La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Evaluating the employment impact of hiring incentives in Italy Incontro di avvio Pilot Projects to carry out ESF related Counterfactual Impact Evaluations.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Evaluating the employment impact of hiring incentives in Italy Incontro di avvio Pilot Projects to carry out ESF related Counterfactual Impact Evaluations."— Transcript della presentazione:

1 Evaluating the employment impact of hiring incentives in Italy Incontro di avvio Pilot Projects to carry out ESF related Counterfactual Impact Evaluations Roma, 22 maggio

2 Descrizione del progetto Progetto pilota per valutare l’impatto sull’occupazione di diverse misure co-finanziate con FSE in tre regioni italiane Coordinatore: Fondazione G. Brodolini Partners: Autorità di gestione FSE Calabria, Marche e Umbria Durata: 12 mesi (26 marzo 2014 – 25 marzo 2015)

3 Descrizione del progetto Svolgere analisi di tipo controfattuale per stimare l’impatto di diverse misure per : – Promuovere la creazione di nuove posti di lavoro in Calabria – Aumentare la quota di occupati con contratti a tempo indeterminato sul totale degli occupati nelle Marche e in Umbria e, così facendo, rafforzare la cultura della valutazione presso le amministrazioni regionali La valutazione di queste misure è importante per diverse ragioni: 1.In primo luogo entrambe le tipologie di intervento sono al centro di un acceso dibattito sulle politiche per la creazione di nuova occupazione e per stimolare la domanda di lavoro (misure simili sono state adottate anche a livello nazionale) 2.Secondariamente, l’impatto di questo tipo di misure sul comportamento dei datori di lavoro è messo in discussione nel dibattito accademico e di policy: le due principali critiche sono: i) gli incentivi sono “solo” un premio per decisioni che sarebbero state prese comunque (anche in assenza della misura), e ii) il fenomeno dello “spiazzamento” (crowding out) secondo cui le imprese orientano le loro scelte di assunzione verso alcune tipologie di lavoratore, o modificano la tempisitica delle loro decisioni di assuzione (spiazzamento temporale) senza generare occupazione aggiuntiva o crescita di forme di lavoro stabili 3.Infine, vi è scarsa evidenza empirica circa gli effetti di questo tipo di misure

4 Interventi oggetto di valutazione CALABRIA: incentivi per i datori di lavoro che assumono lavoratori svantaggiati o molto svantaggiati (ex Reg. EU 800/2008) e lavoratori disabili (L.68/1999) che risiedono nel territorio regionale  € 30 mln sull’Asse II FSE “Occupabilità”  Condizioni di eliggibilità: il datore di lavoro deve aumentare la base occupazionale  Contributi: dal 50 al 75% dei costi totali del lavoro per un periodo dai 12 ai 36 mesi

5 Interventi oggetto di valutazione MARCHE: incentivi per i datori di lavoro regionali che assumono con contratti a tempo indeterminato fino a 3 persone precedentemente in possesso di un contratto atipico o a tempo determinato  € 2,1 mln in 2011 e 2,8 mln 2012 sull’Asse II FSE “occupabilità”  Contributo massimo : € per lavoratori assunti con contratto a tempo pieno (proporzionalmente ridotto per lavoratori part-time)

6 Interventi oggetto della valutazione UMBRIA: contributi per datori di lavoro che: (i) Trasformano contratti atipici/tempo determinato in contratti a tempo indeterminato; (ii) Assumono lavoratori non occupati che precedentemente erano in possesso di contratti a tempo determinato.  per ragioni di fattibilità solo gli interventi al punto (i) saranno valutati  La misura è stata finanziata all’interno dell’asse I “adattabilità” del FSE per un valore di € 3,3 mln  la conversione di ogni contratto dà diritto a un contributo fino a € a favore del datore di lavoro

7 Approccio metodologico La valutazione di impatto controfattuale permette di isolare e misurare l’impatto netto di una misura/politica Confrontare i risultati presso un gruppo di beneficiari e di non-beneficiari (“gruppo di controllo”) Questione metodologica: come si costruisce il gruppo di controllo?  In linea di principio è composto da imprese che non hanno usufruito degli incentivi e hanno caratteristiche simili a quelle delle imprese che ne hanno usufruito  Il coordinatore si avvarrà del supporto metodologico del Centre for Research on Impact Evaluation (CRIE) della Commissione Europea per scegliere le metodologie più appropriate alla luce della disponibilità dei dati e la scelta del gruppo di controllo

8 Approccio metodologico Due alternative a seconda del numero di imprese che sono state escluse dalla misure e che potrebbero costituire il gruppo di controllo:  Scenario A: le imprese escluse sono adatte a fare parte del GdC  GdC: imprese escluse  Metodo della Differenza nella differenza combinato con il Propensity Score Matching (PSM)  Scenario B: le imprese escluse non sono adatte a fare parte del GdC  il GdC è selezionato secondo il metodo del PSM (GdC = le imprese non beneficiarie selezionate in base ad alcune caratteristiche osservabili e percorsi di assunzione il più possibile simili a quelle delle imprese beneficiarie  Propensity Score Matching in tutte le regioni

9 Approccio metodologico I dati per l’analisi saranno ottenuti unendo – tramite il codice fiscale – il database delle Comunicazioni Obbligatorie con i dataset regionali amministrativi sulle imprese che hanno (e, se possibile, non hanno) beneficiato dei contributi Il database delle CO – Copre tutte le variazioni contrattuali (assunzioni, ma anche rinnovi contrattuali e interruzioni) per tutte le regioni a partire dall’aprile 2008; – Fornisce un set di dati ampio e dettagliato sulle caratteristiche dei contratti interessati dalle CO (tipologia, data di inizio e fine, professione fino al terzo digit della classificazione ISCO-2008), delle imprese (localizzazione provinciale e settore di attività fino al quinto digit della classificazione Nace rev. 2), e del lavoratore (genere, età, luogo di nascita e residenza, titolo di studio)

10 Stato di avanzamento delle attività Fase1 Mobilizzazione dei partner Partecipazione a un incontro di presentazione con la Commissione Europea in data 7 maggio 2014 Raccolta e trasferimento dati: identificazione delle informazioni rilevanti, reperibilità e usabilità per ogni regione (es. Liste beneficiari, dati sulle CO, ecc.) Progettazione del sito di progetto Kick-off meeting


Scaricare ppt "Evaluating the employment impact of hiring incentives in Italy Incontro di avvio Pilot Projects to carry out ESF related Counterfactual Impact Evaluations."

Presentazioni simili


Annunci Google