La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SCUOLE, GIOVANI E SICUREZZA Indirizzi normativi e pratiche di eccellenza Torino, 15 Ottobre 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SCUOLE, GIOVANI E SICUREZZA Indirizzi normativi e pratiche di eccellenza Torino, 15 Ottobre 2012."— Transcript della presentazione:

1 SCUOLE, GIOVANI E SICUREZZA Indirizzi normativi e pratiche di eccellenza Torino, 15 Ottobre 2012

2 Dott. Francesco de Sanctis – D.G. USR Piemonte Reti scolastiche per la Sicurezza

3 Interventi a favore delle Scuole Collaborazione tra :  Dir. Sanità Reg. Piemonte  USR del Piemonte  Dir. Gen. INAIL Piemonte

4 Interventi a favore delle Scuole Attività significative:  Corsi di form/agg degli R/ASPP e RLS;  Costituzione di Reti di Scuole per la promozione della cultura della sicurezza;  Realizzazione di attività didattiche in tema di sicurezza;  Stesura del documento di indirizzo per la sicurezza negli istituti scolastici del Piemonte

5 Costituzione delle Reti Il percorso progettuale di “Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole” ha inizio con la CR n. 40 del 18/02 /2009 che individua gli obiettivi, definisce il percorso con l’articolazione delle attività, invita le scuole a consorziarsi definendone i criteri.

6 Costituzione delle Reti Obiettivi: Definire un numero significativo di reti di scuole, in modo da esprimere sui temi della prevenzione e della sicurezza una progettualità stabile, condivisa, articolata e documentata, in collaborazione sistemica con organizzazioni, enti ed agenzie specificheDefinire un numero significativo di reti di scuole, in modo da esprimere sui temi della prevenzione e della sicurezza una progettualità stabile, condivisa, articolata e documentata, in collaborazione sistemica con organizzazioni, enti ed agenzie specifiche

7 Costituzione delle Reti Azioni: Formazione dei docenti referenti di rete; Formazione dei docenti referenti di rete; Attuazione di iniziative in tema di promozione della cultura della sicurezza; Attuazione di iniziative in tema di promozione della cultura della sicurezza; Promozione di reti costituite da scuole, enti, ed altri soggetti con competenze specifiche Promozione di reti costituite da scuole, enti, ed altri soggetti con competenze specifiche

8 Costituzione delle Reti Criteri: Reti con almeno 3 istituti statali/par. Reti con almeno 3 istituti statali/par. Referente per almeno 3 anni; Referente per almeno 3 anni; Almeno una rete in ogni provincia Almeno una rete in ogni provincia Partecipazione ad una sola rete Partecipazione ad una sola rete Accettazione degli impegni Accettazione degli impegni

9 Costituzione delle Reti Selezione: Ad opera di un Gruppo di lavoro costituito da rappresentanti di: Ad opera di un Gruppo di lavoro costituito da rappresentanti di: Regione Regione USR USR INAL INAL In collaborazione con DoRS (Centro Regionale di Documentazione per la promozione della Salute).

10 Costituzione delle Reti Con Decreto del Dir. Gen. prot. n del 26 marzo 2010 viene riconosciuta la Costituzione di 25 reti partecipanti al progetto. Rif. Normativi: Rif. Normativi: Art. 21 legge 59/97 Art. 21 legge 59/97 Art. 7 DPR 275/99 Art. 7 DPR 275/99

11 Costituzione delle Reti Suddivisione:

12 Perché le Reti di scuole Per la creazione di centri di aggregazione per la formazione ed autoformazione dei docenti; Per la diffusione sul territorio di iniziative, esperienze, raccolta di documentazione, pratica di ricerca-azione; Per favorire l’interlocuzione tra le Istituzioni capofila e tutto il territorio al fine di stipulare intese, accordi e per una sinergia valorizzazione delle risorse offerte da ciascun territorio

13 Risultati conseguiti Il report “Scuola e Sicurezza: dall’esperienza di un lavoro in rete raccomandazioni pratiche a supporto della progettazione”, reperibile sul sito descrive e documenta l’esperienza, riportando in particolare:  Il percorso formativo per i Referenti di rete  I progetti delle reti  Un modello di progettazione di attività

14 La collaborazione continua Per dare continuità alle attività di “Promozione della cultura della sicurezza” viene stipulata Nuova convenzione 26 luglio 2011 tra: Regione Regione USR USR INAIL INAIL

15 Impegno delle Istituzioni Estendere e potenziare le Reti di Scuole favorendo l’adesione e la partecipazione alle reti di tutte le scuole del Piemonte Estendere e potenziare le Reti di Scuole favorendo l’adesione e la partecipazione alle reti di tutte le scuole del Piemonte

16 Impegni della Regione Istituire un Gruppo di lavoro interistituzionale; Istituire un Gruppo di lavoro interistituzionale; Concorrere alla elaborazione di documenti ed alla progettazione di azioni educative e formative; Concorrere alla elaborazione di documenti ed alla progettazione di azioni educative e formative; Promuovere l’organizzazione di Convegni e Seminari Promuovere l’organizzazione di Convegni e Seminari Favorire la partecipazione di personale specializzato Favorire la partecipazione di personale specializzato

17 Impegni dell’INAIL Concorrere all’elaborazione di documenti ed alla progettazione di azioni educative e formative; Concorrere all’elaborazione di documenti ed alla progettazione di azioni educative e formative; Promuovere l’organizzazione di Convegni e Seminari; Promuovere l’organizzazione di Convegni e Seminari; Favorire le relazioni tra le Reti di scuole e le sedi territoriali dell’INAIL; Favorire le relazioni tra le Reti di scuole e le sedi territoriali dell’INAIL; Individuare l’ammontare del finanziamento da erogare alle reti Individuare l’ammontare del finanziamento da erogare alle reti

18 Impegni dell’USR Operare in modo congiunto con Regione ed Inail; Operare in modo congiunto con Regione ed Inail; Monitorare le esigenze delle scuole in tema di formazione ed aggiornamento per RSPP, ASPP ed RLS interni; Monitorare le esigenze delle scuole in tema di formazione ed aggiornamento per RSPP, ASPP ed RLS interni; Garantire la valorizzazione delle iniziative ed esperienze delle reti di scuole, avendo riguardo anche ai pareri dell’Osservatorio Regionale sulle esigenze formative delle scuola Garantire la valorizzazione delle iniziative ed esperienze delle reti di scuole, avendo riguardo anche ai pareri dell’Osservatorio Regionale sulle esigenze formative delle scuola

19 Circolari Regionali Circ. Reg. 54 del 31/01/2012: Monitoraggio reti esistenti Modalità costituzione nuove reti Accreditamento presso l’UST di appartenenza

20 Distribuzione provinciale delle 41 reti di scuole per la sicurezza

21 Circolari Regionali Circ. Reg. 209 del 16/04/2012: Invito alle reti di scuole a predisporre programmi di attività da svolgere durante l’a.s. 2012/2013 per interventi sulle aree tematiche: Didattica della sicurezza; Convegni e seminari Per accesso al cofinanziamento dell’INAIL

22 Circolari Regionali Circ. Reg. 422 del 13/09/2012: Incontro del 18 settembre per approfondimenti e chiarimenti sulle attività progettuali delle reti e concordare la data di scadenza per la presentazione delle attività fissata al 30/09/2012. N.B. Sono stati presentati 36 progetti che sono stati validati dal gruppo di lavoro.

23 AUSPICI ALLE SCUOLE DELLE RETI IL COMPITO DELLA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ PROGETTATE. ALLE SCUOLE NON IN RETE L’INVITO A SPERIMENTARE QUESTA MODAILITA’ DI LAVORARE IN RETE ORAMAI CONSOLIDATA A TUTTI GLI STUDENTI E AL PERSONALE DELLA SCUOLA L’OPPORTUNITA’ DI BENEFICIARE DEI RISULTATI DI TALI ESPERIENZE.


Scaricare ppt "SCUOLE, GIOVANI E SICUREZZA Indirizzi normativi e pratiche di eccellenza Torino, 15 Ottobre 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google