La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI 2. Le civiltà amerindie Capitolo 2 Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni 300-900 Massimo sviluppo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI 2. Le civiltà amerindie Capitolo 2 Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni 300-900 Massimo sviluppo."— Transcript della presentazione:

1 1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI 2. Le civiltà amerindie Capitolo 2 Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni Massimo sviluppo della civiltà maya XIII sec. Impero azteco in America 1368 Instaurazione in Cina della dinastia Ming 3. Le civiltà asiatiche IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 4. Le civiltà africane XV sec. Impero inca e Impero songhai 1492 Cristoforo Colombo arriva in America XVI sec. Impero Moghul in India Prima circumnavigazione della Terra 1600 Inizio in Giappone della dinastia Tokugawa

2 IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI Queste esplorazioni portano alla scoperta della rotta che permette di raggiungere l’India circumnavigando l’Africa e di un continente fino ad allora del tutto ignoto agli europei: l’America. Tra il XV e la prima metà del XVI secolo gli europei, in particolare i navigatori sostenuti dalla Spagna e dal Portogallo, esplorano nuovi territori e nuove rotte.

3 Le esplorazioni di nuovi territori e rotte marittime da parte degli europei, avvenute a partire dal XV secolo, segnano l’inizio dell’Età moderna. Tra le motivazioni degli esploratori vi sono: IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI - la volontà di convertire al cristianesimo i popoli extraeuropei; - la curiosità intellettuale di scoprire nuove terre; - ma soprattutto la necessità di trovare nuove vie e rotte marittime per i commerci e nuove fonti di merci pregiate, soprattutto spezie, seta e pietre preziose.

4 Alla fine del XV secolo in Spagna e Portogallo le monarchie territoriali sono in grado di organizzare e finanziare importanti esplorazioni navali. Questi Stati cercano vantaggi politici ed economici. Nel 1498 i portoghesi, con Vasco da Gama, raggiungono l’India circumnavigando l’Africa. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI

5 Nel timore di perdere la corsa all’India, i sovrani spagnoli Ferdinando d’Aragona e Isabella di Castiglia accettano di finanziare il genovese Cristoforo Colombo che intende arrivare in Asia navigando verso occidente. 3 agosto 1492, inizia il viaggio di Colombo. La spedizione è costituita da due caravelle, la Niña e la Pinta, dalla nave Santa Marìa e da circa 90 marinai. 12 ottobre 1492, la spedizione sbarca su un’isola dell’arcipelago delle Bahamas; gli indigeni la chiamano Guanahanì, Colombo la ribattezza San Salvador. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI

6 Colombo non sa di essere arrivato in un nuovo continente; egli è convinto di essere arrivato in India. Il nome indios (“indiani”) è rimasto da allora a indicare gli abitanti dell’America centro-meridionale. La scoperta dell’America è un avvenimento così importante che l’anno 1492 è usato come data-simbolo della fine del Medioevo e dell’inizio dell’Età moderna. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI

7 : Amerigo Vespucci esplora le coste dell’America meridionale e dimostra che Colombo non aveva raggiunto l’Asia, ma aveva scoperto un nuovo continente, che venne chiamato “America” in omaggio a Vespucci. Tra il 1519 e il 1522 i portoghesi, al comando di Ferdinando Magellano, circumnavigano la Terra. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI

8 IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 2. Le civiltà amerindie All’arrivo degli europei, in America vivono circa 75 milioni di abitanti, pochi meno di quelli dell’Europa del Gli abitanti originari del continente americano vi erano giunti dall’Asia circa mila anni fa. In America vi sono centinaia di civiltà, con caratteristiche molto diverse tra di loro. Le più avanzate sono le civiltà maya, azteca e inca, stanziate nell’America centrale e andina.

9 La civiltà maya si sviluppò nella penisola dello Yucatán nel 1500 a.C. e conobbe il suo massimo splendore tra il IV e il X secolo d.C. I maya svilupparono conoscenze astronomiche e matematiche avanzate. Sapevano costruire palazzi e templi monumentali. Al tempo stesso non conoscevano l’uso della ruota e dell’aratro e non sapevano lavorare il ferro. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 2. Le civiltà amerindie L’organizzazione politica era basata su città-Stato indipendenti. La società era dominata dalla casta sacerdotale. Al centro dell’economia vi era la coltivazione del mais.

10 Nel XIII secolo d.C. gli aztechi si insediarono nell’America centrale e diedero vita a un vasto impero con capitale Tenochtitlán. Come i maya, gli aztechi costruivano enormi templi piramidali. Veneravano dèi benigni e divinità distruttive e terrificanti, la cui ira veniva placata attraverso frequenti sacrifici umani. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 2. Le civiltà amerindie

11 L’Impero inca si sviluppò nel XV secolo d.C., nella regione a cavallo della Cordigliera delle Ande. La loro economia si basava sulla coltivazione del mais e della patata. Le regioni più impervie erano riservate all’allevamento. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 2. Le civiltà amerindie L’abilità degli inca si manifestò nella costruzione di strade, ponti e città in un territorio molto impervio. La città di Machu Picchu si trovava a 2280 metri.

12 IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 3. Le civiltà asiatiche Le guerre feudali portarono al potere nel 1600 la dinastia Tokugawa, che mantenne il titolo di shogun (“protettore militare” dell’imperatore) fino al XIX secolo. Nel XVI secolo si affermò l’Impero Moghul, guidato da una dinastia turco- mongola musulmana. Nel XV secolo si affermarono dei principati arabo-musulmani. La dinastia Ming favorì lo sviluppo economico del Paese e promosse, nel XV secolo, importanti esplorazioni verso occidente.

13 Le conoscenze degli europei sull’Africa subsahariana erano assai scarse. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 4. Le civiltà africane I mercanti arabi conoscevano meglio i popoli africani stanziati a sud del Sahara: da tempo avevano avviato con essi intensi scambi commerciali (oro, avorio, schiavi).

14 IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino Nel XV secolo si formò l’Impero songhai, la cui capitale Timbuctu divenne un importante centro commerciale. L’antichissimo Impero d’Etiopia fu uno dei primi regni cristiani della storia. Il Regno del Congo ebbe stretti rapporti con i portoghesi. Il Regno di Monomotapa era ricco di miniere d’oro. Le città-Stato swahili erano importanti snodi commerciali. 4. Le civiltà africane

15 e adesso mettiti alla prova… IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – ATTIVITÀ E VERIFICHE © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino

16 Riflettere e rispondere FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA 1. In quali secoli gli europei intraprendono le prime esplorazioni geografiche? a) Nel XIV secolo b) Nel XVI secolo c) Tra il XV e il XVI secolo 2. Quali sono le motivazioni che spingono gli europei a esplorare nuove terre? a) La ricerca di un nuovo continente di cui era stata ipotizzata l’esistenza b) Il desiderio di convertire i popoli extraeuropei al cristianesimo c) La ricerca di nuove vie e rotte per il commercio 3. Completa il seguente testo con le parole mancanti. Alla fine del XV SECOLO in SPAGNA e PORTOGALLO si affermano solide MONARCHIE territoriali, che sono in grado di FINANZIARE le esplorazioni. Questi Stati sono alla ricerca di nuove TERRE, di vantaggi POLITICI ed ECONOMICI. IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – ATTIVITÀ E VERIFICHE © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino V F V

17 Riflettere e rispondere FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA 4. Le seguenti affermazioni sono vere o false? a) Colombo voleva arrivare in Asia circumnavigando l’Africa b) La spedizione di Colombo inizia il 3 agosto 1492 c) La flotta di Colombo è formata da tre caravelle d) Il 12 ottobre 1492 Colombo è convinto di essere arrivato in India 5. Chi dimostra per primo che Colombo aveva scoperto un nuovo continente? a) Vasco da Gama b) Ferdinando Magellano c) Amerigo Vespucci 6. Con quali delle seguenti civiltà amerinde entrarono in contatto gli europei? a) I maya b) Gli aztechi c) Gli inca IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – ATTIVITÀ E VERIFICHE © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino V F V F

18 Rispondi alle seguenti domande. Gli spagnoli come chiamano le popolazioni indigene dell’America centro-meridionale? Perché? Parole chiave FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA Qual è il termine che alla lettera significa “navigare intorno”? Indios Il sostantivo “rotta”, che abbiamo incontrato nel testo, può avere diversi significati, tra cui: 1)grave sconfitta: “l’esercito nemico fu messo in rotta” = “l’esercito fu battuto”; 2)percorso lungo il quale procede una nave o un aereo: “la nave fece rotta per l’America”. Qual è il significato della seguente frase: Per migliorare la mia vita dovrei invertire la rotta ? Se voglio migliorare la mia vita dovrei cambiare il mio modo di essere, di comportarmi, di pensare IL PRESENTE DELLA STORIA 2 – Capitolo 2 – ATTIVITÀ E VERIFICHE © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino Perché sono convinti di essere arrivati in India Circumnavigazione


Scaricare ppt "1. Le esplorazioni geografiche dei secoli XV e XVI 2. Le civiltà amerindie Capitolo 2 Le civiltà extraeuropee e le esplorazioni 300-900 Massimo sviluppo."

Presentazioni simili


Annunci Google