La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO. Sotto il profilo chimico è opportuno distinguere i pigmenti in organici e inorganici ORGANICI: composti da Carbonio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO. Sotto il profilo chimico è opportuno distinguere i pigmenti in organici e inorganici ORGANICI: composti da Carbonio."— Transcript della presentazione:

1 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO

2 Sotto il profilo chimico è opportuno distinguere i pigmenti in organici e inorganici ORGANICI: composti da Carbonio e Idrogeno INORGANICI: ossidi, carbonati, solfuri, solfati di vari metalli con struttura cristallina.

3 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Le principali proprietà che deve possedere un pigmento sono: - insolubilità nei solventi, - insolubilità nei leganti, - insolubilità nellacqua, - stabilità chimica. I pigmenti vengono a contatto con luce, aria, umidità, agenti inquinanti. Ad es. i pigmenti che contengono sostanze organiche sono meno stabili rispetto agli altri allazione della luce. Quelli inorganici possono essere soggetti a reazioni chimiche che li alterano o li degradano.

4 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO pigmenti gialli (cromati) verde (ox. di Cr) Laria contiene oltre allOssigeno altri agenti aggressivi come lacqua (umidità) e alcuni gas: CO 2 SO 3 H 2 S Lazione di questi agenti è però molto rallentata dalla presenza del legante pittorico che, avvolgendo ogni singola particella di pigmento, lo protegge dal contatto con questi agenti e lo separa dalle particelle degli altri pigmenti.

5 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO LOssigeno dellaria provoca soprattutto reazioni di ossidazione (perdita di elettroni) con conseguente trasformazione della natura del pigmento (es. il ferro si trasforma in ruggine) PbCO 3 ·Pb(OH) 2 PbO2 Carbonato basico di Pb (bianco) Biossido di Pb (marrone) Biacca PbCO 3 ·Pb(OH) 2 PbS Carbonato basico di Pb (bianco) Solfuro di Pb (nero)

6 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Azione di ossidi acidi: SO 2 e SO 3 anidride solforosa e anidride solforica SO H 2 O H 2 SO 4 a.solforica + 2 mol. acqua acido solforico viene dallinquinamento atmosferico CaCO 3 + H 2 SO 4 CaSO 4 · 2H 2 O + CO 2 CaCO 3 + H 2 SO 4 CaSO 4 · 2H 2 O + CO Solfatazione dei carbonati

7 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO In presenza di umidità 2CuCO 3 ·Cu(OH) 2 3 (CuCO 3 ·Cu(OH) 2 ) + CO2 Azzurrite Malachite (verde)

8 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Annerimento dellargento in atmosfera inquinata 2 Ag + H 2 S Ag 2 S + H 2 Solfuro di Argento (nero) Corrosione del Rame in atmosfera inquinata Cu +2SO 3 CuSO 4 + SO 2 Solfato di Rame (verde)

9 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Ossidazione del Ferro allaria umida 4Fe + 3O 2 + 6H 2 O 4Fe (OH) Decomposizione dei carbonati CaCO 3 CaO + CO 2 Scaldando a temperatura elevata il carbonato di Calcio esso si decompone formando ossido di Calcio e anidride carbonica che si libera in aria. Nella trattazione dei pigmenti che segue non si tiene conto della tecnica di esecuzione del dipinto >>>>>>>>>>>>>>>>

10 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Creta bianca * Bianco di Freeman # Creta bianca Bianco di Mulhauser # Bianco di corna di Cervo * Bianco DAmburgo # Bianco di gusci dostriche * Bianco di Venezia # Bianco di gusci duovo * Bianco Olandese # Bianco di marmo * Bianco di Bismuto Bianco dossa * Bianco di Stagno Calce Bianco di Bario Gesso Bianco di Zinco Bianco di Piombo # Litopone Bianco leggero Bianco di Titanio Bianco di Pattinson # Bianco d Antimonio Bianco di Piombo sublimato # * pigmenti composti da CaCO 3 6/26 Bianco di Piombo brevettato # # pigmenti contenenti Pb 9/26

11 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi: riconoscimento Creta bianca* CaCO 3 al 99 % Bianco di corna di Cervo* CaCO 3 + Ca 3 (PO 4 ) 2 Bianco di gusci dostriche* CaCO 3 Bianco di gusci duovo* CaCO 3 Bianco di marmo* CaCO 3 Bianco dossa* CaCO 3 + Ca 3 (PO 4 ) 2

12 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi: riconoscimento Bianco di Piombo # 2 Pb CO3·Pb(OH)2 Bianco di Pattinson # Ossicloruro di Pb Bianco di Piombo sublimato # PbSO Bianco di Piombo brevettato # PbSO 4 XIX sec. Bianco di Freeman # PbSO Bianco di Mulhauser # PbSO 4 Bianco DAmburgo # 2 BaSO4 + 2 Pb CO3·Pb(OH)2 2/1 Bianco di Venezia # BaSO4 + 2 Pb CO3·Pb(OH)2 1/1 Bianco Olandese # 3 BaSO4 + 2 Pb CO3·Pb(OH)2 3/1

13 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi: riconoscimento Bianco di Bismuto BiONO3 · H 2 O usato nella miniatura raramente Bianco di Stagno SnO 2 Bianco di Bario BaSO 4 Bianco di Zinco ZnO Litopone ZnS + BaSO 4 Bianco leggero AgNO 3 Bianco di Titanio TiO 2 Bianco d Antimonio Sb 2 O 3 + BaSO 4

14 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi: riconoscimento Alluminio idrato Al 2 O 3 · nH 2 O Bolo Bianco Al 2 O 3 · 2 SiO2 · 2H 2 O

15 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Autenticazione e datazione Le indagini condotte sul colore e sui materiali organici ed inorganici permettono di individuare la natura e la struttura della pellicola pittorica. Oltre a costituire un valido ausilio ai lavori di restauro esse consentono di far luce su alcuni aspetti delle tecniche di esecuzione e sullorigine dei materiali più o meno preziosi che erano a disposizione.

16 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Il bianco è stato da sempre prodotto artificialmente secondo tecniche che si sono evolute nel tempo, al passo con le conoscenze delle nuove tecnologie. La produzione principale la possiamo dividere in quattro filoni: - bianco di Piombo, prodotto fino al XX sec. - bianco di Bario, prodotto a partire dalla fine del bianco di Zinco, prodotto a partire dalla fine del Bianco di Titanio, prodotto a partire dal 1917.

17 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Biacca: 2PbCO 3 Pb(OH) 2 E il più importante. Il monopolio della produzione e utilizzo non si è interrotto fino al XX secolo con la scoperta degli Ossidi di Zinco e di Titanio. La biacca veniva impiegata su: - stoffe di lino e seta - tele - tavole. Tecniche: tempere, oli, raramente su pitture murarie.

18 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Biacca: 2PbCO 3 Pb(OH) 2 La preparazione del colore avveniva unendo il b.d.Pb in polvere a particolari leganti: - olio di lino* - olio di noce* (soprattutto nel Medioevo) - olio di papavero* (usato a partire dal 1700) - acqua - tuorlo duovo - colle animali (Cina e Giappone) - gomma arabica. * lolio vegetale per le sue caratteristiche essiccanti era il più usato

19 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Biacca: 2PbCO 3 Pb(OH) 2 La vernice: è stato provato* che il fenomeno dellessiccazione viene accelerato nel caso in cui lolio venga unito a composti metallici, in special modo a composti di Pb. Il prodotto essiccato presenta una pellicola superficiale molto resistente e più difficilmente diluibile in solventi organici molto stabile rispetto ad attacchi chimici. Questa è probabilmente una delle ragioni per cui i toni di colore, ottenuti mescolando altri pigmenti con il bianco di Pb, si mantengono in modo migliore e con un elevato potere coprente.

20 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Biacca: 2PbCO 3 Pb(OH) 2 La produzione Sebbene il carbonato basico di Pb in natura si trovi sotto forma di minerale, lIdrocerussite, il pigmento bianco è stato sempre prodotto artificialmente. Teofrasto, Plinio e Vitruvio ne descrivono la preparazione a partire dal Pb metallico. Le tecniche di produzione, usate fino ad oggi, non si differenziano molto fra di loro. >>>>>>>>>>>>>>>

21 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Biacca: 2PbCO 3 Pb(OH) 2 CO 2 Pb + CO 2 + vapori di acido acetico carbonato basico di Pb

22 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Biacca: 2PbCO 3 Pb(OH) 2 Il pigmento come tale è stabile chimicamente e non è influenzato dalla luce solare ma, se unito con acqua ed esposto in atmosfera contenente Solfuro di H 2, diventa nero (ritratti e miniature), se racchiuso in uno strato di olio si mantiene inalterato per secoli. La biacca ha un coefficiente di assorbimento bassissimo, cioè solo 9-13 mg di olio con 100 g di Biacca per ottenere una pasta morbida e coprente.

23 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi Biacca: 2PbCO 3 Pb(OH) 2 La produzione industriale della Biacca fa si che il pigmento porti con sé importanti informazioni sulle conoscenze e sulle tecniche metallurgiche nelle varie epoche. Il minerale grezzo al momento dellestrazione contiene molteplici impurezze; il modo in cui viene lavorato e purificato ne fa variare la qualità e la quantità.

24 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bianchi:archeometria Biacca: 2PbCO 3 Pb(OH) 2 Potendo misurare il tipo di impurezze e le loro concentrazioni, si ricavano informazioni che portano alla soluzione di problemi di grande importanza come: - la conoscenza della miniera di provenienza - lautentificazione - la datazione Recentemente, sfruttando tecniche nucleari, si è potuto studiare come le concentrazioni di alcuni elementi presenti in traccia nel b.d.Pb, (Ca, Ti, Fe, Ni, Cu, Zn, Mo, Ag, Sn, Ba) siano variate nel corso dei secoli; questo ha permesso di costruire la tabella di riferimento che consente la datazione di un quadro*.

25 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Tabella con le concentrazioni di alcuni elementi espresse in ppm * Lavoro pubblicato da J.P.W.Houtman e J. Turkstra (R.Campria, Kermes,annoV,n.13). PERIODO AgCrCuMnZn , * ,

26 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti neri: riconoscimento Nerofumo * Nero di manganese Nero di vite Nero di Prussia Nero davorio Nero di Persoz Nero dossa Nero Ebano Nero di carbone * Nero di Marte Grafite * Nero di Nocciolo * * pigmenti a base Carbonio 7/18 Nero di sughero * Nero di stampa * Nero di terra di campane Terra nera * Bitume Nero indiano

27 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti neri: riconoscimento mediante FT/IR Nerofumo * Nero di carbone * Nero di Nocciolo * Nero di stampa * Terra nera * Grafite * Nero di sughero *

28 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti neri: riconoscimento Nero di vite C + Sali di Na e K Nero davorio C + fosfato di Calcio + solfato di Calcio Nero dossa C + fosfato di Calcio + solfato di Calcio Nero di Marte FeO 2 Nero di Prussia Ferrocianuro ferrico Nero di Persoz Cromato di Rame Nero Ebano Nitrato di Rame Nero di terra di campane Bitume

29 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti rossi : riconoscimento CINABRO SCARLATTO DI COCCINIGLIA MINIOREALGAR BIXA ORELLANA TERRE ROSSE LEGNO DI CAMPEGGIO GARANZA SANDALO ROSSO KERMES VERMIGLIONE LACCA ROSSA LACCA DI COCCINIGLIA ORICELLO PORPORA DI CASSIUS SANGUE DI DRAGO ROSSO TURCO TORNASOLE ROSSO CROMO VERZINO ROSSO DI IODURO DI Hg COCCINIGLIA VERMIGLIONE DI ANTIMONIO ROSSO DI CADMIO ROSSO MAGENTA CARMINIO ARTIFICIALE

30 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti rossi ORGANICI : riconoscimento FT/IR GARANZA KERMES LACCA ROSSA ORICELLO SANGUE DI DRAGO TORNASOLE VERZINO COCCINIGLIA / LACCA DI COCCINIGLIA BIXA ORELLANA LEGNO DI CAMPEGGIO SANDALO ROSSO PORPORA DI CASSIUS ROSSO TURCO ROSSO MAGENTA CARMINIO ARTIFICIALE

31 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti rossi INORGANICI: riconoscimento CINABRO HgS MINIO Pb 3 O 4 / FeO 3 REALGAR AsS 2 (Bisolfuro di Arsenico TERRE ROSSE Fe 2 O 3 SCARLATTO DI COCCINIGLIA (Cloruro di Stagno + Cocc.) VERMIGLIONE HgS ROSSO CROMO PbCrO 4 · Pb (OH) 2 ROSSO DI IODURO DI MERCURIO HgI VERMIGLIONE DI ANTIMONIO Sb 2 S 2 ROSSO DI CADMIO CdS (Se) Solfoseniuro di Cd

32 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bruni : riconoscimento TERRA DI SIENA # TERRA DI COLONIA # * TERRA DOMBRA # ANNATTO * GALLE DI QUERCIA * BRUNO DI SEPPIA * SOMMACO * BRUNO DI PRUSSIA # SCOTANO * ARANCIO DI CROMO # MARRONE FIORENTINO # ARANCIO DI CADMIO # BITUME * BRUNO DI MANGANESE # MUMMIA * ARANCIO DANTIMONIO # VETRIOLO BRUCIATO # ARANCIO DI MOLIBDENO # BRUNO DI MARTE # * ORGANICI 8/20 ARANCIO DI MARTE # # INORGANICI 12/20

33 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bruni ORGANICI GALLE DI QUERCIA * a base di tannino SOMMACO * a base di tannino SCOTANO * tannino + fisetina BRUNO DI SEPPIA * C 3 H 6 N 6 BITUME * dalla distillazione del petrolio MUMMIA * da mummie egiziane + resine + pece ANNATTO * bissina TERRA DI COLONIA # * torba + lignite terrosa e bituminosa + (Bruno Van Dyck) ossido di Fe + allumina + silice

34 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti bruni-arancio INORGANICI TERRA DI SIENA # Fe (OH) 3 + MnO 2 TERRA DOMBRA # Fe (OH) 3 + MnO 2 + Al 2 O 3 · SiO 2 · 2(H 2 O) BRUNO DI PRUSSIA # Fe 4 (FeCN 6 ) 3 Ferrocianuro ferrico ARANCIO DI CROMO # PbCrO4 · PbO MARRONE FIORENTINO # CuFe(CN) 6 · xH 2 O (tr.Mg,Al,K) ARANCIO DI CADMIO # CdS BRUNO DI MANGANESE # MnO 2 ARANCIO DANTIMONIO # Sb 2 S 3 · Sb 2 O 3 VETRIOLO BRUCIATO # FeSO 4 ARANCIO DI MOLIBDENO # 7PbCrO 4 · 2PbSO 4 · PbMoO 4 BRUNO DI MARTE # Ossido di Fe ARANCIO DI MARTE # Ossido di Fe

35 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO GIALLI OCRA GIALLA ORPIMENTO GIALLO DI OSSIDO DI PIOMBO GIALLO DI ANTIMONIO GIALLO DI PIOMBO E STAGNO CURCUMA GOMMA GUTTA ORO MUSIVO GRANI DI SPINCERVINO ERBA GUADA GIALLO DI MARTE GIALLO DI CROMO GIALLO DI CADMIO GIALLO DI ZINCO GIALLO DI COBALTO GIALLO DI BARIO GIALLO MINERALE GIALLO INDIANO GIALLO DI STRONZIO GIALLO DI BISMUTO GIALLO DI MOLIBDENO ALOE ZAFFERANO

36 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti gialli ORGANICI: CURCUMA C 21 H 20 O 6 (Curcumina) GOMMA GUTTA Resina + gomma + oli essenziali ERBA GUADA C 15 H 10 O 6 (Luteolina) ALOE acido aloetico ZAFFERANO C 20 H 24 O 4 GIALLO INDIANO Da urine di bovini nutriti con foglie di mango RAMNO Dalle bacche di ramno QUERCITRON Dalla corteccia di una specie di quercia GRANI DI SPINCERVINO C 16 H 12 O 7

37 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti gialli INORGANICI: OCRA GIALLA Fe(OH) 3 ORPIMENTO As 2 S 3 (Trisolfuro dArsenico) GIALLO DI OSSIDO DI PIOMBO PbO (Litargirio e Massicot) >>>>> GIALLO DI ANTIMONIO Pb 3 (SbO 4 ) 2 GIALLO DI PIOMBO E STAGNO Pb 2 SNO 4 - PbSn 2 SiO 7 (Giallorino) GIALLO DI CROMO PbCrO 4 GIALLO MINERALE PbCl 2 · 5PbO GIALLO DI MOLIBDENO PbCrO4 · 2PbMoO4 · 2PbSO4 GIALLO DI CADMIO CdS GIALLO DI ZINCO ZnCrO 4 GIALLO DI BARIO BaCrO 4 GIALLO DI STRONZIO SrCrO 4 GIALLO DI BISMUTO BiCrO4 GIALLO DI COBALTO CoK 3 (NO 2 ) 6 · H 2 O

38 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti gialli INORGANICI: Litargirio - giallo arancio Massicot – giallo arancio chiaro Costituiscono due forme allotropiche dell ossido di Piombo (PbO) - XRF portatile Nei dipinti su tela e su tavola la presenza di bianco di Pb è sistematica. Il più usato è la Biacca, da solo o con altri pigmenti per schiarire e modulare le campiture. Per tale motivo è problematico, se non impossibile, caratterizzare con questo tipo di indagine limpiego degli altri pigmenti per i quali il Pb è lunico elemento determinabile. Nello studio dei dipinti murali quando si riconosce il Pb si è in presenza, nelle maggioranza dei casi, di una stesura a secco.

39 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti gialli INORGANICI per manufatti di vetro Il Pb è presente in maniera quasi sistematica nei vetri antichi. Generalmente si tratta di impurezze trascurabili. In alcuni casi aggiunte intenzionali di composti di Pb (ossidi) erano eseguite per modificare le caratteristiche del vetro. Contenuti significativi di Pb in paste vitree e smalti gialli, verdi, arancioni sono dovuti alla presenza di opacizzanti quali lantimoniato di Pb o lo stannato di Pb. Cristallo=vetro al piombo ( già usato in Mesopotamia per la fabb. gemme art.) Test chimico: positivo se una goccia di acido fluoridrico+solfato di ammonio applicata su una piccola area provocherà una colorazione nerastra per formazione di solfato di Pb.

40 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti gialli INORGANICI per manufatti ceramici Il Pb si trova nei trattamenti esterni. Le vetrine trasparenti che ricoprono le ceramiche possono essere alcaline, piombiche o miste. Queste ultime due sono caratterizzate dalla presenza di Pb, sotto forma di silicati. Piombo e Antimonio in elevati contenuti caratterizzano le campiture gialle realizzate con antimoniato di piombo. Il riconoscimento in XRF portatile avviene solo attraverso Sb poiché il Pb è legato essenzialmente alla composizione della vetrina (trasparente, opaca con Sn).

41 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi VERDERAME VERDITER CHRYSOCOLLA TERRA VERDE ERBA RUTA SPINCERVINO ? GIGLI AZZURRINI ERBA MORELLA PRUGNOLA VETRIOLO ROMANO ERBA GUADA VERDE DI SHEELE VERDE DI PARIGI VERDE DI SCHWEINFURT VERDE DI BRUNSWICK VERDE COBALTO VERDE DI CROMO ANIDRO VERDE DI CROMO IDRATO VERDE CINABRIO VERDE DI HOOKER VERDE DI PORRO GRANI DI OLIVELLA >>>>>>>>>>> 1/2

42 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi VERDE ERBA ACQUA DI MARE FOGLIA DI MORA TENERA AGRIFOGLIO VERDE PRATO VAGELLO DI PASTELLO VERDE DI SASSONIA VERDE VERONESE VERDE DI TITANIO 2/2

43 XRF portatile LIMITAZIONI DELLA TECNICA XRF: non possono essere rilevati elementi con numero atomico Z < 15, cioè tutti quelli prima del P (questo esclude di osservare tutti i composti organici, Na, Al, Mg); non è possibile eseguire analisi quantitative; questa tecnica consente di individuare solamente gli elementi e non i composti cui essi appartengono. PSiNaMgAl C H LiNBeBOFNe He

44 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi a base di Cu: Il rame è presente come unico elemento pesante in tutta una serie di pigmenti verdi antichi e moderni, che pertanto non possono essere direttamente individuati con la sola XRF. Sulla base di questultima analisi si dovrà pertanto genericamente parlare di pigmenti verdi a base di Rame. MALACHITE CuCO3 · Cu(OH) 2 VERDERAME Cu(CH 3 COO) 2 · 2Cu(OH) 2 Acetato di Rame VERDERAME TRASPARENTE fusione a caldo del Verderame + Colofonia (Resinato di Rame) Cu(C 19 H 29 COO) 2 CHRYSOCOLLA CuSiO3 · nH 2 O

45 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi a base di Cu: ANTLERITE CuSO 4 · 2Cu(OH) 2 ATACAMITE Cu(OH)Cl · Cu(OH) 2 BORATO DI RAME Cu(BO 2 ) 2 BROCHANTITE CuSO 4 · 3Cu(OH) 2 CALCONATRONITE Na 2 Cu(CO 3 ) 2 · 3H 2 O CALUMETITE Cu(OH,Cl) 2 ·2H 2 O CRISOCOLLA CuSiO 3 ·2H 2 O CUPRO-NICOTIN-CIANURO CuCNS · C 16 H 14 N 2 · HCN CUPRO-NICOTIN-TIOCIANATO Cu(CN) 2 · C 16 H 14 N 2 · HCN GERHARDTITE Cu(NO 3 )(OH) ·Cu(OH) 2 MALACHITE CuCO 3 · Cu(OH) 2 PARATACAMITE Cu(OH)Cl ·Cu(OH) 2 PLANCHEITE Cu 8 (Si 4 O 11 ) 2 (OH) 4 · H 2 O PSEUDOMALACHITE Cu 3 (PO 4 ) 2 · 2Cu(OH) 2 · H 2 O RESINATO DI RAME Cu(C 19 H 29 COO) 2 1/2

46 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi a base di Cu : VERDE DI FTALOCIANINA C 32 Cl 16 N 8 Cu VERDITER CuCO 3 ·Cu(OH) 2 VERDIGRIS BASICO 2Cu(CH 3 COO) 2 ·Cu(OH) 2 ·5H 2 O VERDIGRIS NEUTRO Cu(CH 3 COO) 2 ·H 2 O VERDE DI SCHEELE CuHAsO 4 VERDE DI SCHWEINFURT Cu (CH 3 COO) 2 · 3 Cu(AsO 2 ) 2 Cu-WOLLASTONITE (Cu, Ca)SiO 3 TIROLITE Ca 2 Cu 9 (AsO 4 ) 4 (OH) 10 ·10H 2 O 2/2

47 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi a base di Cu + S : ANTLERITE CuSO 4 · 2Cu(OH) 2 BROCHANTITE CuSO 4 · 3Cu(OH) 2 CUPRO-NICOTIN-CIANURO CuCNS · C 16 H 14 N 2 · HCN BONATTITE CuSO4 · 3 H 2 O

48 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi a base di Cu + Cl : ATACAMITE Cu(OH)Cl · Cu(OH) 2 VERDE DI FTALOCIANINA C 32 Cl 16 N 8 Cu CALUMETITE Cu(OH,Cl) 2 ·2H 2 O

49 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi a base di Cu+C+N: CUPRO-NICOTIN-CIANURO CuCNS · C 16 H 14 N 2 · HCN CUPRO-NICOTIN-TIOCIANATO Cu(CN) 2 · C 16 H 14 N 2 · HCN GERHARDTITE Cu(NO 3 )(OH) ·Cu(OH) 2

50 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi a base di Cu+Si: CRISOCOLLA CuSiO 3 ·2H 2 O PLANCHEITE Cu 8 (Si 4 O 11 ) 2 (OH) 4 · H 2 O Pigmenti verdi a base di Cu+Si+Ca: Cu-WOLLASTONITE (Cu, Ca) SiO 3

51 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti verdi a base di Cu+As: VERDE DI SCHEELE CuHAsO 4 VERDE DI SCHWEINFURT Cu (CH 3 COO) 2 · 3 Cu(AsO 2 ) 2 Pigmenti verdi a base di Cu + As + Ca: TIROLITE Ca 2 Cu 9 (AsO 4 ) 4 (OH) 10 ·10H 2 O

52 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri: AZZURRITE BLU DI MANGANESE LAPISLAZULI BLU DI FTALOCIANINA OLTREMARE ARTIFICIALE GUADO SMALTINO SAMBUCO BLU DI COBALTO MIRTILLO BLU CERULEO VIOLETTE BLU DI PRUSSIA ONTANO INDACO FIORDALISO BLU BICE BLU DI CROMO BLU EGIZIANO BLU DI WOLFRAMIO BLU MAYA BLU DI THESSIE BLU DI MOLIBDENO BLU DI BREMA

53 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri INORGANICI: AZZURRITE Cu 3 (CO 3 ) 2 · (OH) 2 LAPISLAZULI 3Na 2 O · 3Al 2 O 3 · 6SiO 2 · 2Na 2 S (Oltremare naturale) SMALTINO Vetro di K + ossidi di Ba,Ca,Cu,Fe,Mg,Na BLU DI MANGANESE BaMnO 4 · BaSO 4 OLTREMARE ARTIFICIALE 3Na 2 O · 3Al 2 O 3 · 6SiO 2 · 2Na 2 S BLU DI COBALTO CoO · Al 2 O 3 BLU CERULEO CoO · nSnO 2 BLU DI PRUSSIA Fe 4 [Fe(CN) 6 ] 3 CUMENGEITE Pb 4 Cu 4 Cl 8 (OH) 8 · H 2 O 1/2

54 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri INORGANICI: BLU DI CROMO cromato potassico+fluorite+acido silicico BLU EGIZIANO CaO.CuO.4SiO 2 BLU DI WOLFRAMIO W 2 O 5 BLU MAYA Silicato Al, Ca, Fe, K, Mg BLU DI THESSIE Tungstato di Stagno BLU DI MOLIBDENO Molibdato di Stagno + ossido molibdeno BLU DI BREMA CuH 2 O 2 BLU BICE Carbonato basico di Rame HAN BLUE BaCuSi 4 O 10 AZZURRO DI FTALOCIANINA C 32 H 4 N 8 Br 4 Cl 8 Cu 2/2

55 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri INORGANICI a base Cu: AZZURRITE Cu 3 (CO 3 ) 2 · (OH) 2 AZZURRO DI BREMA Cu(OH) 2 BLU VERDITER 2CuCO 3 · Cu(OH) 2 COVELLITE CuS LANGITE CuSO 4 · 3Cu(OH) 2 · H 2 O POSNJAKITE CuSO 4 · 3Cu(OH) 2 · H 2 O SOLFATO DI RAME ANIDRO CuSO 4 TURCHESE CuAl 6 (PO 4 ) 4 (OH) 8 · 4H 2 O VERDIGRIS (ac.to basico) 2Cu(CH 3 COO) 2 · Cu(OH) 2 ·5H 2 O

56 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri INORGANICI a base Cu+Ba: HAN BLUE BaCuSi 4 O 10 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri ORGANICI a base Cu+Br : AZZURRO DI FTALOCIANINA C 32 H 4 N 8 Br 4 Cl 8 Cu (PG 36, 2Y) AZZURRO DI FTALOCIANINA C 32 H 4 N 8 Br 6 Cl 8 Cu (PG 36, 3Y) AZZURRO DI FTALOCIANINA C 32 H 5 N 8 Br 9 Cl 2 Cu (PG 36, 6Y)

57 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri INORGANICI a base Cu+Ca : BLU EGIZIANO CaO · CuO · 4SiO 2 MINERAL BLU 3CuSO 4 · 2CaSO 4 SAMPLEITE NaCaCu 5 (PO4) 4 Cl · 5H 2 O

58 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri INORGANICI a base Cu+Sn : STANNATO DI RAME CuSnO 3 · nH 2 O

59 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti azzurri ORGANICI: INDACO Indigofera tinctoria L. GUADO Isatis tinctoria SAMBUCO MIRTILLO VIOLETTE ONTANO FIORDALISO

60 PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO Pigmenti Violetti MANGANESE VIOLETTO (NH4)2Mn2(P2O7)2 COBALTO VIOLETTO CHIARO CO3(AsO4)2 COBALTO VIOLETTO SCURO CO3(PO4)2 VIOLETTO OLTREMARE 3Na 2 O · 3Al 2 O 3 · 6SiO 2 · 2Na 2 S VIOLETTO DI MARTE Ossido di Fe PORPORA ROSSA Cromato dArgento VIOLETTO DI STAGNO Ossido di Sn + Ossido di Cr VIOLETTO DI RAME Solfato di Rame ammoniacale + prussiato giallo BISSO Organico PORPORA DI VAN EYCK Lacca di Garanza* + vernice *= Alizarina + porporina

61 Molti argomenti, immagini e dati descritti prima, sono stati tratti liberamente e ampliati, arricchiti, modificati, riassunti dai seguenti testi e riviste: - Kermes, Il restauro della pietra, La chimica nel restauro, Fluorescenza XRF portatile applicata al riconoscimento dei pigmenti, Mineralogia (Carobbi), I pigmenti (Montagna), Le Scienze. Ringrazio pubblicamente il mio ex professore di chimica applicata ai restauri Dott. Giuseppe A. Fustaino che con il suo lavoro personale ha contribuito alla stesura di questo loavoro.


Scaricare ppt "PIGMENTI: RICONOSCIMENTO E DEGRADO. Sotto il profilo chimico è opportuno distinguere i pigmenti in organici e inorganici ORGANICI: composti da Carbonio."

Presentazioni simili


Annunci Google