La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

REGNO UNITO Geografia Turistica 1. 2 QUATTRO NAZIONI: Il Regno Unito comprende la Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) e la parte nord-orientale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "REGNO UNITO Geografia Turistica 1. 2 QUATTRO NAZIONI: Il Regno Unito comprende la Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) e la parte nord-orientale."— Transcript della presentazione:

1 REGNO UNITO Geografia Turistica 1

2 2 QUATTRO NAZIONI: Il Regno Unito comprende la Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) e la parte nord-orientale dell’isola d’Irlanda (Ulster dal 1922). La forma della Gran Bretagna è allungata, assottigliandosi da sud verso nord; comprende circa 5000 isole. Il Meridiano di riferimento (zero) per la determinazione della Longitudine, passa per l’osservatorio astronomico di Greenwich.

3 IL TERRITORIO DEL REGNO UNITO Geografia Turistica RILIEVO: L’elemento che ha modellato il territorio è il ghiaccio. Le montagne sono antiche (formatesi durante il ciclo orogenetico caledoniano), per cui l’azione erosiva ha fortemente inciso sulla loro altezza (1.000 mt max). In Scozia vi sono i Monti Gampriani (la cima più alta è Ben Nevis 1543 mt), più a sud ci sono i Monti Pennini e Cambrici (giacimenti ricchi di carbone e ferro). Le terre alte (Highlands) sono montuose, le terre basse (Lowlands) sono pianeggianti. COSTE E ISOLE: A nord ci sono profonde insenature glaciali (firth), ramificate tra pareti rocciose. A sud ci sono ripide pareti calcaree (falesie), come le bianche scogliere di Dover. Fanno parte dell’arcipelago britannico anche l’isola di Man e l’isola di Wight e arcipelaghi minori (Shetland, Ebridi, Orcadi, Isole del Canale, di fronte alla Normandia). 3

4 DATI DEL REGNO UNITO - TERRITORI ESTERNI Geografia Turistica 4 TERRITORI ESTERNI: Gibilterra (Trattato di Utrecht del 1713), isola di Sant’Elena, Bermuda, Cayman, Falkland, Georgia del sud (Antartide). DIPENDENZE DELLA CORONA: Isole del Canale o Normanne e Isola di Man. Capitale: LONDRA, Superficie: kmq, Abitanti: , Densità: 255 ab./kmq, ISU: 16° Religione: Anglicani al 43,5%, Moneta: Sterlina. Spesa dello Stato per l’istruzione: 5,6% del PIL (4,7% ITA) - Spesa dello Stato per la ricerca: 1,7% del PIL (1,1% ITA) ACQUE INTERNE: i fiumi hanno un percorso breve e sono perlopiù navigabili. Il fiume più lungo è il Severn (354 km) che sfocia nel canale di Bristol, poi vi è il Tamigi (335 km) che attraversa Londra, creando il 2° porto più sviluppato d’Europa, dopo Rotterdam. L’azione dei ghiacciai ha eroso il territorio, generando lunghe conche strette, in seguito riempite dai laghi, denominati lochs; il più profondo e famoso (per il mostro…) è il lago di Loch Ness. Il lago più grande si trova in Itlanda del Nord ed è Lough Neagh. CLIMA: è atlantico, con piogge frequenti distribuite lungo tutto l’anno, estati fresche e inverni miti, le temperature sono mitigate dalla Corrente del Golfo. Tipiche sono le brughiere (Cornovaglia).

5 INSEDIAMENTI E ATTIVITA’ Geografia Turistica Il 90% della popolazione vive nei centri urbani. Nonostante ilo grande richiamo di Londra, la popolazione si distribuisce in altre grandi conurbazioni. ECONOMIA: Dalla 2° guerra mondiale, il Regno Unito ha rappresentato con gli USA la principale potenza industriale, grazie anche all’arrivo di materie prime a basso costo dalle zone coloniali. Con la fine dell’impero, si è ridotta la sua potenza economica. La maggiore ricchezza deriva dal petrolio e dal gas naturale dei ricchi giacimenti del Mar del Nord. La Pesca nel Mar del Nord è molto sviluppata. Grande impulso ha avuto anche il turismo. Fino all’Ottocento, il Regno Unito ha alimentato i flussi migratori verso il Nord America e l’Oceania. A partire ci sono stati consistenti arrivi dalle ex- colonie, soprattutto asiatiche. 5

6 RISORSE TURISTICHE Geografia Turistica SCOZIA: nelle Highlands ci sono montagne arrotondate dall’erosione glaciale, con fiordi e alte scogliere. Il turismo ha grandi potenzialità nonostante le frequenti piogge (clima oceanico). GALLES: famosa attrattiva turistica sono i castelli medioevali, lungo il confine anglo-gallese e lungo la costa. IRLANDA DEL NORD o ULSTER: c’è un paesaggio ondulato con prati e pascoli. Lungo la costa settentrionale c’è la STRADA DEL GIGANTE (Patrimonio UNESCO), cioè un tratto di scogliera formato da circa colonne di basalto a base esagonale (16 km). INGHILTERRA: Forte contrasto tra paesaggio naturale e aree industriali. Nella Contea di Cumbria vi è il Lake District National Park (1951), il più grande parco nazionale del Regno Unito, con resti romani, castelli e villaggi. Rinomata zona turistica è la Cornovaglia, con spiagge sabbiose e alte scogliere; tipiche sono le colline nella brughiera, vasta zona priva di alberi (per il forte vento e per l’arido terreno), dove cresce una bassa vegetazione (brugo, erica e ginestra). NATURA: il Regno Unito ha un’antica tradizione turistica, differenziata tra le 4 nazioni 6 Galles - castello Strada del Gigante Cornovaglia

7 ARTE E CULTURA Geografia Turistica 7 SCOZIA: nelle Terre alte ci sono i cairns, tumuli funerari in pietra di importanti personaggi di 5000 anni fa. Edimburgo è stata capitale della Scozia dal 1482: famoso è il castello (XI sec.) costruito su un colle vulcanico. Edimburgo è sede di un famoso festival internazionale di teatro, che si svolge ogni estate dal GALLES: è la terra dei grandi castelli, costruito dal Trecento dagli Inglesi per sottomettere i gallesi. Ci sono più di 200 castelli, visitabili dai turisti. Il capoluogo del Galles è Cardiff, nelle cui vicinanze c’è il castello di Caerphilly, per dimensioni il 3° del Paese (Windsor e Dover). IRLANDA DEL NORD: la capitale è Belfast, con castello anglo-normanno. Negli anni Settanta a Belfast e a Londonderry sono avvenuti molti attentati terroristici da parte dell’IRA (scontri tra minoranza di cattolici e protestanti). Le popolazioni del Galles, Irlanda del Nord e Scozia discendono dai Celti, per cui ancora oggi, oltre al’inglese, parlano anche il gaelico. Edimburgo castello di Caerphilly Belfast

8 ARTE E CULTURA Geografia Turistica 8 INGHILTERRA: è il cuore economico e politico del Regno Unito. Londra, capitale, è la città più grande d’Europa. La città di Bath (vicino Bristol) è dai tempi dei Romani (bath deriva dal latino bagni) un’importante stazione termale inglese, le uniche naturali in Inghilterra (Patrimonio UNESCO). Altro sito UNESCO è il complesso megalitico di Stonehenge (II millennio aC) vicino a Salisbury. Altre città importanti dal punto di vista turistico: Chester, Salisbury, Canterbury, York, Oxford, Cambridge. Al confine con la Scozia vi è il Vallo di Adriano: muraglia di pietra di 117 km di lunghezza, costruita dall’imperatore Adriano tra il 122 e il 127 per proteggere i territori conquistati. Il muro era scandito da 80 fortini e 320 torri di guardia disposti a intervalli regolari. Città termale di BathStonehenge Vallo di Adriano

9 LONDRA Geografia Turistica 9 Londra è un'area amministrativa inglese di circa 8 milioni di abitanti. Capitale e maggiore città del Regno Unito e dell'Inghilterra, è situata nella parte meridionale della Gran Bretagna. Metropoli multietnica, è una città che ha enorme influenza nel mondo. Londra è la prima piazza borsistica del mondo e possiede il più elevato PIL fra le città europee, ed il quinto al mondo. I suoi 5 aeroporti internazionali ne fanno il più grande snodo del traffico aereo globale; è anche sede del più antico sistema di metropolitana del mondo, la London Underground. Londra è stata la capitale indiscussa dell'Impero Britannico, e quindi meta di flussi migratori durante e soprattutto dopo l'era coloniale. Londra è la città più popolosa dell'Unione europea;l'area metropolitana conta oltre 12 milioni di residenti e si estende per svariate decine di chilometri lungo la valle del Tamigi, fino al suo enorme estuario. Molti degli abitanti provengono dall'estero o sono di origine straniera: Londra risulta così una delle città più cosmopolite del mondo. È la città più visitata al mondo dal turismo internazionale. A Londra risiede stabilmente il monarca del Regno Unito presso Buckingham Palace ed il parlamento; il primo ministro occupa l'abitazione a 10 Downing Street. Trafalgar square Buckingham Palace10 Downing Street

10 LE COLONIE INGLESI Geografia Turistica 10 L'Impero Britannico fu il più vasto Impero nella storia dell'uomo; nel 1921 dominava su una popolazione di oltre 500 milioni di persone (circa un quarto della popolazione mondiale). Si estendeva su tutti e 5 i Continenti, dal Canada alla Guyana, dall'Egitto al Sud Africa, dall'India all'Australia; controllava territori ricchissimi di materie prime, e ciò permise al Regno Unito di diventare la più grande potenza economico-militare del pianeta per quasi cento anni. L'Impero Britannico si formò in 300 anni, attraverso una serie di fasi di espansione tramite il commercio, la colonizzazione o la conquista, alternate con fasi di diplomazia pacifica e commercio o da contrazione dell'Impero. I suoi territori si trovavano in ogni continente e in ogni Oceano, e fu spesso accostato all'Impero Spagnolo, sul quale "non tramontava mai il sole". Esso andò gradualmente ad essere smantellato dopo la seconda metà degli anni cinquanta; il primo duro colpo per la potenza imperiale britannica, però, fu nel 1947, con la concessione dell'indipendenza all'India. Convenzionalmente, però, la fine "ufficiale" dell'Impero Britannico avvenne il 1º luglio 1997, giorno in cui Hong Kong, l'ultimo grande possedimento britannico in Asia, fu restituito alla Cina. Impero Britannico nel corso dei secoli

11 COMMONWEALTH Geografia Turistica 11 Al culmine del suo potere (1945) l’Impero britannico includeva un quarto delle terre emerse e della popolazione mondiale. Grazie a un processo di decolonizzazione abbastanza pacifico, il Regno Unito ha mantenuto relazioni strette con le antiche colonie, molte delle quali si sono associate nel Commonwealth (Benessere Comune). Questo organismo, fondato ufficialmente nel 1931 con lo scopo di promuovere la cooperazione economica, politica e sociale tra i paesi membri, raggruppa oggi circa 50 paesi indipendenti e permette la circolazione delle merci a tariffe doganali ridotte.

12 CENNI STORICI SUL REGNO UNITO Geografia Turistica 12 Abitata fin dalla Preistoria, fu invasa dai Celti (VI sec. aC), poi dai Romani (55 dC). Per difendere i territori l’imperatore Adriano nel 122 fece costruire il Vallo di Adriano, che segna l’attuale confine con la Scozia. Si tratta di un muro di 117 km alto 4-5 metri, Patrimonio UNESCO. Il dominio romano durò fino al V sec. Poi l’isola fu invasa da popolazioni germaniche e scandinave, finchè nel 1066 i Normanni con Guglielmo il Conquistatore occuparono tutto l’arcipelago, instaurando una monarchia feudale. Il potere reale venne limitato nel XIII sec. quando il re Giovanni Senza Terra fu costretto a firmare la Magna Charta Libertatum (1215), che concesse il primo libero parlamento (1265). Nel 1534 re Enrico VIII sancisce, con l’Atto di supremazia, lo scisma dalla Chiesa di Roma, fondando la Chiesa Anglicana. A partire dal XVI sec. la Gran Bretagna fondò un grande impero coloniale, le cui ricchezze (materie prime) consentirono un grande sviluppo alla borghesia mercantile, dando origine alla prima rivoluzione industriale. Nel 1707 l’Inghilterra e la Scozia firmano l’Atto di Unione, con cui si costituisce il Regno Unito. Insieme con la Gran Bretagna l'Irlanda del Nord forma il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dal 1922, a seguito dell'indipendenza proclamata dalle 26 contee che ora formano la Repubblica d'Irlanda. Dopo la 2° guerra mondiale, le colonie conquistarono l’indipendenza e lentamente il Regno Unito perse il suo grande potere ottocentesco, sebbene conservi il diritto di veto nel Consiglio di sicurezza dell’ONU. Nel 1973 ha aderito all’Unione Europea (sebbene anche oggi continui ad avere un atteggiamento molto critico nei confronti del “progetto Europa”). Negli anni Scozia e Galles hanno avuto un’ampia autonomia politico-amministrativa, mentre in Ulster la situazione è stata molto grave per decenni: solo nel 2005 l’IRA (parte cattolica) ha deposto le armi.

13 ENRICO VIII e ELISABETTA I Geografia Turistica 13 Enrico VIII fu il secondo monarca della Dinastia Tudor succeduto al padre Enrico VII d'Inghilterra. Fu il fondatore della Chiesa Anglicana, nata in seguito allo scisma religioso, quindi alla separazione dalla Chiesa cattolica di Roma. Nei primi tempi fu un fiero oppositore delle teorie di Lutero, e per questo motivo ottenne da Papa Leone X Medici il titolo di Defensor Fidei, ossia "Difensore della fede", titolo che ancora oggi compare sulle monete inglesi con l'acronimo latino DEF. FID. Sposato sei volte e detentore di un potere assoluto incontrastato, segnò fortemente le vicende inglesi. Decretò lo scioglimento dei monasteri e l'unione dell'Inghilterra con il Galles. Elisabetta I fu regina d'Inghilterra e d'Irlanda dal 17 novembre 1558 fino alla sua morte (1603). Figlia di Enrico VIII e di Anna Bolena e talvolta chiamata la Regina Vergine, Elisabetta fu la quinta ed ultima monarca della dinastia Tudor e succedette alla sorellastra, Maria Tudor (figlia di Caterina d’Aragona). Il suo regno fu lungo e segnato da molti avvenimenti importanti. La sua politica di pieno sostegno alla Chiesa d'Inghilterra (Anglicana), dopo i tentativi di restaurazione cattolica da parte di Maria Tudor, provocò forti tensioni religiose nel regno e vi furono parecchi tentativi di congiure contro di lei, in cui fu coinvolta anche la cugina Maria Stuart che ella fece giustiziare. Coinvolta a più riprese nei conflitti religiosi della sua epoca, uscì vittoriosa dalla guerra contro la Spagna (Invencible Armada 1588); sempre durante il suo regno furono poste le basi della futura potenza commerciale e marittima della nazione ed iniziò la colonizzazione dell'America settentrionale. La sua epoca, denominata età elisabettiana, fu anche un periodo di straordinaria fioritura artistica e culturale: William Shakespeare e Francesco Bacone sono solo alcuni degli scrittori e pensatori che vissero durante il suo regno.

14 LA VIA FRANCIGENA Geografia Turistica 14 La Via Francigena che da Canterbury portava a Roma è un itinerario della storia, una via maestra percorsa in passato da migliaia di pellegrini in viaggio per Roma. Fu soprattutto all'inizio del secondo millennio che l'Europa fu percorsa da una moltitudine di anime "alla ricerca della Perduta Patria Celeste". Questa via attesta infatti l'importanza del pellegrinaggio in epoca medioevale: esso doveva compiersi prevalentemente a piedi (per ragioni penitenziali) con un percorso di kilometri al giorno e portava in sé un fondamentale aspetto devozionale: il pellegrinaggio ai Luoghi Santi della religione cristiana. È noto come tre fossero i poli di attrazione per questa umanità in cammino: innanzitutto Roma, luogo del martirio dei Santi Pietro e Paolo; Santiago de Compostela, dove l'apostolo San Giacomo aveva scelto di riposare in pace e Gerusalemme in Terra Santa. Il pellegrino inoltre non viaggiava isolato, ma in gruppo e portava le insegne del pellegrinaggio (la conchiglia per Santiago de Compostela, la croce per Gerusalemme, la chiave per San Pietro a Roma). Queste vie di pellegrinaggio erano allo stesso tempo vie di intensi scambi e commerci e le stesse venivano percorse dagli eserciti nei loro spostamenti. Sigerico, Arcivescovo di Canterbury, recandosi a Roma in visita al Papa Giovanni XV nel 990 d.c., segnò l'inizio della Via Francigena. Il viaggio è articolato in 79 tappe: da Canterbury, attraversando la Francia e la Svizzera, entra in Italia per giungere a Roma. Ha una lunghezza di 1800 Km. Tappe tra cui Reims, Losanna, Pavia, Parma, Siena, Viterbo

15 BRITISH MUSEUM Geografia Turistica 15 Il British Museum ("Museo Britannico") è uno dei più grandi ed importanti musei di storia del mondo. È stato fondato nel 1753 da sir Hans Sloane, un medico e scienziato che ha collezionato un patrimonio letterario ed artistico nel suo nucleo originario: la biblioteca di Montague House a Londra. Questa è stata acquistata dal governo britannico per ventimila sterline ed aperta al pubblico il 15 gennaio Il museo ospita 6 milioni di oggetti che testimoniano la storia e la cultura materiale dell'umanità dalle origini ad oggi, ma molti di questi sono ammassati negli scantinati per mancanza di spazio. All'inizio del XIX secolo iniziò ad aumentare l'interesse per le collezioni greche, romane ed egizie, che iniziarono a dominare gli spazi espositivi. Dopo la fine della Campagna d'Egitto guidata da Napoleone e la sconfitta francese nella battaglia del Nilo del 1801 il museo iniziò ad acquisire numerosi pezzi di scultura egiziana e nel 1802 re Giorgio III presentò la stele di Rosetta, chiave per la comprensione della scrittura geroglifica. Tra le straordinarie collezioni del British Museum le sculture del Partenone occupano sicuramente un posto di primo piano. Conosciute anche come Elgin Marbles, dal nome del collezionista e ambasciatore inglese, Lord Elgin, che per primo le acquistò dall’Impero Ottomano portandole in Inghilterra nei primi anni del XIX secolo.


Scaricare ppt "REGNO UNITO Geografia Turistica 1. 2 QUATTRO NAZIONI: Il Regno Unito comprende la Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) e la parte nord-orientale."

Presentazioni simili


Annunci Google