La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA SPAGNA. A. IL TERRITORIO POSIZIONE, CONFINI, ESTENSIONE (di Silvia e Masia)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA SPAGNA. A. IL TERRITORIO POSIZIONE, CONFINI, ESTENSIONE (di Silvia e Masia)"— Transcript della presentazione:

1 LA SPAGNA

2 A. IL TERRITORIO POSIZIONE, CONFINI, ESTENSIONE (di Silvia e Masia)

3  La Spagna si trova nell’Europa sud-occidentale.  E’ collocata nella Penisola Iberica.  Si trova a ovest dell’Italia. POSIZIONE

4  a nord: l’Oceano Atlantico e la Francia  a est: il Mar Mediterraneo  a sud: il Mar Mediterraneo e l’Oceano Atlantico  a ovest: il Portogallo e l’Oceano Atlantico. CONFINI

5 ESTENSIONE

6 A. IL TERRITORIO MORFOLOGIA (di Lorenzo e Fabio)

7 MORFOLOGIA Il territorio della Spagna è costituito prevalentemente da un vasto altipiano, la Meseta, che occupa la zona centrale del paese e ha un’altitudine media di circa 600 m slm.

8 RILIEVI  A nord ci sono i monti Cantabrici e la catena dei Pirenei al confine con la Francia.  A sud c’è la Sierra Morena e il Sistema Betico, costituito da una serie di catene tra le quali si trova la Sierra Nevada che ha la vetta più alta di tutta la penisola iberica (il Cerro Mulhacén m).  All’ interno della Meseta si trovano a nord-est i Monti Iberici e al centro il Sistema Centrale.

9 PIANURE  La più grande pianura spagnola è quella Andalusa ed è attraversata dal fiume Gualdaquivir. Si trova a sud ed è racchiusa tra la Sierra Morena e il Sistema Betico.  Le altre pianure si limitano a piccole aree che si allargano vicino al mare.

10 MARI La Spagna è bagnata:  a nord, a nord-ovest e a sud- ovest dall’ Oceano Atlantico.  a est e a sud-est dal Mar Mediterraneo.

11 Lo sviluppo costiero spagnolo è di circa 4000 Km.  Lungo il litorale settentrionale, nella zona del Golfo di Biscaglia, la costa atlantica si presenta alta, rocciosa e poco articolata.  A nord-ovest, invece, in Galizia, la costa è incisa da profonde insenature chiamate Rias.  A sud-ovest, nel Golfo di Cadice, sempre nell’ Oceano Atlantico, il litorale si presenta basso e talvolta paludoso.  La costa mediterranea è poco articolata ad eccezione del Golfo di Almeria e del Golfo di Valencia.  A nord, in Costa Brava, si alternano tratti di costa bassi ad altri alti e scoscesi. COSTE

12 ISOLE Alla Spagna appartengono due arcipelaghi: le Baleari nel Mar Mediterraneo e le Canarie nell’Oceano Atlantico.  Le Baleari sono quattro isole: Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera. L’isola più popolata è Maiorca con capitale Palma.  Le Canarie sono di origine vulcanica e sono considerate una sorte di ponte dalla Penisola Iberica verso le Americhe. L’arcipelago è composto da sette isole principali: Gran Canaria, Fuerteventura, Lanzarote, La Gomera, El Hierro, Tenerife e La Palma. Nell’arcipelago sono presenti ben quattro parchi nazionali.

13 In Spagna si trovano numerosi corsi d’acqua che, generalmente, sono a carattere torrentizio.  I principali fiumi che sfociano nell’Atlantico sono: il Tago, il Duero che in Portogallo assume il nome di Duoro, il Gualdaquivir e il Guadiana.  Nel Mediterraneo sfocia l’Ebro, che è il fiume più lungo del territorio spagnolo (910 Km). IDROGRAFIA

14 A. IL TERRITORIO CLIMA, FLORA E FAUNA (di Martina e Monica)

15 In Spagna le condizioni climatiche variano da zona a zona:  La Meseta è circondata da catene montuose che la riparano dalle correnti marine e presenta un clima continentale, con inverni rigidi, estati calde e precipitazioni scarse;  A sud e nelle Baleari c’è un clima mediterraneo, con temperature miti durante l’inverno ed estati calde;  La regione settentrionale presenta un clima atlantico, con precipitazioni frequenti e copiose CLIMA

16 Clima atlantico Clima continentale Clima Mediterraneo AREE CLIMATICHE

17  In Spagna c’è una grande varietà di ambienti naturali con una grande ricchezza di flora e fauna (soprattutto uccelli).  Sono presenti 13 parchi nazionali. FLORA E FAUNA

18 Il tordo è uno dei tanti uccelli migratori che attraversano la Spagna. IL TORDO

19 Le piante da sughero sono molte diffuse in Spagna IL SUGHERO

20 B. STORIA E ORDINAMENTO POLITICO ATTUALE di Elena e Francesca P.

21 STORIA: l’impero spagnolo  Nel 1492: il re Ferdinando e la regina Isabella completarono la Reconquista (=la cacciata degli Arabi dalla Spagna) Cristoforo Colombo scoprì l’America Cristoforo Colombo Isabella e Ferdinando  Nacque così l’impero spagnolo che dominò su gran parte del continente americano, portando in patria ricchezze enormi.

22 STORIA: la guerra civile  Nel XIX secolo il ruolo imperiale della Spagna finì e la Spagna diventò uno dei regni più poveri d’Europa.  Nel 1931 venne proclamata la repubblica.  Nel 1936 Francisco Franco e una parte dell’esercitò si ribellò contro il governo repubblicano. Scoppiò una guerra civile che si concluse nel 1939 con la vittoria di Franco.  Francisco Franco impose una dura e sanguinosa dittatura fino al 1975, quando morì. Francisco Franco

23 ORDINAMENTO POLITICO  La Spagna è oggi una monarchia costituzionale.  La nuova costituzione, che affida il potere legislativo alle Cortes (=Parlamento), venne proclamata nel 1978, dopo la morte di Franco.  La democrazia ebbe momenti difficili all’inizio ma poi con Juan Carlos si è affermata e consolidata.  La Spagna è entrata a far parte dell’Unione Europea nel  Lo stato è diventato indipendente prima del XIX sec. Juan Carlos

24  La Spagna è divisa in 50 province raggruppate in 17 regioni amministrative (Comunidades autonomas).  Le Comunidades più importanti sono: Andalusia: si trova nella Spagna meridionale, il suo capoluogo è Siviglia. Ha ricche e splendide testimonianze di arte islamica. Galizia: si trova nella parte nord-occidentale della Spagna. Aragona: si trova nel nord-est della Spagna. Il suo capoluogo è Saragozza. Paesi Baschi: si trovano a nord della Spagna e il loro capoluogo è Vitoria-Gasteiz. Catalogna: si trova a nord-est e il suo capoluogo è Barcellona. Castiglia COMUNIDADES AUTONOMAS

25 C. LA POPOLAZIONE di Giovanni e Alessio

26 DENSITA’  In Spagna c’è una densità di 90 abitanti per km 2, molto minore di quella italiana con 199 abitanti per km 2.

27 DISTRIBUZIONE  La popolazione è distribuita in modo non omogeneo: Le regioni interne sono poco popolate a parte quelle attorno a Madrid. Nelle zone costiere vivono i 2/3 degli abitanti.

28 IMMIGRAZIONE, NATALITA’ E MORTALITA’  Negli ultimi anni sta aumentando la presenza di immigrati provenienti soprattutto dal nord Africa e dal sud America, occupati soprattutto nel settore agricolo.  Si è verificata anche: una forte diminuzione del tasso di natalità una riduzione di quello di mortalità.

29 D. LE CITTA’ di Nicolò e Francesca C.

30  La capitale della Spagna è Madrid, è collocata al centro della Meseta e conta di abitanti.  Madrid è stata fondata nell’Ottocento dagli Arabi, ed è divisa in tre zone: La VECCHIA MADRID: quella dell’originario centro storico, con le antiche mura arabe, la Puerta del Sol, il Palazzo Reale,le tante pittoresche tabernas. La MADRID BORBONICA: dove si trova il celebre Museo del Prado. La PARTE OTTOCENTESCA: è la parte più moderna, detta Castellana. Nei dintorni si trova l’ Escorial, residenza reale fatta costruire nel XVI secolo da Filippo II.  Madrid è famosa per i suoi musei, i negozi, i ristoranti, i cinema e le discoteche. LA CAPITALE: MADRID

31 PUERTA DEL SOL I MONUMENTI DI MADRID PLAZA MAJOR MUSEO DEL PRADO PARCO DEL RETIRO

32  Barcellona è la seconda città più grande dopo Madrid per numero di abitanti ( circa), ma non è inferiore alla capitale per dinamismo economico e culturale.  Capoluogo della Catalogna, è inoltre uno dei più attivi porti del Mediterraneo.  Possiede un antico centro storico, lunghi e vivacissimi viali, mercati ricchi di ogni tipo di merce, importanti musei.  La nota più caratteristica di Barcellona è data dai palazzi e dagli altri edifici dallo stile modernista legata alle tante opere che vi ha costruito Antoni Gaudì, architetto del Novecento. BARCELLONA

33 LA SAGRADA FAMILIA LA CASA MILA’ LA RAMBLA IL PARCO DELLE MERAVIGLE I MONUMENTI DI BARCELLONA

34  Valencia è la terza città spagnola per numero di abitanti ( circa)  E’ un vivace centro commerciale e unisce, nella sua architettura, un volto antico a uno modernissimo. VALENCIA

35  La quarta città spagnola per numero di abitanti è Siviglia (circa ).  E’ la splendida capitale dell’ Andalusia, la regine più meridionale della Spagna e quella più a lungo rimasta sotto il dominio arabo.  Il simbolo della città la Giralda, un campanile che rivela nel suo stile architettonico di essere stato un minareto. SIVIGLIA

36  E’ la capitale dell’ Aragona con abitanti circa.  Nella parte più antica rivela uno stile architettonico tipicamente MUDEJAR, cioè caratterizzato da eredità Arabe: nel Medioevo fu, infatti, capitale di un principato islamico. SARAGOZZA

37 E. LA CULTURA di Angelica e Lorena

38 LA LINGUA  La lingua ufficiale è lo spagnolo e più precisamente il castigliano, che era parlato originalmente in Castiglia.  Oltre a quella ci sono: il catalano parlato in Catalogna il basco parlato nelle Province Basche il gallego parlato in Galizia

39 LA RELIGIONE  La maggior parte della popolazione è cattolica  C’è una importante minoranza musulmana

40 ETNIE

41 F. L’ECONOMIA di Andrea e Daniele

42  L’economia della Spagna si basa principalmente sul settore terziario che occupa il 68,4% della popolazione attiva. ECONOMIA

43 SETTORE PRIMARIO  I principali prodotti del settore primario sono agrumi, ulivi e viti.  L’allevamento degli ovini è sviluppato soprattutto nelle zone centro-meridionali ed è in costante aumento l’allevamento dei suini  La pesca è molto sviluppata

44 SETTORE SECONDARIO  Nel settore secondario i tipi di attività industriali maggiormente sviluppati sono: I settori siderurgici e metallurgici. Le industrie automobilistiche, chimiche e farmaceutiche, quelle agro-alimentari e quelle della cantieristica navale.  I principali prodotti del settore secondario sono: automobili, prodotti chimici, farmaci, navi e prodotti agro alimentari.  L’ artigianato presenta lavorazioni di pregio nel campo della ceramica, del cuoio, del legno e del sughero.

45 SETTORE TERZIARIO  Le principali attività riferite al settore terziario sono:il turismo, il traffico portuale, quello aereo e il settore commerciale.  Le attività collegate con il turismo sono molto sviluppate.  Il turismo si basa su molte attrattive come: il parco Montjuic, la Rambla, la Cattedrale di Barcellona, la Sagrada Familia, la Torre Agbar, il parco delle meraviglie e la Casa Milà.

46 IN SINTESI  Tutti i settori economici sono attivi.  Il settore maggiormente sviluppato è quello terziario e quello meno sviluppato è il primario.  Le risorse primarie sono adeguatamente sfruttate.  Le attività più produttive o in via di espansione sono: l'allevamento dei suini e il settore del turismo. BENESSERE SOCIO-ECONOMICO:  La popolazione della Spagna beneficia di una qualità media di vita simile a quella italiana.

47 G. CURIOSITA’ di Maria Vittoria e Leila

48 QUADRO ARTISTICO- CULTURALE  Il quadro artistico culturale della Spagna presenta una lunga tradizione.  Ricordiamo il poema epico Il cantare del mio Cid

49 QUADRO ARTISTICO- CULTURALE  MIGUEL DE CERVANTES, uno degli scrittori più importanti del Seicento.  PEDRO CALDERON DE LA BARCA, anche lui uno degli scrittori più importanti del Seicento.

50 QUADRO ARTISTICO- CULTURALE  Tra i santi più importanti c’è SANTA TERESA D’AVILA

51 PIATTI TIPICI  La crema catalana La crema catalana Crema tipica della Catalogna, regione a nord-est della Spagna. Gustosa crema dal gusto raffinato.  Gazpacho Gazpacho Zuppa di verdure tipica della Spagna, originaria dell'Andalusia. Gli ingredienti principali sono: peperoni, pomodori e cetrioli.

52 FESTE TRADIZIONALI  Tra il 14 ed il 15 di Agosto ad Alicante si celebra “La rappresentazione dei misteri di Elche”, il più grande mistero della cultura cristiana.  La rappresentazione è suddivisa in due atti (uno si svolge il 14 e l'altro il 15) cantati, nella basilica di Santa Maria e ripropone il mistero dell'Assunzione ed Incoronazione della Vergine Maria.  La rappresentazione, in Catalano e Latino, venne proibita dal concilio di Trento, che non voleva venissero rappresentati i misteri religiosi, per poi essere rintrodotta come importante tradizione orale da papa Urbano VIII.

53 FESTE TRADIZIONALI  La settimana di Ferragosto (dall'11 al 17) ricorre la Semana Grande di San Sebastiàn: una settimana da vivere all'aperto con spettacoli, fuochi artificiali, artisti di strada ed eventi di ogni tipo – anche sportivi - dall'alba al tramonto.


Scaricare ppt "LA SPAGNA. A. IL TERRITORIO POSIZIONE, CONFINI, ESTENSIONE (di Silvia e Masia)"

Presentazioni simili


Annunci Google