La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto Autonomo Comprensivo “A. Manzoni” Dalle Scuole al Museo, Dal Museo alle Scuole Colomba Giuseppina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto Autonomo Comprensivo “A. Manzoni” Dalle Scuole al Museo, Dal Museo alle Scuole Colomba Giuseppina."— Transcript della presentazione:

1 Istituto Autonomo Comprensivo “A. Manzoni” Dalle Scuole al Museo, Dal Museo alle Scuole Colomba Giuseppina

2 Come… si faceva la pasta La pasta e il pane si facevano in casa, almeno una volta a settimana. Naturalmente, era compito della donna impastare la farina e poi con l’’ausilio della “ngegna” o “arbitrio” (macchina per la pasta)fare la pasta.

3 Come… si faceva la pasta Questo strumento aveva una cavità cilindrica in cui si sistemava l’impasto che veniva pressato con un coperchio a vite collegato ad una stanga di ferro fatta girare con forza dalle braccia della massaia.

4 La sistemazione della pasta A seconda dei dischi che si installavano chiamati “piatti” uscivano fuori diversi tipi di pasta,“tria”, “bucatini” e“spaghetti”. Man mano che fuoriusciva, la pasta veniva tagliata da appositi coltelli a lama lunga. Gli spaghetti si stendevano su delle canne sostenute da forche mentre la pasta di tipo corto si disponeva ad asciugare nella“ghistra" ricoperta da tovaglie di tela.

5 La conservazione della pasta La “ghistra”, era un contenitore realizzato con i gambi delle spighe cucite ed intrecciate tra di loro che manteneva il giusto grado di umidità per diversi giorni.

6 Come… si faceva il bucato I panni, si lavavano tutti a mano. La tinozza del bucato era la “pila” che poteva essere in legno o in pietra.

7 Come... si faceva il bucato I panni si strizzavano sullo “stricaturi” una tavoletta con delle scanalature di diverse misure che favorivano l’’eliminazione dello sporco dagli indumenti.

8 Come... si faceva il bucato Per lavare i panni, ma anche per le altre pulizie casalinghe, si usava la “liscìa”. Detersivo naturale che si otteneva facendo colare l’acqua mescolata a cenere di legno di vite con un apposito atrezzo chiamato “culaturi”.

9 Il ferro da stiro a carbone I panni asciutti, venivano stirati con un rudimentale ferro da stiro,realizzato in ferro massiccio che veniva immerso direttamente nella brace, sostituito in seguito dal “ferru a carvuni” (carbone).


Scaricare ppt "Istituto Autonomo Comprensivo “A. Manzoni” Dalle Scuole al Museo, Dal Museo alle Scuole Colomba Giuseppina."

Presentazioni simili


Annunci Google