioni Realtà territoriali Alleanze educative Alleanze educative

5 OFFERTA FORMATIVA Attività curricolari Progetti educativi e didattici Laboratori Percorsi di recupero Piani educativi individualizzati Percorsi di potenziamento Accoglienza e Orientamento Viaggi e visite d’istruzione

6 L’offerta formativa La nostra identità: Si sottolinea il valore di “una seria e serena quotidianità”: la vita di classe, le relazioni, le proposte didattiche significative, graduali, i bisogni degli alunni, lo sviluppo di conoscenze, abilità e competenze. Percorsi didattici innovativi Gli insegnanti concordano strategie e modalità di lavoro Ampliamento dell’offerta formativa (in orario curriculare ed extra-curriculare) nelle seguenti aree: ◦ Lingua comunitaria: Inglese (Recupero- Potenziamento, spettacoli teatrali, Madrelingua) ◦ Informatica ◦ Attività sportive ◦ Percorsi di Aiuto allo studio ◦ Visite guidate Orientamento: percorso graduale (attitudini, interessi, potenzialità, risultati raggiunti negli apprendimenti, impegno: valore formativo di tutte le discipline)

7 Percorsi di continuità Percorsi di continuità Scuola primaria- scuola secondaria La scuola si presenta alle famiglie (fase iscrizioni) Open day – i bambini conoscono la scuola Teatrino in lingua inglese Incontri di continuità tra docenti Progettualità condivise dalle scuole Formazione classi

8 Innovazione didattica UTILIZZO DI: -Strategie cooperative -Attrezzature tecnologiche, LIM, PC -Strumenti compensativi

9 I bisogni educativi Inserimento degli alunni stranieri, per «dare significati nuovi alla convivenza ed elaborare percorsi che costruiscano contemporaneamente identità personale, solidarietà collettiva e collaborazione» Piani personalizzati per alunni con DSA Piani educativi personalizzati per alunni stranieri Piani Educativi Individualizzati per alunni disabili (docente di sostegno) I genitori degli alunni devono consegnare al dirigente ogni documentazione utile

10 Alunni con bisogni educativi particolari La famiglia consegna la documentazione La scuola predispone il Piano educativo / didattico personalizzato e lo condivide con la famiglia Completare la fase di iscrizione consegnando al dirigente la documentazione riservata.

11 Tempo scuola 2015/2016 Orario curricolare di 30 ore ◦ 5 ore per 6 giorni ◦ dalle 8,05 alle 13,05 Orario curricolare di 36 ore 30 ore mattutine come sopra + 2 rientri pomeridiani curricolari obbligatori, il martedì ed il giovedì, dalle 14,00 alle 16,00 1 ora di mensa (a scelta) per il rientro pomeridiano

12 Tempo scuola Scelta VINCOLANTE per il triennio Quali attività possibili nei rientri per il tempo prolungato? ◦ area espressivo-linguistica (Lettere) ◦ area logico-matematica ◦ le attività verranno meglio precisate quando sarà definito l’organico per il prossimo anno scolastico. Al momento non è possibile indicare le discipline, né i docenti.

13 Quadro orario 9 ore di Lettere (5 Italiano, 2 Storia, 2 Geografia) 1 ora di approfondimento di Lettere 4 ore di Matematica + 2 Scienze 3 ore di Inglese 2 ore di Spagnolo Seconda lingua comunitaria per tutti 2 ore di Arte 2 ore di Musica 2 ore di Tecnologia 2 ore di Educazione Motoria 1 ora di Religione Cattolica o Alternativa alla Religione INFORMATICA DISCIPLINA TRASVERSALE - Uso della LIM come strumento didattico CITTADINANZA E COSTITUZIONE: area storico-geografica

14 Religione cattolica Attività alternative: attività didattiche formative individuali o di gruppo con assistenza di personale docente ◦ Non frequenza delle ore di Religione cattolica (con uscita anticipata o entrata posticipata, ma solo se le ore di Religione cadono alla prima o all’ultima ora) ◦ Da definire a inizio anno

15 I compiti a casa (alunni) Sono assegnati i compiti a casa (scritti e studio) E’ consigliabile, soprattutto in Prima, che ci sia una stretta collaborazione tra scuola e famiglia nel controllo dell’assolvimento degli obblighi scolastici e nell’organizzazione (i compiti sono scritti sul diario? Sono stati eseguiti? E’ possibile “portarsi avanti”? C’è tutto quel che serve nello zaino?) Rispettare gli impegni, migliorare l’organizzazione del proprio lavoro, graduale acquisizione metodo di studio, possibilità di autovalutarsi…

16 I “compiti” a casa (genitori) Non lasciateli soli: non sono grandi! Valutazioni e comunicazioni sono scritte su un apposito libretto: controllatelo almeno una volta alla settimana e verificate… che esista ancora! Controllate diari e zaini, in modo che ci sia solo il materiale necessario. Attenzione alle assenze! Cercate di non lasciare il computer e il cellulare nella camera di vostro figlio. Controllate che non portino a scuola iPod, cuffie, giochi elettronici… strumenti di distrazione!

17 Formazione delle classi prime Commissione formazione classi Costituzione di classi in base a criterio di omogeneità (numero di alunni, presenza maschi e femmine…) ed eterogeneità (per livelli di maturazione, apprendimento- comportamento…); Opzioni delle famiglie: da valutare Assegnazione del gruppo-classe alla sezione tramite sorteggio I ragazzi ben presto si integrano con i nuovi compagni!

18 PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA' TRA Per sostenere gli alunni nell’impegno e nella motivazione Per costruire un’alleanza formativa, nel rispetto del proprio ruolo SCUOLA ALUNNI FAMIGLIA

19 Gli insegnanti sono determinanti per costruire il successo o l’insuccesso degli scolari o degli studenti: essi svolgono una funzione di specchio per ogni persona e dovrebbero riuscire a restituire a ciascuno un’immagine positiva di se stesso. Scuola

20 Ai ragazzi raccomandiamo di vivere la scuola come un’importante opportunità: in questo ambiente, nonostante tutti i limiti e tutte le difficoltà, essi hanno occasione di scoprire e apprendere i valori e le conoscenze più importanti che l’uomo ha elaborato. Serve l’impegno, proporzionato all’età, ma maggiore sarà l’impegno che si riuscirà a produrre, maggiore sarà la soddisfazione che se ne ricava. Alunni

21 Famiglia Cura la motivazione (partecipando alla vita della scuola). Sostiene gli impegni, la costanza, il senso del dovere, l’interesse. Sviluppa l’autonomia, che all’inizio va accompagnata e organizzata. È presente.

22 Invitiamo i genitori a capire la difficoltà degli insegnanti e ad aiutarli: sono le difficoltà che ognuno sperimenta col proprio figlio, quindi un’incomprensione coi docenti rende tutto più difficile. E’ facile cadere nella tentazione di giustificare sempre il figlio, attribuendo colpe ad altri. Vale comunque sempre la pena confrontarsi con gli insegnanti. Genitori

23 GLI ALUNNI DEVONO ATTENERSI AL REGOLAMENTO D’ISTITUTO LA SCUOLA HA IN ADOZIONE UN PIANO SICUREZZA L’ELENCO DEI LIBRI DI TESTO VERRA’ PUBBLICATO SUL SITO DELL’ISTITUTO NEL MESE DI GIUGNO

24 Buone regole Divieto uso cellulari e altre strumentazioni Abbigliamento adeguato

25 Iscrizioni on-line MODELLO DOMANDA: Dati alunno e famiglia Scelta del TEMPO SCUOLA + Servizi trasporto SCELTA RELIGIONE CATTOLICA Modulistica privacy e autocertificazioni SITO WEB SCUOLA Piano Offerta Formativa (POF) Regolamento Criteri SCUOLA IN CHIARO Chi intende iscriversi in un'altra scuola deve darne comunicazione alla segreteria di Molteno.

26 Procedure per iscrizioni on-line 1.Registrazione (occorre una casella di posta elettronica. Diversamente, rivolgersi in segreteria) 2.Compilazione domanda ATTENZIONE AI CODICI DELLE SCUOLE SUPPORTO DA PARTE DELLA SEGRETERIA (date comunicate tramite circolare) TERMINE ISCRIZIONI (15 febbraio 2015)

27 CRITERI DI ACCESSO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO IC MOLTENO Residenza in uno dei Comuni compresi nell’Istituto comprensivo (Molteno, Garbagnate Monastero, Rogeno, Sirone) Frequenza scuole IC ( anche se non residenti); Frequenza di fratelli nella stessa scuola; Altra residenza al di fuori dei comuni afferenti all’IC: » se uno dei genitori lavora regolarmente in uno dei comuni afferenti all’IC, » entrambi i genitori lavorano e i bambini sono regolarmente accuditi da familiari o persone residenti in uno dei comuni afferenti all’IC; » frequenza alla scuola dell’infanzia dello stesso Comune.

28 Sito di riferimento icsmolteno.gov.it


Scaricare ppt "ISTITUTO COMPRENSIVO MOLTENO MOLTENO 17 gennaio 2015 Piano dell’Offerta Formativa Offerta Formativa 2015/2016 Tempo scuola 2015/2016 Insegnamento della."

Presentazioni simili


Annunci Google