La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tecnica e didattica del Nuoto: il programma Scienze Motorie Corso di laurea magistrale Scienze dello Sport e della prestazione fisica Verona 17 marzo 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tecnica e didattica del Nuoto: il programma Scienze Motorie Corso di laurea magistrale Scienze dello Sport e della prestazione fisica Verona 17 marzo 2014."— Transcript della presentazione:

1 Tecnica e didattica del Nuoto: il programma Scienze Motorie Corso di laurea magistrale Scienze dello Sport e della prestazione fisica Verona 17 marzo 2014 Andrea Campara

2 Finalità del corso Il corso si prefigge di fornire competenze evolute e specifiche nell’ambito del Nuoto attraverso la conoscenza delle quattro nuotate olimpioniche e dei fondamentali individuali degli altri sport natatori (sincronizzato, pallanuoto, salvamento sportivo, apnea).

3 Obiettivi per i discenti saper guidare un principiante alla esplorazione, scoperta ed orientamento in acqua in orizzontale e verticale; saper individuare i principali modelli di trasferimento in acqua; saper comprendere ed interpretare i modelli di prestazione individuale più significativi; saper insegnare i modelli di prestazione proposti; saper utilizzare in modo didatticamente efficace gli elementi proposti (trasversali alle differenti discipline sportive individuali esaminate), potendo fruire, nell’insegnamento di ciascuna, delle peculiarità di tutte.

4 Modalità di ammissione al corso test di ingresso per conoscerne i prerequisiti ed il vissuto "acquatico" di ciascuno partecipante (quattro nuotate) per offrire all'allievo un personale riferimento oggettivo e consentire di valutare le capacità e competenze natatorie dello studente: il curricolo si rivolge infatti solo a chi abbia già maturato esperienze nell’ambito specifico che consentano uno sviluppo specialistico ed approfondito dei temi indicati Gli studenti che avranno precedentemente frequentato e superato con esito positivo “Tecnica e didattica dell’attività motoria in acqua”, ai fini dell’ammissione al corso “Tecnica e Didattica del Nuoto”, dovranno sostenere soltanto un test di verifica delle abilità natatorie; gli studenti che non avranno frequentato quel corso, oltre a dover sostenere il test sulle abilità in acqua, saranno anche chiamati ad una verifica preliminare del loro “sapere” con un test scritto.

5 Sedi del corso Lezioni in aula: Facoltà di Scienze Motorie Esercitazioni in piscina: Piscine Monte Bianco via Monte Bianco 16/a Verona (Quartiere San Michele – Madonna di Campagna)

6 Programma Lunedi 17 marzo 8.30 – (in aula): presentazione del corso/test - ambientamento in acqua – le quattro nuotate – gli sport natatori Lunedi 24 marzo 8.30 – (in aula): il galleggiamento verticale; partenze e virate (quinto stile); intervento arti inferiori; aquafitness; altri sport natatori Lunedi 7 aprile 8.30 – (in piscina): ambientamento e nuotate olimpioniche Lunedi 28 aprile 8.30 – (in piscina): partenze e virate, nuotate di salvamento Lunedi 5 maggio 8.30 – (in piscina): elementi di pallanuoto e nuoto sincronizzato Lunedi 12 maggio 8.30 – (in piscina): aquafitness (alta,bassa, bike) Giovedi 15 maggio – (in piscina): elementi di apnea Lunedi 19 maggio 8.30 – (in piscina): quattro stili (i misti con partenza e virate) prova d’esame Giovedi 29 maggio (15.30 – in piscina): elementi di apnea Giovedi 5 giugno (13.30 – in piscina): ripasso generale/test in acqua

7 Modalità d’esame Test pratico: il candidato dovrà nuotare cento metri misti (farfalla, dorso, rana, crawl) preceduti da tuffo di partenza dal blocco Test scritto: compito a risposta multipla di trenta domande

8 Il cursus honorum FIN Allievo istruttore Istruttore di base Istruttore Coordinatore Docente Regionale Allenatore 1° grado qualsiasi disciplina Allenatore 2° grado

9 Dopo l’esame finale, per il conseguimento del brevetto Voto finale: 24/30 per il primo livello ovvero allievo istruttore; 27/30 per il secondo livello ovvero istruttore di base (certificato a firma del Segretario) La richiesta va fatta da studenti o laureati da non più di 2 anni accademici Assegno circolare non trasf. Euro 105,00 FIN CRV Versamento in c/c postale euro 110,00 FIN Roma C/c postale n° Stadio Olimpico Curva Nord Roma Autorizzazione a chiedere la qualifica a firma del Docente Titolare Dichiarazione di Scuola Nuoto Federale 30 ore tirocinio (dieci fitness) Prova abilità acquatica Autocertificazione nascita, residenza, titolo di studio, assenza condanne penali Certificato medico idoneità pratica sportiva non agonistica 1 foto e modulo compilato

10 Richiesta al CRV FIN

11 Docenti relatori Dott. Luca Zalla Istr. Coord. FIN Pino Bodini Allenatore FIN nuoto Joseph Porrino Responsabile nazionale KAD Gaetano Del Giudice All FIN pallanuoto Vanessa Bonadiman Istr FIN syncro Prof. Andrea Campara

12 Bibliografia Equilibrio e movimento in acqua Campara et al. ED. CSS 2003 Dispense ppt Tecnica e Didattica dell’attività motoria in acqua (corso di laurea triennale Campara A.) Dispense ppt Tecnica e Didattica del Nuoto (Campara A.) Prevenzione e salvataggio in piscina Campara at al. ED. CSS 2004 www. Professioneacqua.it - Altri argomenti, - area tecnica nuoto per due articoli “Alla ricerca del feed back efficace nell’insegnamento di abilità motorie acquatiche” “L’insegnamento della tecnica nel nuoto” ANATEN NUOTO.IT “In acqua prima di nascere: benefici ed aspetti fondamentali dell’attività fisica in acqua durante la gravidanza” Manuali FIN Istruttore Nuoto Hannula D. Thornton The swim coaching bible ED Hannula HK USA 2001 Maglischo E. W. Swimming even faster MPC CLA USA 2001 Pesce C. Insegnamento prescrittivo ed aprendimento euristico SDS n°55 Giugno 2002 Pezzini G. Il nuoto di salvamento Soc. Stampa Sport Roma 2003


Scaricare ppt "Tecnica e didattica del Nuoto: il programma Scienze Motorie Corso di laurea magistrale Scienze dello Sport e della prestazione fisica Verona 17 marzo 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google