La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Vigilanza e controllo SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole M8 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Vigilanza e controllo SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole M8 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art."— Transcript della presentazione:

1 Vigilanza e controllo SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole M8 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art. 37) E ACCORDO STATO-REGIONI 21/12/2011

2 D.Lgs. 81/08 art. 19 – Obblighi del preposto (estratto) Sovrintendere e vigilare sull’osservanza da parte dei lavoratori dei loro obblighi, nonché delle disposizioni aziendali in materia di sicurezza e uso dei dispositivi di protezione collettivi e individuali e in caso di persistenza delle inosservanze informare i loro diretti superiori Studenti Art. 20 Regolamento lab. Procedure DVR Circolari DS Regolamento lab. DVR Nota sul Registro di classe e informare il DS SiRVeSS

3 SORVEGLIARE E CONTROLLARE CHI? QUANDO? COME? SiRVeSS

4 SORVEGLIARE E CONTROLLARE CHI?PREPOSTO (TECNICO DI LAB.?) QUANDO?DURANTE LE ESERCITAZIONI COME?PROCEDURE DI LAVORO SiRVeSS

5 SORVEGLIARE E CONTROLLARE COME? Una procedura è essenzialmente la descrizione di un elenco ordinato cronologicamente di azioni elementari che devono essere svolte da più soggetti che interagiscono tra loro nell’effettuare una certa attività complessa Questa descrizione accompagnata da precise istruzioni in merito SiRVeSS

6 SORVEGLIARE E CONTROLLARE COME? Mentre il lavoro svolto da un’unica persona può essere supportato da semplici istruzioni (anche scritte), il termine procedura si adatta meglio ai casi in cui diverse persone siano chiamate (o costrette) ad interagire tra loro e, in particolare, a quei casi in cui il rischio nasca proprio da un possibile difetto (comunicativo o organizzativo) insito nella loro interazione o da un problema di comportamento SiRVeSS

7 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI PREMESSA L’attività del progettare non è solo legata all’ideazione di strutture, macchine, apparecchiature, impianti, circuiti, ecc. Progettare significa anche: allestire un posto di lavoro scegliere una macchina stabilire un ciclo di lavoro SiRVeSS

8 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI PREMESSA Analisi del processo lavorativo Individuazione degli elementi critici Gerarchizzazione degli elementi critici Individuazione delle misure alternative e delle risorse necessarie Verifica delle soluzioni adottate ed eventuale rimodulazione SiRVeSS

9 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI IL METODO DELLE C.O. L’analisi del lavoro proposta con il metodo delle congruenze organizzative (C.O.) si basa sulla definizione puntuale ed il confronto critico tra: i compiti assegnati ai vari soggetti lo svolgimento di tali compiti le conoscenze tecniche dei soggetti coinvolti SiRVeSS

10 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI COMPITI Processo Fasi principali Compiti Azioni Sviluppo del processo Compiti/azioni in serie Compiti/azioni in parallelo Azioni tecniche messe in atto Governo Verifica Regolazione SiRVeSS

11 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI SVOLGIMENTO DEI COMPITI A chi sono attribuite le azioni Dove si svolgono Quando si svolgono Per quanto tempo si svolgono Come si svolgono Mezzi (macchine, apparecchiature) Strumenti (attrezzature) DPI Che livello di manutenzione sottendono Che comunicazioni richiedono Perché (con quale coinvolgimento e motivazione) SiRVeSS

12 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI CONOSCENZE TECNICHE Sull’oggetto della lavorazione Sui mezzi impiegati (macchine, attrezzature, DPI, comunicazioni) Sul processo complessivo SiRVeSS

13 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI Esempio: Scheda di acquisizione informazioni per l’analisi delle lavorazioni Specializzazione: ELETTROTECNCA E AUTOMAZIONE Materia: ELETTROTECNICA Lavorazione: MISURA DI POTENZA MEDIANTE ARON Obiettivo della lavorazione: MISURARE LA POTENZA ATTIVA ASSORBITA A VUOTO DA UN MOTORE ASINCRONO TRIFASE Ambienti coinvolti: LABORATORIO MISIURE ELETTRICHE Orario e turni: – Tempo complessivo: 30 minuti SiRVeSS

14 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI Scheda di valutazione (parte)

15 LABORATORIO DI ELETTROTECNICA PROCEDURA 1 MISURE SU MACCHINE ELETTRICHE AL BANCO PROVA CON TENSIONE NOMINALE V ≥ 50 V La procedura si compone dei seguenti passi: Studente – trasporto della macchina elettrica (se mobile) vicino al banco prova Studente – trasporto degli strumenti di misura sul banco prova Studente – trasporto dei cavi di collegamento sul banco prova Studente – realizzazione del circuito di misura (sulla base dello schema preventivamente predisposto) Insegnante – controllo degli strumenti e dei cablaggi Insegnante – messa in tensione del banco prova Studente – messa in tensione del circuito di misura Studente – raccolta dei dati e delle informazioni necessarie alla stesura della relazione Studente – messa fuori tensione del circuito di misura Insegnante – messa fuori tensione del banco prova Studente – smontaggio dei cablaggi e riordino dei cavi di collegamento Studente – ricovero della macchina elettrica Studente – ricovero degli strumenti di misura In ogni momento dell’attività, si raccomanda a chiunque acceda a circuiti o collegamenti elettrici di accertarsi dell'assenza di tensione. SiRVeSS

16 LABORATORIO DI ELETTROTECNICA PROCEDURA 1 MISURE SU MACCHINE ELETTRICHE AL BANCO PROVA CON TENSIONE NOMINALE V ≥ 50 V Tutte le persone coinvolte (docenti teorici, I.T.P., tecnico di laboratorio e studenti) devono adottare le seguenti avvertenze per una corretta realizzazione della procedura e per una riduzione dei rischi specifici: Passi 1 e 12 – conservare le macchine elettriche da impiegare nelle esercitazioni sui ripiani più bassi a disposizione (a portata di mano) Passo 5 – l’insegnante deve verificare anche la corretta messa a terra della carcassa metallica della macchina in prova Passo 7 – gli studenti devono avvisare chi lavora allo stesso banco prova e chi può avvicinarsi al banco prova della presenza di tensione sui circuiti di misura Passo 8 – predisporre un riparo per la copertura di eventuali parti mobili; gli studenti devono avvisare chi lavora allo stesso banco prova e chi può avvicinarsi al banco prova della presenza di organi in movimento SiRVeSS

17 METODO PER L’ANALISI DELLE LAVORAZIONI La verifica delle soluzioni adottate è una fase indispensabile ed imprescindibile, di collegamento con la gestione della qualità, e richiede: VERIFICA DELLE SOLUZIONI ADOTTATE documentazione momento in-formativo periodo di prova strumenti di raccolta delle informazioni valutazione cui fa seguito: la validazione definitiva oppure il riesame SiRVeSS


Scaricare ppt "Vigilanza e controllo SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole M8 FORMAZIONE PARTICOLARE DEI PREPOSTI EX D.Lgs. 81/08 (art."

Presentazioni simili


Annunci Google