La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il mito di Narciso. Michelangelo Merisi detto il Caravaggio: Narciso alla fonteMichelangelo Merisi detto il Caravaggio: Narciso alla fonte Salvador Dalì:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il mito di Narciso. Michelangelo Merisi detto il Caravaggio: Narciso alla fonteMichelangelo Merisi detto il Caravaggio: Narciso alla fonte Salvador Dalì:"— Transcript della presentazione:

1 Il mito di Narciso

2 Michelangelo Merisi detto il Caravaggio: Narciso alla fonteMichelangelo Merisi detto il Caravaggio: Narciso alla fonte Salvador Dalì: Le metamorfosi di NarcisoSalvador Dalì: Le metamorfosi di Narciso John William Waterhouse: Eco e NarcisoJohn William Waterhouse: Eco e Narciso Giulio Carpioni: Lindovino Tiresia e Narciso bambinoGiulio Carpioni: Lindovino Tiresia e Narciso bambino Il mito di Narciso

3 Narciso alla fonte

4 Scheda descrittiva Datazione: 1600 a.c. Collocazione: Roma, Galleria Nazionale dArte Antica di Palazzo Barberini; Tipologia: dipinto; Tipologia : olio su tela (133,3 x 95 cm); Soggetto principale: Narciso; Attributi: giovane di bellaspetto, si specchia in una fonte (Narciso). Annotazioni redazionali: La soluzione iconografica adottata dal Merisi risulta innovativa e funzionale a sottolineare la drammaticità dellamore di Narciso per se stesso: la raffigurazione, invece di soffermarsi sul paesaggio e su particolari accessori quali la ninfa Eco o gli arnesi per la caccia, si concentra sul giovane. Questi, in uninconsueta penombra, contempla la propria immagine ed immerge la mano sinistra nellacqua, quasi a voler afferrare loggetto del suo desiderio. Il dipinto si segnala, pertanto, per unintima affinità allo spirito della narrazione ovidiana. Sulla scia di Maurizio Calvesi alcuni studiosi ravvisano nellopera una significativa testimonianza della valutazione positiva che spesso leroe greco assume nel XVII secolo: Narciso incarnerebbe la ricerca di se stessi e visione del divino nella coscienza umana. Torna alla diapositiva Immagini Datazione: 1600 a.c. Collocazione: Roma, Galleria Nazionale dArte Antica di Palazzo Barberini; Tipologia: dipinto; Tipologia : olio su tela (133,3 x 95 cm); Soggetto principale: Narciso; Attributi: giovane di bellaspetto, si specchia in una fonte (Narciso).

5 LE METAMORFOSI DI NARCISO LE METAMORFOSI DI NARCISO

6 Scheda descrittiva Torna alla diapositiva Immagini Datazione: 1937 Collocazione: Londra, Tate MuseumSalvador Dalì Tipologia: Dipinto, olio su tela, (50,8 x 78,2) Soggetto principale: Annotazioni redazionali: La scelta iconografica del dipinto deriva dalle suggestioni artistiche ricevute durante il viaggio in Italia compiuto dallartista nel 1936, così come le figure dei nudi sullo sfondo che evocano pose classiche e atteggiamenti formali tipici dellarte rinascimentale e manierista. Il mito classico del giovane Narciso, che innamoratosi della propria immagine riflessa in uno specchio dacqua e impossibilitato a possederla si trasforma nel fiore che porta il suo nome, offrì lo spunto allartista per inscenare questa metamorfosi ovidiana in unambigua relazione tra illusione e realtà, come egli stesso descrisse nel suo poema intitolato appunto La Metamorfosi di Ovidio. La splendida figura accovacciata di Narciso, che giganteggia come una roccia sulla superficie lucida e riflettente del lago, si trasforma nel suo doppio che assume laspetto di una grande mano pietrificata che regge un uovo crepato da cui nasce il fiore narciso. Le fasi di trasformazione sono rese in una narrazione consecutiva da sinistra a destra, così anche i colori opachi e le forme dapprima trasparenti, evanescenti e quasi invisibili acquistano gradatamente una connotazione realistica e concreta, come un lento risveglio dopo un sogno visionario.

7 Narciso e Eco

8 Scheda descrittiva Torna alla diapositiva Immagini Datazione: 1903 Collocazione:art Gallery Liverpool Tipologia: dipinto Tipologia : olio su tela Soggetto principale: Narciso ed Eco Annotazioni redazionali: la raffigurazione moderna del mito del mito proposta da John Waterhouse ( ) riprende il tema della natura incontaminata e solcata da acque pure in cui lanima si rispecchia,tema che è presente nelle raffigurazioni classiche.Narciso è altrove rispetto al paesaggio che lo circonda e non incrocia lo sguardo della ninfa Eco,innamorata di lui poche è ammaliato da se stesso e finira per perdersi nella sua incapacità di percepire il mondo esterno,la bellezza della natura e le gioie dell amore.Anche Eco si lascerà morire in solitudine e di lei non rimarrà che una voce lamentosa

9 LINDOVINIO TIRESIA E NARCISO BAMBINO

10 Scheda descrittiva Torna alla diapositiva Immagini Autore: Giulio Carpioni Datazione: Collocazione: Besancon, Musée des Beaux Arts et dArchéologie Tipologia: dipinto Tecnica: olio su tela Soggetto principale: Il vaticinio di Tiresia Personaggi: Tiresia, Narciso infante, figure femminili Attributi: cecità (Tiresia) Contesto: la presenza di unara e di oggetti cultuali fanno pensare ad un tempio Annotazioni redazionali: La scelta di rappresentare il vaticinio che lindovino Tiresia fa alla ninfa Liriope a proposito del piccolo Narciso è assolutamente unico; seppure lepisodio dinvenzione ovidiana risulta suggestivo dal punto di vista letterario per lambiguità delle parole del vate, esso non riscuote altrettanta fortuna in ambito figurativo, giacché poco caratterizzato e facilmente confondibile con scene di Presentazione al tempio.

11 "...Non ci separa limmenso mare, nè un lungo cammino, nè i monti, nè città chiuse da mura: solo poca acqua ci tiene disgiunti, e tanto piccola è la distanza che ci potremmo toccare. Ardo damore e gli tendo le braccia, gli sorrido e lui mi sorride, gli parlo e mi parla, ma non sento quello che dice..."


Scaricare ppt "Il mito di Narciso. Michelangelo Merisi detto il Caravaggio: Narciso alla fonteMichelangelo Merisi detto il Caravaggio: Narciso alla fonte Salvador Dalì:"

Presentazioni simili


Annunci Google