La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Collaborazione, cooperazione e formazione a distanza: opportunità e problematiche Pier Cesare Rivoltella, Università Cattolica di Milano Montesilvano,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Collaborazione, cooperazione e formazione a distanza: opportunità e problematiche Pier Cesare Rivoltella, Università Cattolica di Milano Montesilvano,"— Transcript della presentazione:

1 Collaborazione, cooperazione e formazione a distanza: opportunità e problematiche Pier Cesare Rivoltella, Università Cattolica di Milano Montesilvano, 26 gennaio 2005

2 Tradizionale F2F 100% online

3 Tradizionale F2F 100% online Chalk and talk PowerpointPpt Avvisi notes Ppt, CW Avvisi Notes forum Ppt, CW Avvisi Notes Forum Assignments On line Corsi “ibridi” Qualco sa on line, Il più, In aula Distribuzio ne dei carichi di lavoro tra on line e aula (50%) Attività on line fino al 70%

4 ScenarioSituazioneAzioniDidattica PRESENZA Aula fisicaEsposizionePer contenuti TELEDIDATTICAAula integrataMediazionePer problemi CORSO ON LINETerza aulaGestioneAutoistruzione GRUPPO VIRTUALE Quarta aulaComunicazioneCollaborativa COMMUNITYQuinta aulaPartecipazioneComunità di pratiche Assetto didattico

5 Access and motivation Settaggio del sistema Benvenuto e incoraggiamento Accesso Online socialization Spedire e ricevereFamiliarizzazione MessaggiIntroduzione di relazioni tra ambienti culturali, sociali e di di apprendimento Information exchange Ricerca e scambio di Facilitazione dei compiti InformazioniSupporto all’uso dei materiali di apprendimento Knowledge construction Discussione Facilitazione di processo Development Provvedere linkSupporto EsterniRisposta T a s s o d i i n t e r a t t i v i t à l e a r n i n g Supporto tecnicoE-moderating Presenza del moderatore

6 Il concetto di Web community Sociabilità densa Adesione spontanea e naturale Volontà di condividere esperienze in un gruppo di cui ci si sente organici Instabilità dei vincoli Mancanza di un territorio Prevalenza dell’individuo sul collettivo Assenza della comunicazione F2F Differenza di motivazione e scopi Gemeinshaft Gesellshaft Task Community Free Community Non territorio ma spazio semantico Dalla presenza fisica alla presenza fatica La valenza pragmatica del linguaggio e la scrittura emotiva Web Community

7 Apprendere in una Web Community comunità contesto usanze storia regole, leggicontesto attoreMediatoriartefatti [Jonassen, Land, 2000]

8 Collaborazione (shared mind) Cooperazione (Division of labour) discussione realizzazione Reciprocal teaching Seminario Consultaziione con esperti Coprogettazione on line Co-costruzione on line Jigsaw Ricerca-azione on line Co-costruzione on line

9 Tipi di Community Discourse Community Condividere interessi, obiettivi NetNewsgroups, MUDs Learning Community Lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni Mailing list, LMS Knowledge building Community Costruire conoscenza in modo collaborativo/cooperativo CSILE Practice Community Sviluppare relazioni di apprendimento, riflessione e produzione di conoscenza in ordine a una appartenenza professionale NetNews, NetGroups [Jonassen, Peck, Wilson, 1999]

10 In margine all’ipotesi di Jonassen… Il discorso gioca un ruolo centrale in ciascun tipo di comunità (Bereiter, 2002) Il discorso gioca un ruolo centrale in ciascun tipo di comunità (Bereiter, 2002) I diversi tipi di comunità si distinguono per il diverso uso del discorso che in esse viene fatto (si può discutere per criticare teorie o per crearne di nuove – Bereiter parla di “discorso progressista”) I diversi tipi di comunità si distinguono per il diverso uso del discorso che in esse viene fatto (si può discutere per criticare teorie o per crearne di nuove – Bereiter parla di “discorso progressista”) I diversi tipi di comunità si distinguono anche sulla base: I diversi tipi di comunità si distinguono anche sulla base: della loro genesi (top-down o bottom-up) della loro genesi (top-down o bottom-up) della loro modalità di lavoro (community WIG e BIG) della loro modalità di lavoro (community WIG e BIG) della loro modalità di gestione (community autonome ed eteronome) della loro modalità di gestione (community autonome ed eteronome)

11 … un quadro complesso [Jonassen, Peck, Wilson, 1999] Discourse Community Bottom up Top down WIGAutonoma Knowledge Building Community Bottom up Top down WIG, BIG AutonomaEteronoma Learning Community Top down BIGEteronoma Practice Community Bottom up WIGAutonoma

12 Una mappa praticabile Discourse Community KB Community Practice Community Learning Community

13 Riferimenti bibliografici Jonassen H, Land S., Theoreical Foiundations of Learning Environments, Erlbaum, Mahwah Jonassen H, Land S., Theoreical Foiundations of Learning Environments, Erlbaum, Mahwah Bereiter C., Education and Mind in the Knowledge Age, Erlbaum, Mahwah Bereiter C., Education and Mind in the Knowledge Age, Erlbaum, Mahwah Jonassen H., Peck K., Wilson B, Learning with Technology, Prentice Hall, Upper Saddle River Jonassen H., Peck K., Wilson B, Learning with Technology, Prentice Hall, Upper Saddle River 1999.

14 Bereiter C., Education and Mind in the Knowledge Age, Erlbaum, Mahwah Jonassen H., Peck K., Wilson B, Learning with Technology, Prentice Hall, Upper Saddle River Jonassen H, Land S., Theoreical Foiundations of Learning Environments, Erlbaum, Mahwah Bereiter C., Education and Mind in the Knowledge G. Salmon, E-Moderating. The Key to Teaching and Learning Online, Kogan page, London G. Salmon, Etivities. The Key to Active Online Learning, Kogan Page, London P.C. Rivoltella, Costruttivismo e pragmatica della comunicazione on line. Socialità e didattica in Internet, Erickson, Trento P. Ardizzone, P.C. Rivoltella, Didattiche per l’e-learning, Carocci, Roma Riferimenti bibliografici

15 Grazie!


Scaricare ppt "Collaborazione, cooperazione e formazione a distanza: opportunità e problematiche Pier Cesare Rivoltella, Università Cattolica di Milano Montesilvano,"

Presentazioni simili


Annunci Google