La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano CD didattico “MEDICINAdiMONTAGNA” a cura della Commissione Centrale Medica Testi e grafica Dr. C. Alessandro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano CD didattico “MEDICINAdiMONTAGNA” a cura della Commissione Centrale Medica Testi e grafica Dr. C. Alessandro."— Transcript della presentazione:

1 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano CD didattico “MEDICINAdiMONTAGNA” a cura della Commissione Centrale Medica Testi e grafica Dr. C. Alessandro Aversa Dr. Adriano Rinaldi alimentazione

2 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano “montagna” è una cima di 1000 m come un ”8000”“montagna” è una cima di 1000 m come un ”8000” frequentano la montagna:frequentano la montagna: –bambini, giovani, anziani –alpinisti improvvisati –alpinisti esperti ed allenati –soggetti in buona salute –soggetti con malattie acute e/o croniche MEDICINA DI MONTAGNA La “medicina di montagna” risponde alle esigenze igienico - sanitarie di ognuno di essi alimentazione

3 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano alimentazione alimentazione in alta quota

4 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano in alta quota e sotto sforzo si verifica un calo del peso dovuto a grande perdita di liquidigrande perdita di liquidi scarsa varietà del ciboscarsa varietà del cibo aumento metabolismo basaleaumento metabolismo basale sforzo fisico continuativosforzo fisico continuativo fabbisogno medio giornaliero : Kcal alimentazione

5 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano carboidrati una dieta ad alto contenuto di carboidrati è in grado di mantenere lo stato nutrizionale, il livello di performance e favorire la ventilazioneuna dieta ad alto contenuto di carboidrati è in grado di mantenere lo stato nutrizionale, il livello di performance e favorire la ventilazione gusto non sempre graditogusto non sempre gradito possibili disturbi gastrointestinalipossibili disturbi gastrointestinali grande volume di stoccaggiogrande volume di stoccaggio verosimilmente la quota non provoca modifiche sostanziali dell’assorbimento dei carboidrativerosimilmente la quota non provoca modifiche sostanziali dell’assorbimento dei carboidrati alimentazione

6 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano rallentano notevolmente lo svuotamento gastrico (fino a ore per il processo digestivo)rallentano notevolmente lo svuotamento gastrico (fino a ore per il processo digestivo) l’allenamento di resistenza aumenta la capacità di utilizzare i lipidi come sorgente energetica da parte del muscolol’allenamento di resistenza aumenta la capacità di utilizzare i lipidi come sorgente energetica da parte del muscolo l’organismo possiede una quantità di grasso di deposito sufficiente a coprire la maggior parte delle esigenze energetichel’organismo possiede una quantità di grasso di deposito sufficiente a coprire la maggior parte delle esigenze energetiche alimentazione lipidi

7 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano assorbite e digerite normalmente almeno fino a 5000 massorbite e digerite normalmente almeno fino a 5000 m in caso di supplementazione utilizzare fonti di proteine di facile digestione e povere di grassi, quali proteine e idrolisati del latte, proteine della soia o caseinatiin caso di supplementazione utilizzare fonti di proteine di facile digestione e povere di grassi, quali proteine e idrolisati del latte, proteine della soia o caseinati alimentazione proteine

8 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano le perdite di acqua possono aumentare sia per l’aumentata diuresi durante l’acclimatazione sia per l’aumento della ventilazione polmonare in ambiente secco e freddo rischi della disidratazione: affaticamento precoce, congelamento, trombosirischi della disidratazione: affaticamento precoce, congelamento, trombosi l’aumento dell’assunzione di liquidi riduce il rischio di mal di montagna acutol’aumento dell’assunzione di liquidi riduce il rischio di mal di montagna acuto alimentazione acqua ed elettroliti

9 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano per il reintegro delle perdite saline non sono generalmente necessari gli integratori; possono essere sufficienti brodo salato, minestrone di verdura o simili (con il primo pasto dopo lo sforzo)per il reintegro delle perdite saline non sono generalmente necessari gli integratori; possono essere sufficienti brodo salato, minestrone di verdura o simili (con il primo pasto dopo lo sforzo) integratori contenenti glucosio sono da preferire perché favoriscono anche l’assorbimento dei saliintegratori contenenti glucosio sono da preferire perché favoriscono anche l’assorbimento dei sali la disidratazione, assieme all’esaurimento del glicogeno, è la principale responsabile della sensazione di fatica! alimentazione acqua ed elettroliti

10 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano spesso nelle spedizioni le quantità giornaliere raccomandate non vengono fornite con la dieta nemmeno al campo base utilizzare integratori specifici alimentazione vitamine e micronutrienti

11 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano adeguato apporto idrico, liquidi zuccheratiadeguato apporto idrico, liquidi zuccherati carboidrati prima, durante e dopo lo sforzocarboidrati prima, durante e dopo lo sforzo  zuccheri, eventuale  proteine, eventuale  grassi  zuccheri, eventuale  proteine, eventuale  grassi vitamine: utili integratori polivitaminicivitamine: utili integratori polivitaminici alimentazione per spedizioni alimentazione

12 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano Molti alpinisti credono scorrettamente di poter migliorare il loro scadente livello di fitness assumendo i cosiddetti “integratori”, bevande energetiche o persino farmaci Questo non funziona mai ! La nutrizione non crea performance UIAA recommendation nr raccomandazioni UIAA alimentazione

13 Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano parole d’ordine mangiare poco e spesso (massimo ogni 2 ore)mangiare poco e spesso (massimo ogni 2 ore) carboidrati e non grassicarboidrati e non grassi bere, bere, bere, anche se non si ha sete!bere, bere, bere, anche se non si ha sete! alimentazione


Scaricare ppt "Commissione Centrale Medica Club Alpino Italiano CD didattico “MEDICINAdiMONTAGNA” a cura della Commissione Centrale Medica Testi e grafica Dr. C. Alessandro."

Presentazioni simili


Annunci Google