La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Radio e comunicazioni CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Obiettivi della lezione: 1.Strumenti per comunicare; 2.Interlocutori; 3.Come/cosa/quando.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Radio e comunicazioni CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Obiettivi della lezione: 1.Strumenti per comunicare; 2.Interlocutori; 3.Come/cosa/quando."— Transcript della presentazione:

1 1 Radio e comunicazioni CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Obiettivi della lezione: 1.Strumenti per comunicare; 2.Interlocutori; 3.Come/cosa/quando comunicare.

2 2 Le onde radio CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Le comunicazioni via radio avvengono mediante onde elettromagnetiche L’onda radio, trasmessa dall’apparato, si diffonde nello spazio, trasportando a distanza l’informazione.

3 3 Le onde radio CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Frequenze radio nelle bande VHF ed UHF utilizzate per la segnalazione di un’emergenza da: -AERONAUTICA CIVILE: 121,50 MHz AM -AERONAUTICA MILITARE: 243,00 MHz FM -NAVIGAZIONE IN MARE E FLUVIALE: 156,80MHz FM (canale 16) (in Onda Corta 2182 KHz USB*) -VEICOLI E PERSONE SU TERRA: 406,00 MHz (EPIRB e SAR*) 406,025 MHz - 406,028 MHz FM -ARVA (dispositivi di radiolocalizzazione per escursionisti) : 457 KHz (analogica/digitale)

4 4 Le onde radio CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI QUANDO la comunicazione ordinaria non è possibile…

5 5 L’apparato ricetrasmittente CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI La batteria di ogni apparato ricetrasmittente permette il funzionamento di tutte le parti della radio. Il circuito trasmittente genera il segnale radio che si diffonde nello spazio attraverso l’antenna. Il circuito ricevente capta i segnali radio attraverso l’antenna, permettendo l’ascolto delle comunicazioni in corso. L’antenna è elemento indispensabile di qualsiasi apparato che utilizzi onde radio. L’antenna è fondamentale per la corretta trasmissione/ricezione dei segnali. L’antenna danneggiata o coperta da ostacoli non permette il corretto funzionamento dell’apparato radio.

6 6 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Dopo l’accensione una ricetrasmittente riceve le eventuali comunicazioni in corso. Se non ci sono comunicazioni la radio rimane in ricezione. Uno speciale silenziatore evita all’operatore l’ascolto del fastidioso fruscio di fondo. Il silenziatore fa ascoltare solo le comunicazioni quando ci sono, eliminando i disturbi. Come funziona una radio.

7 7 Il segnale radio CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

8 8 Copertura del territorio CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI La radio 1 trasmette una comunicazione: la radio 2 è vicina alla radio 1 quindi riceve correttamente; la radio 3 riceve male perché è coperta da un ostacolo (l’ostacolo attenua il segnale che si diffonde con potenza non sufficiente per una corretta ricezione); la radio 4 non riceve perché, oltre ad essere coperta, è troppo distante dalla radio 1 la cui potenza non è sufficiente.

9 9 Copertura del territorio CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

10 10 Il ponte ripetitore CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Se il territorio su cui si effettuano le comunicazioni è molto vasto, o molto irregolare (con molti ostacoli), si utilizza un ponte ripetitore. Il ponte ripetitore è composto di 2 parti: una ricevente ed una trasmittente. Tutto quanto ricevuto è istantaneamente trasmesso. Il ponte ripetitore è posizionato in luoghi elevati, così da essere lontano da ostacoli, per poter ricevere e trasmettere nelle migliori condizioni.

11 11 Il ponte ripetitore CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI La radio 1 trasmette sul canale del ponte ripetitore Il ripetitore, che è installato su una altura, non ha ostacoli e riceve chiaramente il segnale; Nello stesso istante in cui riceve il segnale dalla radio 1, il ponte ripetitore lo ritrasmette (lo “ripete”). Tutte le radio, anche se coperte o distanti dalla radio 1, ricevono un segnale potente: quello del ripetitore!

12 12 I canali C.R.I. CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

13 13 I canali C.R.I. CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

14 14 Riassumendo CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

15 15 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Riassumendo

16 16 Riassumendo CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

17 17 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Riassumendo

18 18 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

19 19 I codici identificativi CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Ogni radio della C.R.I. (fissa, veicolare, portatile), ha un proprio n. identificativo a 6 cifre, unico in tutta Italia Prime 2 cifre del CAP della Provincia di appartenenza. 0 = sedi fisse 1-6 = mezzi mobili 7 e 8= radio portatili 9 = codici speciali N. Progressivo della radio e del mezzo su cui si trova. Dal n. sopra indicato si può comprendere che la radio è: In provincia di Modena il cui CAP è 41100; Su un mezzo mobile (la terza cifra è 1).

20 20 I codici identificativi CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Tutte le radio visualizzano il proprio codice identificativo all’accensione. Al termine di ogni comunicazione, le radio trasmettono, in automatico, il proprio codice identificativo. 41MO Sui mezzi mobili i codici sono contenuti in appositi spazi

21 21 Chiamare via radio Chiamata vocale: CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Identificativo: nome della provincia seguito dalle ultime quattro cifre (due); Modena da Modena 50. In questo modo l’ambulanza sente che è destinatario della chiamata, presta attenzione alla comunicazione e sa che a chiamare è la sede di Carpi. AVANTI Modena 50 – (Modena in ASCOLTO). L’ambulanza comunica alla sede che è in ascolto. ATTENDI Modena 50 L’ambulanza comunica che è necessario differire la comunicazione. COMUNICAZIONE di Modena 50 RICEVUTO Modena 50 In questo modo è chiaro ad entrambi gli operatori che il messaggio è stato ricevuto in modo chiaro.

22 22 LA COMUNICAZIONE CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI CHIARE: Enfatizzare o gridare può solo peggiorare la comprensione del messaggio! Bisogna sempre ricordare che la radio è una “risorsa scarsa”, dove una sola conversazione è possibile. Per questo, le comunicazioni dovranno essere: PRIVACY: La radio va sempre considerata ascoltabile da terzi. PERTINENTI: Prima di trasmettere, PENSARE a ciò che si deve dire! BREVI: Solo UNO alla volta può parlare! ESAURIENTI: Chi Cosa Dove Quando Perché

23 23 Chiamare via radio CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Per formulare una domanda.Tempo stimato per l’arrivo in un determinato luogo. Per confermare la corretta ricezione del messaggio; Per concludere una conversazione.

24 24 Chiamare via radio CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Per rispondere Sì ad una domanda che ci viene posta. Per rispondere NO ad una domanda che ci viene posta. Per comunicare al corrispondente che può procedere con il messaggio. Per comunicare al corrispondente che deve attendere poiché si è occupati.

25 25 Alfabeto fonetico CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Alfabeto internazionale di tipo “fonetico” che associa ad ogni lettera una parola convenuta. E’ utile per rendere comprensibili nomi dalla pronuncia incerta.

26 26 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Chiamare via radio

27 27 La chiamata selettiva CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Sfruttando il n. identificativo di ogni radio, si può allertare una singola radio, in funzione sullo stesso canale, senza necessità di chiamarla “a voce”, con la chiamata “selettiva”. 1.Si compone sulla tastiera il n. della radio da allertare; 1.Si preme il pulsante di “chiamata selettiva” presente su ogni apparecchio, la radio emetterà una sequenza di toni musicali, simili a quelli del telefono, che servono per chiamare la radio desiderata. 1.La radio chiamata inizia a squillare e visualizza sullo schermo il n. della radio che ha inviato la chiamata; 1.La radio chiamata continua a squillare finché l’operatore non trasmette a voce, così da confermare il ricevimento dell’allerta ed ascoltare la comunicazione per la quale è stato allertato.

28 28 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

29 29 Codici assegnazione servizio utilizzati da CO 118 Codice VERDE: Intervento valutato NON CRITICO. Si definisce non critico un servizio che, con ragionevole certezza, non ha necessità di essere espletato in tempi brevi; Codice GIALLO: Intervento valutato MEDIAMENTE CRITICO che necessita di un soccorso immediato, un intervento non differibile; Codice GIALLO AUTORIZZATO: Intervento valutato MEDIAMENTE CRITICO ma che per distanza e/o dubbi, autorizza l’autista, in caso di necessità, ad utilizzare segnalatori luminosi ed acustici durante il percorso; Codice ROSSO: Intervento MOLTO CRITICO, è un intervento di EMERGENZA, se possibile è inviato il medico. CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI

30 30 Codice VERDE: Codice GIALLO: Codice GIALLO AUTORIZZATO: Codice ROSSO: CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI C01 Traumatica C02 Cardiocircolatoria C03 Respiratoria C04 Neurologica C05 Psichiatrica C06 Neoplastica C07 Tossicologica C08 Metabolica C09 Gastroenterologica C10 Urologica C11 Oculistica C12 Otorinolaringoiatrica C13 Dermatologica C14 Ostetrico-ginecologica C15 Infettiva C19 Altra patologia C20 Patologia non identificata S Strada P Esercizio Pubblico Y Impianto Sportivo K Casa L Impianto Lavoro Q Scuole Z Altri luoghi L’assegnazione di un servizio SIERRA CHARLIE UNO GIALLO corrisponde a? Codici assegnazione servizio utilizzati da CO 118

31 31 Codici di servizio utilizzati verso la CO 118 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Codici di rientro dal luogo dell’intevento Codice 1 Paziente da ospedalizzare non grave; Codice 2 Paziente da ospedalizzare grave; Codice 3 Paziente da ospedalizzare con estrema urgenza, con funzioni vitali compromesse; Codice 4 Paziente deceduto; Rifiuto di ricovero. MO Partita per il Giallo MO Sul posto MO Carica un codice ….. MO Finale il PS Carpi MO Rientra in codice 5 (mezzo operativo disponibile per altri servizi). MO In sede.

32 32 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI


Scaricare ppt "1 Radio e comunicazioni CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI CARPI Obiettivi della lezione: 1.Strumenti per comunicare; 2.Interlocutori; 3.Come/cosa/quando."

Presentazioni simili


Annunci Google